Iaia Calvi

L’ex sindaco di Orta Nova ed attuale capogruppo PD in consiglio comunale Iaia Calvio torna in Piazza Pietro Nenni per un comizio sulla questione aumenti TARI. A distanza di una settimana dal consiglio che ha visto respinta la mozione presentata dal consigliere Lorenzo Annese sull’annullamento delle delibere 17 e 18 del 27 Marzo scorso, che hanno determinato i consistenti aumenti della TARI, la consigliere comunale proverà ad illustrare le tesi esposte venerdì scorso in consiglio, quando l’avvocato ortese attaccò la maggioranza sottolineando come gli aumenti deliberati dalla maggioranza Tarantino fossero ingiustificati rispetto a quanto illustrato nel PEF. Il comizio avrà inizio alle ore 20:00 e sarà trasmesso in differita su Blog Tv.

Annunci

4 comments

  1. Ottima scelta quella del Capo Gruppo del PD al consiglio comunale di Orta Nova l’Ex Sindaco l’Avvocatessa Iaia Calvio nel comunicare la volontà di fare un comizio pubblico per illustrare ai cittadini oggi INFORMATISSIMI anche lei delle azioni scellerate ed irresponsabili che questa amministrazione capeggiata dallo squallido VICE sindaco Epifanio ( quello che ci metteva il cuore per ricordare ai più giovani ) sul vergognoso aumento spropositato ed ingiustificato della TA.RI e le intenzioni della regione Puglia gestita proprio dal suo partito il PD in merito alla spinosa questione DELLA RICHIESTA ASSURDA DELLA AMMINISTRAZIONE DI LASCIARE IL BACINO CONSORZIALE FG4 PER CONFLUIRE NEL BACINO DOVE LO SCARICO DELLA RSU FA CAPO AI F.LLI BONASSISA QUELLI DELLA FAMOSA DISCARICA FERRANTE, ma vede gentilissima CAPO GRUPPO noi del Movimento Politico Sociale CAmBIO di ROTTA Orta Nova vorremmo ascoltare in pubblico anche la sua opinione sulle altrettante azione scellerate che il vostro Governatore della regione Puglia EMILIANO ” IL GRANDE ” di peso ma assolutamente NO di fatto sta effettuando senza nessuna coglizione di causa tagli all’Ospedate Giuseppe Tatarella di Cerignola a danno anche di tutto il nostro comprensorio come per esempio l’ultima GENIALATA di chiudere il reparto di NEFROLOGIA, per non parlare dei 4 posti spariti alla CARDIOLOGIA e per finire i 4 posti in più richiesti da anni al reparto RIANIMAZIONE.
    LE SAREMO VERAMENTE GRATI GRAZIE !!!!

  2. Basta con la politica dei comizi! che dicono tutto e niente, solo offese personali e teatro. Vogliamo azioni a difesa dei diritti dei cittadini; e quando la politica non arriva si proceda con azioni legali collettive. E non parlo solo della nettezza urbana, si allarghi lo sguardo anche ad altri servizi socio-sanitari e ambientali. c’è bisogno di una azione collettiva di massa e chi vuole porsi alla testa di questo bisogno sociale si apra al dialogo a prescindere dalla propria appartenenza politico-idiologica. Orta Nova ha bisogno di giustizia, democrazia e libertà. Un sindaco deve aprirsi al confronto con i cittadini senza pregiudizi, solo così potrà dire che è il sindaco della città.
    Al Comitato, che ha commesso errori di chiusura personale, riprenda con una plurale rappresentanza i contatti con la Sia per verificare i costi e i motivi della rottura con l’amministrazione, e quindi adeguare le proprie future iniziative di contrasto all’arroganza e alla opacità delle decisioni del consiglio comunale. Senza la partecipazione attiva dei cittadini liberi e intelligenti non si raggiunge alcuna meta relativa alla corretta gestione dell’interesse pubblico.

  3. Voglio sperare che non si continui il teatrino della campagna elettorale. Riporto la parte finale del mio post sul consiglio comunale:
    “”Concludendo, per il comune di Orta Nova bisogna attivare la procedura per dichiarare nulla la delibera che ha portato alla definizione del PFE TARI 2017 perché non di sua competenza. Per l’ARO FG2+comuni BAT chiederne il commissariamento per manifesta incapacità nella gestione del ciclo dei rifiuti e per aver completamente tradito la sua mission per aver continuato per anni a scaricare nella propria discarica i rifiuti solidi urbani, tal quali, senza uno straccio di riciclo. Il resto sono solo chiacchiere da campagna elettorale, che qui a Orta Nova, non finisce mai””. Antonio Corbo.

  4. antonio staffiero : Al Comitato, che ha commesso errori di chiusura personale, riprenda con una plurale rappresentanza i contatti con la Sia per verificare i costi e i motivi della rottura con l’amministrazione, e quindi adeguare le proprie future iniziative di contrasto all’arroganza e alla opacità delle decisioni del consiglio comunale. Senza la partecipazione attiva dei cittadini liberi e intelligenti non si raggiunge alcuna meta relativa alla corretta gestione dell’interesse pubblico.
    Comitato Libero Cittadino : Gentilissimo Ex Geometra antonio staffiero in pensione quando si è deciso di costituire il comitato la sua persona è stata invitata a partecipare alla prima riunione, come sono state invitate tantissime persone sia facente attività politica che della società civile, al primo incontro lei ha formulato la necessità che il comitato fosse composto da persone estranee alla composizione dell’attuale assise comunale e tutti i presenti alla seconda riunione dove lei per motivi vari non ha più partecipato ha deliberato questa giusta osservazione, pertanto riteniamo ingiusto che lei e qualche altro saccente politologo oramai in letargo perenne continui a dire che il comitato si è stretto a riccio con tizio piuttosto che caio e solo perchè il consigliere di opposizione ci abbia dato GRATIS la propria abitazione per avere un luogo di incontro collettivo. Tutte le decisione prese sono state tutte approvata a maggioranza totale dai presenti è la dimostrazione del successo di questo comitato rimangono sempre e comunque le oltre 3.000 firme autenticate che questo libero comitato a preso da tutta la cittadinanza e mai prima in 50 anni di storia non ci sia mai riusciuto nessuno.
    Da notizie certe la SIA ha rimodulato AL RIBASSO DI QUALCHE CENTINAIO DI MILA EURO il piano dei costi per la raccolta della RSU, SOTTOSCRIVENDO L’IMPEGNO DI EFFETTUARE UN SERVIZIO ECCELLENTE E COMPLETO COME DA CONTRATTO. L’amministrazione e’ stata redarguita dal presidente emiliano a rimanere nel bacino consortile FG4 PERTANTO DOVRANNO PER LEGGE RIFARE I CONTEGGI DELLE CARTELLE PERCHE’ FARA RIFERIMENTI IL PEF ORIGINALE DELLA SIA 2017. DOPODICHE IL NOSTRO LAVORO SARA CONTROLLARE IL SERVIZIO E LA PARTITA SARA CHIUSA, MA IL COMITATO COMINCERA LA DISCUSSIONE SU ALTRE ALTRETTANTE TEMATICHE COME L’ASSENZA DI TANTI SERVIZI SANITARI ASSENTI NON SOLO NELLA NOSTRA CITTA MA ADDIRITTURA IN TUTTO IL COMPRENSORIO DEI 5 REALI SITI, PER NON PARLARE DELLA SPINO QUESTIONE DI UN RIORDINARI OSPEDALIERO E SANITARIO CHE VEDE SEMPRE E SOLO MORTIFICATA LA NOSTRA PROVINCIA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...