Orta Nova, venerdì presso la Misericordia ultimo appuntamento con “Io non mi rifiuto”, campagna di sensibilizzazione verso la differenziata

Si chiude il percorso di sensibilizzazione ai temi della cura dell’ambiente e alle buone pratiche sul riuso dei rifiuti promosso dalla Misericordia di Orta Nova. Dopo tre appuntamenti durante i quali la confraternita ortese ha coinvolto le scolaresche locali, nell’ultimo incontro del prossimo venerdì 25 gennaio (ore 18), saranno presenti soprattutto associazioni e operatori del mondo del volontariato. “Io non mi rifiuto” si concluderà con un momento di bilancio per tirare le somme di una serie di incontri educativi che si sono tenuti lo scorso anno. Infatti dall’estate scorsa l’associazione ortese ha organizzato dei veri e propri flash mob in alcune aree degradate del paese per educare alla raccolta differenziata e al corretto smaltimento dei rifiuti. Il prossimo appuntamento si terrà presso la sede di Via Puglie della Misericordia di Orta Nova. Dopo i saluti introduttivi del Governatore, Giuseppe Lopopolo, interverranno Massimo Capuano, presidente dell’associazione Progresso Pulito di Ascoli Satriano e Luigi Rauseo, presidente della Sezione di Troia di Italia Nostra. Il primo relatore esporrà il percorso associativo della realtà ascolana, relazionando in merito alle pratiche virtuose che ogni cittadino dovrebbe porre in essere per evitare di inquinare l’ambiente. “I buoni risultati della raccolta differenziata – afferma Massimo Capuanodipendono da quanto i cittadini siano disposti a collaborare nel sistema di raccolta porta a porta. Basta solo volerlo e qualunque città può raggiungere le percentuali di differenziazione superiore al 70%, come dimostrano Ascoli Satriano, Troia, Barletta e numerosi altri piccoli e grossi centri”. Sono le buone abitudini casalinghe che nel piccolo di ogni nucleo famigliare possono cambiare un contesto come quello della provincia di Foggia che presenta diverse criticità ambientali. Del contesto e delle problematiche che persistono sul territorio parlerà Luigi Rauseo, nel corso del secondo intervento previsto durante la serata. “E’ importante parlare delle criticità del nostro territorio perché soltanto la conoscenza ci rende consapevoli” – afferma il Governatore, Giuseppe Lopopolo. “Abbiamo scelto di concludere questo percorso con le associazioni del territorio, perché al termine di questa serie di iniziative vorremmo creare una rete provinciale di volontari che si scambiano i contatti e collaborano per la diffusione della cultura ambientalista”. Come intermezzo tra i vari interventi verranno proiettate le immagini dei flash mob che i partecipanti di #iononmirifiuto hanno posto in essere nei tre appuntamenti precedenti. Alla luce dalla difficoltosa situazione che riguarda il comprensorio dei Cinque Reali Siti, per ciò che concerne il servizio di raccolta dei rifiuti, la Misericordia di Orta Nova ha esteso l’invito alle istituzioni locali, alla politica e alle associazioni di volontariato in modo da tracciare una strategia comune per gli anni a venire.

Comunicato stampa

Carapelle Futura lancia idee per l’utilizzo dei fondi statali

Assegnazione ai comuni fino a 20.000 abitanti, delle regioni a statuto ordinario, a statuto speciale e delle province autonome, di contributi destinati alla realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale, per l’anno 2019. Per i Comuni sotto i diecimila abitanti il finaziamento sarà pari a 70.000euro. Partendo dalla considerazione che il finaziamento è un giusto intervento dello Stato per aiutare i piccoli comuni ed in particolar modo quelli che non hanno possibilità economiche per interventi urgenti, proponiamo alcuni interventi che potrebbero essere di fondamentale importanza per Carapelle.

1) realizzazione di una piccola palestra per attività motoria, utilizzando i locali interrati dell’asilo nido in modo da garantire ai ragazzi delle scuole medie la possibilità di non rimanere in classe. Purtroppo la palestra comunale è inagibile e, anche in caso di ricostruzione della stessa con finanziamenti pubblici, comunque bisognerà aspettare almeno un altro anno scolastico senza palestra oltre a quello in corso. Utilizzando i 70.000 euro si può fare un intervento di adeguamento dei locali, inoltre si realizzerebbe una struttura a servizio del comparto delle scuole medie evitando anche in futuro lo spostamento dei ragazzi fino a Via Italia.

2) messa in sicurezza del tratto di strada che dalla coop.principina porta alla chiesa S. Giuseppe, tratto particolarmente pericoloso per i ragazzi e per tutti i residenti della zona. (Via Pertini)

3) interventi di potenziamento delle fogna bianca su Via De Gasperi e Via indipendenza (zona ufficio postale).

Ovvio che 70.000,00 euro non sono tanti e magari si potrebbe realizzare solo uno degli interventi proposti. Comunque invitiamo i cittadini a suggerire altri interventi che potrebbero risultare urgenti. Futura formalizzerà queste ed altre proposte che saranno suggerite.

Comunicato stampa

Orta Nova, Nicola Di Stasio pronto a scendere in campo per le amministrative: “Dalla vergogna al riscatto, il passo è breve”

Sono un po’ di giorni che sto lavorando con i miei amici per mettere giù le linee guida di un serio e fattibile programma elettorale da presentare agli elettori per le elezioni amministrative del maggio 2019 ad Orta Nova. Può essere che sia un sognatore, ma guardandomi intorno non riesco a vedere grossi ostacoli per il futuro della nostra comunità, se non nella mentalità di chi ci amministra o nel livello culturale di alcuni che si vogliono candidare a farlo. Se essere cosciente di aver avuto un minimo di esperienza politico amministrativa, sapersi esprimere correttamente in lingua italiana, essersi formato nel mondo del volontariato e delle associazioni, non bivaccare in piazza e davanti ai bar per offrire caffè anche ai pali della luce in campagna elettorale, avere il coraggio di fare scelte inerenti ai componenti della squadra che sostengono il progetto politico significa essere arroganti e presuntuosi…sono felice di esserlo ed essere me stesso! Capisco che a molti farebbe comodo un candidato (ed eleggerlo pure) che prometta di portare il mare ad Orta Nova, inesperto e “manovrabile” a proprio uso e consumo, ma sono dell’avviso che ormai, nel 2019 non possiamo più vergognarci delle scelte e di chi ci amministra. È il momento di cambiare, svecchiarci dalla monotonia e dalla rassegnazione mentale di chi ha paura di volare alto: Orta Nova ce la può fare…dalla vergogna al riscatto, il passo è breve!

Post da Facebook di Nicola Di Stasio