Orta Nova, furto di oleandri in Via Ordona. Il sindaco Tarantino: “Vergognatevi!”

In qualità di Sindaco non posso non esprimere tutto il mio rammarico e la mia rabbia per il grave furto di una decina di oleandri, da poco piantumati, sull’uscita cittadina verso Ordona. É da alcune settimane che stiamo intervenendo sistematicamente per migliorare la qualità urbana e il decoro di Orta Nova, tuttavia, spesso dobbiamo scontarci con l’inciviltà o l’incuria di alcuni, pochissimi, concittadini che offendono la cosa pubblica in modo del tutto gratuito e disinteressato. VERGOGNATEVI!!! Faccio leva quindi sul buon senso e sul controllo della parte sana, la stragrande maggioranza, di tutti voi per controllare quanto di bello si sta realizzando.

Comunicato stampa

Annunci

Tre arresti per ricettazione e riciclaggio di mezzi rubati, uno residente a Orta Nova

Ancora furgoni rubati finiti nella rete dello smercio degli autoricambi a Cerignola, e ancora tre arresti operati dai Carabinieri della Stazione di Cerignola. Si tratta di CORTESE GIUSEPPE, cl. ’84, pregiudicato cerignolano, NITÀ VICTOR CATALIN, cl. ’90, pregiudicato di origini rumene ma da tempo residente ad Orta Nova, e CONDREA IVAN, cl. ’90, incensurato di origini moldave. Durante i consueti servizi di pattugliamento del territorio cittadino i Carabinieri si sono incuriositi per un sospetto viavai di persone all’interno di una autodemolizione. Avendo quindi intuito che vi potessero essere dei motivi di natura poco lecita, dopo aver chiamato rinforzi ed aver circondato il recinto dell’autodemolizione, vi hanno fatto irruzione e, nonostante un appena accennato tentativo di fuga dei soggetti sospetti, sono immediatamente riusciti a bloccarli. I tre stavano armeggiando su due furgoni, già parzialmente smontati. Gli immediati accertamenti dei Carabinieri hanno permesso di stabilire che i due mezzi erano stati rubati nei giorni precedenti a Grumo Appula e a Modugno, nell’hinterland barese, e per tale ragione sono stati recuperati e restituiti ai legittimi proprietari, che avevano ormai perso ogni speranza di recuperarli. I tre soggetti, invece, sono stati tratti in arresto per ricettazione e riciclaggio in concorso e rinchiusi nel carcere di Foggia. A seguito dell’udienza di convalida dell’arresto, tutti e tre sono stati sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

Comunicato stampa

Orta Nova, Stazione di servizio Novelli assaltata da rapinatori, quarta volta in un anno

Ancora un tentativo di furto presso la stazione di servizio Novelli sulla SS16. La notte scorsa intorno alle 4:00 alcuni malviventi hanno tentato una rapina con la tecnica della spaccata, ma quando l’auto ha infranto i vetri della struttura il sistema di allarme ha messo in fuga i malviventi. Si tratta del quarto assalto nel giro di un anno, un vero e proprio obiettivo fisso per la struttura, per la quale i titolari hanno più volte chiesto alle istituzioni un maggior controllo del territorio.

Orta Nova, VIDEO il consigliere Annese accusa l’amministrazione di “violenza per mancanza di trasparenza”, la replica: “Annese Vergonati”

Botta e risposta tra l’amministrazione comunale di Orta Nova ed il consigliere di opposizione Lorenzo Annese durante l’ultimo consiglio. All’accusa di Annese, documentata nel video, è seguito il comunicato dell’amministrazione riportato di seguito.

“VIOLATO IN EGUAL MODO, ANNESE VERGOGNATI!!!
Ieri si é ricordata la giornata internazionalecontro la violenza sulle donne istituita dall’ONU nel 1999.
Anche noi come Amministrazione abbiamo cercato di ricordare degnamente le vittime di violenza, donne e bambini, attraverso piccoli ma significativi gesti tra cui una campagna di sensibilizzazione promossa sui social network e l’adesione all’iniziativa del POSTO OCCUPATO che, durante il Consiglio Comunale di venerdì scorso, è stata, in un breve intervento, descritta al fine di facilitare a tutti la comprensione di quella sedia così adornata e di cosa significhi violenza domestica e cosa comporti per donne e bambini le cui vite vengono ingiustamente e arbitrariamente spezzate dalle mani di un carnefice, che altro non sarebbe dovuto essere che il compagno di una vita e un padre amorevole. Ovviamente data l’importanza del messaggio che si voleva trasmettere e le finalità morali e pedagogiche che si sono cercate di perseguire con i post sulla violenza di Facebook, si è coinvolta in questa azione anche la minoranza, che presente in aula consiliare sembrava essere solidale e aver di buon grado apprezzato e condiviso l’iniziativa.
Che cosa succede alla fine di questo momento così importante e pregnante di significato?
Succede che il consigliere Annese, con le sue solite manie di protagonismo,ha questa volta davvero toccato il fondo: con l’eleganza e la gentilezza propri di un elefante in un negozio di cristalli pregiati, in modo sprezzante, del tutto cinico e commmiserevole, si è permesso di paragonarsi a donne e bambini vittime di violenza, donne e bambini alienati e uccisi moralmente e psicologicamente, fino anche all’uccisione fisica vera e propria, per il solo fatto di aver ricevuto in ritardo atti che, a suo dire, gli permetterebbero di esercitare meglio il suo diritto di consigliere comunale!
ABERRANTE!!!! CARTACCIA ALLA PARI DI ESSERI UMANI, un diritto civile seppur importante, paragonato ALLA PRIVAZIONE INGIUSTA E INCOLPEVOLE DEL DIRITTO PIÙ IMPORTANTE, LA VITA!!!!
Che vergogna, come si fa a poter professare simili ingiurie? Come si fa a poter pensare di poter essere violentato in ugual modo a donne e bambini umiliati, vessati, picchiati, strangolati, bruciati vivi?! Che vergogna e che indignazione!!!
Se questo è l’uomo che pensa di poter rappresentare una comunità, se questo uomo può ritenersi un valido esempio, tanto da diventare il primo cittadino, il sindaco di tutti, beh siamo davvero all’epilogo di quella che dovrebbe essere o almeno assomigliare ad una società civile.
VERGOGNA!!!SEMPLICEMENTE VERGOGNA!!! “

Calcio, Montemorra riprende il San Marco nel finale, pari per lo Sporting Donia nel big match, sesta vittoria consecutiva per lo Stornarella in Prima Categoria

Alessandro Montemorra dopo il gol

Una rete di Alessandro Montemorra regala allo Sporting Donia in pieno recupero, un preziosissimo pari nel big match del Cianci contro la capolista San Marco. I biancoazzurri di Mr. Menga riacciuffano il pareggio a tempo scaduto, grazie ad un calcio di punizione trasformato dallo specialista foggiano, in una gara molto tesa, con i garganici in vantaggio nel primo tempo, grazie ad un calcio di rigore realizzato dal solito Lorenzo Salerno, per l’atterramento in area di Diego Quitadamo, sul ribaltamento di fronte a seguito di una azione in cui il Sig. Antonio Spera della sezione di Barletta, non concedeva un netto calcio di rigore per un evidente tocco di braccio in area commesso da Paolo Augelli. Un punto che lascia invariate le distanze dalla capolista, ma con lo Sporting ora quarto, superato dal San Marco, che ha battuto il Don Uva Bisceglie, e che dovrà recuperare due gare, e dalla Nuova Spinazzola, prossima avversaria proprio del San Marco, con lo Sporting che farà visita all’Audace Barletta, vittoriosa quest’oggi contro il Bitritto. Non è invece scesa in campo la Real Siti, a causa delle pessime condizioni di gioco del terreno di Noicattaro allagato dalla pioggia. In Prima Categoria lo Stornarella conquista la sesta vittoria consecutiva, grazie ad una rete siglata nella ripresa da Marco Zingarelli. Tre punti che lanciano la formazione del tecnico Pino De Martino in piena zona playoff, un obiettivo impensabile fino a qualche settimana fa, ma che si sta trasformando in una ipotesi concreta vittoria dopo vittoria. Nelle prossime ore su Blog Tv gli highlights delle gare dello Sporting Donia e dello Stornarella.