Domani ad Orta Nova il Consiglio dell’Unione dei Reali Siti

Torna a riunirsi domani pomeriggio il Consiglio dell’Unione dei Cinque Reali Siti, appuntamento per le ore 16:30 presso l’aula consiliare del comune di Orta Nova. Tra i punti all’ordine del giorno il bilancio di previsione, la revisione periodica delle partecipazioni pubbliche, l’approvazione del Documento Unico di Programmazione, il supporto alla richiesta del comune di Orta Nova di realizzazione di una nuova palestra per l’istituto superiore Adriano Olivetti di Orta Nova ed il sostegno ad un nuovo indirizzo per un Liceo Linguistico presentato dallo stesso istituto, che dovrebbe aver sede presso la città di Carapelle. Sarà uno degli ultimi appuntamenti politici prima delle prossime campagne elettorali, che porteranno al rinnovo dei consigli comunali di Orta Nova e Stornarella, situazione che potrebbe congestionare nuovamente l’ente sovracomunale, in attesa di conoscere quali saranno i nuovi protagonisti della politica nei Reali Siti.

Annunci
Politica

Gli auguri di Natale del Vescovo Luigi Renna: “Quest’anno nel presepe mettiamoci un ramoscello d’ulivo”

Distribuito nelle parrocchie della diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano il Messaggio di Natale 2018 e Buon 2019 di Sua Ecc. Mons. Luigi Renna, intitolato Quest’anno, nel presepe, mettiamoci un ramoscello d’ulivo! «Non ho confuso il Natale con la Domenica delle Palme – precisa il pastore della Chiesa locale – ma il ramoscello d’ulivo, simbolo della pace, ci sta proprio bene nei nostri presepi, anzi è nel posto giusto! Gli abeti innevati e i paesaggi alpini sono molto “improbabili” accanto alla capanna di Betlemme: la Palestina è una terra dove gli ulivi sono numerosi come la nostra Puglia e, quindi, costituiscono il paesaggio più realistico per rappresentare la nascita del Figlio di Dio». Lasciandosi guidare dal profeta Isaia – «Un germoglio spunterà dal tronco di Iesse, un virgulto germoglierà dalle sue radici» (11,1) – il Vescovo invita i diocesani ad accogliere «quel virgulto» e a diventare, ciascuno, «uomo o donna di pace», senza dimenticare che «non sarà Natale se dal tronco rinsecchito di tanti cuori non spunterà una rappacificazione con Dio e con sé stessi». In un contesto sociale che, riecheggiando i contenuti del più recente Rapporto Censis, rivela come gli italiani «si sono incattiviti e sono divenuti rancorosi», è forte il richiamo al magistero di papa Francesco e alle parole pronunciate dal pontefice all’inizio dell’Avvento: «noi siamo abituati a guardare l’anima altrui: ‘Ma guarda quello, guarda quella, cosa fa’. Dobbiamo invece guardare la nostra anima e chiedere a noi stessi: ‘Come stai? Il tuo cuore sta bene? È in pace? Sei arrabbiato? Sei ansioso, ansiosa? Così, chiedi al Signore la grazia di pacificare l’anima, per prepararti all’incontro con Lui’». Scaturisce da tali considerazioni l’invito del Vescovo «a vivere il sacramento della riconciliazione» nelle famiglie, dove «il dialogo fra coniugi e l’amore responsabile di tutti […] possono farne “presepi viventi” e domestici»; nelle nostre città, in un periodo caratterizzato soprattutto a Cerignola da una recrudescenza della criminalità, e nel Paese, nella consapevolezza che «pace e concordia […] non possono conciliarsi con azioni quotidiane “di guerra”, che fanno male ai singoli e all’intera comunità»; nell’accoglienza dello straniero, evitando «slogan spavaldi e anti-cristiani, coi quali si stigmatizza l’immigrato come il capo espiratorio della mancanza di sicurezza». «Al posto di ghirlande di abeti e di luminarie per questo Natale vorrei vedere serti intrecciati di rami d’ulivo»: è la conclusione del vescovo Renna che anticipa la Preghiera per la mensa nei giorni di Natale, nonché l’esortazione finale affinché «dalla mensa di ciascuno parta un invito o una “porzione” per chi è povero e solo».

Comunicato stampa

Religione

Orta Nova, giovedì la presentazione dei progetti di Servizio Civile presso la Misericordia

Presentazione dei quattro progetti di Servizio Civile Nazionale attivati presso la Misericordia di Orta Nova per l’anno 2018/2019. La presentazione alla cittadinanza si terrà il prossimo 20 dicembre, dalle ore 19, presso la sede di Misericordia Orta Nova (Via Puglie SNC). Nello specifico, dopo la selezione avvenuta secondo le disposizoni del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile della Presidenza del Consiglio, è terminata la fase di formazione per 16 ragazzi che porteranno avanti 4 progetti presso la confraternita ortese. Per quanto riguarda il settore dell’educazione e della promozione culturale, è stato approvato un nuovo progetto che trasformerà la sede di Via Puglie in un vero e proprio centro di aggregazione per bambini, giovani ed anziani. Si chiama “Comunità resiliente 2018” ed è la progettualità che prevede un’accoglienza e un inserimento all’interno della struttura organizzativa dell’associazione dei giovani attraverso attività ludico-creative e attraverso un accompagnamento e aiuto scolastico. Allo stesso tempo, per dare risposta ad una necessità del territorio di riferimento è stato attivato il progetto “Prevenzione e Protezione 2018” che si occuperà di potenziare il presidio di protezione civile sul territorio, aggiungendo personale volontario che si occuperà di diffondere buone pratiche civiche e promuovere un nuovo stile di vita eco compatibile. Confermato anche per il 2018 il progetto “Accompagnamento e Comunità” che prevede l’assistenza per anziani attraverso il trasporto ordinario, il supporto di segretariato sociale e l’accompagnamento in attività quotidiane. Questo progetto, che coinvolgerà 4 volontari, prevede anche il supporto al servizio di banco alimentare e distribuzione di beni ai meno abbienti e la partecipazione dei beneficiari agli eventi di animazione locale. L’ultimo progetto è quello del “Soccorso amico 2018” che darà un contenitore formale ad un ambito di intervento caratteristico della confraternita ortese che da 25 anni si occupa di trasporti sociali nel territorio dei Cinque Reali Siti. Il servizio sarà a disposizione di anziani e degenti che avranno una linea fissa da chiamare per avere un trasporto sanitario ordinario. Considerata la grande valenza sociale dei progetti e le ricadute positive che speriamo possa avere l’operato dei volontari sulla collettività intera abbiamo pensato fosse utile presentare gli stessi alla cittadinanza. In questo modo riteniamo che i potenziali fruitori possano conoscere meglio le opportunità di assistenza che saranno garantite dai volontari e che gli stessi volontari si sentano maggiormente responsabilizzati durante lo svolgimento del Servizio Civile. Confidando nella Vostra partecipazione, vi ringraziamo anticipatamente e inoltriamo i nostri più cordiali saluti.

Comunicato stampa

Sociale

Torna il New Born Rock Festival, edizione winter il prossimo 28 Dicembre a Stornarella

Dopo il successo inatteso della scorsa edizione, il New Born Rock Festival si sdoppia con una versione invernale dedicata, come al solito, alla promozione della musica indipendente e delle band locali della provincia di Foggia. Il prossimo 28 dicembre, quindi, si terrà la winter edition all’interno della location del KmSclero di Stornarella che, fin dall’inizio, ha posto al centro della programmazione live la medesima finalità del festival. La scorsa edizione del New Born Rock Festival si è tenuta 31 agosto presso il Largo Ex Gesuitico di Orta Nova, nell’ambito dell’estate ortese, ed è stata una grande sorpresa in positivo perché ha riportato in piazza l’estro e la capacità musicale di tanti giovani che spesso non hanno spazio per mettere in mostra le loro produzioni. L’evento, giunto soltanto alla seconda edizione, può già dire di essere riuscito a creare uno spazio per gli artisti e per la musica emergente del territorio dei Cinque Reali Siti. “A distanza di cinque mesi presentiamo l’edizione invernale spostandoci a Stornarella nell’ambiente caldo del KmSclero” – affermano dal comitato organizzatore del Festival: “l’ambizione resta sempre la stessa, ovvero dare valore alla musica emergente, creare uno spazio culturale nuovo e sensibilizzare al ruolo dell’arte all’interno della società. Dare forma ad un ambiente che sappia valorizzare piuttosto che svilire, invogliare ed inspirare a creare un mondo nuovo, piuttosto che restare fermi a criticare un mondo che non funziona mai abbastanza”. Alla stesura del programma della winter edition, oltre ai ragazzi del comitato organizzatore, hanno collaborato fattivamente anche i responsabili del KmSclero di Stornarella che hanno messo a disposizione il palco e l’intera struttura di Via Fratelli Bandiera 5. Oltre alla location, le novità di questa edizione riguarderanno soprattutto la scaletta e gli interpreti che si avvicenderanno sul palco. Infatti, ci saranno due nuovi gruppi che prenderanno parte al live: Gli Infami di Ascoli Satriano e gli Age of Time di Foggia. A queste due novità, si aggiungono gli interpreti confermati dallo scorso anno: i Verbanima, gli A’ Rebours, Gli Incubi di Viola; con una scaletta di generi che vanno dall’alternative rock al rock melodico/indie al post/grunge. L’evento è promosso in collaborazione con Il Megafono dei Cinque dei Cinque Reali Siti, testata di informazione locale. Di seguito le bio delle band che parteciperanno e il programma di questa edizione:
AGE OF TIME:
Gli Age Of Time (AOT) sono una band di Foggia nata nella primavera del 2016 da un’idea di Angelo Pipoli ed Emanuele Chiaiese. In principio la band si chiamava “SkullFire” perché aveva come obiettivo la produzione di brani inediti in chiave hard rock old school, ma in seguito ai vari cambiamenti di formazione, alla sperimentazione di nuove sonorità e al passaggio da una voce maschile a una femminile, la band si è sempre più accostata al post-grunge e all’alternative. A questo punto, decisa la nostra strada, abbiamo cambiato il nome della band, scegliendone uno che ci rispecchiasse per quello che siamo diventati: gli “Age of Time”. Letteralmente il nome significa ”Era del Tempo” proprio perché rispecchia quel che è il pensiero della maggior parte degli esseri umani, ovvero lo scorrere inesorabile del tempo…che scorra velocemente o lentamente, ognuno di noi sa che quell’attimo non tornerà più, sia esso romantico, drammatico o di qualsiasi altra entità. Il nostro intento è quello di rendere il tempo come unità di misura delle emozioni, delle vicende e di qualunque altra caratteristica chiunque possa vedervici all’interno del contesto. Di recente la band ha terminato le registrazioni ufficiali del suo primo EP, che verrà rilasciato per metà gennaio, con la seguente formazione: Simona Mennelli (voce); Emanuele Chiaiese (chitarra solista); Alessio Muscillo (chitarra ritmica e tastiere); Leonardo Russo (basso e whispering) e Angelo Pipoli(batteria e percussioni).
GLI INFAMI:
Gli infami esistono da circa 8 anni. Non sono solamente un gruppo musicale ma una vera e propria corrente di pensiero. Oggi chiunque cerca di dire la verità nuda e cruda viene definito un infame. Da qui il nome. Alcuni anni fa si classificano primi alle selezioni provinciali di “Italia Wave” ma perdono alla finale di Lecce nonostante le raccomandazioni. Una volta dovevano aprire il concerto di BUGO a Cerignola ma Bugo diede buca e non si presentò. Un’altra volta hanno aperto un concerto di APPINO degli Zen Circus. Suonano sempre in posti in cui non vengono pagati perché a noi la gente povera piace. Non hanno una formazione definitiva ma una che cambia a seconda delle situazioni e delle disponibilità dei musicisti stessi. Solo il cantante non cambia mai. Così VI IMPARATE!!!! Genere musicale: MUSICA TRISTE.
VERBANIMA:
Sono un’Indie/Alternative rock band formata da Rocco Lopriore(voce/chitarre), Antonio Morgese (chitarre), Michele Di Conza (chitarre/synth), Antonio Caporale (basso) e Antonio Pagone (batteria). La band fondatrice del New Born Rock Festival si è fatta già ascoltare in molte date e negli ultimi tre mesi per ben 15 volte tra Puglia, Liguria e Lazio, ottenendo uninaspettato secondo posto al “GallinaRock” tenutosi dal 16 al 18 Agosto a Gallinaro (FR) e ottimi riscontri alle semifinali di SanremoRock tenutosi dal 5 all’8 Giugno nella città del Festival.La band è in fase di registrazione per un EP che uscirà all’alba del 2019.
A’ REBOURS:
Band emergente della realtà foggiana. À Rebours non è una semplice band formata da cinque ragazzi, è voglia di dar voce alla creatività insita in ogni singolo componente. Facendo tesoro delle diverse influenze musicali, sfruttano questo “melting-pot” come base per sperimentare. Oltre la banalità, oltre le convenzioni, andando “contro corrente”. Hanno già partecipato al New Born Rock Festival operando attivamente nell’organizzazione, il 14 Agosto di quest’anno hanno aperto per i Keplero a Bovino e sempre per quest’ultimi apriranno il 23 Dicembre al Groove di Foggia. Mentre il 21 dicembre si esibiranno sul palco del Km Sclero a Stornarella.
GLI INCUBI DI VIOLA:
In realtà la band non esiste. Non c’è traccia di esperienze passate e probabilmente non ci saranno tracce in futuro. Tutto ciò che la band fa è suonare, cantare, sbraitare e danzare selvaggiamente sul palco. Suonano per il gusto di suonare ed esprimersi, incarnando a pieno lo spirito del festival.

Comunicato stampa

Musica