Nasce lo Sporting Donia, fusione tra Sporting Ordona e Atletico Orta Nova, Grieco il nuovo presidente: “Giocheremo a Cerignola in attesa di tornare nella nostra casa ad Orta Nova”

Unire le forze per dar vita ad un nuovo ed importante progetto, con questo spirito lo Sporting Ordona del presidente Mariano Tarantino e l’Atletico Orta Nova del presidente Devis Grieco, hanno dato vita allo Sporting Donia, che nella stagione sportiva 2018-19 affronterà il campionato regionale di Promozione nel Girone A. Il progetto sarà caratterizzato dalla volontà di continuare ad investire nella città di Orta Nova, resteranno infatti invariati i colori sociali, con il bianco e l’azzurro che caratterizzano l’impegno sportivo anche nella prossima stagione, pressoché invariato anche lo stemma sociale, con il simbolo della città di Orta Nova in bella mostra tra i colori ufficiali. Il nuovo presidente sarà Devis Grieco, mentre Mariano Tarantino sarà il Direttore Generale della nuova società. Nelle prossime ore saranno ufficializzati staff tecnico ed organico, con buona parte dei calciatori provenienti da Sporting ed Atletico che sono già al lavoro per preparare al meglio la nuova stagione. Il progetto prosegue il lavoro iniziato a Carapelle, proseguito poi ad Ordona e successivamente ad Orta Nova, ma lo Sporting sarà costretto quest’anno a disputare le gare casalinghe presso il Campo Sportivo Cianci di Cerignola, che ha accolto la nuova società a braccia aperte. Discorso diverso nel territorio dei Reali Siti, con il Comune di Ordona che non ha concesso la struttura senza alcuna motivazione, e con il Fanelli di Orta Nova in attesa dei lavori promessi dall’amministrazione ortese. Le condizioni del campo di gioco non permetteranno infatti allo Sporting Donia di giocare ad Orta Nova, dove però la società sarà lieta di tornare appena sarà possibile. Ai tifosi ortesi infine l’invito di continuare ad accompagnare la nostra società: “Siamo sicuri che i nostri tifosi continueranno a seguirci nonostante la distanza – ha commentato il presidente Griecodifenderemo i colori biancoazzurri in giro per la Puglia, in attesa di poter tornare nella nostra casa“. Ad Orta Nova si disputeranno infine le gare della formazione Juniores.

Annunci

Lotta al caporalato, fermato furgone ed arrestati due migranti nelle campagne di Orta Nova


Prosegue in autonomia da parte delle Compagnie, dopo il servizio coordinato disposto dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Foggia, la caccia ai furgoni dei “caporali”. Lo scenario è sempre lo stesso: un furgone Ford Transit, con i sedili sostituiti da panche per aumentarne la capienza, stipato di migranti che all’imbrunire fa ritorno verso Borgo Mezzanone dopo una giornata di lavoro nei campi. Questa volta è toccato ai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del NORM della Compagnia di Cerignola intercettarlo lungo la SP77, la strada provinciale che da Cerignola porta a Manfredonia, e che per i migranti è la via del rientro a Borgo Mezzanone. I militari, notato da lontano il mezzo sovraccarico di persone, hanno intimato l’alt. L’autista, invece di arrestare la marcia, come spesso accade in questi casi ha accelerato l’andatura, svoltando proprio verso Borgo Mezzanone, e poi ancora verso Orta Nova, innescando un pericoloso inseguimento durato oltre 10 chilometri. Improvvisamente, avendo capito di non poter sfuggire, il mezzo si è arrestato e tutti gli occupanti si sono fati alla fuga a piedi per le campagne circostanti. I due Carabinieri della pattuglia, nell’impossibilità di poter rincorrere tutti, si sono concentrati sui due che erano seduti nei posti anteriori, individuati quindi come possibili “caporali”, riuscendo a raggiungerli e a bloccarli, ma sono al termine di una breve colluttazione. I due uomini, un trentenne del Gambia e un trentaseienne del Mali, entrambi senza fissa dimora sul suolo nazionale, anche se di fatto domiciliati nell’area dell’ex aeroporto, sono stati tratti in arresto per resistenza a pubblico ufficiale. Uno dei due, l’autista del mezzo, è risultato sprovvisto di patente di guida, mentre il furgone era privo di copertura assicurativa e delle condizioni minime di sicurezza, attese le modifiche effettuate all’interno del cassone. I due, su disposizione del P.M. di turno, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Foggia, misura poi confermata dal Giudice competente a seguito della convalida dell’arresto. Sono ora in corso ulteriori accertamenti al fine di risalire a loro eventuali responsabilità per tutto ciò che concerne il reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro.

Comunicato stampa

La Misericordia di Orta Nova apre nuovamente al Servizio Civile, il Governatore Lopopolo: “Occasione per far avvicinare i giovani al volontariato”

La Misericordia di Orta Nova anche quest’anno avrà l’onere e l’onore di far partire ben quattro progetti del Servizio Civile Universale attivati nel bando nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Delle 28.967 posizioni aperte su scala nazionale, la confraternita ortese potrà contare su 16 nuovi volontari per quattro progetti specifici su altrettanti ambiti di intervento. “Con i progetti attivati quest’anno” – spiega il Governatore, Peppino Lopopolo – “la Misericordia allarga il target dei fruitori dei servizi, strizzando l’occhio ai ragazzi e ai più giovani che sono il futuro della nostra società. Oltre alle 16 posizioni di questo bando, Misericordia può contare anche sull’operato di altri 4 volontari di Garanzia Giovani che andranno a formare così un vero e proprio esercito della beneficenza”. Confermato anche per il 2018 il progetto “Accompagnamento e Comunità” che prevede l’assistenza domiciliare per anziani attraverso il trasporto ordinario, il supporto di segretariato sociale e l’accompagnamento in attività quotidiane. Questo progetto, che coinvolgerà 4 volontari, prevede anche il supporto al servizio di banco alimentare e distribuzione di beni ai meno abbienti, con il trasporto in emergenza e la partecipazione dei beneficiari agli eventi di animazione locale. Per quanto riguarda il settore dell’educazione e della promozione culturale, è stato approvato un nuovo progetto che trasformerà la sede di Via Puglie in un vero e proprio centro di aggregazione per bambini, giovani ed anziani. Si chiama “Comunità resiliente 2018” ed è la progettualità che prevede un’accoglienza e un inserimento all’interno della struttura organizzativa dell’associazione dei giovani attraverso attività ludico-creative e attraverso un accompagnamento e aiuto scolastico.
Per dare risposta ad una necessità del territorio di riferimento è stato attivato il progetto “Prevenzione e Protezione 2018” che si occuperà di potenziare il presidio di protezione civile sul territorio, aggiungendo personale volontario che si occuperà di diffondere buone pratiche civiche e promuovere un nuovo stile di vita eco compatibile. L’ultimo progetto è quello del “Soccorso amico 2018” che darà un contenitore formale ad un ambito di intervento caratteristico della confraternita ortese che da 25 anni si occupa di trasporti sociali nel territorio dei Cinque Reali Siti. Il servizio sarà a disposizione di anziani e degenti che avranno una linea fissa da chiamare per avere un trasporto sanitario ordinario e un trasporto sanitario d’emergenza. “La Misericordia di Orta Nova è stata una dei primi enti in Italia ad attivare progetti di Servizio Civile, una buona tradizione che si ripete quasi ogni anno dal 2002 ad oggi” – afferma il Governatore, Peppino Lopopolo. “Per noi si tratta di un’occasione imperdibile per far innamorare i volontari della nostra associazione e per diffondere la cultura del volontariato in un contesto che richiede da un lato la buona volontà dei ragazzi e dall’altro il loro inserimento lavorativo”. La durata del servizio è di 12 mesi. Possono partecipare giovani che, alla data della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età. La domanda per partecipare deve essere inoltrata alla Misericordia entro il 28 settembre alle ore 18. La confraternita ortese, tramite i propri canali di comunicazione, renderà noti i passaggi burocratici presentare formalmente la domanda. L’ufficio di segretariato sociale resta a disposizione per qualsiasi consulenza e consiglio sullo svolgimento della pratica.

Comunicato Stampa