Sinistra e Libertà lancia il Progetto della “Biblioteca Sociale”

La cultura rende liberi. Non si tratta di un eufemismo o di una citazione mistificante e ipocrita, ma di un principio cardine per il progresso dell’umanità. La cultura sicuramente ha a che fare con l’uomo, dato che l’uomo, antropos,è costituito da due componenti: una biologica, il vir latino, l’altra, appunto culturale, e riguarda il suffisso opos che significa occhio, vista. L’uomo vede, e quindi elabora, studia, riflette, pensa, è prodotto e produttore di cultura.
Stabilito questo nesso inscindibile tra l’uomo e la cultura, che non coincide proprio con l’istruzione, ma riguarda ogni forma di sapere, è opportuno sottolineare l’enorme importanza che riveste la lettura, quale mezzo di accrescimento della cultura di ogni persona. Leggere è un’attività fisicamente statica, ma spiritualmente dinamica, consente a tutti di conoscere, approfondire, crescere,liberarsi da stereotipi e pre-giudizi.
Per questo, riteniamo importante e doveroso in un contesto sociale arido e afono, come il nostro, stimolare la lettura, promuovendo il progetto della Biblioteca Sociale, denominato “Don Milani”.  Si tratta di un luogo- tempo autogestito, nel quale ciascuno può prendere in prestito libri e può condividerli con altri per approfondire e dare vita a forme di sapere critico-riflessivo.                    Soprattutto con tale progetto vogliamo stimolare dibattiti, ricerche e soluzioni per la nostra società, dialogare per la ricerca di risposte collettive ai tanti problemi che attanagliano il nostro paese. Naturalmente il progetto si estende a tutti coloro che studiano e vogliono approfondire alcune tematiche, chi vuole effettuare ricerche, chi vuole semplicemente leggere e altro.                                             Il punto importante che vogliamo evidenziare è la natura sociale del progetto, che vuole costruire attraverso il dialogo percorsi culturali riguardanti la nostra città. Perché il più delle volte il sapere viene usato e mercificato per il potere, per il mantenimento dello stesso o per forme di mecenatismo e adulazione raccapriccianti. Mentre il sapere va trasmesso, condiviso,soprattutto con e per gli ultimi, perché tutti devono raggiungere la capacità di esprimere con le parole le infinite ricchezze che portano dentro: questo è il Sapere per Amare.
Speranzosi in una vostra risposta positiva vi informiamo che la biblioteca sociale “Don Milani” è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 19:00 alle ore 21:00 presso la sede del circolo “E.Berlinguer” via De Maio n°16.
P.S. Chiunque vuole la lista completa dei libri presenti nella nostra biblioteca può contattarci:                                         rifondaortanova@alice.it
CIRCOLO “E. BERLINGUER” via De Maio n°16
La cultura rende liberi. Non si tratta di un eufemismo o di una citazione mistificante e ipocrita, ma di un principio cardine per il progresso dell’umanità. La cultura sicuramente ha a che fare con l’uomo, dato che l’uomo, antropos,è costituito da due componenti: una biologica, il vir latino, l’altra, appunto culturale, e riguarda il suffisso opos che significa occhio, vista. L’uomo vede, e quindi elabora, studia, riflette, pensa, è prodotto e produttore di cultura.
Stabilito questo nesso inscindibile tra l’uomo e la cultura, che non coincide proprio con l’istruzione, ma riguarda ogni forma di sapere, è opportuno sottolineare l’enorme importanza che riveste la lettura, quale mezzo di accrescimento della cultura di ogni persona. Leggere è un’attività fisicamente statica, ma spiritualmente dinamica, consente a tutti di conoscere, approfondire, crescere,liberarsi da stereotipi e pre-giudizi.
Per questo, riteniamo importante e doveroso in un contesto sociale arido e afono, come il nostro, stimolare la lettura, promuovendo il progetto della Biblioteca Sociale, denominato “Don Milani”.  Si tratta di un luogo- tempo autogestito, nel quale ciascuno può prendere in prestito libri e può condividerli con altri per approfondire e dare vita a forme di sapere critico-riflessivo.                    Soprattutto con tale progetto vogliamo stimolare dibattiti, ricerche e soluzioni per la nostra società, dialogare per la ricerca di risposte collettive ai tanti problemi che attanagliano il nostro paese. Naturalmente il progetto si estende a tutti coloro che studiano e vogliono approfondire alcune tematiche, chi vuole effettuare ricerche, chi vuole semplicemente leggere e altro.                                             Il punto importante che vogliamo evidenziare è la natura sociale del progetto, che vuole costruire attraverso il dialogo percorsi culturali riguardanti la nostra città. Perché il più delle volte il sapere viene usato e mercificato per il potere, per il mantenimento dello stesso o per forme di mecenatismo e adulazione raccapriccianti. Mentre il sapere va trasmesso, condiviso,soprattutto con e per gli ultimi, perché tutti devono raggiungere la capacità di esprimere con le parole le infinite ricchezze che portano dentro: questo è il Sapere per Amare.
Speranzosi in una vostra risposta positiva vi informiamo che la biblioteca sociale “Don Milani” è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 19:00 alle ore 21:00 presso la sede del circolo “E.Berlinguer” via De Maio n°16.
P.S. Chiunque vuole la lista completa dei libri presenti nella nostra biblioteca può contattarci:                                         rifondaortanova@alice.it
CIRCOLO “E. BERLINGUER” via De Maio n°16
La cultura rende liberi. Non si tratta di un eufemismo o di una citazione mistificante e ipocrita, ma di un principio cardine per il progresso dell’umanità. La cultura sicuramente ha a che fare con l’uomo, dato che l’uomo, antropos,è costituito da due componenti: una biologica, il vir latino, l’altra, appunto culturale, e riguarda il suffisso opos che significa occhio, vista. L’uomo vede, e quindi elabora, studia, riflette, pensa, è prodotto e produttore di cultura.
Stabilito questo nesso inscindibile tra l’uomo e la cultura, che non coincide proprio con l’istruzione, ma riguarda ogni forma di sapere, è opportuno sottolineare l’enorme importanza che riveste la lettura, quale mezzo di accrescimento della cultura di ogni persona. Leggere è un’attività fisicamente statica, ma spiritualmente dinamica, consente a tutti di conoscere, approfondire, crescere,liberarsi da stereotipi e pre-giudizi.
Per questo, riteniamo importante e doveroso in un contesto sociale arido e afono, come il nostro, stimolare la lettura, promuovendo il progetto della Biblioteca Sociale, denominato “Don Milani”.  Si tratta di un luogo- tempo autogestito, nel quale ciascuno può prendere in prestito libri e può condividerli con altri per approfondire e dare vita a forme di sapere critico-riflessivo.                    Soprattutto con tale progetto vogliamo stimolare dibattiti, ricerche e soluzioni per la nostra società, dialogare per la ricerca di risposte collettive ai tanti problemi che attanagliano il nostro paese. Naturalmente il progetto si estende a tutti coloro che studiano e vogliono approfondire alcune tematiche, chi vuole effettuare ricerche, chi vuole semplicemente leggere e altro.                                             Il punto importante che vogliamo evidenziare è la natura sociale del progetto, che vuole costruire attraverso il dialogo percorsi culturali riguardanti la nostra città. Perché il più delle volte il sapere viene usato e mercificato per il potere, per il mantenimento dello stesso o per forme di mecenatismo e adulazione raccapriccianti. Mentre il sapere va trasmesso, condiviso,soprattutto con e per gli ultimi, perché tutti devono raggiungere la capacità di esprimere con le parole le infinite ricchezze che portano dentro: questo è il Sapere per Amare.
Speranzosi in una vostra risposta positiva vi informiamo che la biblioteca sociale “Don Milani” è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 19:00 alle ore 21:00 presso la sede del circolo “E.Berlinguer” via De Maio n°16.
P.S. Chiunque vuole la lista completa dei libri presenti nella nostra biblioteca può contattarci:                                         rifondaortanova@alice.it
CIRCOLO “E. BERLINGUER” via De Maio n°16
LibroLa cultura rende liberi. Non si tratta di un eufemismo o di una citazione mistificante e ipocrita, ma di un principio cardine per il progresso dell’umanità. La cultura sicuramente ha a che fare con l’uomo, dato che l’uomo, antropos,è costituito da due componenti: una biologica, il vir latino, l’altra, appunto culturale, e riguarda il suffisso opos che significa occhio, vista. L’uomo vede, e quindi elabora, studia, riflette, pensa, è prodotto e produttore di cultura.
Stabilito questo nesso inscindibile tra l’uomo e la cultura, che non coincide proprio con l’istruzione, ma riguarda ogni forma di sapere, è opportuno sottolineare l’enorme importanza che riveste la lettura, quale mezzo di accrescimento della cultura di ogni persona. Leggere è un’attività fisicamente statica, ma spiritualmente dinamica, consente a tutti di conoscere, approfondire, crescere,liberarsi da stereotipi e pre-giudizi. Per questo, riteniamo importante e doveroso in un contesto sociale arido e afono, come il nostro, stimolare la lettura, promuovendo il progetto della Biblioteca Sociale, denominato “Don Milani”.  Si tratta di un luogo- tempo autogestito, nel quale ciascuno può prendere in prestito libri e può condividerli con altri per approfondire e dare vita a forme di sapere critico-riflessivo. Soprattutto con tale progetto vogliamo stimolare dibattiti, ricerche e soluzioni per la nostra società, dialogare per la ricerca di risposte collettive ai tanti problemi che attanagliano il nostro paese. Naturalmente il progetto si estende a tutti coloro che studiano e vogliono approfondire alcune tematiche, chi vuole effettuare ricerche, chi vuole semplicemente leggere e altro. Il punto importante che vogliamo evidenziare è la natura sociale del progetto, che vuole costruire attraverso il dialogo percorsi culturali riguardanti la nostra città. Perché il più delle volte il sapere viene usato e mercificato per il potere, per il mantenimento dello stesso o per forme di mecenatismo e adulazione raccapriccianti. Mentre il sapere va trasmesso, condiviso,soprattutto con e per gli ultimi, perché tutti devono raggiungere la capacità di esprimere con le parole le infinite ricchezze che portano dentro: questo è il Sapere per Amare. Speranzosi in una vostra risposta positiva vi informiamo che la biblioteca sociale “Don Milani” è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 19:00 alle ore 21:00 presso la sede del circolo “E.Berlinguer” via De Maio n°16.
P.S. Chiunque vuole la lista completa dei libri presenti nella nostra biblioteca può contattarci:                                         rifondaortanova@alice.it
CIRCOLO “E. BERLINGUER” via De Maio n°16
Annunci

Un pensiero su “Sinistra e Libertà lancia il Progetto della “Biblioteca Sociale”

  1. SCUSATE SE MI INTROMETTO…..L’IDEA DI PROMUOVERE LA CULTURA E’ OTTIMA…ANCHE IN UN PAESE DOVE ALLA CULTURA SI PREDILIGE LA COLTURA…MA PERCHè INVECE DI CREARE UNA SECONDA BIBLIOTECA NON FATE CONFLUIRE QUEI LIBRI NELLA BIBLIOTECA COMUNALE, IN MODO TALE DA ARRICCHIRLA ? PERCHE’ NON BASTA APRIRE BIBLIOTECHE COME FOSSERO PUB; BISOGNA “INSEMINARE” L’AMORE PER IL LIBRO, ALTRIMENTI I LIBRI SI RIEMPIRANNO SOLO DI POLVERE…SOPRATTUTTO IN UN ERA DIGITALIZZATA COME LA NOSTRA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.