Orta Nova, si dimette l’Ing. Bruno, mancanza di documentazione per il collaudo del Largo Gesuitico 

Il Largo Gesuitico al termine dei lavori
Nuovo colpo di scena a Palazzo di Città ad Orta Nova, dopo l’inattesa uscita dal consorzio ATO/FG2, nella giornata di ieri l’ing. Savino Bruno ha rassegnato le dimissioni dall’incarico di collaudatore del progetto di riqualificazione del Largo Gesuitico. Nelle motivazioni comunicate al sindaco Tarantino, la mancanza di documentazione inerente il progetto, finanziato con fondi europei e regionali per circa un milione di euro. Si tratta dell’ennesima situazione analoga al caso dei lavori di messa in sicurezza idraulica, con la nomina dell’ing. Sforza contestata dal consigliere Antonio Vece perché in conflitto di interessi con il progettista dei lavori. Restano inoltre dubbi anche sui lavori eseguiti nel Largo Gesuitico, progetto modificato dall’amministrazione Tarantino rispetto a quello inizialmente previsto, che avrebbe riguardato anche parte del palazzo comunale, oltre alla fontana posta a margine della Piazza, ad oggi mai entrata in funzione. Ancora dubbi a palazzo, in una scia interminabile di colpi di scena, dimissioni e situazioni poco chiare, su cui la città vorrebbe vederci chiaro.

Annunci