Tarantino e Moscarella

La calura del caldo africano ha mandato in tilt parecchie menti. Ad Orta Nova, ad andare in cortocicuito, tra le tante, sembra proprio essere quella dell’attuale Presidente del Consiglio Comunale che, nel comunicato stampa del 17 agosto scorso pubblicato sulla Gazzetta di Capitanata, tenta di “bonificarsi” da una situazione palesemente conclamata: il suo sostegno sottobanco all’amministrazione guidata da Tarantino. Evidentemente, lo stesso Moscarella, quando asserisce che nel 2014 ha perso le elezioni e non ha mai aderito all’attuale maggioranza del governo locale, omette di informare i cittadini che prima di uscire dal partito di Forza Italia (dov’era Commissario cittadino) imbarcò, sebbene fosse un partito di opposizione, ben 2 consiglieri eletti nelle file della maggioranza Tarantino (Ballatore e Quiese). Successivamente, voci di corridoio non smentiscono la regia di Moscarella nella decapitazione delle teste assessorili di Giannatempo e Gallo, verso cui è risaputo l’odio politico e storico. A conferma del suo totale coinvolgimento nella gestione della cosa pubblica con Tarantino, oltre alle indiscerzioni sulla presenza del Moscarella ad alcune cruciali riunioni di maggioranza, ci sono due elementi che inchiodano le posizioni “amichevoli” assunte dal Presidente del Consiglio verso la Giunta Tarantino: l’astensione del Moscarella durante l’approvazione del bilancio di previsione e l’assenza di interrogazioni consiliari a firma dello stesso (come scrive lui) ” consigliere di minoranza”, part-time! In merito al Bilancio di Previsione 2017, dove venivano confermate le tariffe TARI, nella delibera di Consiglio n. 24 del 07.04.2017 si legge che 8 voti (la maggioranza) sono favorevoli all’approvazione, 7 (la minoranza) sono contrari e 1 (Moscarella) si è astenuto. Dato rilevante politicamente è l’astensione, poiché proprio questa scelta anomala di  Moscarella ha aiutato la maggioranza (che non aveva i numeri per approvare la delibera in questione!) a varare il provvedimento purgativo per i cittadini. Infine l’assenza di interrogazioni consiliari, che sono lo strumento più frequente per un consigliere di minoranza per esprimere dubbi e chiedere chiarimenti sull’operato della maggioranza: sebbene negli anni addietro il Moscarella fosse uno tra i maggiori fruitori di tale strumento, ad oggi ci è dato sapere che non è stato depositata al protocollo alcuna interrogazione consiliare a firma di Moscarella da quando si è insediato il Sindaco Tarantino. È ridicolo come per l’ennesima volta questo illustre attore si conceda il lusso di prendere per i fondelli un’intera collettività: se con una mano il Moscarella affossa l’operato del fido Tarantino, conl’altra mano, in consiglio comunale, ha garantino lunga vita all’attuale amministrazione, agli aumenti TARI ed a quel senso di irresponsabilità politica contestato, di cui però egli ne è corresponsabile. Come da copione, il prossimo bluff saranno forse le dimissioni di Moscarella dal consiglio comunale? Ai posteri l’ardua sentenza.

Comunicato stampa

Annunci

One comment

  1. Diamo il benvenuto al Dr. Peppino Moscarella il nuovo Mandrake della politica prenditrice Ortese che attraverso le sue ultime comparse teatrali ” ERODE E PONZIO PILATES ” si candida all’Oscar del Festival della Passatella 2017.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...