Carapelle, il Movimento Politico “Il Salto” allarmato dalla possibile chiusura della Caserma dei Carabinieri

Il logo del Movimento Politico Il Salto

Ci è giunta voce – che speriamo possa non tramutarsi in una triste realtà – della possibilità che a Carapelle possa chiudere la stazione dei Carabinieri. Premesso che crediamo molto nella presenza dell’Arma in città e che quindi un’eventuale chiusura del presidio carapellese possa rappresentare un disagio anche per il Comando Provinciale di Foggia, scongiuriamo che tale ipotesi possa verificarsi. La nostra cittadina ha superato i 6.500 abitanti ed è in continua espansione: è noto che anche i fenomeni criminali siano direttamente proporzionali allo sviluppo demografico. Se poi si conta che Carapelle sia una zona di passaggio tra Foggia, Cerignola e i nuovi insediamenti economici a Borgo Incoronata, l’eventuale mancanza di un presidio fisso dell’Arma dei Carabinieri rappresenterebbe un grave disservizio e aumenterebbe il malessere cittadino. Al contrario, per i motivi detti, Carapelle avrebbe bisogno di una stazione funzionante h24 e di una gazzella sempre in circolazione nella zona urbana e rurale, che altrimenti resterebbero sempre più in balìa di malviventi di ogni sorta. Siamo certi che il Ministero Della Difesa, per tramite degli organi preposti, possa intervenire al più presto per evitare che le famiglie della comunità carapellese non debbano vivere quello che – senza il sicuro supporto dell’Arma – sarebbe un vero e proprio incubo.

Comunicato stampa

Sei arresti tra Cerignola e Stornara, ritrovate auto rubate e smontate

Un arresto

Smontavano auto rubate nelle campagne tra Cerignola e Stornara. Ennesima operazione di servizio condotta dai Carabinieri che, nei vari servizi perlustrativi finalizzati a prevenire e reprimere reati nelle zone rurali, hanno arrestato 6 persone, tutte di origine rumena, ma stabilmente residente tra Cerignola e Stornara, e tutti con età compresa tra i 19 ed i 30 anni. I militari dell’Aliquota Radiomobile del NORM, mentre perlustravano l’area tra i 5 Reali Siti, ed in particolare lungo via Napoli, hanno notato degli strani movimenti in aperta campagna. Allertata la Centrale Operativa e richiesti gli indispensabili rinforzi, unitamente a personale dei Baschi Verdi della Compagnia della Guardia di Finanza di Fasano in supporto a quella a Cerignola, arrivati immediatamente sul posto, i Carabinieri hanno circondato l’area e bloccato sei cittadini rumeni intenti a smontare un’auto rubata, ed a riporre i pezzi di un’altra auto all’interno di un furgone. Entrambe le autovetture, una Wolkswagen Tiguan ed una Ford Focus, sono risultate oggetto di furto effettuato a Modugno il 23 gennaio scorso. Cerignola si riconferma capitale della ricettazione e del riciclaggio di veicoli rubati. Le autovetture sono dunque state restituite ai legittimi proprietari, mentre i sei malfattori, su disposizione del P.M. di turno, sono stati rinchiusi nel carcere di Foggia.

Comunicato stampa

Castelluccio dei Sauri, bomba nella notte al Banco di Napoli

L’ingresso della banca dopo l’esplosione

Esplosione questa mattina intorno alle ore 4:00 presso il Banco di Napoli in Via Roma a Castelluccio dei Sauri. Alcuni malviventi avrebbero fatto saltare in aria l’ingresso dell’istituto di credito, cercando di portar via dal bancomat il denaro contenuto all’interno. Da quantificare il danno, mentre gli inquirenti hanno acquisito le immagini delle videocamere di sorveglianza per ricostruire l’accaduto.