“Io Non Mi Rifiuto”, I Volontari Della Misericordia Ripuliscono Le Aree Degradate

I volontari della Misericordia di Orta Nova

In un clima generale di preoccupazione per ciò che riguarda le tematiche ambientali, la Misericordia di Orta Nova propone un’iniziativa volta alla pulizia della città e alla sensibilizzazione sulle buone pratiche ecologiche. “Io non mi rifiuto” è l’ultima trovata della confraternita ortese che organizza quattro giornate (25 maggio, 29 giugno, 31 luglio, 31 agosto) durante le quale i volontari si adopereranno per ripulire delle aree urbane degradate e riconsegnarle alla collettività. Tutto ciò avverrà in un contesto in cui l’azienda consorziata che gestisce il ritiro e lo smaltimento dei rifiuti sta attraversando una crisi che verosimilmente la porterà al fallimento. “Siamo convinti che soprattutto in questo momento storico sia necessario risvegliare il senso civico dei cittadini – spiega il Governatore, Peppino Lopopolo – anche perché non basta individuare il capro espiatorio nella politica. Riteniamo che gli uomini e le donne di buona volontà debbano rimboccarsi le maniche per costruire con gesti concreti il cambiamento che vogliono vedere nella società, provando a dare il buon esempio soprattutto alle nuove generazioni”. Sulla scorta di queste considerazioni sarà fondamentale il coinvolgimento delle scuole del territorio. Durante le quattro giornate, infatti, avranno un ruolo da protagoniste le scolaresche del Primo Circolo Didattico e della Direzione Didattica del Secondo Circolo di Orta Nova. Oltre a scoprire i trucchi per differenziare correttamente i rifiuti, i ragazzi saranno coinvolti nell’animazione delle piazze riqualificate, in modo tale che le stesse possano finalmente considerarsi reinserite nel contesto sociale. Durante le date estive, poiché le scuole saranno chiuse, verranno coinvolti i partecipanti dell’annuale campo scuola “Anche io sono la Protezione Civile” organizzato sempre dalla Misericordia di Orta Nova. Questo appuntamento, volto all’educazione e alla formazione del buon cittadino di domani, si inserisce perfettamente all’interno delle finalità dell’evento “Io non mi rifiuto”. Al termine del campo scuola, quindi, i ragazzi osserveranno da vicino i volontari a lavoro e potranno capire quanto sia importante non sporcare l’ambiente. In ognuno dei quattro appuntamenti sarà riservato uno spazio ad alcune delle associazioni che si sono distinte negli ultimi anni sul territorio provinciale per ciò che riguarda la sensibilizzazione alle buone pratiche ambientali. La loro testimonianza sarà fondamentale per lasciare un messaggio costruttivo e di speranza agli scolari che presenzieranno. Tutto questo avverrà mentre i volontari della confraternita ortese saranno impegnati nella pulizia della zona circostante con gli opportuni accorgimenti igienici. “E’ importante coinvolgere le altre realtà associative del territorio perché soltanto attraverso la collaborazione si possono cambiare veramente le cose” – conclude il Governatore. “Con questa iniziativa vogliamo spiegare ai nostri concittadini che anche un piccolo gesto quotidiano di attenzione contribuisce alla costruzione di un mondo migliore. L’evento che proponiamo nasce dalla consapevolezza che le associazioni di volontariato, in situazioni emergenziali, debbano fornire il buon esempio e spendersi per le questioni sociali che interessano tutta la comunità”. La prima data del 25 maggio vedrà il coinvolgimento di Francesco Caravella, presidente dell’Associazione Capitanata Rifiuti Zero. Con la partecipazione della Parrocchia della BVM di Lourdes, la prima giornata avrà luogo dalle ore 9 del mattino presso il Parco “Martiri delle Foibe” di Orta Nova. Le aree individuate per le date successive saranno comunicate in seguito dai canali ufficiali della Misericordia.

Comunicato Stampa

Annunci
Sociale

Stornara, fermato malvivente dopo un inseguimento. Le immagini dell’accaduto

Scena da film tra le campagne di Cerignola: un uomo che fugge in auto, un elicottero e una “gazzella” dei Carabinieri che lo inseguono. Braccato dal cielo e dalla terra, abbandona l’auto e si rifugia in un’abitazione. Infine bloccato e assicurato alla giustizia. E’ accaduto nella serata di ieri tra Cerignola e Stornara, in manette Giuseppe Castriotta, 31 anni, di Orta Nova già noto alle forze dell’ordine. Risponderà dei reati di ricettazione e riciclaggio di autovetture rubate, resistenza a pubblico ufficiale e violazione di domicilio. Tutto ha avuto inizio quando da un velivolo del 6° Nucleo Elicotteri di Bari-Palese, con a bordo anche personale della Compagnia di Cerignola, i Carabinieri hanno avvistato tra la fitta vegetazione alcune autovetture. Avvicinatisi e posizionatisi proprio sopra le auto, i militari hanno allora visto darsi alla fuga un paio di persone, una delle quali a bordo di una Ford Galaxy. I Carabinieri hanno allora immediatamente allertato la Centrale Operativa, facendo convergere in zona un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile del NORM, per l’inseguimento da terra dell’autovettura. Di lì a pochi minuti, guidata dal personale in volo, che intanto stava tallonando il fuggitivo dall’alto, una “gazzella” lo ha agganciato, intimandogli inutilmente l’alt. L’uomo, invece, anziché arrestare la folle corsa, raggiunto il centro di Stornara ha tentato di far perdere le proprie tracce tra i vicoli, abbandonando poi all’improvviso l’auto per trovare rifugio all’interno di un’abitazione. Ma i militari, che sempre dall’alto avevano osservato ogni suo movimento, hanno subito potuto indicare al personale a terra il luogo dove si era nascosto il malfattore che, così raggiunto, dopo una breve colluttazione è stato bloccato e ammanettato. Ad operazione conclusa, tornati sul luogo dell’avvistamento, i sospetti degli uomini dell’Arma hanno trovato conferma. I militari hanno rinvenuto le carcasse di due autovetture, risultate poi provento di furto, una VW Golf intestata ad una società di leasing, e una Opel Corsa asportata a Martina Franca in quella stessa mattinata, oltre a tutta l’attrezzatura per lo smontaggio delle stesse auto e un apparecchio “jammer”, utile per inibire i sistemi di radiolocalizzazione. Castriotta, su disposizione del Pubblico Ministero, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, mentre proseguono ora le attività per individuare il complice.

Comunicato stampa

Cronaca

Chiusa la X Edizione del Concorso Nazionale Musicale Umberto Giordano, tutti i nomi dei vincitori

Orchestra Giovanile S. Pertini

Si è chiusa nel weekend con la premiazione dei vincitori delle sezioni “Solisti – Musica d’Insieme – Orchestra – Coro” la decima edizione del Concorso Nazionale Musicale “Umberto Giordano”. Un’edizione che ha visto per la prima volta, proprio in occasione dell’importante anniversario, lo svolgersi delle selezioni al Teatro Giordano di Foggia e che è stata caratterizzata più dalla elevata qualità artistica dei candidati che dai numeri, che si sono mantenuti comunque alti con 1.200 iscrizioni e migliaia di interazioni attraverso i social. Nella quattro giorni della manifestazione, partita l’8 maggio scorso all’Auditorium Santa Chiara, sono stati esaminati: 7 cori, 150 solisti, 7 orchestre, 20 ensemble, 7 band e 30 cantanti. “La preparazione musicale a Foggia e dintorni è di alto livello e mi è piaciuto anche il livello delle composizioni originali; mi auguro che in futuro il concorso possa calcare ancora di più la mano nell’incentivare le composizioni nuove. Per fortuna, qui a Foggia la materia non manca e questo è un contest ben organizzato”, ha detto Piero Pelù, presidente di giuria del Talent Voice. Al rocker era affidato il compito di scegliere – insieme ai giornalisti Sergio De Nicola e Loris Castriota Skanderbegh, all’art director di Radio Irene Nando Pagliara, al presidente del concorso Gianni Cuciniello (responsabile dell’associazione musicale “Suoni del Sud” organizzatrice dell’iniziativa) e al direttore artistico Lorenzo Ciuffreda – i vincitori del “Canto moderno – Premio Gino Sannoner”, che da dodici sono diventati quindici, comprendendo il Premio delle Critica “Ninni Maina”. Tutti loro incideranno presso il Clab Studios il cd prodotto dal concorso. “Non è stato facile selezionare nemmeno questi quindici nomi, perché in questi trenta c’era effettivamente un livello qualitativo sorprendente. Immagino che questo progetto sia destinato solamente a crescere in futuro ed è quello che vi auguro”, ha aggiunto Pelù, che ha generosamente donato consigli ai cantanti che si sono esibiti davanti a lui, non mancando di ringraziare gli organizzatori e la città per l’accoglienza. Complimenti per la riuscita dell’iniziativa sono giunti dall’assessore alla Cultura Anna Paola Giuliani, che ha rimarcato “quanta tenacia abbiano avuto i milleduecento iscritti al contest nel mettersi in gioco”, mentre chi non ha partecipato “ha perso un’occasione”, ricordando di intendere il talent come “uno dei traguardi che si tagliano in attesa di qualcosa di più importante”. Primo del gruppo degli “Over” è risultato Michele Bonfitto, che si è presentato con un suo brano inedito. Il premio della critica, intitolato all’indimeticato Ninni Maina, è stato consegnato dal figlio del grande musicista foggiano al duo Mikyami, composto da Michela Parisi e Ylenia Mangiacotti. Per gli “Under”, primo posto ex aequo per Lucia Ruggieri e Veronica Leone, mentre sono tre a dividersi il gradino più alto nella categoria “Giovani”: Pietro Peloso, Nair Gatta e Alberta Stampone.  Contento del livello dei “singolisti”, tra cui ben 43 batteristi in gara, anche Ellade Bandini, che ha presieduto la giuria di quella sezione. Primo posto per Alessandro Ranaldo (cat. Junior); Davide Montingelli (cat. A); Lorenzo Vitucci (cat. B); Giulio D’Urso (cat. C); Fabrizio Lamanna (cat. D); Nicola d’Auria (cat. D1); Fabio Conoscitore (cat.  D2) e Donatello Giorgio (cat. D3). Entusiasmo, gioia ed eccellenza sono gli elementi che hanno evidenziato nei loro commenti i componenti della Commissione “Classica” composta da musicisti e concertisti di fama internazionale quali il violinista Francesco D’Orazio, il pianista Luigi Ceci, entrambi docenti del Conservatorio di Musica Niccolò Piccinni di Bari, e il direttore d’orchestra e pianista Michele Marvulli. Oltre a rimarcare l’ottima organizzazione, i tre giudici hanno evidenziato “la particolare ricchezza artistica espressa dagli studenti delle scuole musicali in competizione”. I primi classificati sono:  Gabriele Lamparella (fisarmonica cat. D2); Niccolò Fiore (violino cat. Junior); Mattia  Fusillo (chitarra cat. A); Matti Di Liso (pianoforte cat. B); Silvio Beneventi (violino cat. C); Anna Chiara Di Chio (soprano cat. D1); Viviana Garbetta (marimba cat. D2), che ha ricevuto anche il Premio “Giuseppe Caputo” come migliore interpretazione solista. Più che soddisfatti gli organizzatori che – accogliendo il suggerimento di Pelù – annunciano importanti cambiamenti nel regolamento in modo da ampliare le categorie. “Sono occorsi sette mesi di impegno per preparare questa manifestazione – ricordano   Cuciniello e Ciuffreda – che necessita di una grande macchina organizzativa e ha avuto forte sostegno da parte delle istituzioni e dei privati, tra cui la Fondazione Musicalia della Fondazione dei Monti Uniti di Foggia e la Fondazione Apulia Felix, ma anche da tanti altri partner. E sono soprattutto questi sostenitori che vanno ringraziati per aver deciso di investire su Foggia e sulle sue potenzialità attraverso il nostro concorso. Non è facile fare dello spettacolo un’impresa vincente in quest’area della Puglia, creare delle opportunità per i giovani nel luogo in cui vivono, ma noi ci proviamo da dieci anni con tanta passione, supportati da piccole e grandi attività economiche lungimiranti, che apprezzano quanto facciamo per il nostro territorio”.

Coro La Corte dei Birichini, foto di Roberto Volpicelli

 

NOMI DEI VINCITORI DELLE ALTRE CATEGORIE

 

Sez. Orchestra

1 Posto cat. I Orchestra Giovanile S. Pertini Orta Nova, Orchestra Massari Galilei Bari, Orchestra G. Bovio Foggia;

2 Posto cat. I Orchestra U. Foscolo Foggia, Orchestra Perotto Manfredonia;

1 Posto cat. L Poerio Young Orchestra Foggia

Premio speciale della giuria Skart Dynamic Orchestra

 

Sez. Coro

1 posto cat. M Coro La corte dei Birichini Orta Nova, Coro Infanzia Gabelli Foggia

1 posto cat. N Coro IX circolo Manzoni Foggia, Coro Enarmonia Orta Nova,

2 posto cat. N Coro San Giovanni Bosco Foggia, Coro De Amici – Pio XII Foggia, Coro Gabelli Foggia

1 posto cat. O Coro Sandro Pertini Orta Nova

 

Sez. Musica d’Insieme

1 posto cat. F Ensemble Musichiamoci Orta Nova, cat. E Ensemble U. Foscolo, cat. G Quartetto Clarinetti G. Bovio, cat. H Ensemble Liceo Venosa

 

Sez. Talent Voice – Premio Gino Sannoner

 

Premio della Critica “Ninni Maina” Duo Mikyami (Parisi Michela – Mangiacotti Ylenia)

 

Cat. Under

1 Posto Ruggieri Lucia p.99 – Leone Veronica p.98

2 Posto Marseglia Annalaura P.94

 

Cat. Giovani

1 Posto Peloso Pietro P.99 – Gatta Nair P.98 – Stampone Alberta P.97

2 Posto Carella Serena P. 94 – Onorato Rosangela P.93 – di Gregorio Roberta P.92

 

Cat. Over

1 Posto Bonfitto Michele P.99

2 Posto Ruggiero Damiano P.94 – Graziani Fabio P. 93

3 Posto Cece Stefano P.84 – Radicci Michele P.83

Comunicato stampa

Musica