La TARI è finalmente arrivata, dopo tanta attesa i cittadini di Orta Nova in queste ore si vedono recapitare la tassa sui rifiuti, ma con una sgradita sorpresa. Le tariffe, come ormai risaputo, risultano confermate rispetto al 2017, quando furono praticamente raddoppiate, ma la sorpresa più amara è costituita dal fatto che la prima delle tre rate risulta già scaduta. Il comune ha infatti pensato di rateizzare l’importo in tre rate, ma la prima risulta già scaduta da due settimane. Sugli avvisi di pagamento infatti sono riportate le scadenze del 16 Settembre, del 16 Ottobre e del 16 Dicembre, una situazione paradossale che si aggiunge ai tanti disservizi registrati in estate, con i rifiuti rimasti a lungo per strada, e con la stessa amministrazione che nel frattempo invitava i cittadini a trattenere in casa i rifiuti, vista l’impossibilità di poterli raccogliere a causa della crisi della SIA. I cittadini intanto sui social scatenano tutta la propria rabbia, contestando il rischio che possa essere applicata anche la mora, visto il ritardo con la quale gli stessi pagheranno la prima rata. La TARI 2018 conferma così la confusione registrata negli ultimi anni in merito alla raccolta dei rifiuti, con il comune, che in una situazione già di per se difficile, ha manifestato a più riprese una gestione poco chiara del servizio di raccolta e gestione dei rifiuti.

Annunci

4 comments

  1. Per Paolo ;
    Vabbe voi e meglio che state zitti, perché a voi non ci vuole il ghiaccio, ma bensì un congelatore !!!

  2. Per Franco: sei contento a pagare la super-tari come nel 2017???? si vede che hai il cervello congelato nella m**da….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...