SONDAGGIO Alla luce delle prime ufficialità chi votereste come sindaco di Orta Nova?

Annunci

Orta Nova, diventa padre a 93 anni, la madre ha 50 anni in meno

Incredibile ma vero, padre a 93 anni. È quanto accaduto ad un anziano di Orta Nova, sposato da quattro anni con una donna di origine marocchina più giovane di 50 anni, che ha dato alla luce un maschietto nel pomeriggio di ieri presso la maternità dell’Ospedale Tatarella di Cerignola. Una notizia che ha dell’incredibile, e che ha sorpreso anche il personale sanitario della struttura ofantina, che mai avrebbe immaginato che l’anziano che assisteva la giovane nelle fasi pre parto, fosse davvero il padre del bambino. Lo stesso avrebbe riconosciuto il piccolo, a suggello dell’amore nato tra i due quattro primavere fa.

La Lega di Orta Nova alle amministrative con Lino Manzi, Maffione: “Persona più capace ed autorevole che potesse rappresentare il reale cambiamento”

Dopo aver cercato con diversi ed infruttuosi tentativi un approccio con le diverse forze politiche più o meno omogenee, noi rappresentanti del Partito politico “Lega-Salvini Premier” di Orta Nova, abbiamo purtroppo preso atto della impossibilità di giungere a mettere al centro della discussione politica la possibilità di poter condividere insieme un programma ed una candidatura a Sindaco che rimettesse al centro dell’azione politica le diverse e notevoli problematiche della comunità Ortese. Si è appalesato davanti a noi uno scenario politico in cui i personalismi hanno preso il sopravvento facendo perdere, conseguentemente, la possibilità di fare sintesi politica, in modo da presentare all’elettorato un progetto serio e fattibile, con una guida competente ed autorevole che potesse rappresentare al meglio la coalizione nell’esclusivo interesse dei cittadini. In tale contesto, potevamo consapevolmente presentare al corpo elettorale un nostro candidato sindaco approfittando, in tal modo, anche del favore popolare che la “Lega-Salvini Premier” riscuote in ogni parte d’Italia con risultati estremamente convincenti. Ma il nostro senso di responsabilità, accompagnato da una passione politica scevra da forme di protagonismo personale, ci ha portati ad approfondite riflessioni ed analisi da cui è prevalsa la possibilità di dare il nostro appoggio politico ad un candidato Sindaco che fosse espressione della società civile e potesse avere, nel contempo, un positivo e differente approccio alla gestione della cosa pubblica. In quest’ottica, atteso che le tematiche più sentite sono comuni a tutte le varie forze politiche e civiche in campo (ambiente, sicurezza, viabilità, servizi sociali, cultura, ecc…), abbiamo considerato che la differenza la potessero fare solo le persone che, coadiuvate da forze politiche capaci di assicurare il raggiungimento delle finalità che si andranno a prefissare, avranno la possibilità di interloquire, anche attraverso la creazione di gruppi di studio, con i diversi livelli istituzionali, Provincia, Regione, Governo centrale, Unione Europea. Tutto ciò non potrà chiaramente prescindere da una approfondita valutazione circa le attuali condizioni economico-finanziarie dell’Ente. Pertanto, alla luce delle diverse proposte già in campo, preso atto dei vari comunicati indicativi delle varie progettualità politiche, abbiamo considerato, d’intesa con i vertici provinciali e regionali del Partito “Lega- Salvini Premier”, che la persona più capace ed autorevole che potesse rappresentare il reale cambiamento nelle modalità di gestione della cosa pubblica, garantendoci nel contempo competenza e disponibilità a ricoprire il ruolo di Sindaco a tempo pieno, potesse essere il candidato Sindaco, espressione della società civile, Michele Antonio (detto Lino) Manzi, al quale formuliamo sin da ora l’impegno a supportarlo alle prossime amministrative di maggio 2019 con la lista “Lega-Salvini Premier”.

il Segretario cittadino
dott. Nicola Maffione

Orta Nova, Iorio: “Decisione grottesca di Forza Italia su Tarantino, prima sostenevano le criticità, ora sostengono la sua candidatura”

Si è giunti all’epilogo di una vicenda dai contorni grotteschi. La candidatura a sindaco di Tarantino, con l’approvazione della dirigenza provinciale di Forza Italia, è stato l’ennesimo schiaffo a mano aperta verso la dirigenza locale di Orta Nova e dei suoi simpatizzanti. Loro hanno deciso senza tener conto delle indicazioni della dirigenza locale, e –cosa ancor più grave- senza neanche interpellarla e tenendola all’oscuro di tutto. Come coordinatore locale di Forza Italia ho sempre rivendicato il buon diritto di essere consultato sulle questioni politiche e decisionali locali. Sia io che la mia squadra, evidentemente buoni solamente come portatori di voti, siamo stati assolutamente esclusi da ogni decisione relativa al coordinamento su Orta Nova.
Non sono state tenute in conto le nostre indicazioni ed osservazioni critiche verso l’amministrazione Tarantino, ora neanche siamo stati consultati in ordine alla candidatura a sindaco dello stesso Tarantino. La situazione grottesca sta nel fatto che sino a pochissimo tempo fa le “alte sfere” ci avevano sostenuto ed incoraggiato nella politica di critica verso l’attuale amministrazione, ora –a distanza di 4 mesi dalle elezioni locali- si ravvedono e condividono l’operato amministrativo di Tarantino. Noi abbiamo una faccia sola, non ci interessano i giochi di poltrone e rivendichiamo la nostra coerenza e trasparenza. Nel prendere atto che gli “alti” responsabili hanno deciso di gettare a mare tutto un positivo lavoro di anni che aveva trovato consensi in Orta Nova, e non trovando il mio consenso, dichiaro di rassegnare irrevocabilmente le dimissioni da coordinatore locale di un partito che non mi rappresenta più.

Comunicato stampa

Ridare Dignita’ Ad Anziani E Ammalati”, Ad Orta Nova Il Nuovo Banco Ausili Di Misericordia

Con la benedizione di Sua Eccellenza Monsignor Luigi Renna, Vescovo della Diocesi Cerignola-Ascoli Satriano, è stato inaugurato il nuovo Banco degli Ausili della Misericordia di Orta Nova. Nella mattinata di domenica 10 febbraio, presso la sede dell’associazione in Via Puglie ad Orta Nova, è avvenuto il taglio del nastro del nuovo container – intitolato a Gino Battaglini – dove sono stati sistemati i supporti alla mobilità da concedere in comodato d’uso gratuito ai richiedenti. “Non serve soltanto aiutare i bisognosi – ha ricordato Renna prima della benedizione – oggi è necessario dare dignità ai poveri e agli assistiti che cercano sempre più un contatto umano con chi li aiuta. La speranza è che questo servizio che voi assicurerete possa andare in questa direzione”. Così si è espresso Sua Eccellenza dopo aver dato lettura del passo del Vangelo di Matteo sulle opere di Misericordia. Silenzioso il lavoro che in questi mesi è stato portato avanti dai volontari. La Misericordia di Orta Nova ha reso fruibile un container che era stato donato alcuni mesi fa e lo ha adibito a questo importante servizio svolto già da anni dalla confraternita ortese, per il quale sono state sempre numerose le richieste da parte di anziani ed ammalati. Incessante è stato il lavoro degli uomini e delle donne in divisa giallo-blu che hanno pitturato l’interno e l’esterno della struttura, hanno installato un impianto elettrico e hanno isolato il tetto. In occasione della festività della Madonna di Lourdes e proseguendo nella diffusione del ricordo dello storico fondatore dell’UAL di Foggia, la Misericordia ha voluto intitolare questo container a Gino Battaglini, concittadino illustre dei volontari ortesi che nel corso della sua vita si è distinto per il suo amore verso il prossimo nonostante la sua malattia. Anche per questo motivo, al taglio del nastro erano presenti alcuni familiari di Battaglini che hanno sempre aiutato la Misericordia al fine di permettere ai volontari di svolgere al meglio la loro missione. Anche grazie a queste sinergie è stato possibile adibire un nuovo spazio dove sono stipati dei letti ortopedici, delle stampelle, delle carrozzine, dei pannoloni e del materiale per cateterizzati. Gran parte di questi supporti sono in buonissime condizioni e sono frutto di donazioni private o di dismissione delle strutture ASL per rinnovo delle dotazioni. I bisognosi possono fare richiesta di questi supporti recandosi presso la segreteria di Via Puglie ad Orta Nova o chiamando al numero 0885 783015. “Crediamo nel potere educativo dell’esempio che ci hanno lasciato i grandi uomini” – afferma il Governatore, Giuseppe Lopopolo. “Per questo abbiamo deciso di dedicare uno spazio nuovo alla figura di Gino Battaglini, seppur adibendo il container ad un servizio che la Misericordia assicura da molti anni. Il nuovo banco ausili è soltanto il penultimo desiderio di Misericordia. Adesso ci impegneremo verso un’ulteriore richiesta di aiuto che arriva dai nostri concittadini, ovvero quella di adibire uno spazio a mensa e dormitorio pubblico. Ringraziamo il Vescovo, Sua Eccellenza Monsignor Luigi Renna, e la famiglia Battaglini da sempre amica della Misericordia, per aver presenziato al taglio del nastro”.

 

Comunicato Stampa