Banner-Giugno-2014-2Banner-Web-TvNelle prossime ore su 5 Reali Siti Web Tv “The Night of Kick Boxing”

Organizzava appuntamenti con sconosciuti sul web. Arrestato 30enne ortese per violenza e minacce ad una donna

Un arresto, immagine di repertorio

Un arresto, immagine di repertorio

Una storia di perversione e maltrattamenti quella ricostruita dalla Questura di Foggia che ha tratto in arresto un 30enne ortese con l’accusa di violenza e maltrattamenti a carico di una donna di 50 anni originaria di Foggia. I due avrebbero avuto una relazione sentimentale negli ultimi tre anni, poi la donna lo avrebbe lasciato per le violenze subite dall’uomo, già tratto in arresto negli scorsi mesi, ma appena tornato in libertà l’uomo è tornato ad infastidire la donna. Nel frattempo l’uomo aveva organizzato, attraverso un sito internet per appuntamenti, incontri con altre persone, costringendo la donna ad avere rapporti con altri uomini, rapporti spesso filmati dallo stesso e che sarebbero ora oggetto di indagine da parte delle forze dell’ordine. Alle violenze sarebbero seguite anche diverse minacce, con la donna che addirittura avrebbe tentato il suicidio spinta dalla grave situazione, che l’ha portata anche a girovagare cercando rifugio in un luogo in cui l’uomo non l’avrebbe potuta raggiungere, anche se sul 30enne gravava il divieto di avvicinamento nei confronti della donna. Ora la donna è ospite di un centro protetto per ritrovare la serenità persa, mentre per l’uomo, che ha respinto le accuse dallo scorso 31 Luglio si sono aperte le porte del carcere.

Orta Nova, annullata la Notte Bianca. Il presidente della Prometeo Porcelli: “Deluso dal comportamento dell’Amministrazione Comunale”

Il presidente della Prometeo Antonio Porcelli

Il presidente della Prometeo Antonio Porcelli

L’Estate Ortese 2015 presentata qualche giorno fa dall’Amministrazione Comunale dovrà fare a meno della Notte Bianca. A renderlo pubblico gli organizzatori della Prometeo che sono stati costretti ad abdicare ad organizzazione in corso, per via delle difficoltà economiche riscontrate nel reperire le risorse, e soprattutto per via dell’Amministrazione Comunale, che se pure ha stanziato oltre 35.000€ per il programma degli eventi estivi, non ha destinato alcun contributo all’associazione presieduta dal Dott. Antonio Porcelli. Grande rammarico tra gli organizzatori che avevano sperato fino all’ultimo sulla collaborazione dell’Amministrazione Comunale, ma nei fatti con la delibera di giunta numero 154 è stata messa la parola fine alle speranze di veder realizzata la quarta edizione della Notte Bianca ortese, che tra il 2010 e il 2012 aveva portato nella città capofila dei Reali Siti migliaia di visitatori. Deluso anche il presidente della Prometeo Porcelli, che si è detto amareggiato dal comportamento dell’amministrazione guidata dal sindaco Tarantino, una decisione quella operata dalla giunta, che nei fatti ha determinato la decisione di lasciar stare per la scarsa considerazione ricevuta dall’amministrazione comunale, che nel frattempo però ha destinato addirittura la metà dei fondi stanziati ad una sola associazione. Insomma l’evento principale del cartellone estivo viene a mancare a meno di tre settimane dalla sua realizzazione, non una bella figura per la città.

L’accorato appello di Fratel Costantino de Bellis: “San Rocco immagine e somiglianza di Dio”

Procuratore Fratel Costantino de Bellis con la reliquia del braccio di San Rocco

Procuratore Fratel Costantino de Bellis con la reliquia del braccio di San Rocco

Sono 16 anni ormai che come moderatore e fondatore dell’Associazione Europea “Amici di San Rocco”e Guardiano dell’Arciconfraternita madre di San Rocco spesso mi trovo in comunità parrocchiali e confraternali dove é radicato il culto di S.Rocco e mi sono accorto molte volte che alcune comunità restano chiuse e la loro venerazione a S. Rocco è diventata un fatto strettamente personale. Con molto rispetto e senza voler scuotere la sensibilità di nessuno non posso far a meno di dire che se tutto si concentra il 16 agosto o in altre date nelle quali si festeggia il santo e poi tutto l’anno viene lasciato nella sua bella nicchia, non ha alcun senso, non incide nel culto e nell’impegno della testimonianza cristiana in non pochi paesi le sue feste sono spettacolari e folcloristiche e molti devoti e pellegrini non conoscono a fondo la vita di questo nostro caro santo. Un santo non solo da spettacolo, ma un grande elargitore di grazie. Ritengo che sia giusto che si onori san Rocco, che si chiedano grazie al Signore per sua intercessione, ma non ci si deve fermare solo a questo. “Se tu squarciassi i cieli e scendessi” è il grido di una comunità che vuole andare oltre, che vuole essere consapevole di un destino che non può essere ridotto a quei pochi anni che si vivono su questa terra. “Se tu squarciassi i cieli e scendessi” non è un invito a star senza far nulla a non essere felici su questa terra o alla rassegnazione negativa, è il grido che facciamo a Dio nella fede, cioè nella consapevolezza che la risposta di nostri problemi la deve dare Lui, che le soluzioni non possono essere le nostre, troppo piccole e imbrigliate nel peccato, ma devono venire alla sua liberalità. La libertà di Dio è Cristo che ci ha mostrato il suo volto del Padre che ci invita ad essere felici per ritornare a quell’uomo, il nuovo Adamo, fatto a “immagine e somiglianza di Dio Padre”. Fermarsi a San Rocco delle feste di piazza ai grandi e spettacolari, fuochi artificiali, alle prestigiose ed artistiche luminarie vuol dire snaturare il significato della festa la vera santità del pellegrino di Dio. La chiesa lo mostra come un uomo che per tutta la sua vita , ha tentato di essere nel migliore dei modi immagine e somiglianza di Dio. La nostra associazione “Amici di San Rocco” che oltre a me, indegno suo rappresentante, al Rev.do. Mons. Filippo Tucci rettore della chiesa di Roma, sede dell’Arciconfraternita madre dell’Associazione Europea Amici di S. Rocco, e alla paterna vicinanza del compianto Vescovo Mons. Pietro Farina, vuole ripartire senza nessuna presunzione, ma con grande fede nel Signore. Vogliamo raccontarvi e farvi conoscere un San Rocco, fratello, che ha fatto di tutto per essere felice ospitando Gesù Cristo nella sua vita, nella sua storia che ha condiviso il suo dolore con i poveri, i malati e i sofferenti. Con il mio umile servizio di apostolato e con tutta l’Associazione, vogliamo farlo conoscere attraverso tre percorsi che il Vescovo Pietro Farina mi indicò dal 1999 e che volle fortemente che io proponessi a voi tutti e ai devoti di San Rocco: La mitezza evangelica, la carità vissuta, il pellegrinaggio. Carissimi nella mia semplicità; vorrei cercare ,sempre guidato dalla paterna autorità dei Vescovi Diocesani, di presentarvi l’amore e il servizio di San Rocco per la Chiesa, il luogo dove vivere l’incontro con Dio. Vi porterò nel mondo dei gruppi di preghiera “Amici di San Rocco” che ora vivono un forte legame di appartenenza all’Arciconfraternita madre di San Rocco i quali nella quotidianità della vita cercano di vivere la spiritualità di San Rocco. A tutte le comunità che venerano San Rocco l’invito a voler vivere questo percorso nuovo, semplice, ma aperto ad una nuova grande conquista: San Rocco come evento, come Santo e vanto di una chiesa che vuole imparare di Lui, dalla sua carità gratuita, di fratelli per farsi sempre più immagine viva e trasparente di Cristo crocifisso e risorto.

www.amicidisanrocco.it 

 Fratel Costantino De Bellis

Stornarella, Miss Endas 5 Reali Siti

Calcio, l’ortese Filippo Sodrio dalla Germania al Real Siti

Filippo Sodrio

Filippo Sodrio

Il 28enne attaccante ortese Filippo Sodrio sarà la punta di diamante dell’attacco del Real Siti. L’ex attaccante di Orta Nova e San Giovanni Rotondo, tra le tante maglie indossate, rientra dall’esperienza in Germania con l’Eintracht Nord, formazione dilettantistica tedesca in cui Sodrio ha militato per due stagioni. Nel frattempo la società del presidente Mario Fiordelisi continua a lavorare in ottica ripescaggio, nuove speranze infatti sembrano essersi spianate all’orizzonte grazie al ripescaggio in Eccellenza di Leverano e dell’Unione Calcio Bisceglie del tecnico ortese Mimmo Di Corato.

Calcio, l’Herdonia fa sul serio! Il nuovo DS Valentino Matera piazza sei colpi nel calciomercato

Il nuovo DS dell'Herdonia Valentino Matera

Il nuovo DS dell’Herdonia Valentino Matera

Dopo una annata vissuta tra alti e bassi l’Herdonia del presidente Rocco Volpone sta allestendo una formazione di tutto rispetto per il prossimo campionato di Seconda Categoria. Dopo aver lasciato il calcio giocato l’ex capitano Valentino Matera è passato dietro la scrivania, grazie al suo lavoro da dirigente Mr. Alfredo Bertozzi potrà contare su un organico di buon livello grazie agli acquisti di Giuseppe D’Angelo, Adriano Miraglia, Angelo Rignanese e Luca Moriglia dal Sauri, e di Leo Iorio e Simone Cautillo dall’Orta Nova, sei acquisti che vanno a completare l’organico a disposizione del tecnico foggiano che si candida ad un ruolo di protagonista nel campionato di Seconda Categoria.


Calendario

agosto: 2015
L M M G V S D
« lug    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Questo Blog è nato con l' intenzione di discutere ed analizzare i fatti che caratterizzano il territorio dei 5 Reali Siti, ispirato ai principi dell'Art.21 della Costituzione. Non è aggiornato periodicamente, pertanto non rappresenta un organo di stampa o un qualsiasi prodotto editoriale, nel pieno rispetto dell' art. 62 del 7/03/01. Il titolare del Blog declina ogni responsabilità Civile e Penale in riferimento a commenti che offendano la dignità altrui, ad ogni modo si rende disponibile, dopo espressa comunicazione da parte degli interessati ai contatti presenti nella testata del sito, affinchè l' immagine altrui non ne venga lesa.
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.153 follower