La raccolta dei rifiuti, immagine di repertorio

Ennesimo colpo di scena nella vicenda TARI 2017, con delibera di giunta numero 113 del 3 Luglio 2017, l’amministrazione comunale di Orta Nova ha richiesto ufficialmente l’uscita dal bacino ATO FG 2 e la rescissione del contratto con la SIA per la raccolta dei rifiuti. Alla base della decisione la grave situazione economica dell’azienda cerignolana che causa disservizi, e secondo lo stesso atto, l’esorbitante aumento dei costi. Il comune di Orta Nova chiederà così alla Regione Puglia l’adesione al consorzio ATO FG8, di cui è capofila il Comune di Ascoli Satriano, già interpellato in via informale, e diversi comuni del subappennino, con il conseguente conferimento presso la discarica di Deliceto. Restano però sulla vicenda diversi dubbi, un cambio repentino della strategia politica, il Comune di Orta Nova solamente dodici mesi fa difendeva insistentemente il consorzio e la SIA, con l’opposizione che chiede chiarimenti in merito al PEF per un aumento riconosciuto a SIA di circa 800.000€, con conseguente raddoppio delle tariffe TARI, il tutto decretato prima di questo colpo di scena. Per ora l’unica risposta è racchiusa in questo documento pubblicato in mattinata nell’albo pretorio, nessuna risposta invece alle accuse dell’opposizione, con i cittadini spettatori e soprattutto vittime di una manovra politica che fin ora ha prodotto solamente un aumento ingiustificato della TARI, da interpretare anche il futuro dei dipendenti ortesi di SIA, spettatori anch’essi della querelle tra l’azienda cerignolana e l’amministrazione ortese.

Annunci

12 comments

  1. siete dei frisciapesci.
    chi vi ha dato la patente? suggerisco di tornarvene a casa e a piedi perché siete pericolosi. mi dispiace dirlo, ma gli ortesi dovranno farsi un esame di coscienza serio e profondo per evitare il ripetersi di errori così marchiani come quello di aver permesso di farsi rappresentare da gente prezzolata e incapace di governare. la questione TARI ha fatto da stura ad una serie di gravi e dannose decisioni a scapito della comunità ortese. la corda sta per spezzarsi.

  2. Finalmente Sindaco ha fatto una cosa intelligente! perchè un servizio di così grande importanza un sindaco non decide da solo ma mette alla prova l’intero consiglio comunale, così si vede meglio chi ci tiene all’interesse generale; e lì che si vede la moralità e la legalità delle persone. Speriamo bene per i cittadini e così diventa positivo anche per Lei, a parte il fatto che io desidererei un sindaco comunista, ma questo è un altro discorso e può essere che anche un sindaco comunista non faccia l’interesse pubblico. Su questo debbono essere giudicati gli amministratori e i rappresentanti dei cittadini.

  3. signor staffiero, sarebbe preferibile un sindaco che sappia quel che fa, possibilmente libero da condizionamenti lobbistici e rispettoso degli impegni presi in campagna elettorale. un primo cittadino così simile ad una macchietta non lo si vedeva dai tempi di maffione senior.
    almeno quest’ultimo era l’originale…

  4. Questa è una svolta tipo vicenda Ballatore? Se davvero è così vuol dire che bisogna voltare completamente pagina e fare quello che si dice e si promette da tanto tempo. E mi riferisco alla vera raccolta differenziata con annesso recupero e riciclo.Gli ostacoli per l’attuazione della raccolta differenziata sono stati sempre addossati alla collocazione di Orta Nova all’interno dell’ARO FG2 con connessa SIA. Liberati da questo vincolo,nella nuova collocazione, si può partire subito col nuovo metodo di raccolta. E non si dica che aumentano i costi, perché i risparmi e i vantaggi sono di gran lunga superiori ai costi sostenuti con il vecchio metodo. Quindi Sindaco operi ed operi guardando avanti, abbandoni i vecchi cattivi consiglieri, ne troverà giovamento Orta Nova e perché no, anche lei. Antonio Corbo

  5. @staffiero:
    Sindaco comunista per riempirci di africani e rom portatori del degrado???? E per riempirci di matrimoni gay (altri portatori del degrado)?????
    No grazie!!!! Vattene in africa tra i radical chic comunisti…
    Mai più voterò il partito demenziale pro-immigrati e pro-gay

  6. Il problema di oggi è che la politica non conta più un c…perchè non ci sono i partiti, quindi sono imprenditori dii se stessi. Maffione era quello che era e io l’ho contrastato molto, ma devo dire che era capace di fare e comunque non si dava tanta importanza, era uno del popolo e rappresentava il popolo con tutti i difetti e pregi(più difetti che pregi); certo non era una grande politica! Quelli di oggi, dotati di studi e appartenenza ad una classe sociale che ritengono essere di livello superiore, sono solo scientificamente populisti e presuntuosi. E oggi è molto diffuso questo aspetto dei politici sia a livello locale sia nazionale. Per esempio c’è un giovanilismo che è indecoroso da parte di tanti soggetti, che senza mai aver svolto attività di militanza, senza aver ascoltato le esperienze degli altri ,che nel bene e nel male fanno maturare e capire la complessità della rappresentanza, si ergono a leader solo perchè sono giovani e belli e magari hanno un pezzo di carta. La politica è partecipazione, è incontro, è dialogo, è ascolto, e infine decisione e rispetto anche di chi la pensa diversamente.
    Da noi invece è familismo amorale, e’ furbizia, oltre che disinteresse pubblico e interesse privato. Quindi c’è bisogno di una rivoluzione culturale e di tanta trasparenza nell’azione politica, e nell’azione amministrativa: cioè il Comune e gli uffici devono essere trasparenti; devono mettere i vetri alle porte in legno e ricevere i cittadini con educazione, perchè sono i datori di lavoro di costoro.

  7. Chigo io non ho mai votato questi che hai votato tu; io appartengo alla storia del pci, dove i lavoratori contavano un pò. Poi se sei proprio convinto di questo rivolgiti alla Chiesa Cattolica , ai cattolici e al Papa , i quali non si vergognano di avere una sensibilità superiore alla tua.

  8. la cosa più sensata che potesse fare ora spero che la raccolta dei rifiuti solidi urbani compreso la differenziata la gestisce il comune incaricando un dirigente del comune alla gestione facendo in modo che se il servizio non funziona per sua incapacità lui va a casa se per causa di qualche dipendente va a casa il netturbino tanto la legge lo consente pero chiedo se l intenzioni erano di uscire dalla sia perché avete effettuato questo aumento

  9. @l signorino Corbo dico questo:
    Parli di differenziata senza cognizione di causa perché con la differenziata la tassa si raddoppia (per pagare bidoncini, buste e servizio di raccolta quasi quotidiana) oltre al degrado della differenziata…
    Si vede che non sei informato e non sei mai stato nei paesini dove vige la differenziata e prova a chiedere ai residenti del costo e gestione servizio…
    Informati prima di parlare a vanvera senza cognizione di causa….

  10. Evidentemente Chigo conosce un solo modo di amministrare : la malversazione. E non sa anche che sono originario di Rocchetta, ove già si fa la differenziata comune montano, con un costo medio a mq sul totale bolletta di circa € 1.5. Antonio Corbo

  11. infatti ,signor chigo, la tassa e’ stata raddoppiata senza la differenziata pero’.
    complimenti!!!!!
    bravissimi!!!
    campioni!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...