Le polemiche che stanno viaggiando sui social sui tagli al bilancio del Comune di Stornara sui libri di testo per gli studenti delle scuole elementari sono del tutto fuori luogo e prive di ogni senso. Ritengo, pertanto, opportuno fare qualche precisazione. La Corte di Appello di Bari con sentenza n. 1857/2015 del 20/10/2015 in merito all’appello proposto dal Comune di Stornara nei confronti della famiglia Petroni, ha condannato l’Ente a pagare agli eredi Petroni più di 5 MILIONI DI EURO. In virtù di tale sentenza il Consiglio Comunale con la deliberazione n. 3 del 10/01/2017 ha proceduto all’adozione del piano riequilibrio finanziario pluriennale 2016/2025, nelle more dell’approvazione del piano da parte della Corte dei Conti, scongiurando così la dichiarazione di dissesto, che avrebbe avuto ripercussioni sull’economia intera della città e consentendo il pagamento in dieci anni di quanto stabilito in sentenza agli eredi Petroni. Nel corso del 2018 il Comune di Stornara ha avviato con gli eredi Petroni una trattativa al fine di giungere ad un accordo transattivo. L’accordo transattivo è stato concluso solo nel mese di luglio 2018 ed ha previsto una sensibile riduzione del debito del Comune nei confronti dei Petroni da € 5.100.000,00 a € 4.200.000,00 quindi con un risparmio per le casse comunali e quindi per i cittadini di € 900.000,00. Il Comune ha dovuto pagare una prima tranche di € 700.000,00 a fine luglio ed € 300.000,00 saranno versati entro la fine del mese di settembre, lasciando così al Comune nessuna possibilità di impegno di spesa anche su questioni importanti come i libri di testo e la mensa scolastica. Nel mese di giugno tutto questo non era ancora prevedibile in quanto era in piena contrattazione la transazione con gli stessi eredi Petroni. A ciò dobbiamo aggiungere la questione rifiuti. Nel mese di agosto, quindi in piena estate, questa Amministrazione ha sottoscritto dinanzi a S.E. il Prefetto di Foggia e a tutte le sigle sindacali un accordo che ha previsto l’obbligo per tutti i comuni del Consorzio di pagare con cadenza mensile € 39.000,00. La mancata corresponsione di tale pagamento non consentirebbe all’azienda Sia di effettuare il servizio di raccolta dei rifiuti con le ragionevoli conseguenze del caso. La questione Petroni e la questione SIA rappresentano problematiche non appartenenti solo all’amministrazione comunale ma a tutti gli uomini e le donne di Stornara. La vicenda Petroni certamente non è stata causata da questa amministrazione ma ereditata dalle precedenti e che questa Amministrazione con coraggio e senso di responsabilità ha affrontato segnando una svolta di fondo nella sua storia. Il dissesto finora scongiurato grazie all’adozione del piano riequilibrio finanziario pluriennale imposto dalla sentenza Petroni prevede una serie di sostanziali limitazioni in termini di spesa corrente e il Comune si è visto obbligato a tagliare i fondi per i libri di testo, la mensa scolastica, le colonie per gli anziani ed i bambini, ecc….. Pertanto le cedole per i libri gratuiti per gli alunni delle scuole elementari saranno garantite solo alle famiglie in difficoltà, su presentazione del reddito ISEE e in base a determinate fasce. Per i libri di testo delle elementari la spesa va da 22 euro a 48 euro. Stiamo lavorando per trovare una soluzione a questo problema e garantire la copertura della spesa per i prossimi anni. Inoltre quando la Corte dei Conti si pronuncerà sul piano di riequilibrio finanziario, avremo maggiori certezze e potremo valutare meglio come muoverci. Le polemiche ed il chiacchiericcio da bar certamente non agevolano la risoluzione dei problemi. Gli eventi e le manifestazioni di pubblico spettacolo organizzati nell’ambito del Festival Rap, che in questi anni hanno caratterizzato positivamente tutta la nostra comunità sono progetti finanziati con risorse regionali e degli sponsor. Faccio appello a buon senso e responsabilità di tutti i cittadini per il bene del nostro paese. Con il popolo, per il popolo, del popolo !!!

Comunicato stampa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...