Stornarella, “Patto per la sicurezza” oltre 200.000 euro per videosorvegliare il paese

Il 15 giugno fu sottoscritto tra il Sindaco di Stornarella Massimo Colia ed il prefetto Massimo Mariani il “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana” che prevedeva l’attuazione di misure per migliorare la sicurezza all’interno del paese. L’accordo ha consentito all’amministrazione comunale di presentare allo Stato un progetto per la realizzazione di un impianto di videosorveglianza come strumento atto a rafforzare le azioni di prevenzione e di contrasto alle forme di illegalità nel territorio comunale. Oggi è giunta notizia che il progetto è stato ammesso a finanziamento per l’importo di 234.202,63 euro che serviranno coprire con un sofisticato sistema di videosorveglianza tutti i punti più sensibili di Stornarella. Un grande risultato a beneficio di tutta la comunità.
Comunicato stampa

Annunci
Politica

Stornara, denunciate tre persone per furto e ricettazione di pesce


Ancora positivi risultati dai servizi svolti dai Carabinieri di Cerignola, soprattutto nel contrasto al fenomeno dei furti dei prodotti agroalimentari. Recuperati e restituiti ai proprietari quintali di pesce, per un valore di circa 25.000 euro, e tre quintali di olive, tutta merce rubata, oltre a 150 grammi di hashish sequestrati, tre persone finite in manette e altre tre deferite in stato di libertà. Il primo a finire in manette è stato CORMIO DANILO, cl. ’99, giovane incensurato di San Ferdinando di Puglia. Durante un servizio perlustrativo finalizzato al contrasto dei reati in zone rurali, i Carabinieri della Stazione di San Ferdinando di Puglia lo hanno sorpreso in un fondo agricolo altrui dove si era impossessato di circa tre quintali di olive. Il giovane è dunque stato fermato e dichiarato in arresto, mentre le olive sono state restituite al legittimo proprietario. Sottoposto agli arresti domiciliari, il CORMIO risponderà del reato di furto aggravato. A Cerignola, invece, i militari della locale Stazione hanno arrestato un minorenne del posto. I Carabinieri, durante una perquisizione a casa del giovanissimo, hanno trovato nella sua disponibilità 154 grammi di hashish e tutto il materiale necessario al confezionamento dello stupefacente. Inchiodato alle proprie responsabilità, su disposizione del Pubblico Ministero della Procura dei minorenni, l’arrestato è stato portato al carcere minorile “Fornelli” di Bari. Risponderà del reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Ancora i Carabinieri della Stazione di Cerignola, poi, hanno arrestato DINAPOLI MASSIMO, cl. ’77,pregiudicato del posto. L’uomo, sottoposto agli arresti domiciliari, era già stato arrestato nei giorni scorsi perché trovato all’esterno della propria abitazione in compagnia di altri pregiudicati. Il Giudice competente, sulla scorta di quanto segnalato dai militari, non ritenendo più idonea la più blanda misura dei domiciliari, gliel’ha ora revocata, ripristinandone la custodia in carcere. A Stornara, infine, i militari della locale Stazione hanno denunciato in stato di libertà tre pregiudicati, due dei quali del posto e uno di Cerignola. Avendo avuto notizia che alcuni pregiudicati locali si erano resi responsabili, in provincia di Ascoli Piceno, del furto di un importante carico di pesce, dopo un lungo servizio di osservazione e pedinamento, hanno fatto irruzione all’interno di un autoparco, sorprendendo i tre ancora intenti a smistare le varie confezione di pesce, del valore di circa 25.000 euro. I tre risponderanno del reato di ricettazione in concorso, mentre tutta la merce è stata restituita al legittimo proprietario, che ormai l’aveva data per persa.

Comunicato stampa

Cronaca

Presentata la 24^ Giornata della Colletta Alimentare, il 24 Novembre impegnate Misericordia di Orta Nova e Banco Alimentare

Le associazioni di volontariato e le parrocchie di tutta la provincia di Foggia si preparano alla 22a giornata della Colletta Alimentare che si terrà sabato 24 novembre. Sotto la regia del Banco Alimentare della Daunia “Francesco Vassalli”, tanti volontari della Capitanata presidieranno i supermercati e gli ipermercati per sensibilizzare la popolazione contro lo spreco alimentare e accogliere le donazioni che poi saranno girate alle persone bisognose. L’iniziativa è stata presentata lo scorso sabato 10 novembre, presso la Sala “San Francesco” della Parrocchia Gesù e Maria di Foggia, dove è stato fatto un bilancio delle scorse collette e sono state diffuse le linee guida per la prossima edizione ormai alle porte. Anche quest’anno, dalla mattina alla sera, sarà possibile donare prodotti a lunga conservazione, in particolare latte, riso, pasta, passata di pomodoro, legumi, ma anche olio e alimenti per i bambini che poi saranno ritirati dai volontari davanti ai supermercati e smistati sul territorio verso i punti carità e le parrocchie che si occupano di fronteggiare l’emergenza alimentare. Un vero e proprio “movimento” di volontariato che ogni anno si distingue in positivo sul territorio di Capitanata e che soltanto nella scorsa edizione ha consentito di raccogliere oltre 33 tonnellate di donazioni, con 60 supermercati che hanno dato la disponibilità per accogliere i volontari (oltre 600 impiegati su tutto il territorio provinciale). Delle emergenze diffuse sul territorio, delle iniziative volte alla sensibilizzazione sullo spreco alimentare e di tutti gli altri progetti in corso d’opera se n’è parlato al convegno presso la Parrocchia di Gesù e Maria. Il padrone di casa, Padre Gianni Gelato, ha accolto i relatori e ha introdotto il dibattito moderato da Salvatore De Martino, anch’egli volontario del Banco Alimentare da molti anni. Subito dopo ha preso la parola il presidente del Banco Alimentare di Foggia, Giuseppe Brescia che ha ricordato la figura del notaio Vassalli, figura apicale del volontariato in Capitanata, venuto a mancare quest’anno. Per il grande impegno che ha profuso negli anni in favore del Banco Alimentare, sarà dedicata a lui questa edizione della colletta. Al tavolo dei relatori erano presenti anche Giuseppe Parma, Direttore Nazionale della Rete Banco Alimentare; Fabrizio Fantini, Consigliere Banco Alimentare “F.Vassalli” della Daunia; Roberto Ginese, Responsabile Caritas parrocchia Gesù e Maria; e Gaetano Volpe, direttore confraternita di Misericordia di Orta Nova.
Ringrazio il Banco Alimentare e tutti i volontari per ciò che riescono a donare ai poveri” – ha affermato Roberto Ginese, responsabile della Caritas di Gesù e Maria, una parrocchia che si contraddistingue a Foggia per la presenza del dormitorio e che consente di fronteggiare anche l’emergenza abitativa oltre a quella alimentare. “Non servono supereroi per donare, servono persone normali con tanta voglia di fare e buona volontà, affinché la colletta abbia una buona riuscita” – ha sottolineato Fabrizio Fantini, consigliere del Banco Alimentare “F. Vassalli” della Daunia. Ha concluso i lavori il direttore Giuseppe Parma il quale ha rinnovato l’invito a partecipare a questa straordinaria giornata come volontario o come semplice donatore al fine di riunire tutta l’Italia in un unico grande gesto di solidarietà. “Sarà importante pubblicizzare anche il numero delle donazioni (45582)” – ha sottolineato il presidente nazionale, Giuseppe Parma – “perché tutto questo servirà per mettere in moto la grande macchina organizzativa, al fine di accogliere al meglio le donazioni e girarle laddove risulteranno più utili”. Non solo colletta alimentare ma anche educazione sul tema del cibo. Verso questa finalità è orientata la sinergia tra Banco Alimentare di Foggia e Misericordia di Orta Nova, la confraternita rappresentata al tavolo dal segretario Gaetano Volpe. “Dopo il nostro matrimonio di beneficenza con il Banco” – ha spiegato Volpe – “abbiamo avviato dei progetti sul nostro territorio di riferimento, per far fronte allo spreco che purtroppo si verifica nelle sale ricevimento e nei ristoranti. Ad Orta Nova vogliamo aprire una mensa e un dormitorio pubblico perché ci sono zone della provincia che, alla stregua della città capoluogo, rimangono indifferenti di fronte alle sempre più numerose persone che dormono per strada”.

Comunicato Stampa

Sociale

Stornarella, bomba presso la Banca BPER

Un forte boato intorno alle 3:00 della scorsa notte ha squarciato la quiete della cittadina di Stornarella. Una bomba è stata fatta esplodere presso la filiale della BPER della cittadina dei Reali Siti, un ordigno piazzato con l’obiettivo di far esplodere il bancomat per portare via il denaro contenuto all’interno. Da quantificare il bilancio dell’attentato, mentre intanto gli inquirenti hanno acquisito le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza.

Cronaca

Stornara, nasce “Quattro zampe nel cuore”, obiettivo contrastare il randagismo e l’abbandono

Si è costituita lo scorso settembre l’associazione di volontariato denominata “Quattro Zampe nel Cuore” , che ha nominato Carla La Coppola Presidente. L’associazione nasce per contrastare il fenomeno del randagismo e promuovere iniziative di sensibilizzazione, intervenire concretamente contro il fenomeno dell’abbandono degli animali, senza finalità di lucro basando il proprio impegno sui principi del volontariato, al fine di migliorare la vita della collettività, tutelare la salute pubblica e prevenire l’insorgenza di problemi igienico sanitari. Giovedì 15 novembre alle ore 18.30 presso la sala consiliare del comune di Stornara si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’associazione, nell’occasione verrà presentato il calendario delle attività, con un appello a tutti coloro i quali vorranno impegnarsi concretamente.

Comunicato stampa

Sociale

Weekend di arresti tra Cerignola e Stornara


Ancora un fine settimana impegnativo, quello appena trascorso, per i Carabinieri della Compagnia di Cerignola. Sono infatti stati sei gli arresti operati, tre dei quali in flagranza e altrettanti in esecuzione di provvedimenti del Giudice, e due le denunce in stato di libertà. Il primo a finire in manette è stato VURCHIO VINCENZO, cl. ’92, pregiudicato di Cerignola. Il giovane era stato notato spacciare hashish da due Carabinieri del Nucleo Operativo in servizio di perlustrazione a piedi per le vie cittadine, ma, accortosi della presenza dei militari, è fuggito a bordo del proprio motorino. I militari, raggiunti da altri colleghi, si sono allora messi sulle sue tracce, fino a quando, dopo circa due ore, lo hanno sorpreso all’esterno di una sala giochi. Avvicinatisi dando il meno possibile nell’occhio, solo quando era ormai troppo tardi il giovane ha capito di essere circondato e, nel tentare di nuovo la fuga all’interno della sala giochi, ha gettato una busta ed una confezione di medicinali. I Carabinieri sono comunque riusciti a bloccarlo, trovando poi nella busta circa 15 grammi di hashish e nella confezione di medicine 7 dosi di cocaina del peso di circa 2,5 grammi. Il VURCHIO è stato allora tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e sottoposto agli arresti domiciliari. Lo stesso è inoltre stato deferito in stato di libertà per ricettazione, poiché il motorino sul quale viaggiava è risultato avere sia il numero del telaio che quello del motore abrasi. Sempre a Cerignola, i militari della locale Stazione hanno poi arrestato DINAPOLI MASSIMO, cl. ’77, pregiudicato cerignolano. L’uomo, ristretto agli arresti domiciliari per furto aggravato, è stato sorpreso fuori dalla propria abitazione con altri pregiudicati. Su disposizione del P.M. di turno veniva risottoposto agli arresti domiciliari. Risponderà del reato di evasione. A Stornara, invece, i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto FRATEPIETRO ANTONIO, cl. ’68, pregiudicato del posto. L’uomo, vantando un credito mai esistito dal proprio datore di lavoro, dopo essersi recato da quest’ultimo lo ha dapprima aggredito con un cacciavite, e poi ha anche tentato di investirlo con l’autovettura. Contatto il 112, la vittima ha spiegato quanto accaduto, e i militari hanno rintracciato in pochi minuti il malfattore dichiarandolo in stato di arresto. Su disposizione del P.M. di turno, l’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Foggia. Risponderà dei reati di tentata estorsione e lesioni personali. Eseguite poi tre ordinanze di custodia cautelare in carcere, in sostituzione di altrettante misure cautelari a cui già erano sottoposti, a carico di MATRELLA FRANCESCO PAOLO, cl. ’84, GALLO VINCENZO, cl. ’68, e RUSSO ALESSANDRO, cl. ’96. Il primo, nel dicembre del 2016 era stato protagonista di una rocambolesca fuga dal Tribunale di Foggia mentre era in attesa che iniziasse l’udienza per la convalida del fermo a cui era stato sottoposto dai Carabinieri della stazione di Cerignola per ricettazione. Sottoposto ai domiciliari, da alcune settimane, negli ultimi giorni si era allontanato da casa senza farvi più rientro, e per tale ragione gli è ora stato revocato il beneficio. Il secondo, sottoposto all’obbligo di dimora dai Carabinieri del Nucleo investigativo di Ascoli Piceno, che nei giorni scorsi avevano sgominato un’associazione criminale dedita ai furti di autovetture, è stato nuovamente sorpreso nelle Marche con attrezzi per lo scasso. Il terzo, invece, sottoposto all’obbligo di firma, alcune settimane fa aveva commesso una rapina all’ufficio postale di Lucera. Denunciati, infine, in stato di libertà un minorenne e M.V., cl. ’84. Il primo, appena sedicenne, è stato sorpreso alla guida di un motorino sotto l’effetto di sostanze alcoliche. Al giovane è quindi stato ritirato anche il patentino. Il secondo, invece, aveva investiva un giovane di origine africana lungo via Candela, procurandogli gravi lesioni. Per tale ragione è stato deferito per lesioni stradali.

Comunicato stampa

Cronaca