Orta Nova, Forza Italia all’attacco dell’Amministrazione Tarantino: “Decisioni miopi un disastro per la città”

Una bandiera di Forza Italia

Sotto gli occhi di tutti i cittadini, è ormai la catastrofica situazione amministrativa in cui versa il Comune di Orta Nova. A partire della organizzazione interna, c’è da registrare una totale assenza di programmazione seria della macchina amministrativa: il continuo cambio di dirigenti presso l’ufficio tecnico, gare di appalto carenti di importanti zone come la villa comunale, relativamente alla manutenzione del verde pubblico e all’impianto elettrico, l’abbandono delle strutture socio-sanitarie mai entrate in funzione quali Asilo Nido, Centro “Dopo di Noi” di via Campania, Centro diurno anziani e disabili di Via Kennedy. Se queste mancanze possono far rilevare la leggerezza con cui l’attuale Amministrazione Comunale governa la nostra città, non è da sottovalutare il grave problema della gestione dei rifiuti solidi urbani, che con l’arrivo del caldo determinerà una vera e propria emergenza sanitaria per le strade della nostra città. Come mai l’amministrazione comunale non ha provveduto a bandire nuove gare per la gestione delle strutture socio-sanitarie abbandonate? Come mai non si è provveduto ad inserire nel bando del verde pubblico anche la imponente villa comunale intitolata a Federico II di Svevia? Come mai dopo aver affidato con lauta ricompensa, ad un tecnico esterno, l’organizzazione dello spostamento del mercato settimanale, ad oggi i commercianti vivono numerosi disagi per vedere affermati i loro diritti? La risposta la troviamo in quella leggerezza politico-amministrativa che ha caratterizzato fin da sempre il modus operandi del sindaco Tarantino e dei suoi più stretti collaboratori. Ad aggiungersi alla disorganizzazione ed all’assenza totale di programmazione è proprio la mancanza di peso politico all’esterno: l’Ufficio di Piano di Zona per ottenere i finanziamenti regionali per il funzionamento delle strutture socio-sanitarie e la SIA, oggi registrano una presenza poco proporzionata al peso politico e sociale che una comunità di circa 18.000 abitanti dovrebbe imporre, affinchè vengano onorati gli impegni e le prestazioni che sono un diritto e non un favore. Fino a quando il Sindaco e i suoi collaboratori, scelti minuziosamente da Gerardo Tarantino al momento delle candidature nel 2014, non si adopereranno per dare dignità e rispetto ad una comunità laboriosa ed importante nel comprensorio dei 5 Reali Siti, tutte le attività del Comune di Orta Nova rappresenteranno uno spreco di denaro pubblico con conseguente mediocrità nella erogazione dei servizi al cittadino. Molti sono stati gli spunti che Forza Italia Orta Nova negli anni addietro ha cercato di dare al Sindaco Tarantino affinchè in maniera costruttiva si fosse addrizzato il tiro, ma lo stesso Sindaco ed i suoi collaboratori, hanno preferito prendere delle decisioni miopi che oggi, a fine mandato, stanno risultando un disastro a catena. Ci auguriamo che almeno gli ultimi provvedimenti di questa amministrazione possano alleviare il dolore dei cittadini, dallo stallo politico e amministrativo che hanno dovuto subire per aver dato fiducia ad un Sindaco che prometteva l’abbassamento delle tasse ed il miglioramento delle condizioni della nostra città.

Comunicato stampa

Annunci
Politica

Orta Nova, Vece: “Perché la villa comunale non è stata inclusa nella gara della pubblica illuminazione? Con l’RSSA una vacca da mungere?”

Antonio Vece

In più di un’occasione ho ribadito che la villa comunale, alla pari della R.S.S.A., rappresenta una mucca da mungere per l’attuale amministrazione comunale.
E’ facile comprendere il perché nel momento in cui questa maggioranza ha deciso di dare in concessione la manutenzione della pubblica illuminazione per un periodo di 25 anni, sostenendo che l’impresa aggiudicatrice avrebbe provveduto alla riqualificazione di tutto l’impianto di illuminazione dell’intero paese. La domanda nasce spontanea: considerato che la ditta appaltatrice dovrà pagare l’energia elettrica consumata dall’impianto della villa comunale, perché dall’appalto sono stati esclusi i lavori di riqualificazione dell’impianto di illuminazione della stessa? Perché il comune deve accollarsi le spese per la progettazione e realizzazione del nuovo impianto di illuminazione nella villa comunale con i soldi del bilancio comunale? Per darsi una parziale risposta è sufficiente informarsi dei soggetti cui sono stati affidati gli incarichi di progettazione. Probabilmente speravano che la gara sarebbe stata aggiudicata da una società amica e quindi contavano di poterle far risparmiare dei lavori, naturalmente a danno della collettività. Colgo l’occasione per replicare il sindaco Tarantino circa il monologo in riferimento alla R.S.S.A..
Caro sindaco, ti ricordo che noi non abbiamo vinto un bel nulla visto che non abbiamo mai partecipato ad alcuna lotteria. Di contro abbiamo, sin dal dicembre 2015, liquidato profumatamente circa sessantamila euro a studi tecnici esterni per la progettazione della R.S.S.A. che ci è stata approvata solo nel 2018. Quindi, più che vincere, ritengo che abbiamo soltanto perso tempo e denaro ottenendo oggi, spendendo il massimo, quello che avremmo potuto ottenere a spese esigue nel 2015. Intendo non esprimermi sul completamento di Piazza Frasca in quanto stavolta mi hai meravigliato: sei riuscito a trasformare una vera e propria piazza in una veranda piena di sedute e fioriere vuote.

Comunicato stampa

Politica

Al via il Concorso musicale Giordano: ecco i trenta finalisti del Talent Voice

Gianni Cuciniello e Lorenzo Ciuffreda, foto di Roberto Volpicelli

Trenta giovani artisti hanno superato la fase di preselezione del Talent Voice – Premio Gino Sannoner della decima edizione del Concorso Nazionale Musicale “Umberto Giordano” e pertanto si esibiranno dal vivo il prossimo 10 maggio a Foggia davanti a Piero Pelù. Le preferenze giunte da casa, espresse tramite Whatsapp, e una Commissione tecnica  hanno decretato i nomi dei finalisti della sezione Canto moderno. Dal 19 al 30 aprile novantasei brani inviati dai candidati sono stati trasmessi da Radio Irene, partner dell’iniziativa, secondo un calendario prestabilito. Ora è tutto pronto per la manifestazione che si svolgerà dall’8 all’11 maggio e che coinvolgerà diverse centinaia di concorrenti che arriveranno nel Capoluogo dauno da molte regioni italiane, tanto che gli organizzatori sono stati costretti a procrastinare di una settimana il termine di presentazione delle domande. «È stata un’edizione molto “social” quella di quest’anno – dichiarano soddisfatti il direttore artistico Lorenzo Ciuffreda e Gianni Cuciniello, presidente del concorso – caratterizzata da circa 15mila like e oltre 10mila visualizzazioni su Facebook, a cui dobbiamo aggiungere i 10.210 voti arrivati via WhatsApp per la preselezione del Talent Voice e numeri altissimi in termini di ascolti che ha registrato la stessa Radio Irene. Anche quest’anno Foggia sarà “invasa” da centinaia di persone – aggiungono –  e il nostro contest rappresenterà di nuovo una bella vetrina per farla conoscere e per mettere in evidenza i talenti e le eccellenze del nostro territorio, con un indotto economico notevole per la stessa città». Partirà dunque già da una base di grande popolarità l’iniziativa organizzata dall’Associazione Musicale “Suoni del Sud” in collaborazione con il Comune di Foggia – Assessorato alla Cultura, la Fondazione Musicalia della Fondazione dei Monti Uniti di Foggia e la Fondazione Apulia Felix. Oltre a Pelù, presidente della giuria del Talent Voice, composta da giornalisti ed autorità, che assegnerà anche il Premio della Critica intitolato ad un grande  musicista, un altro notissimo artista, Ellade Bandini, valuterà nel pomeriggio del 9 maggio i candidati della sezione batteria. Altrettanto autorevoli gli esaminatori delle altre sezioni: Solisti, Musica d’insieme (l’8 e il 9 maggio mattina nell’Auditorium Santa Chiara), Orchestra e Coro (l’11 maggio al Teatro Giordano) che saranno giudicate da una Commissione tecnica prestigiosa composta da musicisti e concertisti di fama internazionale quali il violinista Francesco D’Orazio, il pianista Luigi Ceci, entrambi docenti del Conservatorio di Musica Niccolò Piccinni di Bari, e il famoso direttore d’orchestra e pianista Michele Marvulli. Al termine di ogni giornata saranno proclamati i vincitori e assegnati i riconoscimenti previsti. Diversi i premi previsti per ciascuna categoria e di particolare interesse è quello istituito quest’anno per i dodici vincitori della sezione Talent Voice – canto moderno che avranno la possibilità di incidere presso il Clab Studios di Foggia un brano, scelto dalla commissione, che farà parte del CD ufficiale del concorso. Questi nomi dei 30 finalisti del Talent Voice: Anniballo Cipriani Michela, Bonfitto Michele, Bucci Myriam Arcangela, Carella Serena, Cece Stefano, Chiaromonte Cristina, Civitavecchia Denise Pia, Cravero Ilaria, Cuciniello Alessia, D’Eliso Eleonora, Delli Carri Luca, Di Gregorio Roberta, Faramondi Savina, Favatá Ettore, Gatta Nair,  Graziani Fabio, La Daga Eleonora, Leone Veronica, Marseglia Anna Laura, Martino Ludovica, Mikyami, Onorato Rosangela, Peloso Pietro, Perta Teresa, Radicci Michele Claudio, Ruggieri Lucia, Ruggiero Damiano, Stampone Alberta, Vicciantuoni Anna, Tempesta Antonella. L’ingresso alle quattro giornate è libero ed è previsto dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15.30 alle ore 20. Solo per la giornata del 10 maggio, quando ci sarà Piero Pelù al Teatro Giordano, l’ingresso sarà regolato e si potrà accedere fino ad esaurimento posti, successivamente il personale addetto provvederà alla chiusura per ragioni di sicurezza.

Comunicato stampa

Musica

Orta Nova, delocalizzazione mercato, Attino: “Adottati tutti gli atti per il documento strategico del commercio”

L’Amministrazione Tarantino ribadisce la legittima adozione di tutti gli atti, necessari per la stesura finale del documento strategico del commercio, approvato in consiglio comunale (26.05.17) e, peraltro, mai impugnato. Ciò ha legittimato la scrivente amministrazione, supportata dai pareri favorevoli dei tecnici, a proseguire nel suo operato finalizzato alla delocalizzazione del mercato.

L’Amministrazione Comunale

Attualità

Orta Nova, il prossimo 17 Giugno il Premio Saverio Ladogana dedicato alla cultura e alla gastronomia

La cantina Sessanta Passi

Dopo il grande successo ottenuto alla 53° edizione di Vinitaly, Vittorio Feola, Presidente della Cantina – Agricola Ladogana, torna a far parlare di sé. “Al fine di promuovere la cultura della solidarietà e del gusto nel territorio dei Cinque Reali Siti, ho voluto ideare il “Primo Premio della Solidarietà e del Gusto Saverio Ladogana”; che si terrà presso l’Auditorium della Cantina delle Storie – Sessanta Passi, nella serata di domenica 17 giugno 2018. Nel corso della manifestazione, saranno premiati personaggi locali del mondo giornalistico, della cultura, della scuola, dello sport, della solidarietà e del volontariato in genere; ma anche scrittori ed artisti locali, pasticcieri e panificatori. L’idea è quella di raccontare semplicemente le eccellenze del territorio, attraverso la voce dei protagonisti. Non mancheranno naturalmente, spazi espositivi dedicati all’enogastronomia e all’accoglienza, al turismo, alle imprese locali, allo sport ed alle associazioni. Ad una giuria di esperti presieduta dal dott. Filippo Santigliano, Caporedattore della Gazzetta del Mezzogiorno di Capitanata, sarà invece affidato il compito non facile, di tributare per ciascuna sezione in gara; il riconoscimento speciale per gli obiettivi raggiunti sul territorio. Sarà poi assegnata la fascia di Ambasciatore del Gusto e della Solidarietà 2018; al fine di promuovere le eccellenze locali, oltre i confini ristretti dei Cinque Reali Siti. E, dal momento che questo Premio è giovane; abbiamo pensato per quest’anno, di premiare proprio un giovane. Il prestigioso riconoscimento, andrà perciò allo studente milanese Lorenzo Pianazza; che lo scorso febbraio si è distinto per il salvataggio eroico, di un bambino precipitato tra i binari della metro. Pur circondato da una folla di spettatori impassibili, di fronte al dramma che si stava consumando sotto i propri occhi; questo ragazzo ha preferito opporsi – invece – alla cultura dell’indifferenza, rischiando la sua vita per salvarne un’altra. Tantissimi – infine – gli ospiti della serata, la cui conduzione è affidata a: Micky De Finis, Editore e Giornalista e Massimo Beccia, Giornalista e Addetto Stampa.

Comunicato stampa

Cultura