Il programma elettorale del candidato sindaco Dino Tarantino

PREMESSA

CAPARBIETA’ E FORZA NELLA CONTINUITA’: PER UN’ORTA NOVA MIGLIORE
A LITTLE&BRIGHT CITY

Scegliere di ricandidarsi, di riproporsi a sindaco in un momento storico e sociale come quello che stiamo vivendo, non è cosa semplice. La ferocia e l’aggressività, la cattiveria di chi in modo spregiudicato e risoluto inveisce contro la tua persona senza giustificazioni o comprensioni, lascia ben poco spazio a qualsivoglia volontà di esporsi e di prendere delle posizioni. Ed è questo nuovo modo, di alcuni, del tutto antitetico, di intendere la comunicazione e la partecipazione alla vita politica ed amministrativa della propria città, che allontana la brava gente dalla res pubblica e dal voler attivamente prendere parte al governo cittadino. E’ tale modo di fare e di intendere la politica oggi, che ha indotto un comune senso di scoramento e di sfiducia nelle istituzioni e nelle brave persone che credono ancora che qualcosa di buono si possa realizzare. Ed è proprio per vincere questo sentimento negativo che serpeggia tra la gente e per diffondere sicurezza e credibilità, che ho deciso di riprovare, di riprendere e continuare questo cammino di crescita, di provare a cogliere insieme a tutti voi i frutti positivi e di sviluppo per la nostra comunità, che in questi anni di governo cittadino, io e la mia squadra abbiamo seminato e prodotto. Tanto è stato fatto, ma di sicuro ancora molto è da fare! Tra mille difficoltà e problemi sociali ed economico-finanziari che creano un imponente disagio tra le fasce deboli, abbiamo provato a trovare soluzioni e a tendere le mani laddove è stato possibile, garantendo sostegno e affidabilità. Abbiamo raggiunto e garantito standard di sicurezza e salvaguardia in termini di attività antisismica e di rispetto e protezione del territorio, favorendo politiche e opere per contrastare il dissesto idrogeologico comportando la salvaguardia ambientale. Abbiamo vissuto momenti critici di emergenza rifiuti e superati grazie alla caparbietà e alla perseveranza, abbiamo ristabilito ordine con un aumento delle forze di polizie sul territorio, abbiamo recuperato tradizioni e valorizzato il nostro territorio. Abbiamo creduto che Orta Nova potesse essere migliore, e siamo convinti che possa essere ancora più brillante e dinamica, proiettata verso il futuro e verso una dimensione più a misura d’uomo, più eco-sostenibile. CREDIAMO nella FORZA della CONTINUITA’ e CREDIAMO che INSIEME ANCORA SI POSSA VINCERE TUTTI INSIEME, e si possa fare della nostra ORTA NOVA un FARO e vera FORZA MOTRICE dell’intero territorio dei 5 Reali siti. Per questo vi chiedo di credere ancora in me e nella mia squadra perché INSIEME SI PUO’, INSIEME PER un’ORTA NOVA migliore, INSIEME PER CONTINUARE AD AMMINISTRARE PER DARE, AMMINISTRARE PER FARE!

TRASPARENZA ED EFFICACIA AMMINISTRATIVA

COMUNICAZIONE CIRCOLARE – Saranno potenziati i canali di comunicazione diretti tra Amministrazione e cittadini, da realizzare anche attraverso un maggiore utilizzo dei social e l’apertura alle proposte dei cittadini, che devono essere coinvolti nella vita pubblica del paese.
BUROCRAZIA ZERO: per facilitare l’utilizzo dei servizi pubblici da parte dei cittadini in modo semplice e riducendo i tempi di attesa, è necessario garantire un’adeguata assistenza mediante sportelli informativi ed implementare il sito istituzionale con il portale “Servizi online” attraverso cui poter inoltrare direttamente da casa richieste di documenti quali estratti nascita, stato di famiglia, rinnovo carta di identità ecc..
Trasparenza assoluta sui viaggi compiuti dagli amministratori per finalità di interesse pubblico, mediante pubblicazione degli scontrini che documentano le spese sostenute, e risparmio di risorse pubbliche eliminando il ricorso ad auto di rappresentanza, di proprietà dell’amministrazione o in leasing.
MIGLIORAMENTO DELL’APPARATO BUROCRATICO, TECNICO AMMINISTRATIVO – Attuazione dei sistemi di valutazione delle performances dei dirigenti e dei dipendenti pubblici, previsti dalle leggi vigenti, sia al fine della progressione di carriera che di eventuali provvedimenti disciplinari, con chiara individuazione dei livelli di responsabilità; indurre e incentivare l’aggiornamento continuo per garantire efficacia ed efficienza.

TUTELA DELL’AMBIENTE, DECORO URBANO E CURA DEGLI ANIMALI

La tematica ambientale, soprattutto quella legata alla gestione dei rifiuti, è stata in questi cinque anni di mandato amministrativo di sicuro la più scottante e problematica e anche quella con più incertezze relative al futuro. Le gravi criticità economico-finanziarie riscontrate con la società di gestione del servizio di spazzamento stradale e raccolta dei rifiuti con la chiusura della discarica e la difficile e costosa regolamentazione dei flussi di rifiuti di competenza Regionale, hanno provocato una fase di severo disagio con eventi caratterizzati da vera e propria crisi emergenziale igienico-sanitaria. La perseveranza e la volontà di uscirne fuori, di combattere e risolvere questa crisi operata dall’amministrazione ha permesso di operare delle situazioni tampone e di programmare un nuovo servizio di raccolta rifiuti con L’ADOZIONE DI UN PROGETTO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA. Il percorso di definizione di questo problema è arduo, ma la volontà di perseguire questo obiettivo è forte, e la strada per realizzarlo già prestabilita e in fase di completamento.
Tale volontà passa anche dal voler favorire una politica tendente all’obiettivo “RIFIUTI ZERO”, incentivando innanzitutto i produttori di imballaggi al loro riutilizzo (ad esempio mediante il sistema del “vuoto a rendere”), e poi i cittadini al riciclo e riutilizzo dei materiali, in modo da ridurre drasticamente il quantitativo di rifiuti da smaltire. Da qui la necessità di un’efficiente gestione del sistema di smaltimento rifiuti ed un aumento della percentuale di raccolta differenziata, che a regime e col tempo, comporterà per la cittadinanza attiva dei vantaggi concreti come sgravi sulla TARI.
Per mettere un efficientamento reale del servizio rifiuti verranno sperimentati anche gli ECOPOINT: si tratta di dispositivi a basso consumo energetico che, a fronte dell’inserimento di materiali riciclabili (ad es. bottiglie in PET, lattine in alluminio, flaconi in HDPE e PP), rilasciano uno scontrino, conferendo punti da accumulare per acquisire un buono sconto presso le attività commerciali convenzionate. Tale sistema consentirebbe una gestione più virtuosa del ciclo dei rifiuti, favorendo non solo la raccolta differenziata ma anche il coinvolgendo le attività commerciali.
Ma la salvaguardia dell’ambiente come priorità dell’amministrazione passa anche attraverso la garanzia di attuazione di molteplici azioni mediante la PREVENZIONE DELL’INQUINAMENTO E LA BONIFICA DEI SITI INQUINATI DEL NOSTRO TERRITORIO, stabilendo obblighi in tal senso nei confronti dei soggetti, pubblici o privati, responsabili dell’inquinamento, secondo i principi stabiliti dalle leggi nazionali e comunitarie. In tale ottica verrà predisposto e adottato un REGOLAMENTO relativo ai RIFIUTI ASSIMILABILI AGLI URBANI, con la definizione delle varie fattispecie di rifiuti speciali e il loro specifico smaltimento, per contrastare in particolare la piaga che affligge il nostro territorio legata agli indumenti usati abbandonati in ogni dove ed anche alla poco conosciuta modalità di smaltimento degli sfalci di potatura del verde privato.
PROGETTO PLASTIC FREE – Altro importante obiettivo sarà quello di perseguire le buone prassi ambientali seguendo le direttive del ministero dell’ambiente realizzando politiche di eliminazione della plastica monouso e dei materiali non biodegradabili dalle scuole, dalle attività commerciali, dalle utenze domestiche. Tra le misure finalizzate a questo obiettivo:
 L’eliminazione dai distributori delle bottiglie di plastica
 L’installazione degli erogatori di acqua naturale o frizzante, anche refrigerata
 La distribuzione gratuita ai bambini delle scuole al fine di attuare programmi di educazione ambientale
 La sostituzione nei distributori di bevande calde dei bicchieri di plastica con quelli di carta, e delle paline di plastica per girare il caffè con quelle di legno
 la promozione di campagne di sensibilizzazione per i cittadini
 L’eliminazione dei prodotti monouso dalle mense scolastiche.
DECORO URBANO – Promozione del decoro urbano e dell’educazione dei cittadini alla cura dei beni pubblici: si prevede l’attivazione di un servizio gratuito (ad esempio attraverso la pagina social del Comune, o un apposito spazio sul sito istituzionale) per le segnalazioni da parte dei cittadini degli atti di vandalismo, abbandono di rifiuti, dissesti stradali, disservizi, problemi di viabilità.
Dal punto di vista urbanistico, verrà promossa l’adozione di un REGOLAMENTO PER IL DECORO URBANO finalizzato alla migliore tutela della convivenza dei cittadini e alla loro sicurezza. Verrà definita la disciplina dei pubblici servizi, l’uso e la preservazione del patrimonio comunale stabilendo specifici divieti ed obblighi per i cittadini che fruiscono del territorio di riferimento comunale e dei suoi beni. La convivenza sociale comporta la fruizione e l’utilizzazione di beni comuni, ed è necessario incentivare la cultura della tutela del bene comune con norme che disciplinano “aspetto dei fabbricati e decoro dei servizi e impianti che interessano l’estetica dell’edilizia urbana“, al fine di rendere la città più bella da vedere e maggiormente fruibile a cittadini e turisti, attraverso, ad esempio, l’utilizzo di colori e materiali nella fabbricazione che tendino ad un omogeneità e ad una visione univoca che crei condivisione, la cura degli spazi verdi, oltre ad azioni volte a prevenire il degrado causato da rifiuti abbandonati ai lati dei cassonetti e da cantieri edili privi di controllo.
Sempre ai fini della sensibilizzazione e della partecipazione consapevole dei cittadini alla gestione degli spazi pubblici occorre promuovere, in collaborazione con le associazioni del territorio, giornate dedicate ad interventi di decoro urbano e attività a tutela del verde pubblico.
TUTELA DEGLI ANIMALI: richiede innanzitutto un’educazione al loro rispetto, per cui è utile una campagna di sensibilizzazione dei cittadini e soprattutto di bambini e ragazzi in età scolastica.
Un importante obiettivo sarà quello di definire linee di intervento relative al CANILE COMUNALE, atte a prevedere una adeguata ristrutturazione ed una adeguata gestione, che operi interventi di sensibilizzazione dei cittadini e limitazione del fenomeno del randagismo con, inoltre, la promozione di una o più giornate dell’adozione per ridurre il numero dei cani ospitati nelle strutture e stimolare le famiglie ad accoglierli.
Un utile intervento di sensibilizzazione dei cittadini e limitazione del fenomeno del randagismo è, inoltre, la promozione di una o più giornate dell’adozione per ridurre il numero dei cani ospitati nelle strutture e stimolare le famiglie ad accoglierli.

GESTIONE DEL TERRITORIO

Sfruttamento razionale e stop al consumo del territorio: per prevenire il degrado degli edifici in abbandono e garantire il decoro urbano, si deve incentivarne il recupero, specie di quelli pubblici in disuso e razionalizzare la concessione di licenze edilizie, favorendo demolizioni e ricostruzioni di edifici civili o cambi di destinazione d’uso di aree industriali dismesse. Nella concessione dei permessi a costruire, inoltre, si devono privilegiare attraverso sgravi fiscali progetti ad impatto ambientale ridotto, che sfruttino le nuove tecnologie per realizzare costruzioni eco-compatibili.
Fondamentale e strategico nello sviluppo del territorio e della sua economia sarà l’adozione del PIANO URBANISTICO GENERALE (PUG), con l’ammodernamento dell’attuale Piano Regolatore Generale, potendo ridefinire le direttrici di sviluppo degli insediamenti nel territorio comunale, del sistema delle reti infrastrutturali e delle connessioni con i comuni limitrofi. Il PUG prevede anche la possibilità di definire nuove previsioni programmatiche, in coerenza con i fabbisogni nei settori residenziale, produttivo e infrastrutturale, provando anche a promuovere lo sblocco delle lottizzazioni, con incentivazione dell’economia in campo edilizio, e fungendo da stimolo per le aree di sviluppo a ridosso di importanti direttrici viarie come la SS16, che possono rappresentare un volano per l’intera economia della città.
CITTA’ A MISURA D’UOMO – Migliorare la fruibilità dei servizi della città mediante il miglioramento della viabilità interna, rendendola più eco-sostenibile. Obiettivo principale sarà promuovere lo sviluppo e l’adozione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), un documento strategico che ha l’obiettivo di “sviluppare un nuovo concetto di piano capace di affrontare le sfide e i problemi connessi al trasporto nelle aree urbane in maniera più sostenibile e integrata”. L’importanza di questo strumento è legata anche alla possibilità di accedere ai finanziamenti statali di infrastrutture per nuovi interventi per il trasporto pubblico, tra cui anche quello ciclo-pedonale in un ottica che prevede e persegue una modalità di spostamento sostenibile. Il PUMS pone al centro le persone e la soddisfazione delle loro esigenze di mobilità, seguendo un approccio trasparente e partecipativo che prevede il coinvolgimento attivo dei cittadini e di altri portatori di interesse fin dall’inizio del suo processo di definizione.
Le caratteristiche che rendono sostenibile un Piano Urbano della Mobilità prevedono la creazione di un sistema urbano dei trasporti che persegua i seguenti obiettivi :
 efficacia ed efficienza del sistema di mobilità
 sostenibilità energetica ed ambientale
 sicurezza della mobilità stradale
 sostenibilità socio economica.
 ridurre la congestione stradale, ridurre la sosta irregolare, promuovere l’introduzione di mezzi a basso impatto inquinante,
 efficientare la logistica urbana, migliorare le performance energetiche ed ambientali
 garantire l’accessibilità alle persone con mobilità ridotta, alle persone a basso reddito, alle persone anziane,
 migliorare la sicurezza della circolazione veicolare, dei pedoni e ciclisti.
RICOGNIZIONE DEL PATRIMONIO E RIVALUTAZIONE – Si deve procedere progressivamente ad un censimento di tutte le proprietà del Comune, per verificarne l’attuale utilizzo, la legittimità dell’assegnazione e rendere disponibili gli immobili e i terreni inutilizzati per l’edilizia popolare, per iniziative sociali o culturali o per attività ecosostenibili quali pascoli ed agricoltura biologica.
INFRASTRUTTURE E OPERE PUBBLICHE – Ricerca continua di finanziamenti comunitari, nazionali, regionali al fine di operare per una sempre migliore salvaguardia e sicurezza degli edifici pubblici e del sistema viario, apportando adeguamenti strutturali secondo gli standard normativi e apportando manutenzione continua e costante del patrimonio comunale.
Garantire i servizi fondamentali a tutti i cittadini, anche agli abitanti delle zone rurali, che vivono in zone prive di pubblica illuminazione, impianto fognario, con carente o assente manutenzione delle strade e delle cunette, mediante la destinazione a ciò di una adeguata parte del gettito erariale (ad esempio gli introiti derivanti da sanzioni alla circolazione stradale che, secondo le norme contabili, devono essere destinati alla manutenzione stradale e ad interventi per la sicurezza).

SICUREZZA E BENESSERE DEI CITTADINI

In tema di SICUREZZA, l’attenzione e l’operosità dell’amministrazione ha portato alla sottoscrizione di un Protocollo D’Intesa con la Prefettura di Foggia che vede ORTA NOVA beneficiaria del finanziamento di un progetto per l’installazione di videocamere sulle vie di ingresso e di uscita del paese e nei punti più sensibili, come in prossimità degli edifici scolastici. Verrà perseguito come obiettivo un’estensione di tale progetto con l’installazione della VIDEOSORVEGLIANZA anche nelle zone interessate da fenomeni di degrado quali abbandono di rifiuti ed atti vandalici, provvedendo ad un collegamento del sistema con le autorità di polizia, ai fini di una efficace punizione dei trasgressori.
Per potenziare la SICUREZZA STRADALE, verrà operata la manutenzione della segnaletica stradale, sia verticale sia orizzontale, nei tratti che ne sono sprovvisti o in cui è carente e verranno predisposti progetti per la realizzazioni di rotatorie in sostituzione degli impianti semaforici, laddove possibile. Il confronto fra un incrocio con semaforo e una rotatoria presenta indubbi vantaggi:
 maggior sicurezza, con riduzione dell’incidentalità superiore al 50% (l’obbligo di dare la precedenza ai veicoli che hanno già impegnato la rotatoria ha un effetto di controllo sulla velocità dei veicoli in transito). Inoltre, riducendosi le velocità in ingresso ed in circolo e l’angolo del potenziale impatto fra veicoli, si riducono sia la probabilità di incidenti sia la gravità delle conseguenze.
 maggiore capacità di smaltire il traffico con snellimento nella circolazione.
 minor inquinamento acustico e atmosferico
 possibilità di inversione del senso di marcia;
 riduzione e moderazione del traffico;
 minori costi gestionali e di sorveglianza.
Lungo i tratti maggiormente sensibili del territorio, per tutelare la sicurezza di automobilisti e pedoni si deve prevedere l’installazione di sistemi atti ad indurre gli automobilisti a ridurre la velocità, come i dossi artificiali di rallentamento, e gli attraversamenti pedonali rialzati, come si è già cominciato a fare per alcune vie della città.
Interventi strutturali sulle criticità delle strade urbane ed extraurbane, provvedendo al graduale ripristino del manto bituminoso delle strade che ne hanno bisogno, per favorire la sicurezza dei pedoni e l’agevole scorrimento del traffico urbano, secondo un piano organico pluriennale adeguato alle disponibilità finanziarie dell’Ente.
Piena accessibilità agli uffici pubblici, eliminando le barriere architettoniche e permettendo a soggetti con difficoltà motorie o disabilità, di fruire in maniera adeguata dei servizi pubblici essenziali.
Promozione di uno stile di vita più sano tra i cittadini, favorendo l’educazione alimentare nelle scuole e promuovendo campagne di contrasto ai fenomeni di dipendenza da alcol e droghe.

POLITICHE ECONOMICHE, SOCIALI E DEL LAVORO

POLITICHE ECONOMICHE – UGUALIANZA E TRASPARENZA TRIBUTARIA: Imprescindibile resta l’attività di controllo sulla regolare riscossione dei tributi comunali, già avviata in questi cinque anni di mandato di governo, per garantire una pressione fiscale equilibrata: difatti l’individuazione degli evasori totali permetterà di allargare la cosiddetta base imponibile, garantendo un principio di equità fiscale economico-finanziario ma anche sociale per il quale se tutti pagano le tasse, tutti paghiamo un po’ meno tasse.
.
POLITICHE SOCIALI E DI SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA – Costante monitoraggio delle situazioni di disagio economico e sociale, offrendo un aiuto a questi cittadini attraverso servizi di consulenza, programmi di sostegno e di istruzione per famiglie svantaggiate attraverso l’attività del segretariato sociale e del sevizio di assistenza sociale professionale attivo presso il nuovo sportello WELFARE di prossima attivazione.
La povertà e l’esclusione sociale, saranno contrastate attraverso gli istituti del REI/RED, mediante fondi del Piano Sociale di Zona ed anche attraverso l’istituzione di un micro-credito, che consenta a tutti i cittadini di percepire un sostegno economico per superare le situazioni di disagio temporanee o per l’accesso a mutui o contratti di locazioni per le giovani coppie.
Si continuerà poi ad operare con l’istituto dell’EMERGENZA ABITATIVA a sostegno di cittadini morosi al fine di evitare procedure esecutive di sfratto. Il problema casa sarà poi affrontato anche sui tavoli regionali dove si andranno a ridiscutere azioni e finanziamenti con la messa in disponibilità di risorse per le POLITICHE ABITATIVE e della CASA con la possibilità di costruire nuove case popolari, così come fatto per i 16 Alloggi popolari di Piazza Frasca.
Il SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA sarà garantito da servizi atti a superare il disagio sociale sia esso causato da problemi economici, sia da problemi di natura assistenziale. Continuerà ad esser garantito il servizio SAD e ADI con prestazioni di assistenza socio-sanitaria a domicilio seguendo piani di assistenza individuali sviluppati di concerto con la ASL. Sarà attivato poi un servizio del tutto nuovo: il servizio Assistenza Domiciliare Educativa (A.D.E.) erogato a domicilio di famiglie in situazione di disagio socio-relazionale dove sono presenti uno o più minori che presentano un disagio o sono a rischio di devianza sociale e/o di emarginazione. Persegue obiettivi sia di prevenzione che di sostegno diretto ai minori e alle loro famiglie per supportare e rafforzare le funzioni genitoriali. E’ un servizio a forte valenza preventiva e si caratterizza come intervento volto a promuovere le capacità genitoriali e l’assunzione delle responsabilità di cura e educative, salvaguardando o recuperando quanto più possibile la qualità del rapporto genitori-figli, prevenire il ricorso all’istituzionalizzazione e/o facilitare il rientro dei minori in famiglia. Ciò permetterà anche un minor impegno di risorse economiche utilizzate per pagare le rette dei minori istituzionalizzate su provvedimento del Tribunale, apportando quindi un duplice vantaggio di salvaguardia della persona e di ECONOMICITÀ DEI SERVIZI SOCIALI con conversione di fondi su altre prestazioni sociali o socio-assistenziali.
Il sostegno alle famiglie si concretizza anche attraverso il rimborso spese e le agevolazioni sui servizi a domanda individuale, tenendo sempre conto dell’ISEE.
LOTTA AGLI SPRECHI ALIMENTARI, prevedendo, in collaborazione con gli esercizi commerciali del territorio, la creazione di “zone last minute” all’interno dei supermercati, dove i prodotti prossimi alla scadenza possano essere venduti a prezzi ribassati, e la creazione di gruppi di acquisto e di scambio solidale.
FASCE DEBOLI – DISABILI, ANZIANI, BAMBINI – La promozione dell’inclusione sociale dei disabili richiede, infine, la garanzia di un adeguato SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO e di uno scrupoloso servizio di ASSISTENZA ALLA COMUNICAZIONE e lo sviluppo, in collaborazione con le associazioni locali, di progetti di integrazione sociale e supporto alle famiglie. Tutto ciò attraverso l’attivazione di strutture sul territorio che eroghino servizi di aggregazione e integrazione sociale, o di assistenza socio-sanitaria assistenziale come nel caso degli anziani non autosufficienti. Obiettivo target sarà il recupero dell’asilo nido ed anche la realizzazione di ludoteche a sostegno delle giovani madri lavoratrici.
POLITICHE GIOVANILI E DEL LAVORO – Obiettivi da raggiungere sono una maggiore formazione e informazione sulle possibilità di lavoro sia esso dipendente, imprenditoriale o agricolo. Saranno quindi potenziati servizi di:
 Formazione attraverso l’istituzione di tirocini formativi presso l’Ente,
 Facilitare l’accesso ai finanziamenti per avviare start-up d’impresa
 Ampliamento del Servizio SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive) che offra ai cittadini servizi di informazione e sostegno nella compilazione di pratiche relative ad agevolazioni fiscali, adesione a bandi e finanziamenti regionali, nazionali, europei, iscrizione a pubblici concorsi, partecipazione a bandi pubblici comunali.

TURISMO, UNIONE DEI CINQUE REALI SITI e AGRICOLTURA

Per RILANCIARE IL NOSTRO TERRITORIO si deve puntare su un modello turistico di medio ed alto taglio, il solo in grado di garantire benessere agli operatori del settore senza snaturare la vocazione prioritaria della città, in un contesto non solitario ma di UNIONE di concerto con i paesi limitrofi e con le potenzialità enogastronomiche e culturali insite nei nostri territori. Il turismo che ci piace pensare è quello che sia capace di attrarre visitatori e vacanzieri in un territorio nuovo e ricco, tutto da scoprire. In tal senso è necessario istituire un Ufficio di competenza per il Turismo presso la sede dell’UNIONE DEI 5 REALI SITI che, valorizzando i professionisti locali, esperti di economia e marketing e studiosi dell’arte e della natura, metta in campo azioni strategiche per incentivare lo sviluppo del turismo locale. Gli interventi attuabili sono molteplici:
 realizzazione di un piano di marketing turistico pluriennale, con attivazione degli Info point turistici alla scoperta dei territori dell’antica HERDONIA, con sviluppo di percorsi ciclabili e sviluppando tracciati di dialogo interreligioso e interculturale di connessione con la via Francigena;
 attivazione di una piattaforma online con l’offerta turistica locale e promozione del marchio, da tutelare e diffondere attraverso campagne pubblicitarie mirate e specifiche e mediante la partecipazione a fiere di settore italiane e straniere, che rappresentano un’occasione preziosa per far conoscere il nostro territorio;
 realizzazione di una mappatura geolocalizzata dei siti culturali, artistici, archeologici, naturalistici presenti nel territorio dell’UNIONE realizzando delle strutture ecocompatibili atte all’accoglienza dei turisti;
 la valorizzazione di luoghi come l’ambasciata del gusto o il Museo della civiltà contadina per trasmettere le tradizioni di cui il nostro paese è ricco, prevenendo al contempo il degrado di alcuni immobili, specie nei rioni storici;
 l’incentivazione del marchio di Denominazione dell’Unione dei Cinque Reali Siti (DE.UN.5RS.), a tutela dei prodotti agro-alimentari e culturali della tradizione locale.
Tutto questo deve favorire la creazione di una nuova economia “dal basso”: occorre recuperare le attività artigianali ed incentivare le produzioni artigianali locali come prodotti agroalimentari d’eccellenza, manufatti, promuovendo il patrimonio dei saperi e sapori della nostra terra, ricca di potenzialità e qualità uniche.
Sono necessarie forme di sostegno e consulenza mirate a favorire il ritorno ad un’agricoltura genuina, libera e a km zero, privilegiando metodologie naturali come il biologico, puntando ad uno sviluppo economico sostenibile, che salvaguardi l’ambiente; i giovani che desiderano intraprendere un’attività agricola, ma vengono scoraggiati dalla difficoltà di reperire un adeguato contributo economico che gli permetta di acquisire terreni o strutture, spesso abbandonate, devono essere sostenuti attraverso sportelli di consulenza che li aiutino ad accedere agli incentivi economici idonei a recuperare il territorio, riqualificandolo e valorizzando i suoli agricoli ed ortivi.
Sono ipotizzabili diverse strategie di azione al riguardo:
 creazione di Consorzi Comunali dei Produttori che raggruppino i singoli piccoli produttori, allo scopo di trasformare, promuovere e commercializzare i prodotti tipici e quelli da essi derivati;
 concessione dei terreni comunali inutilizzati a cooperative e/o associazioni di agricoltori che svolgano attività volte a valorizzare le colture biologiche locali e a preservare la biodiversità, anche allo scopo di sviluppare una filiera corta di prodotti biologici locali, con eventuale istituzione di un mercato biologico mensile;

SPORT E ATTIVITÀ CULTURALI

SPORT PER TUTTI – Sarà garantito come obiettivo prioritario lo sviluppo dell’attività sportiva amatoriale e il sostegno delle eccellenze sportive agonistiche locali, mediante il patrocinio di manifestazioni e gare, lo sviluppo d’iniziative ed eventi nelle scuole. A tale scopo verranno instaurate convenzioni tra il Comune ed i centri sportivi per rendere accessibile a tutti l’attività sportiva, promuovendo la salute, la socializzazione ed il benessere psico-fisico della comunità.
Continueremo nella riqualificazione e valorizzazione delle strutture sportive comunali, come strumento di promozione e diffusione dello sport e dei suoi valori, affidando, poi, i relativi interventi di manutenzione e recupero tramite bandi di gara pubblici e trasparenti.
Gli spazi verdi pubblici, come le ville e i parchi giochi saranno riqualificati ove necessario per assicurare decoro e fruibilità come luoghi di aggregazione sociale e di svago per le famiglie ed i giovani.
ASSOCIAZIONISMO E VOLONTARIATO – Sostegno alle associazioni locali, riconoscendo il ruolo di fondamentale importanza che svolgono sul territorio, come strumento di inclusione e di aggregazione sociale; ciò significa innanzitutto regolare in maniera trasparente i rapporti tra le stesse e l’amministrazione, con particolare riferimento all’ammissione a finanziamenti pubblici e all’attribuzione di spazi inutilizzati all’interno di edifici pubblici o locali in abbandono.
Attenzione ancora maggiore sarà riconosciuta alla cultura andando ad arricchire il panorama di eventi ricompresi nell’appuntamento canonico della SETTIMANA DELLA CULTURA e in eventi quali il Maggio dei Libri e la riscoperta del TEATRO e della sua funzione pedagogica e civica.

Programma elettorale del candidato sindaco Dino Tarantino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.