Orta Nova, il comune torna ad assumere. Due posti per addetti amministrativi

Il Comune di Orta Nova assume due addetti amministrativi Categoria B1. Sul sito istituzionale del comune capofila è possibile infatti da ieri consultare il bando e presentare la domanda. Il bando, che scade il prossimo 27 Maggio, arriva dopo qualche mese dall’altro bando per l’assunzione in mobilità interna di cinque dipendenti, questa volta il bando è aperto a tutti i cittadini che rispetteranno i requisiti previsti dal bando.

CLICCA PER ACCEDERE AL BANDO

Annunci

Orta Nova, il programma elettorale del candidato sindaco Antonio Di Carlo

Il nostro è un progetto politico nato spontaneamente da un gruppo eterogeneo di cittadini. È ora di guardare oltre il proprio naso, è tempo di ascoltare le istanze degli abitanti di Orta Nova, guidarli in scelte condivise, valorizzare le risorse, conoscere la strada per Bari, Roma e Bruxelles. Perché Orta Nova può diventare fiore all’occhiello del Tavoliere di Puglia. Basta essere trasparenti, studiare le soluzioni migliori e condividerle. Le barriere tra istituzioni e cittadini devono essere abbattute. Ecco il perché del progetto Antonio Di Carlo sindaco!

RIQUALIFICAZIONE URBANA
Orta Nova è un gioiello, spesso lasciato relegato in un cassetto, ma resta un gioiello. E bisogna valorizzarlo.

Abbiamo pensato ad un piano di riqualificazione urbana, attraverso interventi di interesse pubblico, ambientale, storico-culturale, legati all’identità e ai bisogni degli abitanti. Il nostro obiettivo principale è dare ai nostri bambini un bel presente ed un futuro radioso, quindi partiamo dal loro benessere per arrivare a quello dei più grandi.

Se si guarda dall’alto Orta Nova, risulta molto d’impatto quello che è il polmone verde della città, la Villa Comunale: è il parco pubblico ortese per eccellenza, ma necessita di interventi di riqualificazione, affinché torni ai fasti del passato. Il verde pubblico va migliorato e deve essere ridotta la possibilità di interventi “maldestri” o atti vandalici. Bisognerà dunque monitorare lo stato degli impianti di videosorveglianza, già oggetto di finanziamento pubblico.

Anche il piccolo anfiteatro presente in villa dovrà essere oggetto di riqualificazione urbana e culturale, perché intendiamo renderlo un contenitore culturale immerso nel verde. La creazione ed il ripristino delle corsie fitness, per poter correre e fare jogging nel parco cittadino, sono indispensabili.

Il nostro progetto prevede inoltre l’utilizzo di spazi verdi a misura di bambino, in modo che la comunità dei cittadini diventi protagonista di un cambiamento di qualità del paesaggio urbano. Valorizzazione, dunque, degli spazi esistenti e creazione di nuovi polmoni (piccoli e grandi) per rendere la città più attraente e soprattutto più vivibile.

Valorizzare, riqualificare ed integrare nel centro urbano la Villa Comunale e gli spazi verdi significa anche coinvolgere e spingere ad una collaborazione i cittadini: vogliamo spronare i condomìni o le scolaresche ad un piano partecipato del verde pubblico, ovvero ad “adottare” le aiuole di Orta Nova, naturalmente pensando ad una premialità per i cittadini virtuosi.

LE GIOVANI COPPIE E L’EDILIZIA AGEVOLATA
Per noi i giovani sono molto importanti. Verranno attuati piani di edilizia agevolata per le famiglie in cerca di prima casa. Ad alcuni lotti già esistenti e che verranno regolamentati, se ne aggiungeranno presto altri, che verranno raggiunti dalle operazioni di urbanizzazione

ISTITUZIONE DI UNA COMMISSIONE EDILIZIA
Abbiamo pensato di istituire una commissione edilizia per valorizzare la Zona Storica di Orta Nova (Individuata dal Piano Regolatore), importantissima ai fini sociali, culturali e di rigenerazione urbana, in quanto crediamo che il centro della nostra città rappresenti il punto massimo di aggregazione ortese. Per gli immobili di proprietà comunale, inoltre, verrà effettuata una diagnosi energetica, imprescindibile ai fini del risparmio, per tutelare dunque le casse comunali e le tasche dei cittadini. È possibile, infatti, individuare bandi regionali ed europei per finanziare interventi di miglioramento energetico degli immobili pubblici.

VIABILITÀ E COLLEGAMENTI
Una città che si rispetti ha bisogno di un biglietto da visita importante: le vie d’accesso. Per questo motivo ci attiveremo con l’Amministrazione Provinciale di Foggia per favorire la manutenzione del manto stradale nelle principali arterie d’ingresso ad Orta Nova. Grande attenzione verrà data ovviamente anche alle arterie urbane di pertinenza comunale ed alla loro manutenzione.
La zona della stazione ferroviaria, unico scalo al servizio dei circa 40.000 abitanti dei Cinque Reali Siti, risulta essere mal collegata col centro di Orta Nova e questo arreca un grave danno ai cittadini e a chi non possiede un mezzo per raggiungerla. C’impegneremo nel favorire il dialogo con le Ferrovie del Gargano per collegare meglio la stazione col centro abitato di Orta Nova.

AMBIENTE ED EMERGENZA RIFIUTI

Ambiente e Rifiuti sono due tematiche strettamente correlate fra di loro.
Gli spazi verdi migliorano il microclima della città e accrescono il valore ecologico e di biodiversità degli spazi urbani.

Per trasformare Orta Nova in una città sensibile alle tematiche ambientali occorre ridurre l’inquinamento, gran parte dell’inquinamento ambientale è causato infatti dallo smaltimento dei rifiuti.

Orta Nova, dai dati riportati dalla società SIA si attesta tra i comuni meno virtuosi, i dati sono vergognosi, la nostra differenziata è al 7% su una produzione totale di 9.000 tonnellate

IL CICLO DEI RIFIUTI
Negli ultimi anni la produzione di immondizia è notevolmente cresciuta e la sua gestione è diventata un problema cui far fronte quotidianamente. È un tema complesso che non riguarda solo i rifiuti in senso stretto, ma anche tematiche sociali e comportamentali. Ogni cittadino ortese produce circa 500 Kg di rifiuti all’anno (1% alluminio, 7% verde, 8% vetro,10% rifiuti indifferenziati, 16% carta, 25% plastica, 33% organico)

Per questi motivi le liste collegate ad ANTONIO DI CARLO vogliono

• Migliorare la raccolta differenziata, incrementandola con il Porta a Porta (ai fini di ridurre l’ecotassa);
• Attivare un centro di selezione e valorizzazione dei rifiuti per il loro riutilizzo, riciclaggio e recupero, dove i rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata verranno ulteriormente selezionati e ridotti volumetricamente prima di essere inviati ai vari centri di recupero, per ricavare proventi dalla loro vendita.
• Dopo una corretta campagna di formazione al cittadino, intendiamo attivare le isole ecologiche, inizialmente – in via sperimentale – in tre zone della nostra città per vagliare la risposta dei cittadini. Ogni isola ecologica sarà videosorvegliata, per consentire il corretto utilizzo dei contenitori. I cittadini indisciplinati, dunque, non avranno vita facile, perché saranno sanzionati.
• Prevediamo di istituire un centro di raccolta di olio alimentare presso le isole ecologiche, che troppo spesso viene buttato nei lavandini e che finisce direttamente in mare, causando gravi danni ambientali.
• Premiare le famiglie virtuose, con l’istituzione di una carta per la registrazione degli eco bonus;
• Favorire la raccolta differenziata di rifiuti ingombranti (frigoriferi, televisori, lavastoviglie, lavatrici, mobili, materassi, ecc.), assicurando il ripristino ed il presidio del centro di stoccaggio attualmente esistente.
• Tenere in considerazione un problema purtroppo troppo frequente: l’incendio indiscriminato di plastica, lattine di olio, polistirolo e tubi di irrigazione, che invece potrebbero essere recuperati e riciclati. L’entità delle conseguenze di questi roghi sono immaginabili: l’olezzo sgradevole ma soprattutto altamente inquinante, oltre che del terreno, anche per l’area, per via delle polveri sottili che si sprigionano. Intendiamo sensibilizzare le associazioni di categoria e le aziende del settore per una formazione degli imprenditori agricoli sul riciclo di questi materiali inquinanti, in modo tale da identificare una precisa filiera di ritiro e riutilizzo delle plastiche utilizzate in agricoltura.
• Attuare un programma di “adozione” di aree di verde pubblico da parte dei cittadini, che preveda una premialità per i “virtuosi”.

SICUREZZA E VIVIBILITÀ

Orta Nova ha bisogno di sicurezza e questo non significa soltanto la lotta alla criminalità comune, per la quale ci spenderemo cercando sempre più la collaborazione con le forze di polizia, la prefettura e favorendo un coordinamento con la polizia locale.

È assolutamente necessario sviluppare i seguenti punti:

• a) Copertura e vigilanza del territorio. C’impegniamo a chiedere alla locale prefettura un tavolo tecnico sull’ordine e sicurezza pubblica, al fine di ottenere un presidio di pubblica sicurezza H24.
• b) Consolidamento dell’azione coordinata fra polizia urbana, polizia di stato e carabinieri.
• c) Strumenti di videosorveglianza non solo per gli edifici pubblici ma per alcune aree sensibili o per tratti di viabilità critica.
• d) Individuazione di momenti di educazione civica coinvolgendo le scolaresche del territorio, le istituzioni ed i privati cittadini.
• e) Istituzione di un numero Whatsapp istituzionale che sarà utile ai cittadini per comunicare in forma totalmente anonima le proprie idee, iniziative, proposte, suggerimenti e per segnalare atti di vandalismo, disservizi e problematiche varie. L’amministrazione comunale, ricevute le segnalazioni, avrà cura di inoltrarle in tempo reale a chi di competenza (sindaco, assessori, polizia municipale e forze dell’ordine), che interverranno in base alle proprie specifiche competenze.

POLITICHE AGRICOLE

L’agricoltura rappresenta in larga parte la maggiore fonte di reddito del tessuto economico sociale di Orta Nova, anche se oggi attraversa un momento particolarmente difficile dovuto alla mancata capacità di sapersi “vendere” oltre che fare sistema.
Noi ci poniamo l’obiettivo di affiancare gli agricoltori e le aziende nel percorso che porta verso una nuova produttività, intesa come informazione per intercettare risorse da sfruttare in maniera intelligente tramite l’istituzione di uno sportello informativo agroalimentare, che svolga funzioni di interesse generale per il sistema delle imprese, curandone lo sviluppo nell’ambito delle economie locali, fornire consulenza con personale tecnico avente competenze specifiche nel settore dell’agroalimentare, quindi tale servizio è principalmente rivolto a quelle aziende che intendono crescere sul nostro territorio.

È nostra intenzione richiedere agli organi competenti l’istituzione di una scuola d’istruzione superiore ad indirizzo agrario nel territorio di Orta Nova, in modo tale da offrire alle nuove generazioni che intendano investire nel settore agricolo un futuro legato al territorio a cui appartengono.

Attraverso una collaborazione con i Comuni dei 5 Reali Siti e la facoltà di Agraria dell’università di Foggia, intendiamo istituire una borsa di studio come premio per unire la ricerca e la promozione del nostro territorio, che abbia come filo conduttore lo sviluppo rurale, l’agricoltura biologica e l’innovazione. (Premio 5 Reali Siti).
Il Comune deve farsi carico delle attività promozionali delle colture agricole locali provando a strutturare delle tavole rotonde con i produttori, al fine di creare un marchio unico (I.G.P. Indicazione Geografica Protetta o DECO – Denominazione di Origine Comunale) con tutte le eccellenze del territorio.

CULTURA

Intendiamo fermamente fornire un impulso decisivo per innalzare non soltanto la qualità della vita ma anche lo sviluppo economico ed il senso di comunità di Orta Nova.

Saranno organizzate attività formative e ricreative per bambini, ragazzi e anziani sia durante l’anno scolastico sia nei periodi delle vacanze, favorendo la partecipazione anche dei ragazzi provenienti dai comuni limitrofi.

Se si parla di cultura, non possiamo non considerare uno dei fiori all’occhiello della nostra città, che ne rappresenta la storia: il Palazzo dei Gesuiti, che vogliamo rendere il contenitore culturale per eccellenza. C’impegniamo ad intercettare i finanziamenti per consentire finalmente l’ultimazione dell’ala incompleta del palazzo.

Vista l’attuale situazione delle risorse umane in forza al Comune, è necessario:
• valorizzare la Biblioteca Comunale e le sue sale studio dedicate ai ragazzi impiegando i volontari del servizio civile;
• ospitare in maniera razionale le associazioni culturali, al fine di rendere l’intero edificio il punto di riferimento della città.
• organizzare incontri, dibattiti, mostre, presentazioni culturali, che dovranno essere comunicati nella maniera migliore, affinché Orta Nova diventi un riferimento culturale per tutto il Basso Tavoliere, ma anche per il capoluogo.
• puntare ad una destagionalizzazione dei flussi turistici e culturali: le feste, le sagre, le manifestazioni non saranno organizzate soltanto durante la bella stagione, ma anche nel resto dell’anno, per consentire alla città una visita continua dei turisti.
• puntare sul culto, sulla valorizzazione del percorso della Via Francigena (di cui Orta Nova è una delle tappe) e s sulle armi vincenti del paese, rappresentate dall’enogastronomia e la cultura.

POLITICHE SOCIALI

Orta Nova deve far sentire il suo peso nel Piano Sociale di Zona.

È l’imperativo categorico delle nostre liste. Il Comune capofila del Piano di Zona è Cerignola, ma Orta Nova rappresenta il 20% della popolazione di questo ambito ed è la realtà più grande dei Cinque Reali Siti.

In un’ottica di collaborazione e di brand con Carapelle, Ordona, Stornara e Stornarella, pensiamo che Orta Nova abbia tutte le carte in regola per dire la sua nel Piano Sociale di Zona. Questo accadrà perché abbiamo intenzione di interessarci attivamente a tutti gli eventi, le proposte ed i bandi comunitari presenti, che intercetteremo in qualità di Comune e di Unione dei Cinque Reali Siti a favore di TUTTI i municipi dell’Ambito.

È ora di invertire la rotta anche per la C.U.C. (centrale unica di committenza) del Tavoliere, istituita a seguito di convenzione tra i Comuni di Cerignola, Stornarella, Orta Nova, Zapponeta e Canosa di Puglia, che opera, quale soggetto aggregatore per l’aggiudicazione di contratti pubblici per la realizzazione di lavori, la prestazione di servizi e l’acquisizione di forniture. Anche in questo caso, Orta Nova farà sentire il suo peso.

SPORTELLO WELFARE
Per quel che riguarda le problematiche sociali, il nostro intento è quello di dare ascolto a tutte le persone ed alle famiglie con criticità, per garantire il diritto all’accesso dei servizi senza nessuna discriminazione riguardo sesso, razza, lingua, religione, disabilità e opinioni politiche, con particolare attenzione ai cittadini di Orta Nova che si trovano nelle condizioni di maggiore disagio sociale.

Per questo motivo è essenziale l’istituzione ed il continuo implemento di uno Sportello per il Welfare. Il Comune deve essere un naturale mezzo per facilitare la vita dei suoi abitanti. Abbiamo intenzione di creare anche una sorta di Numero Amico al servizio del cittadino bisognoso. Proprio attraverso lo sportello welfare, favoriremo i contatti con la locale Asl per facilitare operazioni burocratiche che troppo spesso provocano malumori nei nostri concittadini.

ACCANTO A PARROCCHIE ED ASSOCIAZIONI
Sempre in ambito sociale, pensiamo che le parrocchie svolgano in maniera silenziosa questo importante servizio di intermediazione e noi vogliamo affiancarle nel difficile compito di aiuto alle persone in difficoltà, attraverso la stimolazione e la partecipazione attiva del cittadino tramite associazioni di volontariato, organizzazioni pubbliche o private.

Il Comune dovrà impegnarsi a sfoltire e risolvere le difficoltà burocratiche di fronte a cui le associazioni si trovano a combattere quotidianamente. Attraverso un’indagine accurata, rispettosa della privacy dei singoli, verificheremo la reale situazione dei casi certificati e l’esistenza di eventuali disagi non segnalati nell’intento di non trascurare famiglie con casi di criticità.

LA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI E I BANDI EUROPEI
Abbiamo in programma di costituire una Consulta delle Associazioni e delle Organizzazioni di Volontariato (divisa per settori in modo tale da rendere più proficui gli incontri tra realtà dello stesso ambito), impegnate in attività di solidarietà sociale, culturali, ambientali e ricreative. È uno strumento idoneo alla promozione e il coordinamento di attività ed iniziative capaci di realizzare, con i cittadini e le istituzioni operanti sul territorio con analoghe finalità, le sinergie necessarie al perseguimento di obiettivi condivisi.

La sede della consulta sarà il Palazzo dei Gesuiti. A questo proposito, ma anche per altre ed innumerevoli possibilità, la nostra idea è quella di creare un team dedito alla ricerca di bandi a cui poter accedere per usufruire di fondi da destinare per lo sviluppo del paese.

DISABILI E LAVORO
L’art. 1 della legge 68/99, riguarda la promozione dell’inserimento e dell’integrazione lavorativa delle persone disabili nel mondo del lavoro attraverso servizi di sostegno e di collocamento mirato.

C’impegniamo a fare da tramite tra i C.A.F., la Provincia di Foggia e l’Inps per favorire i propri cittadini nella richiesta della certificazione relativa alla diagnosi funzionale, che serve ad individuare la capacità globale per eventuali inserimenti lavorativi.

SALUTE, DEFIBRILLATORI E PRESIDI MEDICI
Il problema salute è fortemente sentito dalla gente. Le dimensioni della nostra città e il numero di abitanti esigono una concertazione politica con la dirigenza sanitaria locale al fine di ottenere un presidio medico qualificante.

È nostra ferma intenzione, inoltre, ridefinire la convenzione per l’utilizzo dei defibrillatori per le associazioni di volontariato abilitate al loro uso. Istituiremo anche delle giornate dedicate alla salute ed alla prevenzione, nell’ambito delle giornate della prevenzione sollecitate dal Ministero della Salute. Durante questi eventi, prevediamo di effettuare centinaia di visite mediche specialistiche gratuite per i cittadini di Orta Nova.

I BAMBINI E I GIOVANI
I più giovani recitano un ruolo importante per il nostro programma di sviluppo sociale: saranno loro i protagonisti del cambiamento di questa città ed è ai giovani che la politica deve rivolgersi ponendo maggiore attenzione alle loro problematiche ed alle loro esigenze.
Le famiglie quindi vanno sostenute e coinvolte in modo pratico nelle decisioni del Comune in materia di politica giovanile, in quanto fondamentali guide nella crescita sana dei giovani, nella lotta alla devianza minorile. A tale scopo l’amministrazione s’impegna a creare luoghi di aggregazione giovanile forniti di attrezzature sportive, culturali e ricreative.

Per i nostri ragazzi in età scolare introdurremo elettrocardiogramma e visita medica gratuiti. Questo perché è stata abolita la figura del medico scolastico ma anche la visita di leva: troppo spesso le prime visite mediche vengono effettuate in età adulta o peggio quando si è manifestato un problema. Inoltre l’elettrocardiogramma potrebbe essere spendibile per ottenere il certificato di idoneità non agonistica per frequentare attività sportive.

Per i giovani abbiamo previsto:

• Job and Career Fair, cioè una serie di incontri con atenei e mondo del lavoro;
• Istituzione di uno Sportello Comunale per il Lavoro e di informa lavoro
• Istituzione di uno sportello InformaGiovani
• Realizzazione dei progetti di Servizio Civile

L’IMPORTANZA DEGLI ANZIANI
Gli anziani come risorsa, da loro c’è sempre da imparare: si promuoveranno iniziative per l’impiego di persone anziane in attività socialmente utili, che possano essere per loro fonte di gratificazione.

Le persone anziane ancora desiderose di darsi da fare e disponibili vanno valorizzate coinvolgendole nei servizi scolastici come ad esempio l’attraversamento incroci. Un esempio è quello dei Nonni Vigili.

STRUTTURE COMUNALI ED ASSOCIAZIONISMO
È nostra intenzione, come detto, valorizzare l’importante compito delle associazioni di volontariato. L’assegnazione delle strutture pubbliche da destinare alle associazioni che si occupano di disabili e/o persone disagiate avverrà in maniera equa e leale.

ORTI SOCIALI
Ad Orta Nova e nel suo agro esistono appezzamenti di terreno, di dimensioni medio-piccole, che abbiamo intenzione di affidare alla comunità. L’idea alla base è offrire la possibilità di produrre in proprio gli ortaggi, attraverso un progetto collettivo in grado di promuovere l’integrazione sociale tra chi ne farà richiesta.

GLI AMICI A QUATTRO ZAMPE
Abbiamo a cuore i cani e i gatti, presenti oramai in gran parte delle nostre famiglie. La convivenza con gli animali può essere ottimizzata attraverso azioni di sensibilizzazione comportamentale rivolte ai possessori di cani e gatti. Si è pensato di
• migliorare l’area dog con annessa zona di sgambatura per cani ed istituirne altre;
• favorire e controllare l’impianto di microchip in TUTTI i cani domestici e randagi. Consapevoli che l’impianto del microchip nei cani sia obbligatorio da anni, abbiamo constatato la presenza di numerosissimi esemplari domestici sprovvisti di tale “carta d’identità” sottopelle. I proprietari dei cani sprovvisti di microchip saranno sanzionati, così come i proprietari degli animali sprovvisti di guinzaglio e sacchetti per la raccolta delle deiezioni.
• migliorare il funzionamento del canile municipale, al fine di accogliere i numerosi randagi presenti nel circondario e assicurarne le relative cure in collaborazione con l’Asl e con le associazioni di volontari cinofili.
• assicurarsi che le segnalazioni all’Asl per la sterilizzazione di cani randagi abbiano un riscontro effettivo.

ALTRE INIZIATIVE
• Implementazione del Sito istituzionale e della pagina Facebook del Comune, per snellire le code e diminuire le difficoltà burocratiche. Per questo motivo proveremo ad effettuare una ricerca di eventuali fondi per la digitalizzazione degli archivi comunali.
• Pubblicazione perpetua del programma elettorale
• Riduzione spese inutili
• Trasparenza totale del bilancio e spese del Comune
• Bilancio partecipativo
• Maggiore attenzione alla Comunicazione degli avvenimenti della vita amministrativa e degli eventi nel paese
• Istituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi.

COME SI VOTA
Nella scheda sono presenti i nomi dei candidati a sindaco con al fianco i simboli delle liste a essi correlate. Ovviamente vi chiediamo di votare per Antonio Di Carlo, affinché le proposte contenute in questo programma possano diventare effettive. Di fianco ai simboli delle liste si trovano delle righe bianche dove è possibile indicare delle preferenze relative a candidati di quella lista. Si possono esprimere massimo due preferenze per i consiglieri comunali, e se si esprime più di una preferenza è obbligatorio che i nomi indicati appartengano a un uomo e una donna (pena annullamento della seconda preferenza). L’indicazione dei nomi dei consiglieri non è obbligatoria.

Detto questo si può votare:
• con un solo segno sul nome del candidato sindaco;
• con un solo segno su di una lista legata al candidato;
• con due segni, uno sul nome del candidato e l’altro su una lista a lei/lui collegata;
• con due segni, uno sul nome del candidato e l’altro su una lista non collegata (VOTO DISGIUNTO).

ATTENZIONE!
È assolutamente vietato fare la foto alla scheda elettorale compilata: per i trasgressori è prevista un’ammenda che va dai 300 ai 1.000 €, ma in alcuni casi si rischia anche il carcere!

Programma elettorale del candidato sindaco Antonio Di Carlo

Minacciava ed estorceva denaro a due disabili di Carapelle, in manette 43enne, denunciata anche la moglie

Nella giornata di ieri, al termine di una mirata attività investigativa, i Carabinieri della Stazione di Carapelle hanno tratto in arresto Michele Cericola, foggiano, cl. ’76, colto nella flagranza di un’odiosissima estorsione ai danni di due fratelli invalidi residenti a Carapelle. Cericola dal settembre 2017, con minacce di ogni tipo, dalla violenza fisica fino alla morte, costringeva i due fratelli a consegnargli la tessera bancomat in occasione dell’accredito mensile della pensione di invalidità, per poi ritirare tutto il denaro presente sul conto. Le continue e costanti vessazioni del malvivente senza scrupoli avevano addirittura ridotto i due fratelli a vivere di elemosine. Non ancora però pago, recentemente aveva addirittura iniziato a pretendere, sempre a seguito di brutali minacce, la consegna anche del poco denaro raccolto dalle vittime che, ormai prostrate dai continui soprusi, hanno così finalmente deciso di denunciare il tutto ai Carabinieri. L’attività investigativa dei militari della Benemerita ha permesso dunque di cogliere in flagranza l’uomo mentre, bancomat delle sue vittime alla mano, era intento a ritirare il contante presso l’ufficio postale di Carapelle. Contestualmente all’arresto è stata deferita alla Procura della Repubblica di Foggia, per il concorso nel reato, anche Z.A., cl ’83, moglie del malvivente, con il quale condivideva il piano criminoso ed i suoi proventi. Al termine delle formalità di rito, Cericola è stato tradotto presso la casa circondariale di Foggia.

Comunicato stampa

Parte il 6 maggio il Concorso musicale Giordano. I nomi dei finalisti del Talent Voice

Gianni Cuciniello e Lorenzo Ciuffreda

Tutto pronto per l’avvio ufficiale dell’undicesimo Concorso nazionale musicale “Umberto Giordano”, prestigioso contest che si svolgerà a Foggia dal 6 al 10 maggio. Grande è l’attesa per gli ospiti celebri che faranno parte delle varie sezioni in cui si articola la manifestazione ed in particolare per l’arrivo di Elio, presidente di giuria del Talent Voice, e di Christian Meyer, batterista del gruppo Elio e le Storie tese, che presiederà la commissione “drums”. Intanto si sono concluse le preselezioni del Talent Voice, la categoria dedicata al canto moderno. Saranno cinquantotto, e non trenta come previsto, i finalisti che il prossimo 9 maggio si esibiranno dal vivo davanti ad Elio nella fase finale. Erano oltre cento i candidati, giunti da varie regioni d’Italia e anche dal Galles, che si sono presentati all’Auditorium Santa Chiara di Foggia il 16 e 17 aprile e che hanno cantato davanti alla commissione esaminatrice composta dal crooner foggiano Ottavio De Stefano, da Loredana D’Anghera e Stefano De Martino, fondatori del Premio Lunezia, e dagli organizzatori del contest: il direttore artistico, Lorenzo Ciuffreda, e il presidente del Concorso, Gianni Cuciniello. “Il livello qualitativo delle performance e il grado di preparazione dei giovani candidati di quest’anno sono risultati talmente elevati che la commissione tutta, in accordo con la direzione artistica, ha deciso di permettere a quasi il doppio del concorrenti di accedere alla finale. In particolare, è stata premiata la qualità di alcuni dei tanti inediti presentati (ne sono arrivati più di quelli che ci aspettavamo) e sono stati valorizzati i cantanti più motivati e bravi”, spiegano gli organizzatori. Questi i nomi dei finalisti: Leonardo Addatti, Rebecca Bordo, Natalia Bua, Giorgia Bucci, Erica Burdi, Morena Caliandro, Serena Carella, Laura Cefola, Denise Pia Civitavecchia, Ilaria Cravero, Raffaele d’Alfonso del Sordo, Maria Francesca D’Ambrosio, Alexandra D’Arcangelo, Denise De Giglio, Egidio De Spirito, Marco De Vita, Sofia D’Elia, Laura Dimitri, Giorgia Dipasquale, Ciro Famiglietti, Savina Faramondi, Benedetta Farano, Ivan Fiorentino, Fabio Graziani, Edoardo Guarini, Veronica Leone, Giuseppe Lorusso, Sara Marini, Annalaura Marseglia, Ludovica Martino, Francesca Claudia Massari, Simone Mencucci, Luigina Mennuti, Esmeralda Mongiello, Michele Mundo, Simone Mastragostino e Silvia Logiudice (Duo Musikè), Claudia Napolitano, Federica Neglia, Rosangela Onorato, Michela Parisi e Ylenia Mangiacotti (Duo Mikyami), Filomena Passidomo, Cassandra Piazza, Luigi Cosimo Quitadamo, Michele Radicci, Luca Raguseo, Elisabetta Rossi, Lucia Ruggieri, Damiano Ruggiero, Adriano Sannicandro, Alessia Sapone, Michele Sgamarella, Luca Simone, Francesca Soliveri, Valentina Sorsi, Ivana Spaccavento, Fabio Stango, Antonella Tempesta, Viviana Tummolo. Adesso toccherà alla giuria composta, come detto, da Elio e da altri illustri addetti ai lavori: il noto dj e produttore Federico l’Olandese Volante, conduttore di Radionorba e membro della Giuria di Qualità di Sanremo 2016, il celebre musicista e compositore Roberto Molinelli (presidente per tre anni di seguito della giuria di Sanremo-Lab), il giornalista Loris Castriota Skanderbegh e altri esperti del settore musicale, stabilire chi saranno i vincitori. I loro nomi saranno annunciati al termine della selezione che si svolgerà dalle 9 del mattino alle 19 al Teatro Giordano nella giornata del 9 maggio. Coloro che saranno ritenuti i migliori potranno ambire a uno dei riconoscimenti in palio quest’anno: il Premio della Critica, il Premio “10 e lode” alla migliore interpretazione, istituito dall’avvocato Fabio Verile, e il Premio “Promuovi la tua musica”, che darà a uno dei concorrenti la possibilità di partecipare gratuitamente ad una delle tappe del tour nazionale dell’omonimo contest ideato dalla cantautrice Fanya Di Croce, che consegnerà personalmente la targa al più meritevole. Tutti i vincitori, infine, incideranno un brano in italiano scelto dalla direzione artistica che farà parte del secondo cd ufficiale del Concorso. Ma il Talent Voice è solo una delle cinque sezioni in cui si articola il Concorso musicale Giordano che quest’anno ha superato le 1.400 iscrizioni. Oltre alla categoria “drums”, la sezione Solisti comprende anche altri strumenti quali pianoforte, chitarra, strumenti ad arco, strumenti a fiato, strumenti a percussione, arpa, fisarmonica, canto lirico e chitarra elettrica. Tra i riconoscimenti, è previsto il “Premio Giuseppe Caputo” alla migliore interpretazione strumentale, mentre per la batteria e le percussioni ai migliori classificati verrà consegnato il “Premio G. Clementino Santangelo” con due borse di studio di 200 euro ciascuna. Poi ci sono le altre sezioni: Musica d’insieme (gruppi strumentali da 2 a 15 elementi), Orchestra (ensemble con minimo 20 elementi a organico differenziato) e Coro (minimo 15 elementi per gruppi corali costituiti in qualsiasi ordine). Tra gli altri ospiti importanti ci saranno anche il pianista Roberto Corlianò e il direttore d’orchestra Francesco Lentini, che saranno nella commissione di musica classica. Diverso il calendario delle cerimonie di premiazione in programma l’8 maggio per la sezione “drums”,  il 9 per il Talent Voice, il 10 maggio per tutte le altre, sempre al Teatro Giordano. Il Concorso è organizzato dall’Associazione musicale “Suoni del Sud” in collaborazione con il Comune di Foggia – Assessorato alla Cultura, il Teatro Pubblico Pugliese, la Fondazione Apulia Felix e la Fondazione Musicalia della Fondazione Monti uniti di Foggia.

Comunicato stampa

Orta Nova, l’amministrazione Tarantino risponde sui lavori di messa in sicurezza idrica: “Via Stornarella e Stornara saranno riasfaltate al termine dei lavori”

Non volendo cedere a becere polemiche e sterili strumentazioni politiche, da dozzinale campagna elettorale di tuttologi, resta necessario dover fare delle precisazioni sui lavori in corso inerente la rete pluviale. Non è causale il chiarimento, già esposto, sui servizi in atto. Le coperture poste sui tratti di strada, via Stornara e via Stornarella sono chiusure temporanee per evitare una lunga chiusura di arterie stradali così importanti. Le operazioni attuate sul manto stradale sono state necessarie per agevolare tutte le operazioni di ridimensionamento della rete pluviale. Al termine dei lavori l’intera carreggiata verrà fresata ed in seguito steso il tappetino bituminoso, rendendo l’asfalto omogeneo su tutta l’ampiezza dell’area interessata. Prima di mettere in discussione il lavoro e le capacità altrui bisognerebbe capire e studiare le carte, atti amministrativi e progetti, che definiscono ogni singolo lavoro. Rispediamo ai mittenti le gravi accuse ribadendo l’assoluta regolarità e precisione dei lavori da noi monitorati e presto visibili a tutta la cittadinanza.

AMMINISTRARE PER DARE, AMMINISTRARE PER FARE!

Comunicato stampa

Maffione: “Ad Orta Nova centrodestra diviso per colpa di Tarantino, abbiamo tentato il dialogo anche con Di Stasio”

Intervenendo alla presentazione del candidato sindaco Lino Manzi, il segretario della Lega sezione di Orta Nova Nicola Maffione, ha ricostruito il percorso che ha caratterizzato la vigilia della campagna elettorale. “Orta Nova è l’unico comune al di sopra dei 15.000 abitanti che non vedrà il centrodestra unito, e se ciò è avvenuto lo si deve all’attuale sindaco Gerardo Tarantino – ha commentato Maffionenoi come Lega avevamo dato piena disponibilità affinché si svolgessero le primarie, come accaduto in altri centri, ma Tarantino non ha voluto mettere in discussione la propria posizione“. Maffione ha chiarito inoltre come ci sia stato un dialogo anche con il gruppo di Di Stasio, “Prima della loro uscita da Forza Italia abbiamo provato un dialogo con loro, ma non c’è stata la possibilità di dialogare in quanto anche in quel caso la candidatura di Di Stasio era stata posta come condizione imprescindibile“. Infine un passaggio sul candidato Lino Manzi: “La miglior scelta possibile, abbiamo dialogato per diverso tempo, e siamo convinti che anche gli elettori ci daranno ragione“.

La Misericordia di Orta Nova lancia durante il Gran Galà il “programma sociale”

Chi nel cammino della vita ha acceso anche soltanto una fiaccola nell’ora buia di qualcuno non è vissuto invano”. Con queste parole del Governatore della Misericordia di Orta Nova, Giuseppe Lopopolo, si è aperta la 14esima edizione del Gran Galà della Solidarietà, evento ospitato ancora una volta dalla Sala Ricevimenti International di Foggia. Il tradizionale appuntamento conviviale della confraternita ortese è uno snodo cruciale per l’anno associativo e un momento per fare un bilancio delle attività e programmare le opere future. Alla presenza di una massiccia rappresentanza di cittadini di Orta Nova, di associazioni del territorio, di soci e volontari dalle tute giallo-blu si è tenuto un galà dai toni sobri durante il quale sono stati innumerevoli i momenti da ricordare. Nel corso della serata è stato presentato il bilancio associativo 2018/2019. 5000 capi nuovi di abbigliamento distribuiti dal banco vestiario nell’arco dell’anno, 420 nuclei familiari assistiti con 27.000 kg di prodotti alimentari distribuiti dal punto carità, 157 confezioni di farmaci donate, 600 trasporti sociali effettuati e tante altre opere di bene portate a termine dai volontari. Tra le iniziative più importanti un percorso di sensibilizzazione sull’ambiente, l’inaugurazione del Banco Ausili “Gino Battaglini, la clownterapia, le attività di formazione in ambito di Protezione Civile e i progetti futuri di formare un nuovo presidio di Libera e aprire un dormitorio e refettorio pubblico grazie al sostegno della Diocesi Cerignola – Ascoli Satriano. Nel secondo intermezzo del galà è stato presentato un Manifesto Programmatico del Sociale per la città di Orta Nova che a breve sarà chiamata a rinnovare le proprie cariche politiche. La Misericordia di Orta Nova ha voluto portare all’attenzione di tutti i candidati la presenza delle seguenti problematiche da risolvere: abbattimento delle barriere architettoniche negli edifici pubblici, necessità di un coordinamento e di una banca dati tra i punti carità e le Caritas parrocchiali, necessità di adibire un dormitorio pubblico e di investire nelle politiche abitative e l’urgenza dell’ascolto per le fasce più deboli. Questi punti saranno esposti in Misericordia in modo che tutti i candidati potranno prendere visione ed eventualmente sottoscrivere. Seguendo un percorso di diffusione e di conoscenza della figura di Gino Battaglini, alle famiglie Ladogana, Caricone, Turchiarella e Caiaffa (titolare della Sala Ricevimenti International) è stato riconosciuto il premio “Innamorato della Vita” dal titolo dell’opera più importante del fondatore dell’UAL di Foggia. Uno dei momenti più emozionanti è stato quello della premiazione del volontario dell’anno, un riconoscimento che viene assegnato per dare il giusto merito all’impegno profuso durante l’ultimo anno associativo. Il premio è andato a Patrizia Berardi per la sua infaticabile diligenza dimostrata nella gestione del Banco Vestiario, dove quotidianamente vengono smistati un gran numero di indumenti nuovi e usati. “I nostri volontari si sono dimostrati ancora una volta delle persone di gran cuore, dedicando per un altro anno il loro tempo agli ultimi, ai dimenticati, agli oppressi” – spiega il Governatore Giuseppe Lopopolo. “Il gran galà serve ai volontari per ricaricare le batterie e ripartire verso traguardi più grandi, come sarà quello della Casa della Provvidenza, ormai di prossima realizzazione”. C’è stato spazio anche per l’intrattenimento durante il Gran Galà. Emozionante è stata l’esibizione dei ballerini del Team Cuore Giso di Orta Nova, seguita dalla voce della cover band di Vasco Rossi e del dj set a cura di Nicola Bruno. Tra i presenti anche diverse associazioni di volontariato, i rappresentanti del Banco Alimentare della Daunia di Foggia, nonché il presidente del Coordinamento di Protezione Civile di Foggia, Matteo Perillo, e la sua pari grado per la provincia della BAT, Antonietta De Rosa. “Queste presenze – conclude il Governatore – testimoniano le proficue collaborazioni che abbiamo portato avanti in questi anni. Incontrarci in un’occasione come questa serve a rinsaldare ulteriormente il nostro rapporto umano e programmare il nostro operato condiviso per il futuro”.

Comunicato Stampa