Crisi SIA, Trinitapoli e Cerignola di nuovo allo scontro, Di Feo: “Da Metta solo parole, SIA come un morto a cui si vogliono somministrare farmaci”

Annunci
Politica

Crisi SIA, insorgono i dipendenti: “Dai sindaci solo comunicati, ad oggi siamo senza stipendio”

Pagati gli stipendi ai lavoratori di Sia, a nostra insaputa! Ad oggi, 10 luglio 2018 nonostante i soliti annunci via social nessuna mensilità è stata corrisposta. Ma oltre al danno si aggiunge la beffa essendo stata attivata la procedura del “concordato preventivo in continuità”, le mensilità relative a maggio e giugno, oltre a quella aggiuntiva, non potranno essere erogate se non su disposizione del giudice che curerà la procedura stessa. In sostanza: si pensa dare “continuità” a Sia destinando risorse finanziarie a ditte esterne. Quattro riunioni in Prefettura, un’emergenza ambientale drammatica, non hanno sorbito alcun effetto: nove sindaci che giocano a colpi di comunicati e non affrontane il problema reale: quante risorse occorrono per garantire servizi. Che siano garantiti da Sia o da altra società pubblica, così come previsto negli svariati incontri collegiali, il problema rimane sempre lo stesso: occorrono più risorse. I sindaci sono disposti realmente garantirle? Perché solo così e non con le chiacchiere si garantisce il decoro della città e l’igiene urbana. Solo così si prevengono nuove emergenze ambientali. Solo così si salvano posti di lavoro e se ne garantiscono di nuovi. Se Sia non avrà disposizione immediatamente risorse sufficienti e se i comuni, quindi, non adegueranno i contratti di servizio e il loro rigoroso rispetto, nulla di ciò potrà essere garantito. Questa è la sola e unica prospettiva. Questa la sola e unica verità. È inaccettabile che alcuni comuni continuino ad affidare tutti servizi a ditte private, sottraendo risorse a Sia. È inaccettabile e illegale e non saranno certo le “ordinanze sindacali” a nascondere questa realtà. Non è un problema di 300 lavoratori è un problema che riguarda 150.000 cittadini.

Comunicato stampa

Attualità

L’Orta Nova che Vorrei il 19 Luglio nel Piazzale Gesuitico per ricordare Vittorio Arrigoni

Spesso ci sono guerre silenziose che non ci fanno vedere o che non vogliamo vedere, ma che allo stesso tempo continuano a procurare vittime, stragi ed eccidi. Ed è proprio lo storico conflitto tra Israele e Palestina che continua imperterrito a mietere spargimenti di sangue nonostante i media si interessino di altro. Proprio per questo motivo l’associazione di promozione sociale, l’Orta Nova che vorrei in collaborazione con il gruppo musicale “Clan Banlieue”, ha progettato per il 19 luglio una serata di sensibilizzazione culturale su quello che sta accadendo in Palestina. La serata avrà inizio alle 19,30 ad Orta Nova presso la Piazza ex Gesuitico dove si alterneranno interventi musicali e culturali. Tra gli interventi musicali ci saranno gli “Irec”, i “Vivo da Re” e infine il “Clan Banlieue”. Negli interventi culturali sono previsti interventi da parte di Sonia Ladogana e Stefano Corsi, attori teatrali che per l’occasione leggeranno alcuni passi di alcuni articoli di Vittorio Arrigoni; di giornalisti che potranno raccontare la loro esperienza a Gerusalemme; e infine di Egidia Beretta, mamma di Vittorio Arrigoni (giornalista ucciso in Palestina) che per l’occasione presenterà il suo libro “Il viaggio di Vittorio”. Abbiamo deciso di organizzare questo evento per far capire che non bisogna voltare lo sguardo dall’altra parte; per far capire che siamo chiamati non ad essere notai della storia, ma ad intervenire costantemente su quello che continuamente accade nel mondo. Anche se alcuni eventi possono sembrarci lontani, non possiamo rimanere indifferenti di fronte alla violenza e ai soprusi che spesso tentano di nascondere. E’ proprio per questo motivo che nella serata ricorderemo Vittorio Arrigoni, ragazzo, giornalista, pacifista, che per i suoi ideali, tra i quali quello di voler vedere un mondo più giusto, ha deciso di sacrificare la sua vita non ponendosi il problema se le angherie nei confronti di un popolo fossero distanti dal proprio Paese. Proprio per questo…
Per Vik Arrigoni e per la Palestina non rimaniamo indifferenti, restiamo umani!

Comunicato stampa

Cultura

Stornara si prepara al concerto di Fabri Fibra, da oggi in comune info per gli operatori commerciali

Nell’ambito della serata che vedrà l’esibizione del noto rapper, l’organizzazione dell’evento mette a disposizione degli operatori commerciali interessati un punto di informazione ed orientamento allestito presso la sede comunale. Apposito personale accoglierà gli operatori dalle ore 09.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00 per fornire informazioni sulle aree messe a disposizione per la installazione degli stand e per la loro registrazione e consegna del pass. Le aree individuate fanno parte del piano generale degli spazi e la mancata registrazione non consentirà l’effettuazione della vendita.
Info: 3926997685

Comunicato stampa

Eventi