Le Guardie Ambientali di Orta Nova denunciano l’avvelenamento di cani nella zona PIP. Disponibile un numero per segnalare casi sospetti

Le Guardie Ambientali di Orta Nova denunciano su Facebook l’avvelenamento di quattro cani randagi, di cui uno ritrovato morto, presso la zona PIP di Orta Nova. Il caso dei cani randagi nella zona industriale, fù già segnalato nel consiglio comunale di Orta Nova del 16 Aprile scorso, dal consigliere dei I Riformisti Lorenzo Annese, chiedendo l’intervento dell’amministrazione comunale, che aveva in precedenza diffidato l’Unione dei 5 Reali Siti per chiedere un’intervento dell’ente sovracomunale in riferimento alla spinosa questione del canile di Orta Nova. La gestione del fenomeno del randagismo, e la gestione di queste problematiche sarebbero dovute essere gestite dall’Unione, che però nei fatti non è intervenuta sul problema, provocando così la forte reazione della sindaco di Orta Nova Iaia Calvio. Rimane comunque lo sdegno per questo vile gesto che non è degno di un paese civile e che per altro è punibile penalmente, infatti l’ art. 544-bis del codice penale prevede che chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale, è punito con la reclusione da tre mesi a diciotto mesi. Le Guardie Ambientali di Orta Nova pertanto, hanno diffuso un numero di telefono il 338/9976627, utile per segnalare casi sospetti e per evitare che gesti del genere possano ripetersi.

About these ads

10 Responses to “Le Guardie Ambientali di Orta Nova denunciano l’avvelenamento di cani nella zona PIP. Disponibile un numero per segnalare casi sospetti”


  1. 1 Leo Quarticelli 11 maggio 2012 alle 20:04

    Come non è giusto che vengano avvelenati, non è nemmeno giusto che la gente venga aggredita e morsa dai cani randagi. Nonostante il problema sia stato messo in evidenza alle autorità competenti.

  2. 2 MO' AVAST (2) 12 maggio 2012 alle 13:50

    Mi sbaglio o ad orta nova sono iniziati i lavori per il rifacimento delle strade? A proposito ho sentito dire che durante i lavori di asportazione del vecchio manto stradale sono stati rinvenuti alcuni reperti archeologici dell’epoca romana, e addirittura alcuni utensili utilizzati dai MAYA… roba da matti

  3. 3 marco 12 maggio 2012 alle 17:37

    mo avast sei fuori luogo con questi commenti inutili

  4. 4 UNO 12 maggio 2012 alle 19:55

    si certo, anche i poveri cani. ma cosa dire di questo:

    http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2012/05/bombe-ad-orologeria.html

    …Carciofi, pomodori, finocchi, insalate, cavolfiori, cime di rapa, ma nel bel mezzo due depositi di carburante abbandonati nelle campagne di Puglia dall’Aeronautica militare italiana, inclusi enormi cumuli di amianto a cielo aperto, bandito in teoria nel remoto anno 1992, dalla legge 257. Non sembra accanimento “terapeutico” al negativo, ma accade ad Orta Nova in provincia di Foggia, nei pressi della locale stazione ferroviaria dove transitano ignari viaggiatori e lavorano agricoltori. Così, tanto per non farsi mancare nulla, ad un chilometro nello stesso agro, in località “Lampino”, si ergono, o meglio, si nascondono alla vista di improbabili incursori nemici, due mastodontici serbatoi occulti di rifornimento dell’aviazione tricolore, ormai in avanzato stato di decomposizione. In caso di avanzata dell’Armata Rossa, non si sa mai. Un cartello ammonitore, sepolto dai rovi avverte: «Aeronautica Militare. Pericolo. Divieto di arare a profondità superiore a cm 40 per una larghezza di ml 2». Campi di grano, vigneti, uliveti, distese di ortaggi a perdita d’occhio. Una ricchezza offerta dalla terra del Belpaese che fa il giro del mondo, messa a repentaglio con leggerezza gratuita dalle autorità nazionali e locali.

  5. 5 cittadino 12 maggio 2012 alle 21:27

    ma quante cazzate, ma perchè non suggeriamo all’ esperto assessore alle finanze di tassare tutte quelle cappelle centilizie ubicate nel cimitero che secondo un mio parere fanno invidia a quelle persone che magari vivono nelle catapecchie ? e così alleggerire la tassa dell’ imu . io metterei 50 euro a buco adesso sommate quanti buchi hanno le cappelle private e vedrete che si racimolano bei soldini. Anche perchè altro che lusso………………..

  6. 6 MO' AVAST (2) 13 maggio 2012 alle 16:15

    innanzitutto vorrei fare le mie più sincere condoglianze alla famiglia DE LEO, e vorrei esortare l’amministrazione ad affrettarsi con il progetto video sorveglianza (sempre se esiste un progetto), poi in che senso fuori luogo? a cosa ti riferisci, al ritrovamento dei reperti o al fatto che si inizia a vedere qualcosa di concreto nel paese? spero che orta nova possa rialzarsi un giorno, certo è che ad oggi abbiamo toccato il fondo, anzi lo stiamo sfondando….

  7. 7 cittadino 14 maggio 2012 alle 13:09

    ma. di concreto non si vede proprio niente, anzi peggio di prima. a si vede una cosa un lassismo generale, che quando vaiu al palazzo di città non trovi proprio più nessuno, neanche gli amministratori

  8. 8 geom.staffiero 17 giugno 2012 alle 20:58

    Signori concittadini, volete spiegare alla popolazione ortese chi siete e cosa fate: cioè quali sono le vostre funzioni pubbliche e da quale organo istituzionale dipendete. Tanto al fine di rendere il Vostro servizio disponibile e trasparente .Dico questo perchè tra poco non sappiamo più a chi rivolgerci:ai carabinieri, ai VV.UU, all’associazione dei carabinieri, alle Guardie ambientali, ecc. ecc.Agli amministratori non ne parliamo, perchè se non sei un amico fedele e senza parole ti evitano e non ti conoscono più, nemmeno per il saluto civile. Grazie e buon lavoro sociale.

  9. 9 Cuore 18 giugno 2012 alle 15:53

    Questi poveri cristi sono un’altra realtà dove l’amministrazione comunale può scaricare i compiti che non possono fare!! Vedi cani randagi!!!!

  10. 10 nik 11 novembre 2012 alle 20:58

    le guardie ambientali perchè non controllano i cassonetti delle immondizie e chi li svuota cercando di tirare fuori gli indumenti buttati all’interno dei cassonetti, non è possibile che questo paese debba vivere nell’immondizia e fortuna che siamo i più cari a pagare che tutto il resto d’Italia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Image and video hosting by TinyPic
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Calendario

Questo Blog è nato con l' intenzione di discutere ed analizzare i fatti che caratterizzano il territorio dei 5 Reali Siti, ispirato ai principi dell'Art.21 della Costituzione. Non è aggiornato periodicamente, pertanto non rappresenta un organo di stampa o un qualsiasi prodotto editoriale, nel pieno rispetto dell' art. 62 del 7/03/01. Il titolare del Blog declina ogni responsabilità Civile e Penale in riferimento a commenti che offendano la dignità altrui, ad ogni modo si rende disponibile, dopo espressa comunicazione da parte degli interessati ai contatti presenti nella testata del sito, affinchè l' immagine altrui non ne venga lesa.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 3.268 follower