Orta Nova, strappo nel direttivo locale di Forza Italia. Altri dirigenti seguono Di Stasio

Così terminava il comunicato stampa del Coordinatore provinciale foggiano Raffaele Di Mauro del 13.01.2019: “Forza Italia c’è… e da domani a lavoro per le comunali”. Tuttavia, alla luce dei fatti, la dirigenza forzista foggiana non ha preso in considerazione l’elettorato di Orta Nova e tutta la militanza di centrodestra che ad essere presa per i fondelli non ci sta. La notizia della candidatura della Pistilli nelle liste di Forza Italia per il rinnovo del Consiglio provinciale ha decretato il colpo finale di una frattura già annunciata all’indomani di alcune vicende che fecero presagire la riconferma del sindaco Tarantino alla carica di primo cittadino nel Comune di Orta Nova. Dopo le manovre autonome del coordinatore provinciale di entrare in maggioranza comunale seguiva sistematicamente il diniego dei dirigenti forzisti ortesi che, scevri da ogni interesse personale esprimevano opposizione a queste richieste, impopolari, che venivano fatte attraverso inciuci e tranelli di bottega, più volte sventati dalla giovane dirigenza locale. Alla luce dei fatti, il campanello d’allarme è suonato quando il Vice commissario Nicola Di Stasio ha espresso la volontà di prendersi una pausa da Forza Italia, affinchè il partito si ravvedesse sulle programmazioni in vista delle prossime elezioni comunali. Stessa scelta è stata evidenziata dal Coordinatore di Forza Italia Giovani di Orta Nova, Vincenzo Cannone.
Riguardo alla conferma del coordinatore Di Mauro della candidatura di Diana Pistilli in Forza Italia per il rinnovo del Consiglio Provinciale, nonché all’ingresso di Forza Italia in questa maggioranza, a totale insaputa dei dirigenti forzisti ortesi, ecco le dichiarazioni di alcuni esponenti locali: “Siamo delusi. – commenta Antonio Annicchiarico, responsabile locale forzista alle pubbliche relazioni – Siamo solo numeri tra le mani di chi gioca le partite a livello regionale e provinciale. Il dato certo è che sistematicamente le decisioni di matrimonio con la Giunta Tarantino venivano covate ad insaputa della locale sezione di Orta Nova, così come, in ultimo, la candidatura della Pistilli”. Al coro del dissenso si aggiunge un’altra importate dichiarazione del veterano missino Domenico Spinelli: “Non ci si può ricordare degli attivisti ortesi solo durante la raccolta dei voti. Abbiamo svolto un lavoro egregio sul territorio in questi anni – commenta Domenico Spinelli ex missino di lunga durata ed attualmente uno dei referenti cittadini della locale sezione – abbiamo operato con dignità e coerenza, ci abbiamo messo la faccia e vogliamo mantenerla pulita senza giochi di poltrone”.

Comunicato stampa