Dopo il successo della prima edizione del corso di filosofia popolare, anche quest’anno abbiamo deciso di dare vita alla seconda edizione che vedrà al centro una nuova tematica. Infatti se nella prima edizione abbiamo cercato di rispondere al grande quesito: cos’è la filosofia? Tentando di evidenziarne le diverse sfaccettature, attraverso i vari relatori che vi sono succeduti, quest’anno cercheremo di porre al centro il rapporto tra la filosofia e le altre discipline. Proveremo a partire da uno dei miti più noti nel corso della letteratura greca ovvero “Il mito di Prometeo”. Secondo il mito, Prometeo, fu colui che sfidando gli dei, ma in particolar modo Zeus, decise di rubare il fuoco per regalarlo agli uomini donandogli un’autonomia che porterà gli stessi uomini a non avere più bisogno degli dei ma che gli consentirà la costruzione di un mondo diverso; a causa del suo gesto di ribellione, Prometeo verrà punito severamente dallo stesso Zeus. Che cosa può significare al giorno d’oggi la rivoluzione prometeica? Che tipo di analisi si possono sviscerare attraverso questa storia? Attraverso una disamina filosofica, cercheremo di portare avanti un viaggio da Prometeo fino ad oggi per comprenderne la sua importanza. Il mito oltre che essere importante dal punto di vista letterario, investe altre tematiche, altrettanto importanti, come il concetto di rivoluzione, la questione della tecnica e del suo rapporto con l’uomo, la passione e il linguaggio poetico. Il corso di filosofia popolare è un tentativo attraverso cui cerchiamo di rendere popolare la filosofia; proviamo a liberarla da quell’immagine accademica dentro cui è imprigionata. Da una parte questo significa facilitarne la comprensione; dall’altra parte significa sottolineare come la filosofia abbia a che fare con i problemi della nostra quotidianità e non sia solo una materia astratta. Infatti essa, la filosofia, nasce dalla e per la quotidianità, è una visione del mondo, una postura esistenziale, un tentativo di porre domande e cercare risposte. In virtù di questo il corso partirà a gennaio e si articolerà in 9 lezioni nelle quali si tratteranno diversi argomenti (la rivoluzione, la poesia, la tecnica, il lavoro, il principio di responsabilità, ecc.), più la serata finale in cui verrà invitato un ospite d’onore, e verranno consegnati gli attestati di partecipazione agli iscritti che potranno valere come punto di credito all’interno delle scuole secondarie. Per poter aderire all’iniziativa o ricevere maggiori informazioni basta contattare i seguenti recapiti:
Dott. Francesco Grillo: 320 4122 893
Dott. Pierluigi Bellotti: 327 2589 156
Prof. Gianluca Di Giovine: 329 5411 841

Pagina Facebook: L’Orta Nova che vorrei

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...