Un padiglione della Fiera di Foggia

Un padiglione della Fiera di Foggia

La Fiera di Foggia, la piu’ importante del Mezzogiorno d’Italia in materia di agricoltura, a mio avviso, potrebbe essere il volano di rilancio per tutte le attività agricole della Capitanata; Caro Landella, in tal senso, se posso,  vorrei consigliarti di  convocare in Foggia tutti i sindaci della nostra provincia ed  invitarli a riflettere su questa mia  proposta: “Diventare componenti di una Fiera di Foggia S.p.A con quote da stabilire in base all’entità territoriale ed anagrafica dei Comuni aderenti”.

1) Tutti i comuni che organizzano fiere locali (per modo di dire), in quanto   assomigliano sempre più a mercatini di quartiere e non a vere e proprie Fiere che hanno il preciso scopo di rilanciare le attivita’ territoriali, -Dio solo sa quanto bisogno ne abbiamo in questi tempi-, ivi  compresa anche la Fiera dei Cinque Reali Siti che ha il sol fine di sperperare denari pubblici. Quindi, a questo punto, gli stessi comuni aderenti alla Fiera di Foggia S.p.A.sarebbero avvantaggiati e potrebbero utilizzare la stessa Fiera di Foggia a titolo gratuito.

2) Creare sempre nella Fiera di Foggia S.p.A una B.C.C. (Banca di Credito Cooperativo) dove ogni Comune con un adeguato supporto politico,  potrebbe  aprire una succursale nella propria città. Tutto cio significherebbe facilità di accesso al credito delle nostre imprese a tassi molto più bassi ed agevolati, quidi sviluppo dell’economia territoriale e dell’occupazione .

3) Inoltre proporrei che sempre nella stessa B.C.C. della Fiera di Foggia venisse avviato e proposto un sistema assicurativo per RCA e Polizza Vita per tutti i neo patentati, di modo che non sarebbe piu’ necessario  accedere ad una finanziaria per assicurare la propria auto, ma basterebbe montare  sull’automezzo una scatola nera. La polizza vita vorrebbe dire liquidità per almeno 15 anni in favore della B.C.C. da parte di coloro che hanno contratto la stessa polizza, mantenendo così viva, almeno in parte, la linfa vitale della stessa BCC;

4) Ai  sindaci del comprensorio  consiglierei, in occasione di nuove nascite, di inviare un messaggio di auguri per il nuovo arrivato, proponendo ai genitori un programma conoscitivo sulle opportunità territoriali offerte dalla B.C.C. e consigliando agli stessi di contrarre un’assicurazione  in favore del proprio figlioletto, da riscattare al compimento del 18º anno di età, in modo tale da poter affrontare al meglio il futuro dei propri figli, e garantire agli stessi un adeguato sostegno al loro percorso di vita e/o di studi.

5) Infine, signori miei, pochè l’appetito vien mangiando,  si possono prevedere, programmare ed aggiungere tante altre cose, tra cui, ad esempio, lo sviluppo di nuove  piattaforme  in agricoltura, così come delle aste sui nostri prodotti agricoli, costringendo le grosse catene commerciali a recarsi in loco, sul posto di produzione, per valutare il prodotto e pagare il giusto prezzo.

Sicuramente i Comuni che parteciperanno a questo progetto dovranno avere un ritorno sia in termini economici che di immagine politica, per cui  la Fiera di Foggia deve diventare una vetrina europea per i nostri prodotti agricoli che allo stato, senza alcun dubbio, sono i migliori, dal momento che in qualita’ e prezzo non hanno rivali. A mio avviso il presidente della fiera dovrà essere eletto a rotazione e restare in carica per sei mesi, con voto  espresso dai soci della Fiera di Foggia S.p.A. Il 20% degli utili della Fiera potrà essere spalmato sugli espositori a cui  aggiungendo un ulteriore sconto del  20% (T. 40%) verrà offerto uno  sconto reale solo per chi acquista in Fiera, promuovendo così l’esercizio dell’attività fieristica in tutte le sue espressioni, raggiungendo appieno gli obiettivi prefissati. In tal modo verranno incentivati anche gli acquisti di pacchetti  di  pernottamento e di ristorazione in loco, a  prezzi vantaggiosi,  nonchè le attività  legate al trasporto,  aeroporto, navette, mezzi tramviari,  ferrovie ed altro, mettendo in movimento tutta l’economia territoriale e creando anche nuova occupazione.

Dino Mastropieri

Vice Coordinatore Fratelli d’Italia Orta Nova

Annunci

9 comments

  1. Ottima iniziativa Dino speriamo che il sindaco Landellix faccia tesoro della tua brillante idea

  2. E bravo a Dino! considero questa proposta interessante da discutere; però mi chiedo ma le associazioni di categoria che fanno? le dichiarazione dei redditi? e la camera di Commercio di che si interessa di statistica? Nella economia della globalizzazione siamo diventati tutti consumatori e commercianti, di produzione non se ne parla più. Credo che i Comuni dovrebbero allertarsi più per difendere il consumatore contro il cattivo commercio e i controlli sulla qualità delle merci in vendita. La verità è che c’è bisogno di una vera riforma agraria non dettata da esigenze elettoralistiche( i proprietari contro i salariati) o di classe. Le aziende devono essere di dimensioni e organizzazione quasi industriale, dove c’è la proprietà,i tecnici, le macchine e i lavoratori, specializzati e meno, assunti stabilmente per tutto l’anno a seguito di una rotazione delle colture di ogni specie. Quindi innovazione, uso dei prodotti fito-sanitari sicuri, smaltimento dei rifiuti secondo il rispetto dell’ambiente, capacità di collocare le produzioni sul mercato senza essere ricattati, finanziamenti garantiti dal credito agevolato per chi investe, ecc. ecc. Ciò lo potrà fare solo una vera azienda agricola e un vero imprenditore.

  3. E come al solito le belle idee vengono a pochi giorni dalla campagna elettorale regionale…. una bella idea in cambio del voto e poi??? nulla di fatto…..
    Poi cosa c’entra il pacchetto rca auto da stipulare in banca (BCC) indicato nel punto 3 con il tema della fiera agricola?!?!?!?!? E la polizza vita al figlioletto da riscattare al 18° anno di età????Non trovo i nessi con il tema del lavoro/filiera agricola…. ah già, mi ero dimenticato… è un modo per convincere gli ortesi di un idea in cambio di un voto…. un voto a Moscarella per il consiglio regionale???
    ps: le polizze rca contratte in banca con la scatola nera non conviene perchè costa di più rispetto alle normali polizze (senza scatola nera) offerte dalle agenzie assicurative….
    tanti saluti!

  4. Chigho, ti potavi pure risparmiare questo commento, si vede ke sei un soggetto che nn ha mai fatto niente di utile nella vita. Tu nn sai ke oggi un agricoltore o un commerciante locale quanti sacrifici deve fare x portare avanti la famiglia. Tu nn sai come potrebbe essere utile una banca amica ke comprende questi servizi. Se segui la politica ortese ti renderai conto il sottoscritto ki vota e ricordati che io nn abbandono mai la nave anche se cola a picco. viva l alleanza nazionale.

  5. @anonimo: e le idee per ridurre le tasse che massacrano le famiglie; lavoratori e commercianti non esistono???? non si trovano??? si hai ragione, le tasse aumentano sempre nonostante i disservizi…..
    Si vede che non capisci (o non hai ancora capito oppure fingi di non capire) il funzionamento della la scatola nera rca perchè quell’oggettino-grande fratello è soltanto un modo per fidelizzare il cliente, sconti iniziali irissori che poi non ci sono più a meno che non si facciano pochissimi km annui,e la scocciatura di dover sostituire la scatola nera quando si vuole cambiare assicuratore. E con la possibilità (visti i molti limiti assurdi presenti in giro) che le assicurazioni utilizzino i dati elettronici ( controlleranno consumi, usura, velocità) per ridurre risarcimenti e utilizzare rivalse…
    io la scatola nera la metterei sulle auto blu x vedere se le usano x lavoro o x hobby..
    Io da quando guido, non ho mai avuto incidenti ( facendo i relativi scongiuri) però ogni anno, il premio è sempre aumentato, io parlo di un periodo di 38 anni, e in questo tempo la mia assicurazione quanti soldi ha preso da me? Potrebbe avere un occhio di riguardo credo, non togliendo 20 euro come l’ultima volta, ma dimezzare il premio a tutti quelli come me che hanno solo pagato e basta, altro che scatola nera!!!
    In caso di incidente, caro anonimo, e hai ragione sulla dinamica la scatola nera non ti risarcirà alcun danno perchè andavi 1-2 kmh orari in più rispetto al limite di velocità…
    Invece della scatola nera si dovrebbe cominciare a prendere in considerazione la dash-cam (o car cam) come negli USA, Canada, Giappone, Cina, Russia ecc che con una semplice telecamera non solo ti accerti di chi ha commesso un irregolarità (mancata precedenza, eccesso di velocità, passaggio col rosso) ma ci si tutela anche contro chi di truffe e raggiri ci campa….

    ps: una domanda anonimo: perchè queste “idee” vengono rese pubbliche a pochi giorni dalle elezioni regionali????? saluti!

  6. ho dimenticato di aggiungere una cosa: che la scatola nera è un balzello in più che dissanguerà ancora di più i portafogli degli italiani: una grande fregatura con la scusa di risparmiare qualcosina ma alla fine non è così….

  7. Caro Dino, ti sei chiesto che fine hanno fatto le BCC in Italia ed in particolare al Sud? Ed i motivi per cui hanno chiuso o stanno per chiudere i battenti (vedi come è accaduto in precedenza alla Sparkasse in Germania?) Ma dove vivi, sulla luna?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...