Nell’anticipo valevole per l’undicesima giornata del campionato di Promozione (girone A), c’è praticamente tutto ciò che il calcio sa offrire: sapersi emozionare, far emozionare, divertirsi e divertire. Magari anche soffrendo, con una “sana” rabbia, con quel giusto agonismo che nel pallone deve essere messo in pratica perché, soltanto in questo modo, si possono ottenere risultati positivi. La gara dei ragazzi di Lo Polito è stata tutto questo. Era noto e risaputo che il match sarebbe stato tutt’altro che una passeggiata: d’altronde la Nuova Spinazzola è davanti ai verdeazzurri in classifica e vanta, inoltre, il miglior attacco del torneo e il cannoniere del campionato (Gilfone). Ecco perché l’approccio alla delicata sfida di quest’oggi sarebbe stato molto importante ai fini del risultato finale. Tuttavia, a partire meglio sono gli ospiti che sembrano avere dalla loro più voglia di conquistare l’intera posta in palio. La Nuova Spinazzola mette in atto un pressing asfissiante ai danni dei tre centrali difensivi della Real Siti per evitare la costruzione del gioco dal basso degli uomini di Lo Polito. I verdeazzurri, di tanto in tanto, qualche “sentore offensivo” mostrano di averlo in canna tant’è che poco prima del gol della Nuova Spinazzola è la Real Siti ad andare vicina al gol con Alessandro Troisi dopo un’azione che si sviluppa molto velocemente. Il portiere Lagreca risponde, però, “presente” e neutralizza la palla-gol nitida della Real Siti (sarà soltanto una delle tante). I biancoazzurri reagiscono proprio con Gilfone che colpisce la traversa con Vurchio battuto. A questo punto, su un calcio di punizione (alla fine situazione analoga al secondo gol subito contro il Martina soltanto sette giorni fa) battuto da Lomuscio, di testa stacca Calefato che sorprende gli uomini in area di rigore della Real Siti e buca Vurchio realizzando così l’1-0. Il canovaccio del secondo tempo racconta una storia completamente diversa: la Nuova Spinazzola, che nella prima frazione di gioco, aveva “assediato” la metà-campo avversaria a furia di pressing forsennato, cala fisicamente e il ritmo lo detta una Real Siti sciupona. Lavigna si divora il pareggio ad inizio secondo tempo (e questo avrebbe rimesso in discussione un’intera gara). A ruota, segue il compagno di squadra D’Ercole che su passaggio di Augelli in area di rigore sbaglia un rigore in movimento, nonostante il riflesso dell’estremo difensore. Partita che sembra essere “stregata” perché nessuno dei giocatori di Lo Polito riesce ad avere la lucidità giusta che permetterebbe loro di agguantare quantomeno il pareggio. De Battista in area di rigore tutto solo si fa ipnotizzare da Lagreca che compie un autentico miracolo. Ma è proprio dal calcio d’angolo successivo che la Real Siti trova il gol del vantaggio. Il traversone del subentrato Dell’Aquila è perfetto. Mischia nell’area piccola, quindi la zampata di Augelli che insacca in rete (terza marcatura stagionale per il centravanti). La formazione di casa trova il pareggio. E se non ci fosse stato un recupero che è apparso molto “povero”, quello concesso dal direttore di gara (180 secondi nonostante si sia perso diverso tempo nella ripresa), la Real Siti avrebbe anche potuto vincere e ribaltare questo pomeriggio stregato. Il pareggio di oggi non fa altro che confermare la bontà di un gruppo che in campo cerca di dare (e i secondi 45 minuti di gioco sono stati più di una prova) il massimo per (torniamo a quanto detto inizialmente) cercare di, innanzitutto, divertirsi e divertire! FORZA RAGAZZI!

Pagina Facebook Real Siti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...