Orta Nova, ancora vandali alla Villa Comunale, apertura rinviata. L’amministrazione Tarantino indegnata: “Dimostrazione di odio verso la cosa pubblica “

I danni in villa

​Il Sindaco, Dino Tarantino, e l’intera Amministrazione comunale di Orta Nova (FG) informano purtroppo la cittadinanza che l’apertura della nostra bellissima villa comunale, programmata per il termine delle festività patronali, è rinviata a data da destinarsi. La sofferta scelta è stata presa a fronte degli ennesimi ed ignobili atti di vandalismo, di cui alcuni riportati in foto, che hanno portato alla distruzione delle lampade, dei bagni e delle nuove attrezzature sportive del “percorso salute”. Il nostro polmone verde aveva visto infatti da pochi mesi l’avvicendarsi di una serie di interventi, ormai giunti alla conclusione, volti all’efficientamento energetico della stessa, al ripristino dei sanitari, alla sua messa in sicurezza e all’installazione del succitato percorso. Al momento l’UTC sta stimando la conta dei danni e valutando tutte le azioni migliorative del servizio oltre che a denunciare alle Autorità preposte degli atti di danneggiamento, affinché possano coadiuvarci nel garantire l’ordine pubblico e la sicurezza di tutti. Tenendo conto che la presenza di un impianto di video-sorveglianza svolgerebbe una mera opera di repressione più che di prevenzione, con la difficoltà di identificare i balordi eventualmente incensurati o non riconoscibili, altre azioni positive potrebbero essere quelle di garantire un’apertura continuativa della villa con la presenza di guardie giurate preposte alla vigilanza della stessa soprattutto nelle ore notturne. È inutile constatare tuttavia, perché sotto l’occhio di tutti, come la nostra Orta Nova stia vivendo un periodo senza fine, che non ha eguali, di profondo odio verso la “cosa pubblica”…VERGOGNATEVI!!!

Post dell’assessore Alessandro Paglialonga

Annunci

Orta Nova, i volontari della Misericordia a Lourdes con il treno bianco dell’Unitalsi

I volontari della Misericordia di Orta Nova in partenza per Lourdes con Don Luciano Avagliano

Dallo scorso 14 giugno, sette volontari della Misericordia di Orta Nova, accompagnati dal Padre correttore Don Luciano Avagliano, sono partiti alla volta del santuario mariano di Lourdes (Francia) per prendere parte al pellegrinaggio interdiocesano organizzato dalla sezione pugliese dell’Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali). I volontari di Misericordia che hanno aderito a questa iniziativa sono: Albano Vito, Celentani Sonia, Freda Angelo, Guglielmo Noemi, Antonio Lasalvia, Maria Anna Maffei e Volpe Rocco. Lo spostamento è avvenuto attraverso il cosiddetto “treno bianco” che ha raccolto adesioni da diversi centri della Puglia (Altamura, Bari, Barletta, Margherita di Savoia, San Giovanni Rotondo, San Severo  e appunto Orta Nova), facendo salire sia volontari che ammalati, i quali potranno vivere, in un clima di convivialità e preghiera, un’esperienza spirituale indimenticabile. Al seguito dei barellati e dei rappresentati delle associazioni, vi è anche Monsignor Felice Di Molfetta, ex pastore della Diocesi Cerignola-Ascoli Satriano e assistente regionale del progetto. I volontari in tutta gialloblu permarranno in Francia fino al 20 giugno, alloggiando nei pressi dell’area del Santuario, dove presteranno servizio nel settore della movimentazione degli ammalati. Seguendo un fitto programma di appuntamenti di preghiera, i volontari presteranno la loro assistenza ai tanti degenti giunti per ricevere benedizioni dalla Madonna della Grotta. “Per il secondo anno consecutivo abbiamo deciso di aderire a questa iniziativa – spiega il Governatore di Misericordia, Rino Cassottapoiché crediamo che sia fortemente formativa per i nostri volontari. Al ritorno da esperienze di questo tipo, ci si ritrova rinfrancati sia nel corpo che nello spirito.  In occasione del nostro venticinquesimo anniversario – aggiunge il Governatore – abbiamo indicato la figura di Gino Battaglini, come ispiratore del nostro operato. Si tratta di un nostro concittadino che ha fondato l’Unione Amici di Lourdes con sede a Foggia e che ha portato nel Santuario di Bernadette centinaia di persone da Orta Nova. In virtù di ciò, stiamo affrontando il viaggio di quest’anno con l’obiettivo di ripercorrere le sue orme alla ricerca delle sue lodi e delle sue benedizioni”. Misericordia di Orta Nova sta già raccontando le fasi salienti del viaggio attraverso un report quotidiano sui canali social, Facebook e Twitter. Al termine dell’esperienza, quando i ragazzi torneranno in sede, provvederemo a far stampare una sorta di diario che conterrà la descrizione analitica di tutti i momenti più significativi e di tutte le testimonianze formulate dai volontari nel corso di questa settimana trascorsa al cospetto della Madonna di Lourdes.

Comunicato Stampa Misericordia di Orta Nova