Stornara, la minoranza cambia volto, ma in consiglio non si presentano tre dei quattro nuovi consiglieri

I candidati della lista Stornara Siamo Noi

Dopo le dimissioni in massa dei componenti della minoranza, ieri durante il consiglio comunale di Stornara è stata approvata la surroga dei consiglieri non eletti nella lista Stornara Siamo Noi. Entrano così in consiglio Pasquale D’Assisi, Grazia Di Benedetto, Nicoletta Laquale e Maria Ricco. Le dimissioni dell’intera minoranza rappresentano un caso più unico che raro, ancora più strano è che dei nuovi consiglieri, presenti in aula ieri vi era la sola Ricco, mentre almeno per il momento non si è concretizzata l’ipotesi lanciata dal sindaco Calamita, che in un video su Facebook aveva parlato di una manovra messa in piedi dall’opposizione per far entrare in consiglio Luigi Filaninno, che potrebbe essere chiamato in causa se uno dei quattro subentrati dovesse dimettersi, scenario che a questo punto potrebbe concretizzarsi magari nelle prossime settimane.

Annunci
Politica

Orta Nova, il sindaco Tarantino in visita presso le scuole: “A voi il mio più sincero augurio di Buon Natale”

Che gioia questa mattina essere stato in tutte le scuole elementari e dell’infanzia di Orta Nova per portare il mio sincero augurio di Natale e un dolce pensiero ai nostri piccoli concittadini, ai loro dirigenti, docenti e personale amministrativo e ausiliario. Averli incontrati tutti, i loro sguardi entusiasti e i loro caldi abbracci nel ricevere questo simbolico dono, ha riempito il mio cuore di grandi speranze. I bambini rispecchiano la società del domani ma anche quella presente, il loro genuino esempio può insegnare tanto a noi adulti.
Rispetto tra di loro e per ciò che li circonda, precetti a cui dovremmo aspirare. Santo Natale e felice anno nuovo ragazzi!
Il vostro Sindaco, Dino Tarantino.

Comunicato stampa

Politica

Carapelle, il comune vieta i botti di Capodanno, multe da 25 a 500 euro

Il sindaco di Carapelle Umberto Di Michele, con un’apposita ordinanza, ha vietato l’utilizzo di ogni tipo di fuoco d’artificio, benché di libera vendita, in luogo pubblico e anche in luogo privato nel corso della notte tra il 1° gennaio p.v. a partire dalle ore 19:00 e fino alle ore 7:00 del giorno successivo. Disposto il divieto di utilizzo di fuochi pirotecnici, non posti in libera vendita, nei luoghi privati, senza la licenza di cui all’art. 57 TULPS nel corso della notte tra il 31 dicembre ed il 1° gennaio p.v. a partire dalle ore 19:00 e fino alle ore 7:00 del giorno successivo. Non potranno essere venduti a qualsiasi titolo a minori di anni 14 i fuochi di categoria 1 e superiori e a quelli di anni 18 i fuoco di categoria 2 e 3 del Decreto Legislativo 4 aprile 2010, n.58, fermo il divieto di vendita al pubblico dei prodotti destinati ai professionisti. Tutti coloro che hanno la disponibilità di aree private, finestre, balconi, lastrici solari, luci e vedute e similari, non potranno utilizzare i fuochi vietati dall’ordinanza del sindaco. Si è giunti a questa decisione perché in occasione dei festeggiamenti natalizi e di fine anno la città di Carapelle è da molti anni teatro di molteplici spari di articoli pirotecnici, che questa usanza procura ogni anno una serie negativa di conseguenze dannose che minacciano l’incolumità pubblica e incidono sulla sicurezza urbana e che provocano danni a persone, ad animali ed al patrimonio sia pubblico che privato. Tra le categorie a maggiore rischio – recita l’ordinanza – vi sono i minori, cui deve essere riservata speciale tutela. Conseguenze negative vengono a determinarsi anche a carico degli animali domestici e selvatici. Chi violerà l’ordinanza si vedrà comminare una sanzione amministrativa pecuniaria da €. 25,00 ad €. 500,00.

Comunicato stampa

Attualità

Orta Nova, notte insonne in Piazza Pietro Nenni, il sottofondo natalizio diventa disturbo alla quiete pubblica

Notte insonne quella appena passata per i residenti di Piazza Pietro Nenni ad Orta Nova, l’impianto di diffusione sonora, allestito dal comune per il periodo natalizio, probabilmente a causa di un problema tecnico, ha diffuso ad alto volume per tutta la notte musiche natalizie, trasformando quello che doveva essere un piacevole sottofondo, in vero e proprio disturbo alla quiete pubblica. Per gli allestimenti e gli eventi natalizi, il comune ha investito quest’anno 7000€, prevedendo l’accensione automatica per la diffusione sonora e la proiezione dei giochi di luci sul Palazzo Ex Gesuitico, nel video le immagini che riportano quanto accaduto.

Curiosità