L’Orta Nova che Vorrei contraria all’intitolazione della nuova tangenziale ad Almirante: “Ha sempre sposato l’ideologia fascista”

A distanza di cinque giorni dai festeggiamenti del 25 aprile, giorno della liberazione dal nazifascismo, siamo rimasti stupefatti che con la delibera n.55 del 12 aprile 2019, questa amministrazione abbia dedicato la nostra tangenziale nord-est ad un personaggio ambiguo come Giorgio Almirante. Che questa amministrazione sia sempre stata vicina ad una ideologia che, fortunatamente, nel corso della storia è stata ampiamente bocciata, ne eravamo consapevoli; ma che si spingessero così oltre non potevamo immaginarlo. Dedicare una strada ad uno dei personaggi che ha contribuito a scrivere le pagine più buie della storia del nostro Paese è un qualcosa che ci lascia basiti. Giorgio Almirante è stato un politico italiano che ha sempre sposato l’ideologia fascista. Nel 1938 fu firmatario del manifesto della razza, manifesto che preparò l’emanazione delle leggi razziali nel nostro Paese. Successivamente, durante la resistenza partigiana, decise di aderire alla Repubblica di Salò diventandone capogabinetto: ovvero scelse di continuare ad appoggiare la dittatura fascista a fronte di chi dava la vita per liberarcene. Non è un caso che ordinò la fucilazione di partigiani qualora non si fossero arresi. Dopo la liberazione dal nazifascismo non nascose mai, nonostante tutto, la sua nostalgia nei confronti di quelle idee che fortunatamente erano state sconfitte.
Mentre l’Italia intera piano piano sta cercando di emanciparsi da strade dedicate a personaggi alquanto ambigui, noi decidiamo di rievocare personaggi dai quali dovremmo prendere le distanze una buona volta. Cerchiamo, invece, di dedicare strade e strutture a uomini e donne della resistenza; a chi ha combattuto la mafia e qualsiasi tipo di dittatura. Non a uomini che sono stati complici e artefici di errori, orrori, storici. Questo dimostra quanto sia importante conoscere la storia del nostro Paese e come la cultura diventi uno strumento di emancipazione da un passato colonialista, razzista e fascista che purtroppo nel nostro Paese non è mai stato messo completamente da parte.

Comunicato stampa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.