Volley, l’Olympia Sport Orta Nova conquista la salvezza, 3-2 al Modugno nella gara due dei playout

Le ragazze dell’Olympia Sport Orta Nova

Con una vittoria al tie break l’Olympia Sport Orta Nova si aggiudica gara 2 del playout del campionato di Serie D femminile e conquista la salvezza. La formazione di coach Antonio Massa si è imposta sulla Pallavolo Modugno con i parziali di 18-25, 25-14, 25-12, 14-25, 15-10, replicando così la vittoria di sette giorni fa in terra barese. Una vittoria per permette alle biancoazzurre di poter disputare anche il prossimo anno il campionato di Serie D, continuando a programmare un futuro che inevitabilmente dovrà fare i conti con una tensostruttura, che ha urgente bisogno di interventi per poter ospitare le gare del secondo campionato regionale. Di seguito le immagini del match point.

 

Annunci
Sport

Orta Nova, domattina la Lega in Piazza per proporre il Contratto di Governo

La sezione ortese della Lega ha organizzato per domani mattina in Piazza Pietro Nenni un gazebo informativo per proporre alla cittadinanza il contratto di governo presentato dal partito di Matteo Salvini e dal Movimento 5 Stelle. Sarà l’occasione per prendere visione dei punti proposti dall’asse gialloverde, che lunedì mattina incontrerà il capo dello stato Sergio Mattarella, per provare a formare un esecutivo a distanza di due mesi e mezzo dalle elezioni politiche.

Politica

Stornarella, giovedì corso gratuito sulle manovre di rianimazione organizzato dalle Mamme Social

Giovedì 24 MAGGIO ORE 9.00 Impara le manovre di rianimazione! #rivoltoatutti #gratuitamente #apsmammesocial
Puoi salvare una vita con il massaggio cardiaco, l’arresto cardiaco è la prima causa di morte improvvisa al mondo. Solo in Italia, ogni anno, l’arresto cardiaco colpisce 50.000 persone. E di queste, pochissime sopravvivono. E’ il più subdolo dei killer, perché sceglie le sue vittime a caso. Anziani, giovani, sedentari o sportivi, non fa differenza. L’unico tratto che li accomuna è il vuoto che lasciano negli occhi di chi non potrà abbracciarli mai più. Cinque minuti per salvare una vita Entro cinque minuti dall’arresto cardiaco, però, non tutto è perduto. La prima cosa è chiamare il 118, ma in 5 minuti potrebbe non farcela. Bisogna quindi iniziare immediatamente la rianimazione sul posto, senza esitare un secondo. Con il massaggio cardiaco, puoi mantenere attiva la circolazione del sangue, così che arrivi ossigeno al cervello, e non inizi l’inevitabile processo di morte. Chi può imparare le tecniche di rianimazione ? BLSD, Basic Life Support & Defibrillation, supporto alle funzioni vitali e defibrillazione, questo il significato. Si tratta di una serie di manovre e tecniche per salvare la vita non solo a chi è colpito da arresto cardiaco, ma anche a chi sta soffocando per un boccone o un oggetto rimasto bloccato in gola, che gli impedisce di respirare. Il massaggio cardiaco, l’utilizzo di un defibrillatore e le manovre di disostruzione, possono essere apprese da chiunque, seguendo un corso di primo soccorso della durata di qualche ora, in unica seduta. Accettare la morte di una persona cara è difficile, ma scoprire che bastava conoscere la tecnica, per salvargli la vita, è davvero devastante.

Comunicato stampa

Sociale

Volley, l’Olympia Sport Orta Nova domani alla tensostruttura per la salvezza contro il Modugno

La tensostruttura di Orta Nova, foto di Luca Caporale

Archiviata la delusione calcistica di domenica scorsa, lo sport ortese torna a tifare per i colori biancoazzurri. Domani sera alle 20:30 presso la tensostruttura di Via D’Angiò, l’Olympia Sport Orta Nova giocherà gara 2 del playout contro la Pallavolo Modugno. La vittoria 3-0 di domenica scorsa in terra barese, pone la formazione di coach Antonio Massa ad un passo dalla salvezza. In caso di vittoria le biancoazzurre festeggeranno la salvezza dopo una difficile regoular season. Servirà il calore degli sportivi ortesi, in una gara molto importante per poter disputare il secondo campionato consecutivo in Serie D.

Sport

Stornarella, tornano gli alberi in Piazza Umberto I

Gli alberi piantati in Piazza Umberto I

Abbiamo pensato di arredare la piazza piantando la stessa varietà di albero che i cittadini hanno scelto per via Ascoli (leccio). Completeremo il tutto con panchine, fioriere e cestini. Lo spazio centrale sarà arredato da fioriere amovibili per consentire l’allestimento del palco in occasione delle feste. Le dimensioni della pianta utilizzata sono state dettate dalla misura del tornello esistente. La misura leggermente più grande, solo in altezza, avrebbe comportato lo smontaggio della pavimentazione esistente. La chioma sarà modellata nel tempo opportunamente dato che nei vivai viene ridotta per questioni di spazio.

Il sindaco di Stornarella Massimo Colia, post da Facebook

Attualità

“Io Non Mi Rifiuto”, I Volontari Della Misericordia Ripuliscono Le Aree Degradate

I volontari della Misericordia di Orta Nova

In un clima generale di preoccupazione per ciò che riguarda le tematiche ambientali, la Misericordia di Orta Nova propone un’iniziativa volta alla pulizia della città e alla sensibilizzazione sulle buone pratiche ecologiche. “Io non mi rifiuto” è l’ultima trovata della confraternita ortese che organizza quattro giornate (25 maggio, 29 giugno, 31 luglio, 31 agosto) durante le quale i volontari si adopereranno per ripulire delle aree urbane degradate e riconsegnarle alla collettività. Tutto ciò avverrà in un contesto in cui l’azienda consorziata che gestisce il ritiro e lo smaltimento dei rifiuti sta attraversando una crisi che verosimilmente la porterà al fallimento. “Siamo convinti che soprattutto in questo momento storico sia necessario risvegliare il senso civico dei cittadini – spiega il Governatore, Peppino Lopopolo – anche perché non basta individuare il capro espiatorio nella politica. Riteniamo che gli uomini e le donne di buona volontà debbano rimboccarsi le maniche per costruire con gesti concreti il cambiamento che vogliono vedere nella società, provando a dare il buon esempio soprattutto alle nuove generazioni”. Sulla scorta di queste considerazioni sarà fondamentale il coinvolgimento delle scuole del territorio. Durante le quattro giornate, infatti, avranno un ruolo da protagoniste le scolaresche del Primo Circolo Didattico e della Direzione Didattica del Secondo Circolo di Orta Nova. Oltre a scoprire i trucchi per differenziare correttamente i rifiuti, i ragazzi saranno coinvolti nell’animazione delle piazze riqualificate, in modo tale che le stesse possano finalmente considerarsi reinserite nel contesto sociale. Durante le date estive, poiché le scuole saranno chiuse, verranno coinvolti i partecipanti dell’annuale campo scuola “Anche io sono la Protezione Civile” organizzato sempre dalla Misericordia di Orta Nova. Questo appuntamento, volto all’educazione e alla formazione del buon cittadino di domani, si inserisce perfettamente all’interno delle finalità dell’evento “Io non mi rifiuto”. Al termine del campo scuola, quindi, i ragazzi osserveranno da vicino i volontari a lavoro e potranno capire quanto sia importante non sporcare l’ambiente. In ognuno dei quattro appuntamenti sarà riservato uno spazio ad alcune delle associazioni che si sono distinte negli ultimi anni sul territorio provinciale per ciò che riguarda la sensibilizzazione alle buone pratiche ambientali. La loro testimonianza sarà fondamentale per lasciare un messaggio costruttivo e di speranza agli scolari che presenzieranno. Tutto questo avverrà mentre i volontari della confraternita ortese saranno impegnati nella pulizia della zona circostante con gli opportuni accorgimenti igienici. “E’ importante coinvolgere le altre realtà associative del territorio perché soltanto attraverso la collaborazione si possono cambiare veramente le cose” – conclude il Governatore. “Con questa iniziativa vogliamo spiegare ai nostri concittadini che anche un piccolo gesto quotidiano di attenzione contribuisce alla costruzione di un mondo migliore. L’evento che proponiamo nasce dalla consapevolezza che le associazioni di volontariato, in situazioni emergenziali, debbano fornire il buon esempio e spendersi per le questioni sociali che interessano tutta la comunità”. La prima data del 25 maggio vedrà il coinvolgimento di Francesco Caravella, presidente dell’Associazione Capitanata Rifiuti Zero. Con la partecipazione della Parrocchia della BVM di Lourdes, la prima giornata avrà luogo dalle ore 9 del mattino presso il Parco “Martiri delle Foibe” di Orta Nova. Le aree individuate per le date successive saranno comunicate in seguito dai canali ufficiali della Misericordia.

Comunicato Stampa

Sociale

Stornara, fermato malvivente dopo un inseguimento. Le immagini dell’accaduto

Scena da film tra le campagne di Cerignola: un uomo che fugge in auto, un elicottero e una “gazzella” dei Carabinieri che lo inseguono. Braccato dal cielo e dalla terra, abbandona l’auto e si rifugia in un’abitazione. Infine bloccato e assicurato alla giustizia. E’ accaduto nella serata di ieri tra Cerignola e Stornara, in manette Giuseppe Castriotta, 31 anni, di Orta Nova già noto alle forze dell’ordine. Risponderà dei reati di ricettazione e riciclaggio di autovetture rubate, resistenza a pubblico ufficiale e violazione di domicilio. Tutto ha avuto inizio quando da un velivolo del 6° Nucleo Elicotteri di Bari-Palese, con a bordo anche personale della Compagnia di Cerignola, i Carabinieri hanno avvistato tra la fitta vegetazione alcune autovetture. Avvicinatisi e posizionatisi proprio sopra le auto, i militari hanno allora visto darsi alla fuga un paio di persone, una delle quali a bordo di una Ford Galaxy. I Carabinieri hanno allora immediatamente allertato la Centrale Operativa, facendo convergere in zona un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile del NORM, per l’inseguimento da terra dell’autovettura. Di lì a pochi minuti, guidata dal personale in volo, che intanto stava tallonando il fuggitivo dall’alto, una “gazzella” lo ha agganciato, intimandogli inutilmente l’alt. L’uomo, invece, anziché arrestare la folle corsa, raggiunto il centro di Stornara ha tentato di far perdere le proprie tracce tra i vicoli, abbandonando poi all’improvviso l’auto per trovare rifugio all’interno di un’abitazione. Ma i militari, che sempre dall’alto avevano osservato ogni suo movimento, hanno subito potuto indicare al personale a terra il luogo dove si era nascosto il malfattore che, così raggiunto, dopo una breve colluttazione è stato bloccato e ammanettato. Ad operazione conclusa, tornati sul luogo dell’avvistamento, i sospetti degli uomini dell’Arma hanno trovato conferma. I militari hanno rinvenuto le carcasse di due autovetture, risultate poi provento di furto, una VW Golf intestata ad una società di leasing, e una Opel Corsa asportata a Martina Franca in quella stessa mattinata, oltre a tutta l’attrezzatura per lo smontaggio delle stesse auto e un apparecchio “jammer”, utile per inibire i sistemi di radiolocalizzazione. Castriotta, su disposizione del Pubblico Ministero, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, mentre proseguono ora le attività per individuare il complice.

Comunicato stampa

Cronaca