Orta Nova, Nicola Maffione segretario cittadino della Lega

Ringrazio i vertici della Lega-Salvini Premier, in primis il Segretario Provinciale Daniele Cusmai, per avermi conferito l’incarico di Segretario della sezione della città di Orta Nova. Un compito che mi appresto ad affrontare con entusiasmo, impegno e dedizione. Nel nuovo scenario politico scelgo di stare con la forza politica che, a mio avviso, coglie ed interpreta al meglio le istanze del popolo lungi dal rappresentare interessi delle élites, lobbies, eurocrati, banchieri ed affaristi di ogni genere. In vista delle elezioni amministrative del 2019 ad Orta Nova, la Lega sarà aperta al dialogo con altre forze politiche e civiche compatibili, all’insegna di un confronto impostato sul terreno della pari dignità e senza posizioni precostituite, nella direzione di un radicale rinnovamento che riguardi sia le liste di candidati sia le modalità di fare politica, il tutto nell’esclusivo interesse della comunità Ortese.

Comunicato stampa

Annunci
Politica

Orta Nova, il consigliere Vece torna ad attaccare Forza Italia: “Solo ipocrisia, Di Stasio e Iorio hanno usato lo stesso metodo per i fondi dell’eolico”

Difficilmente, da quando mi occupo di politica, spendo tempo ed energia per replicare a comunicati stampa più di una volta. In questa circostanza sono costretto a farlo in quanto chi mi contraddice è il partito di Forza Italia Orta Nova, un partito che al momento è rappresentato da una accozzaglia di delusi dal punto di vista politico e incapaci dal punto di vista politico-amministrativo nonostante al suo interno ci siano esponenti che hanno ricoperto la carica di consigliere comunale da oltre un decennio. Per non parlare di tecnici e professionisti, incapaci di sostenere un confronto politico. Ciononostante, FI ha la presunzione di offendermi sostenendo che al sottoscritto “urge doposcuola” in quanto avrebbe replicato al comunicato stampa del vicecommissario Nicola Di Stasio senza essersi “asetticamente documentato”. A mio parere, non ho commesso alcuna “marachella”. Al contrario FI ha commesso un grossissimo errore, sottovalutando le mie capacità politico-amministrative. Infatti, FI attraverso comunicati stampa ipocriti e fasulli, cerca solo di abbindolare la comunità dei cittadini ortesi col solo fine di strappare qualche consenso. Tornando ai fatti, sono sempre più convinto che i componenti forzisti Di Stasio e Iorio abbiano attuato le stesse procedure di anticipazione sui fondi eolici. Infatti in riferimento alla convenzione stipulata in data 30-03-2007, l’art. 3 “Corrispettivo al comune” recita: “Proprio questo è il punto che FI utilizza per giustificare il comportamento degli ex consiglieri Di Stasio e Iorio. Caro scrittore o sapientone di FI, i sopra nominati Di Stasio e Iorio hanno chiesto somme anticipate per € 227.125,00 visto che l’ultimo bonifico ricevuto risale al 07.05.2010. Il mandato di quella amministrazione si concluse nl maggio del 2011. Con determina n.131 del 19.05.2011, la Regione Puglia Servizio Energia ha rilasciato l’Autorizzazione Unica alla realizzazione ed esercizio di un impianto eolico di 21 aerogeneratori della potenza complessiva di 57,75 MW (di seguito chiamato il Parco eolico).
QUINDI, SOLO DOPO IL 19.05.2011, TALI SOMME POTEVANO ESSERE RICHIESTE. Praticamente, gli ex consiglieri, con l’intera amministrazione di appartenenza, hanno sottratto somme per € 227.125,00 all’amministrazione che nel 2011 è subentrata a quella degli stessi, cioè all’amministrazione Calvio. Qualcuno nota qualche analogia con il comportamento politicamente scorretto di Tarantino?
Come sono state spese quelle somme? Di certo non per il PRIE, come da voi asserito, perché quel contributo è già richiesto al punto b. Chi ha bisogno di urgenti lezioni di doposcuola? Chi deve valutare gli atti con serenità? Certamente non il sottoscritto, ma voi. Asini, asini, asini! In queste condizioni vi proponete come possibili prossimi amministratori? Vergognatevi. Se non siete ancora convinti, scegliete data e ora, vi propongo un pubblico confronto in piazza Nenni, documenti alla mano.

Comunicato stampa

Politica