Orta Nova, riapre domani la villa comunale, riparati i danni dopo gli atti vandalici, vigilanza privata per garantire la sicurezza

Una immagine della villa comunale dopo le riparazioni effettuate

Il Sindaco, Dino Tarantino, e l’intera Amministrazione comunale di Orta Nova informano la cittadinanza che la Villa Comunale sarà riaperta al pubblico a far data dall’8 luglio. E’ purtroppo noto alle cronache come la stessa struttura sia stata oggetto nel corso degli ultimi mesi di gravi episodi di vandalismo, ad opera di soggetti ignoti, i quali hanno prodotto ingenti danni al patrimonio comunale. L’obiettivo primario di questa Amministrazione è tuttavia quello di garantire il tranquillo e pacifico godimento del “patrimonio verde” da parte della collettività. Pertanto, dopo aver ripristinato i bagni pubblici, il sistema di illuminazione, i cancelli perimetrali e le attrezzature ludiche per i più piccoli in tempi ristretti e la riparazione delle sedute metalliche, si è reso necessario affidare il servizio di vigilanza sulla medesima struttura ad una società specializzata del settore. La stessa si occuperà non solo dell’apertura e chiusura dei cancelli ma anche dell’attività di controllo all’interno della Villa Comunale nell’orario di apertura al pubblico, con relativo invio di pattuglie in caso di anomalie visive. Non ci resta che augurarvi un buon prosieguo d’estate con l’auspicio che, uno dei beni pubblici più belli che abbiamo, possa preservarsi nel tempo grazie all’amore e alle attenzioni dell’intera Città.

Comunicato stampa dell’Amministrazione Comunale di Orta Nova

Annunci

Orta Nova, Forza Italia: “Tarantino ci mette il cuore, chiude il centro diurno Mons. Ventrella”

Il taglio del nastro del centro Mons. Michele Ventrella, immagine da 5 Reali Siti Web Tv

Risulta sempre più difficile quantificare la capacità amministrativa della giunta Tarantino, che non si smentisce ad ogni appuntamento burocratico. Dopo i valzer di giunta, le clamorose dimissioni di collaudatori e direttori tecnici, relativamente ai grossi appalti pubblici, adesso tocca assistere alla dipartita del Centro diurno per disabili ed anziani Mons. Ventrella (ex caserma dei carabinieri di via Kennedy). La struttura ultimata dall’ultima amministrazione di centrodestra del Popolo delle Libertà grazie all’utilizzo delle risorse di Ambito territoriale, fu abbandonata e dimenticata dall’Amministrazione Calvio, tanto da subire furti e atti di vandalismo grazie all’incuria della giunta piddina), fu finalmente inaugurata dall’ex Assessore Ottavia D’Emilio, attualmente membro del direttivo di Forza Italia, che prontamente concluse tutto l’iter propedeutico per l’accreditamento regionale e la gestione della struttura con i fondi del Piano Sociale di Zona. Dopo le dimissioni della D’Emilio dalla carica di assessore alle politiche sociali, la Giunta Tarantino non ha provveduto a bandire la nuova gara per la gestione della struttura.  Nel mese di dicembre 2016, l’Ufficio di Piano di Cerignola, per sopperire a tale grave mancanza, concesse una ulteriore copertura finanziaria dal 23 gennaio 2017 al 22 luglio 2017, al fine di dare la possibilità al Comune di Orta Nova di indire una nuova gara per la gestione della struttura di via Kennedy, intitolata al compianto Mons. Michele Ventrella. Ricordiamo le belle parole del sindaco e dell’Assessore Paglialonga, che rassicuravano in tempi non sospetti i familiari dei ragazzi disabili, affinchè il centro diurno non venisse chiuso. Oggi però, i fatti sono diversi: nel semestre di proroga il Comune non ha provveduto ad espletare nessuna gara e in data 22 luglio 2017, i gestori del centro polivalente Mons. Ventrella dovranno consegnare le chiavi al comune di Orta Nova, con il quasi certo rischio che il centro chiuderà i battenti ed i ragazzi disabili e gli anziani rimarranno per strada. Ci auguriamo che, con gli introiti derivanti dalle nuove bollette TARI, il sindaco e tutta l’amministrazione comunale garantiscano ulteriore copertura finanziaria temporanea alla gestione della struttura e si dia avvio tempestivo alle procedure di una nuova gara.

Comunicato stampa

Orta Nova, il consigliere Annese presenta una mozione per la revoca degli aumenti TARI 

Il consigliere dei Riformisti Lorenzo Annese
Come promesso domenica scorsa nel comizio dedicato alla questione aumenti TARI, il consigliere comunale dei Riformisti Lorenzo Annese, ha presentato nella giornata di ieri una mozione per la revoca delle delibere 17 e 18 dello scorso 27 Marzo scorso, che hanno stabilito le nuove tariffe TARI. Nella mozione il consigliere fa riferimento all’importo di circa 3 milioni stabilito nel PEF 2017, cifra di gran lunga superiore ai 517.000 euro stabiliti dell’accordo con SIA. Annese nella mozione fa riferimento anche ai dubbi espressi a riguardo dal presidente del consorzio Franco Metta e dal rappresentante del comune di Trinitapoli Ing. Giustino Tedesco, che sottolineano all’interno di una riunione del consorzio dello scorso 28 Aprile, come sia poco chiara la posizione del comune di Orta Nova, che prima contesta SIA poi paga più del dovuto, come stabilito dal PEF approvato lo scorso 27 Marzo. La mozione sarà presentata all’interno del prossimo consiglio comunale, per il quale i consiglieri di opposizione hanno richiesto una convocazione pubblica e monotematica, sulla situazione che riguarda il destino della raccolta dei rifiuti nel comune capofila dei Reali Siti.