Orta Nova, il Comitato Cittadino per la Tutela dei Servizi in piazza nel week end per raccogliere firme contro gli aumenti TARI

Raccolta firme

Dalle parole ai fatti, il neo costituito Comitato Cittadino per la Tutela dei Servizi, dopo l’incontro della scorsa settimana, oggi e domani dalle ore 09:00 alle ore 13:00 e dalle 17:00 alle 21:00, sarà in Piazza Pietro Nenni insieme a Legambiente per chiedere ai cittadini ortesi di sottoscrivere la petizione popolare per richiedere l’annullamento delle delibere di consiglio relative all’esoso aumento della Tassa dei Rifiuti. Una occasione per esprimere il parere negativo manifestato sui social già dopo l’approvazione in consiglio negli scorsi mesi, con l’opposizione che si fece promotrice dei dubbi legati alla gestione della Sia, proprio sabato scorso anche il relatore della strategia Rifiuti Zero, l’americano Paul Connet ad Ordona in un incontro organizzato dal comitato provinciale Rifiuti Zero ha espresso dubbi sulla gestione dell’azienda cerignolana, intanto con questa iniziativa il comitato ortese prova ad annullare gli effetti degli aumenti TARI che potrebbero duplicare le tasse per i cittadini ortesi.

Annunci

6 Responses to “Orta Nova, il Comitato Cittadino per la Tutela dei Servizi in piazza nel week end per raccogliere firme contro gli aumenti TARI”


  1. 1 Sndokan 27 maggio 2017 alle 09:48

    scusate il messia che vuole cavalcare l’onda dei rifuiti. Vuole spiegare la soluzione qual’è…………. io non ho ancora capito quale può essere la soluzione, visto che tutti i comuni del bacino hanno aumentato le tasse sui rifiuti tranne 2 comuni Orta Nova e San Ferdinando di P, che aspettano la sentenza del TAR. Visto che una persona su tre non paga le tasse nel nostro meraviglioso paese Orta Nova c’è molta evasione. Grazie

  2. 2 Amedeo 27 maggio 2017 alle 12:44

    Hanno il vile coraggio di aumentarci la Tari mentre il servizio prestato e’ pessimo. Le strade sono sporche. I contenitori d’immondizia sono strapieni. Che fine ha fatto la macchina spazzatrice. Si sente in lontananza ma le vie dietro al 1 Circolo non esistono da pulire. Vi è un Pub che tra poco venderà bottiglie a iosa e manca un contenitore per vetro e lattine. Le strade sono sporchissime ed hanno il coraggio di aumentarci la Tari .

  3. 3 SINTETIZZATORE 27 maggio 2017 alle 19:01

    totalmente INUTILE

  4. 4 antonio staffiero 28 maggio 2017 alle 09:02

    La questione che c’è una grande evasione è un’altro enigma da chiarire! con quali soldi coprono questo buco? con i fondi dell’assistenza per coloro che magari ci sono i presupposti? oppure è a carico di coloro che pagano? e chi ci assicura che coloro che non pagano non siano clientele elettorali?

  5. 5 Giuseppe Custode 29 maggio 2017 alle 18:39

    Sulla questione che ci sia tanta gente che non paga le tasse credo ci sia bisogno di fare chiarezza : su questa percentuale bisognerebbe calcolare quanti cittadini onesto hanno pagato alle poste private di Ballatore ?!?!?!? Quanti sono i residenti di via Campania e via Martiri di Via Fani che sono in carico come alloggi al comune di Foggia ma i soldi non arrivano ne dai cittadini ne tanto meno dal comune di Foggia che dovrebbe farsi carico di queste spese!?!?!?!? Alla fine credo non si arriverebbe neanche al 5%, e di questa irrisoria %le i furbetti saranno al massimo il 2%. Chiarito questa aspetto passiamo al servizio faccio una semplice riflessione perché quando il servizio al primo mandato di Moscarella era affidato alla cooperativa primavera di gioia del colle pagavamo 550.000 milioni in lire e dal secondo mandato di Moscarella passati sotto il controllo di SIA ( CON CENTINAIA DI IMBOSCATI CERIGNOLANI ASSUNTI SENZA FARE NULLA ) IL SERVIZIO E AUMENTATO DEL TRIPLO IN EURO E OGGI ADDIRITTURA DEL RADDOPPIO, CON LA BEFFA CHE CON LA COOPERATIVA PRIMAVERA LA CITTÀ ERA PULITA, VENIVA SPAZZOLATA E SCIACQUATA E IL PERSONALE ASSUNTO ERA SEMPRE LO STESSO ?!?!? CARO SNDOKAN QUESTA E LA DOMANDA CHE DOVRESTI FARLA AL RAIS TU CHE STAI VICINO VICINO !!!!!

  6. 6 Antonio Corbo 30 maggio 2017 alle 20:18

    A onor del vero, la cifra che mancava al costo totale di 2,25 Mln di €uro della TARI, a detta degli amministratori, negli anni scorsi, veniva indicata in circa 5/600 mila €uro per ogni anno. Quindi, oltre il 20% del totale. Il resto sono congetture. Occorrebbe una relazione precisa e puntuale dei fatti che hanno portato alla crisi attuale della TARI. Altrimenti restiamo nell’alea delle congetture, senza arrivare a nessuna vera conclusione. Antonio Corbo.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




BLOG TV dei 5 Reali Siti

  • 3,892,393 visite
Banner-Marseglia
Banner Country2
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
Banner-La-Sfinge
Spartans-banner

Calendario

maggio: 2017
L M M G V S D
« Apr   Giu »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Questo Blog è nato con l' intenzione di discutere ed analizzare i fatti che caratterizzano il territorio dei 5 Reali Siti. Ispirato ai principi dell'Art.21 della Costituzione, non è aggiornato periodicamente, pertanto non rappresenta un organo di stampa o un qualsiasi prodotto editoriale, nel pieno rispetto dell' art. 62 del 7/03/01. Il responsabile del Blog declina ogni responsabilità Civile e Penale in riferimento a commenti che offendano la dignità altrui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: