Carapelle Futura interroga la maggioranza: “A tre mesi dallo start up per il porta a porta nessun servizio d’informazione”

Considerato che dal 15 gennaio il Comune di Carapelle paga la SIA per effettuare il servizio di raccolta porta a porta (€80.000,00 mensili) dal 15 APRILE (TRA DUE SETTIMANE) TERMINERÀ LA FASE DI START-UP.
Ad oggi, ancora nessuna campagna informativa (pagata dai cittadini) è stata messa in atto. Aspettiamo il 15 Aprile (data confermata dal Vice sindaco e assessore all’ambiente) per usufruire di un servizio di raccolta all’altezza dei costi sostenuti.

Comunicato stampa

Stornara, il sindaco Calamita respinge al mittente le accuse sul PEF: “Adeguamento delle tariffe TARI non ricadrà sui cittadini”

Nella seduta del 29/03/2019, con atto deliberativo n. 14, il Consiglio Comunale ha approvato il P.E.F. (Piano Economico Finanziario) redatto dalla SIA FG/4, con il quale la stessa ha preventivato i costi di gestione del servizio raccolta e smaltimento dei rifiuti per l’anno 2019. Il P.E.F. 2019 è stato rideterminato, in fase di approvazione da parte del Consiglio Comunale, in €. 1.187.779,49 a fronte del quale è stata già emessa bollettazione T.A.R.I. 2019 per €. 1.178.439,00, come rinveniente dalla D.G. n. 02 del 21/02/2019. Nella discussione avutasi in seno al Consiglio Comunale è stato precisato che l’aumento “stimato” dalla S.I.A. FG/4 per il 2019, rispetto al P.E.F. 2018, di €. 104.157,92, non ricadrà sui contribuenti poichè interamente assorbito dall’ampliamento della platea degli stessi e/o rettifica della base imponibile degli immobili tassati (metrature), ragione per cui: La bollettazione 2019, per singolo contribuente, NON aumenterà rispetto a quella del 2018. Quelli sopra elencati sono i FATTI, riportati in documenti ufficiali, mentre il resto è annoverabile quale mera PROPAGANDA. A coloro che vogliono informazioni veritiere e dettagliate, l’invito ad acquisirle direttamente presso gli uffici comunali. A coloro che ambiscono, a vario titolo, a diventare classe dirigente la precisazione che:
CHI SEMINA VENTO RACCOGLIE TEMPESTA.
Rocco Calamita, Sindaco di Stornara

I vasi di Piazza Frasca spostati in Via Papa Giovanni. Rivoluzione Orta Nova: “Vengano al più presto ricollocati dov’erano”

Ci è arrivata una segnalazione relativa a piazza Frasca in Via Gronchi. I cittadini residenti ci hanno comunicato che da qualche giorno piazza Frasca è stata letteralmente svuota di quasi tutti i suoi arredi urbani. Gli ultimi vasi che sono stati sottratti (in cui i residenti avevano provveduto a spese proprie a collocare piante ornamentali) attualmente sono stati collocati in via Papa Giovanni XXIII. L’indignazione del residenti di periferia si fa sempre maggiore: oltre agli scarsi controlli che aumentano il degrado, anche il Comune collabora a rendere meno vivibile la nostra città. Noi di RIVOLUZIONE ORTA NOVA ci auguriamo che al più presto vengano ripristinati gli arredi urbani in Piazza Frasca!

Comunicato stampa