Il consigliere dei Riformisti Lorenzo Annese

Il sottoscritto, ANNESE Lorenzo, in qualità di Consigliere Comunale del Comune di Orta Nova del gruppo dei “I Riformisti”, nell’espletamento del suo mandato, presenta la seguente interrogazione  per sapere “per iscritto quanto segue”.

Premesso che:

-il Consiglio comunale con delibera n. 17 del 27 marzo 2017 ha approvato a maggioranza dei presenti il PEF (Piano Economico Finanziario) della TARI 2017 pari a € 3.162.732,10, e con delibera n. 18 il Piano Tariffario TARI 2017;

-il costo del Servizio Rifiuti Urbani ed assimilati nel corso dell’anno 2017, cioè dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2017, cui si riferisce sia il PEF che il Piano Tariffario, a seguito di monitoraggio della spesa in uscita, ammonta a € 2.238.541,23.

-tra il PEF 2017 preventivato da questa amministrazione e la spesa realmente sostenta per svolgere il servizio di spazzamento, raccolta, trasporto e smaltimento, dei rifiuti, si evince un risparmio di spesa pari a € 924.190,87;

-la norma ( r.d. n. 1175 del 1931, art. 268, nonché D.Lgs. n. 507 del 1993, art. 61, e s.m.i ) prevede che il gettito complessivo derivante dalla Tassa per,  spazzamento, raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti, non possa superare il costo di esercizio del servizio stesso;

-in considerazione di tale principio, sancito dalle norme citate, deriva l’obbligo in capo al Comune di provvedere alla restituzione agli utenti Ortesi della quota di entrata eccedente il costo del servizio medesimo;

Ebbene, il sottoscritto, alla luce di quando in premessa citato,

chiede

Al Sindaco, al Vice Sindaco, con delega all’Ambiente ed al Capo Settore Tributi ed Economato, nonché al Capo Settore Ragioneria, di sapere in forma scritta:

  1. che cosa intendono fare le SS.LL. del risparmio di spesa del servizio Rifiuti, stimato a chiusura dell’esercizio 2017 dal sottoscritto in circa , € 924.190,87 ???
  2. come intendono rimborsare agli utenti Ortesi tale somma?? E quando?

Tale richiesta ha carattere di urgenza, in virtù del mandato conferitomi dagli elettori e dalla legge, e, per cui, in mancanza di risposte entro dieci giorni, si procederà ai sensi dell’art. 328, comma 2,  Codice Penale.

 

Lorenzo ANNESE – Consigliere comunale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...