Luigi Ferrazzano intervistato durante l’evento

Di rientro da “Sanremo On dentro il Festival“,serata straordinaria all’insegna del buon cibo calabro- pugliese. La sereta è stata rallegrata, con lo spettacolo che ha previsto diversi artisti; da Dario Baldan Bembo a Paki dei Nuovi Angeli con il famoso brano donna felicità, Alvaro Vitali in una nuova veste di cantante rapper, Francesca Alotta e vari artisti, le due splendide conduttrici e il bravissimo presentatore Paky Arcella. La cena-spettacolo è stata accompagnata dai prodotti del territorio dauno: per gli antipasti Azienda Fiodelisi Stornarella; per il vino Azienda Primis Di Stornarella; per il prosecco Azienda La Dogana di Orta Nova l’olio Aziende Riunite di Stornarella; il pane dal forno De Biase di Ascoli. L’intervento dall’Assessore al turismo del comune di Sanremo, Marco Sarlo, ha sottolineato l’importanza del binomio di tipicità pugliesi e calabre, esportate in territorio ligure al fine di promuoverne le eccellenze. A rappresentare San Remo AL SUD il bravissimo MAURO TUMMOLO che si è esibito in un inedito, trasportando il pubblico a ritmo di musica. Aps. NON SOLO SOCIAL – ASS. ILIMITARTE nella persona del presidente Luigi Ferrazzano in collaborazione con la cooperativa Social Service, nella persona del presidente, Gerardo Consagro ringraziano le aziende intervenute: AMMINISTRAZIONE DEL COMUNE DI ORTA NOVA NELLA PERSONA DEL SINDACO TARANTINO, E IL PRESIDENTE DELL’ UNIONE DEI CINQUE REALI SITI, AZIENDA AGRICOLA FIORDELISI di Stornarella, AZIENDA VINICOLA PRIMIS di Stornarella, AZIENDE RIUNITE di Stornarella, AZIENDA VINICOLA LA DOGANA di Orta Nova, PANIFICIO DI BIASE di Ascoli Satriano. Un ringraziamento particolarmente, va a Gino Foglia patron della manifestazione.

Comunicato stampa

Annunci

One comment

  1. Il nostro orgoglio Pugliese dobbiamo tenerlo vivo , adesso che la Puglia è apprezzata dal turismo Mondiale, abbiamo sorpassato la Toscana che deteneva il primato delle presenze turistiche in Italia , Apprezzo il sacrificio del Panificio Di biase di Ascoli Satriano , sempre alla ricerca di prodotti della tradizione , ricercatori insieme all’università di Bari dell’impasto del pane citato nelle sue odi da Orazio Flacco.

    “E via di corsa in carrozza per ventiquattro miglia,intendendo far tappa in una cittadina,
    che non si può nominare nel verso, ma che per certi aspetti è facilissimo indicare:
    Qui l’acqua, la piú vile delle cose, si compera; in compenso il pane è senza confronti il migliore,
    tanto che i viaggiatori accorti hanno l’abitudine di farne provvista, perché a Canosa,
    località fondata un tempo dal forte Diomede, oltre a mancar l’acqua, il pane è di pietra.”
    ( Orazio Flacco Odi, I, 11, 7-8)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...