Questa mattina il TG2 ha intervistato l’autista ortese del Tir coinvolto nel tragico incidente avvenuto ieri nei pressi di Lesina, che è costato la vita a dodici braccianti di colore. Rocco Abate, raggiunto nella sua abitazione dalla troupe del Tg2, ha ricostruito la dinamica dell’incidente, chiarendo come non abbia potuto fare nulla per evitare l’impatto, dal momento che il furgone con i migranti avrebbe invaso la corsia opposta. Abate ha riportato ferite alle braccia ed alle gambe, giudicate guaribili nel giro di qualche settimana. “Ho avuto paura di non farcela – ha raccontato l’autista nell’intervista – temevo che la cabina prendesse fuoco, ma sono riuscito ad uscire grazie all’aiuto di un agricoltore intervenuto qualche minuto dopo, mi dispiace per quelle persone ma non ho potuto fare nulla“. Nel frattempo in queste ore il premier Giuseppe Conte ed il Ministro dell’interno Matteo Salvini sono in visita a Foggia per tracciare la linea da seguire nella lotta al caporalato. Nelle intenzioni del governo infatti c’è la volontà di capire se ci sia un collegamento tra l’attività dei caporali di colore e la criminalità organizzata, il vero nodo da sciogliere per poter combattere un triste fenomeno che ha fatto registrare sedici morti in meno di quarantotto ore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...