Calcio, Fanelli squalificato, Atletico Orta Nova al Torricelli di Cerignola a porte chiuse per l’ultima contro l’Acquaviva

Il Torricelli di Cerignola

L’ultima gara del campionato di Prima Categoria, in programma domenica prossima, l’Atletico Orta Nova dovrà disputarla lontano dal Fanelli. A confermarlo il giudice sportivo, che per via della squalifica rimediata nella gara interna contro la Virtus Andria, a causa di un insulto a sfondo razziale piovuto dalla tribuna del Fanelli, ha deciso che la sfida contro l’Atletico Acquaviva si disputerà a porte chiuse al Mondo Sport Torricelli di Cerignola. Una gara in cui Mr. Alfredo Bertozzi dovrà fare a meno di Alessandro Acquaviva, Giuseppe Compierchio e del capitano Domenico Festa, tutti e tre fermati per un turno dal giudice sportivo. Servirà una vittoria per avere la certezza del terzo posto, in una domenica in cui sarà tutto in gioco, dal primato all’ultima posizione utile per accedere ai playoff, un finale thrilling, in cui l’Atletico Orta Nova vorrà recitare un ruolo da assoluta protagonista. Su Blog Tv vi trasmetteremo in diretta la gara, per poter essere vicini alla formazione biancoazzurra.

Annunci
Sport

Orta Nova, battesimo bagnato dalla pioggia per la nuova sede del mercato, commercianti in stato di agitazione

Come se non bastasse quanto accaduto negli scorsi giorni, con i commercianti e l’amministrazione comunale, divisi dalle diverse posizioni espresse in merito alla delocalizzazione del mercato settimanale, anche la pioggia ha contribuito ad aumentare la confusione nel giorno dell’esordio nella nuova sede in Via D’Angio’. Alle prime ore dell’alba una parte di commercianti si è presentata nella storica sede di Corso Lenoci, ma l’intervento delle forze dell’ordine, ha evitato che gli stessi occupassero le postazioni che li ospitavano fino a sette giorni fa. Altri commercianti invece si sono presentati nella nuova sede, di questi molti hanno preferito non occupare i nuovi posteggi, per dar seguito allo stato di agitazione proclamato dai sindacati di categoria, che ritengono i nuovi spazi troppo piccoli e non adeguati alle condizioni di sicurezza, altri invece hanno desistito anche per via del maltempo, che ha allontanato molti consumatori dall’idea di visitare la nuova sede del mercato. In pochi hanno quindi occupato i nuovi spazi, molti altri invece si sono recati presso la sede municipale, per chiarire la situazione. Restano al momento lontane le posizioni espresse dall’amministrazione e dai commercianti, che proseguiranno lo stato di agitazione probabilmente anche la prossima settimana, quando si spera che almeno il tempo si dimostri clemente in una situazione già di per se difficile.

Attualità