Il consigliere Giovanni Molfese

Il consigliere Giovanni Molfese

Da diverso tempo andare al Poliambulatorio di Orta Nova è diventato per i cittadini una esasperata attesa in coda per ore, per espletare qualsiasi prestazione. Una situazione che in alcuni giorni assume carattere di emergenza, anche perchè spesso ad usufruire di questi servizi sono anziani e bambini, il tutto a causa del fatto che un solo sportello è disponibile al pubblico, rendendo interminabili le code dei cittadini che si recano presso la struttura di Corso Umberto I. Per questo il consigliere comunale di Orta Nova e dell’Unione dei 5 Reali Siti Giovanni Molfese, ha chiesto ufficialmente all’Unione di convocare un consiglio monotematico per affrontare la questione, sottoponendo all’ASL la problematica, per cercare soluzioni adeguate ad una situazione che sta assumendo sempre di più il carattere di una vera e propria emergenza.

Annunci

5 comments

  1. Era ora che qualcuno della maggioranza si muovesse per cercare il rimedio a questo caos che sta mettendo a dura prova i nervi e il tempo di tanta gente di Orta Nova. Qualche mese fa chiedevo al buon amico Luca di interessarsi della questione; e ben venga che qualcuno . abbia preso a cuore questo problema. che fa andare alcune persone a far la fila tre ore prima dell’apertura del Poliambulatorio. Mi riferisco principalmente al’ufficio addetto al cambio medico, ticket di esenzione e al.l’ufficio per i plantari ai bambini che viene organizzato con numeri , poco tempo ed una solo impiegata.’.Speriamo che sia la volta buona, ma io stento a crederci perchè è una cosa risaputa ma manca la volontà di coloro che comandano….. ..

  2. questo dal punto di vista burocratico; e che dire per le futili prestazioni sanitarie offerte? che a tanti cittadini costano 38 euro di tichet; La sanità pubblica è diventata una forma di assistenza per i poveri dove non c’è alcun controllo della qualità; basta che serve a sistemare qualche cliente politico o parente di politici locali e territoriali. I cittadini in tutto questo sistema sono solo giustificazione di mantenimento di questo sistema clientelare e non hanno nessun diritto di ricevere risposte concrete ai loro bisogni di assistenza; per fare un esempio se si và a visita specialistica, dopo aver pagato un esoso tichet, credo che si dovrà avere una risposta di diagnosi e cura di una patologia; invece nulla di tutto questo, a volte bisogna girare tre quattro specialisti per una banale diagnosi, ecco perchè poi si è costretti ad andare a visita privata da uno che lavora in ospedale e pagare spesso in nero 80-100 euro. alla faccia della sanità pubblica! no anzi alla faccia della sanità ortese. Ci sono state denunce del sottoscritto su questi temi e la ASL non si è degnata di rispondere; Che dire che per un ricovero c’è bisogno di conoscenze o visita privata? Che dire che abbiamo addirittura visto decadere eticamente anche strutture qualificate e ispirate da Padre Pio al bene comune ? Credo che dovremmo prendere in seria considerazione la qualità e il comportamento etico degli operatori delle strutture pubbliche per salvare la sanità pubblica dal declino e dall’affarismo. Quindi invito il C.C. (tramite un servizio apposito) a rilevare ogni anno l’andamento dei servizi sanitari,intervistando i cittadini utenti sul servizio ricevuto, per poi dialogare con la direzione della ASL sulle risposte da mettere in campo. E infine a quando la diffusione dei dati epidemiologici relativi alla popolazione, loro relativo esame,discussione pubblica e relative iniziative di educazione sanitaria e prevenzione?

  3. Caro Molfese ma il problema numero uno al Poliambulatorio non è lo sportello dove si pagano le prestazioni sanitarie ma gli uffici che ho elencato io precedentemente. E’ li che la gente si muove con molto anticipo per cercare di risolvere il suo problema. Se andate a fare una intervista a coloro che fanno queste file vi diranno tutti che spesso sono costretti a tornare a casa senza aver risolto. niente. Perchè? Perchè l’impiegata è sola e le utenze sono molte. Penso che raccolga tutti i cinque Reali Siti..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...