La legge è uguale per tutti… o quasi: Il Discorso di Beppe Grillo a Piazza Navona

Questo Blog fino dall’ origine, si è occupato di questioni legate alle realtà dei 5 Reali Siti, ma essendo comunque cittadini italiani, ritengo doveroso, in un momento paricolarmente storico della nostra nazione, dedicare uno spazio alla proposta di legge presentata alle camere: il cosiddetto “Lodo Schifani” che assicurerà alle 4 grandi cariche dello Stato l’ Immunità, e la sospensione di eventuali processi che gravassero sul Capo dello Stato, sul Presidente del Consiglio, sul Presidente della Camera e su quello del Senato. L’ iter parlmentare è stato notevolmente accellerato per consentire una veloce attuazione della legge, come se fosse l’ urgenza più grave, mente l’ Italia va allo sbando, l’opposizione (parliamo del PD) alza ed abassa la voce, da un momento all’ altro, rendendo a volte non sempre chiara la posizione da intraprendere. L’ Italia dei Valori, sembra invece guadagnare consensi alzando la voce e organizzando manifestazioni di Piazza, anche se poi rimane costretta a distanziarsi da Grillo o la Guzzanti, comunque invitati dallo stesso partito. Il PDL sembra infischiarsene delle manifestazioni delle piazze solo ora, mentre quando era all’ opposizione, organizzava radunate contro Prodi, che allora però erano la dimostrazione del dissenso popolare. L’ UDC si astiene e Casini non parla, e un detto recita “Chi tace acconsente“. Il CSM o qualsiasi magistrato che non la pensasse come un legale del Cavaliere è di Sinistra, ma allora la sinistra esiste ancora e mi sa che è anche numerosa. Chi parla di Napolitano compie quasi un reato, come se fosse un monarca, piuttosto che il Presidente di una Democrazia. E in televisione non di tutto si può parlare, relegando la rete quale strumento di libera espressione democratica. A proposito vi proponiamo l’ intervento di Beppe Grillo di due giorni fa a Piazza Navona, voi di tutto ciò cosa ne pensate?  

Annunci

10 pensieri su “La legge è uguale per tutti… o quasi: Il Discorso di Beppe Grillo a Piazza Navona

  1. COSA NE PENSIAMO EH ? CHE L’ITALIA ORA PIU’ CHE MAI E’ DIVENTATA INGESTIBILE DAL PUNTO DI VISTA POLITICO ED ORA PIU’ CHE MAI SAREBBE NECESSARIA UNA VERA RIVOLTA DI POPOLO……A VOLTE LE RIVOULZIONI SERVONO A RIPORTARE L’EQUILIBRIO DI POTERI IN UNO STATO….VEDASI LA RIVOLUZIONE FRANCESE O AMERICANA.
    …..MA VOI DAVVERO CREDETE DI ESSERE ANCORA IN UNA DEMOCRAZIA ? CREDETE CHE L’ITALIA OGGI SIA GOVERNATA DA UN SISTEMA DEMOCRATICO ? ….PURTROPPO CARISSIMI SIAMO DI FRONTE AD UNA VERA E PROPRIA OLIGARCHIA (GOVERNO DI POCHI) SE NON DI UNA VERA E PROPRIA DITTATURA.
    IL POPOLO SI DEVE SVEGLIARE…..BASTA CON QUESTE STUPIDAGGINI…TANTO ALLA FINE IN QUEL PARLAMENTO NON ESISTONO PIU’ VALORI DI DESTRA O DI SINISTRA , PERCHE’ L’UNICO “VALORE” E’ L’ARRAFFA-ARRAFFA…CAPITE A ME.
    CHE SE NE FREGANO QUELLI DEI CITTADINI…BASTA CHE FANNO LE SOLITE PROMESSUCCE PER CONVINCERE NOI BAMBOCCIONI.
    POTETE ANCHE DIRMI CHE SONO UN RIVOLUZIONARIO…E’ VERO… PERO’ IO NE HO ABBASTANZA DI QUESTA SITUAZIONE POLITICA ITALIANA….SAREBBE PROPRIO NECESSARIA UNA RIVOLTA DI POPOLO PER MANDARLI A CALCI NEL SEDERE A CASA E METTERE PERSONE SERIE CHE DAVVERO SI OCCUPINO DEI VERI, DEI REALI PROBLEMI DEL NOSTRO PAESE.
    CHI CONDIVIDE LA MIA IDEA MI FACCIA SAPERE.

  2. Una volta tanto mi piace intervenire nei commenti, sono d’ accordo quasi su tutto con te Caravaggio, ma proporrei piuttosto che una rivolta un programma di idee, da barattare con la seria possibilità di rinunciare al diritto di voto, che piuttosto che un nostro diritto sta divenendo un loro potere!
    Poche semplici cose da fare!

    1)Dopo che, purtroppo passerà questo lodo- Schifani (pardon Schifezza) abrogarlo con un referendum popolare, piuttosto che espanderlo a tutti i parlametari come qualcuno alla Camera stamane auspicava.
    2)Abrogare questa legge elettorale, di cui solo quando c’è l’ interesse, qualche politico si ricorda, tornando al voto di preferenza come accade alle regionali, provinciale, comunali o europee.
    3)Caccaiare dal parlamento i condannati in via definitiva.
    4)Dare più potere ai magistrati, troppo soli che una volta saltavano con il tritolo, mentre oggi vengono trasferiti o messi da parte per ricusazione.
    5)Riduzione dello stipendio da parlamentare, con eliminazione di tutti quei vantaggi di cui godono, allora magari la politica verrà fatta da chi ha maggiore responsabilità e passione.
    6)Dare maggiore possibilità ai giovani ed alle donne (non show-girl alla Carfagna) di fare politica.

    Poche cose che purtroppo non accadranno finchè chi le dovrà approvare non lo farà per interessi, ma con il rischio di veder meno i “propri voti” penso che almeno ci dovranno pensare.

  3. (((( enea43))) La Costituzione della Repubblica Italiana .

    Lilì diamoci una rinfrescata: La Legge è uguale per Tutti?

    Art. 1 – L’Italia è una Repubblica democratica , fondata sul lavoro.
    La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.
    Art. 2 – La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità,e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.
    Art. 3 – Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
    E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che ,limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione politica, economica e sociale del Paese.
    Art. 4 – La Repubblica riconosce a tutti i cittadini …
    Andando a ritroso, partendo dalla sua entrata in vigore 01/Gennaio/1948
    Passato il periodo della ricostruzione, dell’emigrazione, della povertà generalizzata
    Dopo il periodo negli anni 60/70 di un ritrovato miglioramento della vita sociale e economico, si assiste dovunque, alla continua violazione del dettato Costituzionale.
    I primi due comici che ci rimisero il lavoro alla Rai, furono Raimondo Vianello e Ugo Tognazzi, motivo: avevano osato parafrasare la caduta del Presidente …… dell’epoca.
    Premesso che per tutte le rivoluzioni, il popolo ha sempre pagato un alto tributo di sacrifici e di sangue, esse non hanno mai risolto problemi, ma sono servite ad altra classe di brave persone … di sostituirsi nel godimento dei privilegi.
    Ho sognato, uno spettacolo con “ Beppe Grillo “ giochiamoci quattro numeri:
    7 Fantastico; 86 l’anno; 23 Rubare; 58 Razzia.
    In Cina ad una cena c’erano tutti Socialisti; la delegazione mangiavano … Ad un certo punto Martelli ha fatto una delle figure più …terribili….. Ha chiamato Craxi e ha detto: Ma senti un po’, qua c’è un miliardo e sono tutti Socialisti? Craxi ha detto! Si perché? Ma allora se sono tutti Socialisti a chi rubano?
    Colì, mo, mi sono montato la testa e faccio un appello direttamente a Dio:
    Dio vieni giù! Non mandare più tuo figlio! Vieni tu di persona per favore! Queste non sono più cose da Ragazzi!
    Beppe Grillo finì di lavorare in TV.
    Colì: La Legge è uguale per Tutti? Buuu! Esiste il lavoro per tutti? La sovranità appartiene al popolo? La Repubblica riconosce i diritti inviolabili dell’uomo? Rimuove gli ostacoli che limitano la libertà e l’uguaglianza dei cittadini? J’ernò!
    Allora questa è stata dittatura democratica!’ù si capite!

  4. Luca quando scrivi ci lasci tutti a bocca aperta,significa che siamo d’accordo con te.
    ma c’è una questione che fa cadere tutto,LA TUA CENSURA.CIOE’ IL FILTRO CHE HAI INSERITO AL BLOG.
    LASCIA LIBERI TUTTI SE DAVVERO SIAMO IN DEMOCRAZIA.
    ALTRIMENTI ANCHE TU SEI UNO DI LORO.
    CIAO

  5. Volevo commentare un po la situazione descritta da caporale:
    “L’ Italia dei Valori, sembra invece guadagnare consensi alzando la voce e organizzando manifestazioni di Piazza, anche se poi rimane costretta a distanziarsi da Grillo o la Guzzanti, comunque invitati dallo stesso partito.”
    Guadagnare consensi? io penso sia il contrario visto che dopo l’intervento di Grillo e della guzzanti alcuni manifestanti hanno lasciato la piazza!!!

    Per quanto riguarda quello che definisci LODO SCHIFEZZA esiste in tutte le democrazie europee e lo ritengo un ottimo strumento per nn politicizzare la magistratura.
    Non so se vi ricordate la vicenda di “Speciale”o il trasferimento di magistrati per opera del centrosinistra negli ultimi anni… altro che lodo schifezza.
    Questa legge serve solo ad impedire alla sinistra di usare la magistratura per far cadere il governo (come ha cercato di fare in passato), la legge poi resta uguale per tutti visto che i processi riprendono dopo la fine della legislatura senza il rischio che cadi in prescrizione; quindi i processi nn vengono annullati ma sospesi per poi essere ripresi dopo la fine della legislatura.
    Inoltre tra le altre cose la legge stabilisce la priorità dei processi evitanto che pericolosi mafiosi vengano liberati per decorrenza dei termini a causa dell’imperizia dei magistraticome accade in questi giorni; infatti prima di questa legge era il magistrato a stabilire la priorità dei processi!!!

    Poi basta parlare della vicenda del sesso orale della ministra!!!
    E’ STATO ACCERTATO CHE LE INTERCETTAZIONI SONO FALSE!!! INVENTATE DA QUALCHE FANTOMATICO COMUNISTA AMICO DI TINTO BRASS!!!!
    E poi voglio capire come mai un’affascinante donna come ministra fa scandalo!!
    Abbiamo avuto travestiti (con passato da puttano dichiarato) e brigadisti terroristi nel parlamento del governo prodi e nessuno di voi ne ha parlato!!!! COme la mettiamo.

    E poi caporale a piazza navona erano presenti 15000 persone per la questura, 80000 per gli organizzatori; mentre il 2 dicembre 2006 a roma c’erano 700000 persone per la questura 2 milioni per gli organizzatori…mi sembra che ci sia una differenza; inoltre il 2 dicembre a roma partecipavano anziani e intere famiglie che approfittavano dell’occasione per divertirsi e ammirare la città mentre a piazza navone c’erano pochi incivili che insultavano il papa e napolitano!!! gli isulti di poche migliaia di persone non possono considerarsi “dimostrazione del dissenso popolare” al contarrio della mianifestazioni di centinaia di migliaia di uomini civili!!!!

  6. (((( Enea43 ))) “ Lodo Alfano “

    Dal GIORNALE. Milano 11/Luglio/2008 ore7.00

    Di Stefano Zurli

    «Basta con l’alibi dell’incostituzionalità»

    La confusione dei ruoli e dei piani non gli è mai piaciuta: «In Italia oggi c’è la moda di contestare le leggi sgradite sostenendo che sono incostituzionali. Questo non va bene». Dunque, Giuliano Pisapia, storico avvocato del gruppo De Benedetti nei processi contro il Cavaliere ed ex deputato indipendente di Rifondazione, prova a rimettere i puntini sulle i: «Il lodo Alfano può essere criticabile, e io lo critico, ma questo non significa che debba essere mandato al macero perché andrebbe contro la nostra Carta fondamentale. Politicamente non condivido questa norma, soprattutto per il metodo, spiccio e sbrigativo, utilizzato in Parlamento per discutere un argomento così delicato. Ma come tecnico del diritto il mio giudizio non è negativo».
    A sinistra ci sono forti pressioni sul Quirinale. Il presidente deve firmare la norma?
    «Napolitano ha tutti gli strumenti per decidere. Ma non dimentichiamo che il capo dello Stato deve fermarsi solo se il testo in questione è manifestamente incostituzionale. Del resto, sono numerose le leggi promulgate dal Quirinale che poi sono state bocciate dalla Consulta perché incostituzionali».
    Insomma, ciascuno deve fare il suo mestiere?
    «Sì, non pretendiamo che il Quirinale svolga il compito assegnato alla Consulta».
    Fu lei a suo tempo a contestare in aula a Milano il Lodo Schifani. Oggi il governo ci riprova col Lodo Alfano. Si tornerà davanti alla Consulta?
    «Tutto può essere. Ma devo dire che il governo ha recepito la lezione della Corte costituzionale. I punti critici sono stati corretti».
    Come?
    «Allora la Corte spiegò chiaramente i limiti di una norma che scricchiolava. Per esempio: l’immunità non era rinunciabile, nemmeno in presenza di prove decisive per dimostrare l’innocenza dell’imputato; inoltre la parte offesa non poteva chiedere i danni nemmeno in sede civile e nello stesso tempo lo scudo poteva essere riproposto all’infinito. Infine non si potevano assumere nemmeno prove importanti destinate a svanire nel tempo. Erano lacune gravi che io stesso sollevai davanti alla Consulta».
    Oggi?
    «Oggi i quattro punti elencati sono stati cambiati».
    In modo soddisfacente?
    «La norma tiene conto dei rilievi della Consulta. La parte civile può chiedere il risarcimento».
    L’imputato può rinunciare al Lodo?
    «Certo. E lo scudo non può essere reiterato. Infine, le prove a rischio possono essere raccolte in qualsiasi momento».
    Lei resta critico?
    «Per me il Lodo è pur sempre il male minore, ma si sono fatti passi in avanti rispetto a quattro anni fa».
    Autorevoli giuristi dicono che la norma dovrebbe essere approvata con legge costituzionale e non ordinaria.
    «Ci sono pareri discordi, dunque ci può stare un’interpretazione e l’altra».
    Lei come vede il problema?
    «Io ho riletto con attenzione la sentenza della Consulta che affondò il Lodo Schifani e mi sono fatto un’idea precisa».
    Quale?
    «Per me la Corte, anche se non lo spiega in maniera esplicita, ritiene che basti una legge ordinaria per intervenire sul tema».
    Ma il Lodo Alfano non violerebbe l’articolo 3 della Costituzione?
    «Penso di no. La Corte spiega che il principio di uguaglianza davanti alla legge non significa appiattimento».
    In pratica?
    «Ci sono situazioni diverse. Le più alte cariche dello Stato hanno diritti e doveri diversi rispetto ai comuni cittadini. Quindi si possono adottare soluzioni diverse per tutelare allo stesso modo gli uni e gli altri».

    (((( Enea43 ))).

    Oh Miseri Mortali, parliamo di ciò che è alla nostra portata. Senza offesa per alcuno.

  7. Caro Indignato,Ti sei mai chiesto perchè sulla manifestazione di piazza navona TUTTI i media hanno riportato solo i commenti e non hanno fatto sentire solo una parola di Grillo e Guzzanti?
    Semplicemente perchè Grillo non ha mai offeso il presidente ha solo detto che quando morirono i 7 operai alle acciaierie di Torino lui era a Milano alla scala e li è rimasto!…e lo ha paragonato a Pertini…ricordi?…vicino al popolo,sempre pronto a dar coraggio…Pertini il lodo non solo non lo avrebbe MAI firmato ma lo avrebbe rimandato al mittente…è vero è presente in tutte le democrazie del mondo…ma…in nessn paese del mondo neanche nelle dittature c’è un Berlusconi…hanno tolto l’ICI e pagamiamo 350.000 euro al giorno per Emilio Fede…detassano i straordinari e continuiamo a pagare 80 miliardi di interessi sul debito…ma come fai a sostenere una persona che promette donne e veline ai senatori,che con l’editto bulgaro ha eliminato anche Enzo Biagi…ma come fai?…il fondatore del suo movimento è Dellutri pluricondannato e plurinquisito…ma come fai?…abbiamo votato il NO al nucleare tramite un referendum…perchè non deve essere un’altro referendum a cambiare tale situazione?…ma come fai?…la legge vergogna ci ha tolto il potere di poter eleggere un nostro rappresentante…non è questione di destra o di sinistra sono tutti senza vergogna…hanno permesso a gente che si è pulito il CULO con la nostra bandiera di diventare ministri e ora quella bandiera li paga e li sostiene…ma come fai a scandalizzarTi per un vaffanculo?…hai detto bene nel nostro parlamento è passato e passa di tutto dai travestiti alle veline,dai condannati ai prescritti…e Ti scandalizzi perchè hanno detto che il papa non deve interferire sulla vita civile di un paese?…perchè non Ti sei scandalizzato quando i 1.000 preti pedofili americani a fatti accertati NON SONO STATI CACCIATI MA SEMPLICEMENTE TRASFERITI!!!!…ma dai!!!…scusami per lo sfogo e per qualche parola volgare ma sono incazzato perchè ci trattano da imbecilli e non mi va!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.