Iaia Calvio

Ultime dal congresso di San Marco in Lamis del 13 ottobre:

1) le operazioni di voto sono iniziate un’ora prima dell’ora indicata sul manifesto come quella di inizio del congresso e così nell’urna sono magicamente finite prima del tempo 17 schede 

2) il congresso si è svolto senza la presenza di un garante, perché la commissione provinciale non ha provveduto a nominarne uno;

3) in assenza di un garante nominato dalla commissione provinciale, il circolo di San Marco in Lamis, pur non avendone poteri, ne ha nominato uno individuandolo addirittura in un candidato, che, in quanto tale, non poteva affatto svolgere quel ruolo;

4) e per finire, l’anagrafe degli iscritti in possesso del circolo registrava un numero di tesserati pari a 140, mentre l’anagrafe approvata dalla commissione provinciale ha certificato che il circolo di San Marco in Lamis ha un numero di iscritti pari a 106…nel tratto stradale che separa Foggia da San Marco si è verificata la moltiplicazione dei pani e dei pesci, evidentemente.

Insomma, dopo le nozze di Cana, è andato in onda “Lo strano caso del congresso di San Marco in Lamis”, con l’alta regia di chi ha in spregio le regole e la necessità di rispettarle, offendendo così l’intera comunità dei democratici e delle democratiche. Nulla di nuovo su questi schermi, a parte la necessità di denunciare con forza chi ricorre a espedienti di ogni sorta pur di alterare il fisiologico svolgimento di quello che dovrebbe essere un confronto tra idee, leale, rispettoso e democratico, non solo a chiacchiere. Nulla di inedito, a parte la sempre più urgente necessità di un cambio di passo e di una netta discontinuità. Nulla di democratico.

#liberidiscegliere

Nota da Facebook di Iaia Calvio 

Annunci

3 comments

  1. Siamo sinceramente e profondamente offesi dalle dichiarazioni di Iaia Calvio ed Elena Gentile, evidentemente dettate dal risentimento per una sconfitta limpida maturata in un Congresso svoltosi legittimamente ed a cui hanno partecipato liberamente militanti e dirigenti che hanno nomi, cognomi e orientamenti politici ben noti alla comunità di San Marco in Lamis.
    Al contrario di quanto affermato dalla candidata alla Segreteria provinciale, le operazioni di voto si sono svolte correttamente sotto la supervisione del segretario del Circolo, eletto all’unanimità all’inizio dell’assemblea congressuale e indicato quale garante dalla presidente della Commissione di Garanzia provinciale, ed alla presenza dell’eurodeputata Elena Gentile.
    Quest’ultima non ha sollevato alcuna obiezione alle modalità di svolgimento del voto, perché sperava di poter ottenere un risultato migliore di quello venuto fuori dall’urna e far eleggere uno dei due delegati all’Assemblea provinciale.
    Il voto libero e democratico espresso dagli iscritti – 79 voti per Lia Azzarone, 21 voti per Iaia Calvio con l’attribuzione dei 2 delegati alla mozione Azzarone – ha dimostrato la stima e l’affetto della base dei militanti verso una dirigente nota e apprezzata per l’impegno quotidiano al servizio del Partito Democratico.
    Noi tutti, compresi quanti non l’hanno votata, conosciamo personalmente Lia. Pochissimi di noi, compresi quelli che l’hanno votata, conoscono Iaia, che non è mai entrata nel nostro Circolo forse per i troppi impegni personali e professionali.
    Scrivere post retorici e accattivanti su facebook non basta per essere un’autorevole dirigente del Partito Democratico. Scriverne di offensivi esprime unicamente la volontà di sporcare un Congresso che, probabilmente, sanno di aver perso per poi delegittimare la vittoria di Lia Azzarone.
    Le accuse infondate, le offese meschine, l’alterazione dei fatti non aiutano il Partito Democratico foggiano a crescere ed a guadagnare la fiducia dei cittadini.
    Farlo il giorno in cui tutti dovremmo festeggiare con orgoglio e gioia il decimo anniversario della nascita del PD è ancora più meschino e triste.
    A Lia Azzarone facciamo le nostre congratulazioni per l’esito del Congresso del Circolo di San Marco in Lamis. A Iaia Calvio rivolgiamo l’invito a stare serena.
    Noi siamo #liberidiscegliere e abbiamo scelto Lia.
    F.to
    Leonardo Del Mastro
    Michele Merla
    Caterina Ferro
    Denisi Luigi
    Tricarico Luigi
    Filogonio Pietro
    Tancredi Giuseppe
    Racchi Carmine

  2. La Iaia è del PD, partecipa come candidata alla segreteria provinciale del PD che tiene il congresso in S. Marco in Lamis, ma non viene eletta. Dopo di che la Iaia spara a zero sul PD accusando i dirigendi Provinciali foggiani di aver fatto brogli eleggendo un’altra candidata…! Bhe! cosa ne può trarre un cittadino comune dalle pesantissime dichiarazioni della Iaia, ma anche dalla smentita messa a commento su questo blog? Secondo me due: 1° La Iaia per ciò che dice sui brogli congressuali, minimo andrebbe denunciata e non sembra che ciò sia stato fatto da nessuno. 2° Che il PD non possiede più alcun pudore, poichè i suoi dirigenti sono tutti abituati e incalliti alle porcherie e falsità che si verificano al suo interno. Dopo una bufera tutto torna come prima: tutti amici (non più compagni), nessuno scappa via o si allontana dalla generosa greppia del Partito! Purtroppo, sono tutti fatti così i politici di professione! Per i citadini comuni,leggendo certe shifezze che riguardano la moralità del loro partito dovrebbero voltargli le spalle e non votarlo più. Semplice nò…! E invece, noi siamo degli eterni pecoroni che ci lasciamo portare umilmente al pascolo.

  3. Ma è mai possibile che ogni qualvolta partecipa ad una competizione, che sia lei la candidata o sostiene altri, se non vince per lei c’è sempre del malaffare???? Ma dico io si può stare sempre a sentire le solite cose? ?? Tutte ste denunce che dice di fare, e’ mai possibile che non abbiano un risultato a lei favorevole??? Booooooooo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...