Anche i Sud Sound System al Festival Rap di Stornara, il trio Salentino protagonista con Sean Paul

Dopo Sean Paul anche i Sud Sound System, il Festival Rap di Stornara per l’edizione 2019 si arricchisce di nuovi ospiti. Il trio salentino si esibirà nell’area mercatale della cittadina dei Reali Siti il prossimo 12 Luglio, il giorno dopo l’attesissimo concerto di Sean Paul che aprirà un festival che si conferma tra i principali appuntamenti dell’estate in Puglia. Nelle prossime ore sono attese ulteriori notizie sull’evento, che anche quest’anno radunerà migliaia di appassionati del genere.

Annunci

Sabato a Stornarella “Cibiamoci”, ospite Renato Ciardo

Nutrizione, benessere, agricoltura, innovazione ma soprattutto riuso e riduzione degli sprechi. Il tema, che richiama la seconda edizione di Cibiamoci organizzata dalla Pro Loco di Stornarella, analizza diverse dinamiche della produzione e consumazione dei prodotti agroalimentari. Sabato 22 giugno, dalle ore 19, Parco San Francesco di Stornarella ospiterà l’evento di riflessione sul mangiare sano. Quest’anno gli argomenti si estenderanno su differenti settori dalla filiera produttiva, indagando le recenti ricerche adottate nel campo della coltivazione, irrigazione, consumazione dei prodotti e riciclo di materie prime. “Riduco, Riuso, Riciclo” una sensibilizzazione per mantenere in vita il nostro pianeta, per ridurre l’impatto ambientale e il consumo di acqua e sostanze nocive per la produzione.
Al dibattito, che aprirà l’evento, parteciperanno: il professore e ricercatore in Scienze delle Materie Prime, Carlo Russo; il fondatore dell’Associazione ‘Avanzi Popolo’, Antonio Spera; l’imprenditore e ricercatore di ‘Effetti dei fitofarmaci sulla salute delle donne’, Giuseppe Maruotti; la biologa nutrizionista Veronica Di Gaetano. Al termine del dibattito seguirà una cena sociale sotto le stelle accompagnata dallo spettacolo “Solo Solo” del comico barese, RENATO CIARDO.

Comunicato stampa

Carapelle, arrestato 51enne, era in auto con un arsenale


Nella serata di ieri, Agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile della Questura di Foggia “Gruppo Foggia” hanno tratto in arresto Rocco Morra di 51 anni perché colto in flagranza dei reati di detenzione per porto illegale di armi, nonché detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo Hashish. Nel corso di un servizio di controllo del territorio svolto con auto civetta, in Carapelle, l’attenzione degli Agenti veniva attirata da una Fiat Punto condotta da un uomo, che non appena si avvedeva della presenza della polizia accostava repentinamente e scendeva dall’auto. Da un attento servizio di osservazione gli Agenti vedevano il predetto, pregiudicato, interloquire con un paio di persone.
Subito dopo gli Agenti decidevano di fermare Morra e sottoporlo ad un sommario controllo, nel corso del quale, nelle tasche dei pantaloni, veniva rinvenuta sostanza stupefacente del tipo hashish per un peso di circa 10 grammi. L’atteggiamento del MORRA che tentava di dissimulare il nervosismo, insospettiva ulteriormente gli operanti che proseguivano con i controlli anche sulla Fiat Punto parcheggiata poco prima dal predetto. Difatti nel portabagagli del veicolo, occultate sotto il pianale alloggio bombola del gas gpl di serie, si rinvenivano numerose armi e munizionamento, come di seguito indicate: Fucile mitragliatore privo di marca, calibro 7,62, completo di serbatoio proiettili bifilare – presumibilmente arma da guerra; fucile semiautomatico calibro 12 privo di matricola con canna modificata – arma clandestina -; fucile semiautomatico calibro 12 matricola denunciato rubato in data 11.06.2010 a Foggia; fucile sovrapposto in calibro 12; pistola semiautomatica in calibro 7,65 con matricola abrasa, completa di caricatore vuoto – arma clandestina -; pistola semiautomatica calibro 7,65 con matricola abrasa, completa di due caricatori non riforniti – arma clandestina, pistola semiautomatica calibro 7.62x25mm completa di caricatore non rifornito, 14 cartucce in calibro 12 a pallettoni; una scatola di munizioni contenente 20 cartucce in calibro 7,62×51, 27 cartucce calibro 380 auto e 52 cartucce calibro 7,65 di varie marche Ulteriori accertamenti sull’auto consentivano di appurare la provenienza furtiva della stessa, oltre al possesso di un documento d’identità falso.

Comunicato stampa

Calcio, Antonio Ciurlia sarà il tecnico dell’ASD Team Orta Nova, obiettivo salvezza nel torneo di Eccellenza

Il presidente Mariano Tarantino, il tecnico Antonio Ciurlia ed il vicepresidente Devis Grieco

Sarà Antonio Ciurlia a guidare l’ASD Team Orta Nova nella stagione sportiva 2019/20. Il tecnico foggiano è stato scelto dal presidente Mariano Tarantino e dal vice presidente Devis Grieco, con l’obiettivo di trascinare alla salvezza la formazione ortese, in quella che potrebbe essere, in attesa dell’ufficialità, la prima storica partecipazione nel campionato regionale di Eccellenza. Il tecnico foggiano è reduce dall’impresa di aver portato il Roseto ad una storica semifinale nazionale, fermandosi solo davanti all’Agropoli, poi battuta dal Brindisi. Ciurlia nel suo palmares vanta inoltre una Coppa Puglia conquistata sulla panchina della Nuova Daunia, oltre ad una finale playoff nel campionato di Prima Categoria con la Reali Siti Stornarella, che conquistò poi il ripescaggio in Promozione. Un tecnico esperto che sarà subito al lavoro per allestire una formazione competitiva, per provare a scrivere una pagina importante della storia calcistica ortese, che per la prima volta calcherà i campi del torneo di Eccellenza. Soddisfatta la società biancoazzurra, che condivide con io tecnico la volontà di raggiungere la salvezza con il chiaro obiettivo di valorizzare giovani calciatori, contando inoltre sulla partecipazione di una piazza importante, che non vede l’ora di assaggiare una categoria che potrà dare grandi soddisfazioni al calcio biancoazzurro.

Grande evento al Cigar Club El Malecón Capitanata di Orta Nova. Presente rappresentante di casa Davidoff


Il Cigar Club El Malecón Capitanata di Orta Nova,unico Cigar Club riconosciuto in provincia di Foggia, si è ritrovato lo scorso fine settimana al gran completo presso le Cantine 60 Passi di Orta Nova per la prima uscita ufficiale dal titolo “Exploring the Davidoff”. La serata è stata molto suggestiva grazie anche alla magnificenza della location Cantine 60 Passi, luogo che nel 1901 veniva utilizzato per l’essiccazione e la lavorazione a fuoco delle foglie di tabacco, e alla presenza dei numerosi ospiti provenienti da tutto il territorio nazionale, quali, Francesco Minetti, presidente del Cigar Club Association Premio Hombre Habano 2018 che ha dichiarato: trovo corretto lodare quando la situazione è estremamente positiva ed a questo proposito il mio ringraziamento va al Presidente Lorenzo Ciuffreda e a tutti i soci del Cigar Club El Malecón per il benvenuto riservatomi contraddistinto da disponibilità cortesia e gentilezza, Maurizio Sorbellini del Cigar Club Matelica, Andrea Vecchione del Cigar Club Hoyo de Monterrey, Evangelista Pice, Alessandro Dibisceglie, Vignola Marco del Cigar Club Terra di Bari. La serata è stata deliziata dalle soavi melodie di un Trio Jazz nella prima parte e musica cubana live nella seconda. El Malecón Capitanata ha voluto valorizzare il nostro territorio assaporando un sigaro d’eccezione accompagnato da distillati pregiati. Principe della serata è stato il sigaro Winston Churchill The Late Hour Robusto, ispirato dal fatto che il primo ministro britannico Sir Winston Churchill era solito trovare ispirazione per le sue decisioni durante le ore tarde della notte, della Repubblica Dominicana che si presenta con una capa maduro, ben tesa, luminosa e dai toni rossi; il tutto presentato magistralmente da Arturo Ciullo, key account manager del Centro e Sud Italia di casa Davidoff. Questa presenza ci ha inorgoglito e ha impreziosito ancora di più l’appuntamento. È stata un’occasione unica per tutti noi di conoscere e apprendere i segreti e le caratteristiche dei sigari Davidoff. Un ringraziamento particolare è rivolto ai soci fondatori del Cigar Club El Malecón Capitanata: il Presidente Lorenzo Ciuffreda, Vicepresidente Leonardo Lapenna, Tesoriere e Segretario Giuseppe Giacomiello, Giovanni Piccirillo, Borea Paolo, Ciro Ingannamorte, Domenico Francione, Diego Cetrulo, Saverio Santamaria, Dino Del Sordo, Claudio Castellano, Ernesto Gaggiano, Savino Novelli e Fedele Cifaldi. Il Cigar Club si ritroverà presto ad organizzare nuovi eventi e corsi specifici.

Comunicato stampa

Orta Nova, l’amministrazione comunale si congratula con la Domus Hortae: “Grati che abbiano fatto parlare della nostra città”

Non possiamo esimerci, come amministrazione comunale, nel ringraziare e nel fare i complimenti alla famiglia Fioretti per la gestione della loro cantina “Domus Hortae”. Infatti abbiamo appreso con molta gioia, e soddisfazione, che in occasione del XVIII Concorso Enologico Internazionale Città del Vino(International Wine City Challenge) verrà premiato, con la medaglia d’oro, un vino del nostro territorio: il nero di Troia 1788. Alla cantina Domus Hortae, e a tutti coloro che la gestiscono, vanno i nostri più sentiti omaggi in quanto attraverso l’amore e la dedizione nei confronti del proprio lavoro, ma soprattutto della nostra terra, hanno conseguito questo straordinario risultato che ovviamente contribuisce a far conoscere, e far parlare, di Orta Nova. Come istituzioni politiche siamo chiamati a sponsorizzare e tutelare le nostre risorse e in questo caso i nostri prodotti, e coloro che li producono, in quanto ci rendono unici nel mondo. In questa comunità c’è tanta bellezza e tanta potenzialità che devono essere sfruttate al massimo per poter realmente, e finalmente, essere orgogliosi della nostra cittadina. Ringraziamo la famiglia Fioretti per il gradito invito alla premiazione, ma purtroppo non potremo esserci a causa di impegni istituzionali. Però promettiamo loro che sicuramente organizzeremo altri eventi per poterci congratulare di persona. Grazie per quello che fate quotidianamente, con il contributo anche delle altre cantine, per il nostro territorio.

Comunicato stampa

17 88 della Domus Hortae, il nero di troia “ortese” premiato con la medaglia d’oro al concorso internazionale delle Città del Vino

Grande successo al XVIII Concorso Enologico Internazionale Città del Vino (International Wine City Challenge) per il nero di troia 1788, un vino del nostro territorio sarà premiato il prossimo lunedì 24 giugno. La Domus Hortae è l’azienda a conduzione familiare della famiglia Fioretti, impegnata da sempre nella coltivazione di vigneti, che cura con massima dedizione e passione da secoli. La storia d’amore della famiglia Fioretti per la propria terra ha radici lontane: Domus Hortae è il nome storico della residenza della famiglia Fioretti, che coltiva la vigna sin dal 1788. Dopo oltre due secoli di appassionata coltivazione della vite, finalizzata alla vendita di uva, abbiamo iniziato circa dieci anni fa, a produrre vino e finalmente, da circa due anni, ad imbottigliarlo ed etichettarlo con il nostro marchio.
I nostri tratti distintivi sono:
– il grande amore per la nostra terra;
– l’estrema attenzione nella cura dei vigneti e nel processo di lavorazione dell’uva in cantina;
– la massima valorizzazione del nostro territorio e delle tradizioni vitivinicole locali.

Le mie conoscenze della storia del territorio e della comunicazione e marketing, e gli studi agronomici di mio marito Pino Fioretti, oltre all’esperienza maturata come Manager di una multinazionale, hanno permesso d’impostare la gestione della nostra azienda con moderno spirito imprenditoriale e competenze agronomiche ed enologiche specifiche. Il tutto con il fine di raggiungere alti standard qualitativi nella coltivazione e conduzione della vite, implementando ciò che l’antica tradizione di una famiglia ci ha lasciato. Il nero di troia 17 88 è uno dei frutti che viene fuori da questo lungo processo. Un prodotto che riprende metodi di coltivazione e vinificazione presenti nel nostro territorio fino a qualche decennio fa. Appassimento delle uve ed affinamento in barrique di rovere francese per 12 mesi sono la base per un prodotto che dona lustro al nostro territorio. Grazie all’eccellente lavoro lungimirante, portato avanti non solo da parte nostra, ma anche da altre aziende del nostro territorio, posso affermare che un’inversione di tendenza sta avvenendo. Questo premio è l’evidenza che i prodotti vitivinicoli del nostro territorio sono ormai alla pari di altri provenienti da territori che detengono da anni il predominio commerciale sia in campo nazionale che internazionale. Ad Majora Orta Nova!

Comunicato stampa