Orta Nova, il programma elettorale del candidato sindaco Antonio Di Carlo

Il nostro è un progetto politico nato spontaneamente da un gruppo eterogeneo di cittadini. È ora di guardare oltre il proprio naso, è tempo di ascoltare le istanze degli abitanti di Orta Nova, guidarli in scelte condivise, valorizzare le risorse, conoscere la strada per Bari, Roma e Bruxelles. Perché Orta Nova può diventare fiore all’occhiello del Tavoliere di Puglia. Basta essere trasparenti, studiare le soluzioni migliori e condividerle. Le barriere tra istituzioni e cittadini devono essere abbattute. Ecco il perché del progetto Antonio Di Carlo sindaco!

RIQUALIFICAZIONE URBANA
Orta Nova è un gioiello, spesso lasciato relegato in un cassetto, ma resta un gioiello. E bisogna valorizzarlo.

Abbiamo pensato ad un piano di riqualificazione urbana, attraverso interventi di interesse pubblico, ambientale, storico-culturale, legati all’identità e ai bisogni degli abitanti. Il nostro obiettivo principale è dare ai nostri bambini un bel presente ed un futuro radioso, quindi partiamo dal loro benessere per arrivare a quello dei più grandi.

Se si guarda dall’alto Orta Nova, risulta molto d’impatto quello che è il polmone verde della città, la Villa Comunale: è il parco pubblico ortese per eccellenza, ma necessita di interventi di riqualificazione, affinché torni ai fasti del passato. Il verde pubblico va migliorato e deve essere ridotta la possibilità di interventi “maldestri” o atti vandalici. Bisognerà dunque monitorare lo stato degli impianti di videosorveglianza, già oggetto di finanziamento pubblico.

Anche il piccolo anfiteatro presente in villa dovrà essere oggetto di riqualificazione urbana e culturale, perché intendiamo renderlo un contenitore culturale immerso nel verde. La creazione ed il ripristino delle corsie fitness, per poter correre e fare jogging nel parco cittadino, sono indispensabili.

Il nostro progetto prevede inoltre l’utilizzo di spazi verdi a misura di bambino, in modo che la comunità dei cittadini diventi protagonista di un cambiamento di qualità del paesaggio urbano. Valorizzazione, dunque, degli spazi esistenti e creazione di nuovi polmoni (piccoli e grandi) per rendere la città più attraente e soprattutto più vivibile.

Valorizzare, riqualificare ed integrare nel centro urbano la Villa Comunale e gli spazi verdi significa anche coinvolgere e spingere ad una collaborazione i cittadini: vogliamo spronare i condomìni o le scolaresche ad un piano partecipato del verde pubblico, ovvero ad “adottare” le aiuole di Orta Nova, naturalmente pensando ad una premialità per i cittadini virtuosi.

LE GIOVANI COPPIE E L’EDILIZIA AGEVOLATA
Per noi i giovani sono molto importanti. Verranno attuati piani di edilizia agevolata per le famiglie in cerca di prima casa. Ad alcuni lotti già esistenti e che verranno regolamentati, se ne aggiungeranno presto altri, che verranno raggiunti dalle operazioni di urbanizzazione

ISTITUZIONE DI UNA COMMISSIONE EDILIZIA
Abbiamo pensato di istituire una commissione edilizia per valorizzare la Zona Storica di Orta Nova (Individuata dal Piano Regolatore), importantissima ai fini sociali, culturali e di rigenerazione urbana, in quanto crediamo che il centro della nostra città rappresenti il punto massimo di aggregazione ortese. Per gli immobili di proprietà comunale, inoltre, verrà effettuata una diagnosi energetica, imprescindibile ai fini del risparmio, per tutelare dunque le casse comunali e le tasche dei cittadini. È possibile, infatti, individuare bandi regionali ed europei per finanziare interventi di miglioramento energetico degli immobili pubblici.

VIABILITÀ E COLLEGAMENTI
Una città che si rispetti ha bisogno di un biglietto da visita importante: le vie d’accesso. Per questo motivo ci attiveremo con l’Amministrazione Provinciale di Foggia per favorire la manutenzione del manto stradale nelle principali arterie d’ingresso ad Orta Nova. Grande attenzione verrà data ovviamente anche alle arterie urbane di pertinenza comunale ed alla loro manutenzione.
La zona della stazione ferroviaria, unico scalo al servizio dei circa 40.000 abitanti dei Cinque Reali Siti, risulta essere mal collegata col centro di Orta Nova e questo arreca un grave danno ai cittadini e a chi non possiede un mezzo per raggiungerla. C’impegneremo nel favorire il dialogo con le Ferrovie del Gargano per collegare meglio la stazione col centro abitato di Orta Nova.

AMBIENTE ED EMERGENZA RIFIUTI

Ambiente e Rifiuti sono due tematiche strettamente correlate fra di loro.
Gli spazi verdi migliorano il microclima della città e accrescono il valore ecologico e di biodiversità degli spazi urbani.

Per trasformare Orta Nova in una città sensibile alle tematiche ambientali occorre ridurre l’inquinamento, gran parte dell’inquinamento ambientale è causato infatti dallo smaltimento dei rifiuti.

Orta Nova, dai dati riportati dalla società SIA si attesta tra i comuni meno virtuosi, i dati sono vergognosi, la nostra differenziata è al 7% su una produzione totale di 9.000 tonnellate

IL CICLO DEI RIFIUTI
Negli ultimi anni la produzione di immondizia è notevolmente cresciuta e la sua gestione è diventata un problema cui far fronte quotidianamente. È un tema complesso che non riguarda solo i rifiuti in senso stretto, ma anche tematiche sociali e comportamentali. Ogni cittadino ortese produce circa 500 Kg di rifiuti all’anno (1% alluminio, 7% verde, 8% vetro,10% rifiuti indifferenziati, 16% carta, 25% plastica, 33% organico)

Per questi motivi le liste collegate ad ANTONIO DI CARLO vogliono

• Migliorare la raccolta differenziata, incrementandola con il Porta a Porta (ai fini di ridurre l’ecotassa);
• Attivare un centro di selezione e valorizzazione dei rifiuti per il loro riutilizzo, riciclaggio e recupero, dove i rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata verranno ulteriormente selezionati e ridotti volumetricamente prima di essere inviati ai vari centri di recupero, per ricavare proventi dalla loro vendita.
• Dopo una corretta campagna di formazione al cittadino, intendiamo attivare le isole ecologiche, inizialmente – in via sperimentale – in tre zone della nostra città per vagliare la risposta dei cittadini. Ogni isola ecologica sarà videosorvegliata, per consentire il corretto utilizzo dei contenitori. I cittadini indisciplinati, dunque, non avranno vita facile, perché saranno sanzionati.
• Prevediamo di istituire un centro di raccolta di olio alimentare presso le isole ecologiche, che troppo spesso viene buttato nei lavandini e che finisce direttamente in mare, causando gravi danni ambientali.
• Premiare le famiglie virtuose, con l’istituzione di una carta per la registrazione degli eco bonus;
• Favorire la raccolta differenziata di rifiuti ingombranti (frigoriferi, televisori, lavastoviglie, lavatrici, mobili, materassi, ecc.), assicurando il ripristino ed il presidio del centro di stoccaggio attualmente esistente.
• Tenere in considerazione un problema purtroppo troppo frequente: l’incendio indiscriminato di plastica, lattine di olio, polistirolo e tubi di irrigazione, che invece potrebbero essere recuperati e riciclati. L’entità delle conseguenze di questi roghi sono immaginabili: l’olezzo sgradevole ma soprattutto altamente inquinante, oltre che del terreno, anche per l’area, per via delle polveri sottili che si sprigionano. Intendiamo sensibilizzare le associazioni di categoria e le aziende del settore per una formazione degli imprenditori agricoli sul riciclo di questi materiali inquinanti, in modo tale da identificare una precisa filiera di ritiro e riutilizzo delle plastiche utilizzate in agricoltura.
• Attuare un programma di “adozione” di aree di verde pubblico da parte dei cittadini, che preveda una premialità per i “virtuosi”.

SICUREZZA E VIVIBILITÀ

Orta Nova ha bisogno di sicurezza e questo non significa soltanto la lotta alla criminalità comune, per la quale ci spenderemo cercando sempre più la collaborazione con le forze di polizia, la prefettura e favorendo un coordinamento con la polizia locale.

È assolutamente necessario sviluppare i seguenti punti:

• a) Copertura e vigilanza del territorio. C’impegniamo a chiedere alla locale prefettura un tavolo tecnico sull’ordine e sicurezza pubblica, al fine di ottenere un presidio di pubblica sicurezza H24.
• b) Consolidamento dell’azione coordinata fra polizia urbana, polizia di stato e carabinieri.
• c) Strumenti di videosorveglianza non solo per gli edifici pubblici ma per alcune aree sensibili o per tratti di viabilità critica.
• d) Individuazione di momenti di educazione civica coinvolgendo le scolaresche del territorio, le istituzioni ed i privati cittadini.
• e) Istituzione di un numero Whatsapp istituzionale che sarà utile ai cittadini per comunicare in forma totalmente anonima le proprie idee, iniziative, proposte, suggerimenti e per segnalare atti di vandalismo, disservizi e problematiche varie. L’amministrazione comunale, ricevute le segnalazioni, avrà cura di inoltrarle in tempo reale a chi di competenza (sindaco, assessori, polizia municipale e forze dell’ordine), che interverranno in base alle proprie specifiche competenze.

POLITICHE AGRICOLE

L’agricoltura rappresenta in larga parte la maggiore fonte di reddito del tessuto economico sociale di Orta Nova, anche se oggi attraversa un momento particolarmente difficile dovuto alla mancata capacità di sapersi “vendere” oltre che fare sistema.
Noi ci poniamo l’obiettivo di affiancare gli agricoltori e le aziende nel percorso che porta verso una nuova produttività, intesa come informazione per intercettare risorse da sfruttare in maniera intelligente tramite l’istituzione di uno sportello informativo agroalimentare, che svolga funzioni di interesse generale per il sistema delle imprese, curandone lo sviluppo nell’ambito delle economie locali, fornire consulenza con personale tecnico avente competenze specifiche nel settore dell’agroalimentare, quindi tale servizio è principalmente rivolto a quelle aziende che intendono crescere sul nostro territorio.

È nostra intenzione richiedere agli organi competenti l’istituzione di una scuola d’istruzione superiore ad indirizzo agrario nel territorio di Orta Nova, in modo tale da offrire alle nuove generazioni che intendano investire nel settore agricolo un futuro legato al territorio a cui appartengono.

Attraverso una collaborazione con i Comuni dei 5 Reali Siti e la facoltà di Agraria dell’università di Foggia, intendiamo istituire una borsa di studio come premio per unire la ricerca e la promozione del nostro territorio, che abbia come filo conduttore lo sviluppo rurale, l’agricoltura biologica e l’innovazione. (Premio 5 Reali Siti).
Il Comune deve farsi carico delle attività promozionali delle colture agricole locali provando a strutturare delle tavole rotonde con i produttori, al fine di creare un marchio unico (I.G.P. Indicazione Geografica Protetta o DECO – Denominazione di Origine Comunale) con tutte le eccellenze del territorio.

CULTURA

Intendiamo fermamente fornire un impulso decisivo per innalzare non soltanto la qualità della vita ma anche lo sviluppo economico ed il senso di comunità di Orta Nova.

Saranno organizzate attività formative e ricreative per bambini, ragazzi e anziani sia durante l’anno scolastico sia nei periodi delle vacanze, favorendo la partecipazione anche dei ragazzi provenienti dai comuni limitrofi.

Se si parla di cultura, non possiamo non considerare uno dei fiori all’occhiello della nostra città, che ne rappresenta la storia: il Palazzo dei Gesuiti, che vogliamo rendere il contenitore culturale per eccellenza. C’impegniamo ad intercettare i finanziamenti per consentire finalmente l’ultimazione dell’ala incompleta del palazzo.

Vista l’attuale situazione delle risorse umane in forza al Comune, è necessario:
• valorizzare la Biblioteca Comunale e le sue sale studio dedicate ai ragazzi impiegando i volontari del servizio civile;
• ospitare in maniera razionale le associazioni culturali, al fine di rendere l’intero edificio il punto di riferimento della città.
• organizzare incontri, dibattiti, mostre, presentazioni culturali, che dovranno essere comunicati nella maniera migliore, affinché Orta Nova diventi un riferimento culturale per tutto il Basso Tavoliere, ma anche per il capoluogo.
• puntare ad una destagionalizzazione dei flussi turistici e culturali: le feste, le sagre, le manifestazioni non saranno organizzate soltanto durante la bella stagione, ma anche nel resto dell’anno, per consentire alla città una visita continua dei turisti.
• puntare sul culto, sulla valorizzazione del percorso della Via Francigena (di cui Orta Nova è una delle tappe) e s sulle armi vincenti del paese, rappresentate dall’enogastronomia e la cultura.

POLITICHE SOCIALI

Orta Nova deve far sentire il suo peso nel Piano Sociale di Zona.

È l’imperativo categorico delle nostre liste. Il Comune capofila del Piano di Zona è Cerignola, ma Orta Nova rappresenta il 20% della popolazione di questo ambito ed è la realtà più grande dei Cinque Reali Siti.

In un’ottica di collaborazione e di brand con Carapelle, Ordona, Stornara e Stornarella, pensiamo che Orta Nova abbia tutte le carte in regola per dire la sua nel Piano Sociale di Zona. Questo accadrà perché abbiamo intenzione di interessarci attivamente a tutti gli eventi, le proposte ed i bandi comunitari presenti, che intercetteremo in qualità di Comune e di Unione dei Cinque Reali Siti a favore di TUTTI i municipi dell’Ambito.

È ora di invertire la rotta anche per la C.U.C. (centrale unica di committenza) del Tavoliere, istituita a seguito di convenzione tra i Comuni di Cerignola, Stornarella, Orta Nova, Zapponeta e Canosa di Puglia, che opera, quale soggetto aggregatore per l’aggiudicazione di contratti pubblici per la realizzazione di lavori, la prestazione di servizi e l’acquisizione di forniture. Anche in questo caso, Orta Nova farà sentire il suo peso.

SPORTELLO WELFARE
Per quel che riguarda le problematiche sociali, il nostro intento è quello di dare ascolto a tutte le persone ed alle famiglie con criticità, per garantire il diritto all’accesso dei servizi senza nessuna discriminazione riguardo sesso, razza, lingua, religione, disabilità e opinioni politiche, con particolare attenzione ai cittadini di Orta Nova che si trovano nelle condizioni di maggiore disagio sociale.

Per questo motivo è essenziale l’istituzione ed il continuo implemento di uno Sportello per il Welfare. Il Comune deve essere un naturale mezzo per facilitare la vita dei suoi abitanti. Abbiamo intenzione di creare anche una sorta di Numero Amico al servizio del cittadino bisognoso. Proprio attraverso lo sportello welfare, favoriremo i contatti con la locale Asl per facilitare operazioni burocratiche che troppo spesso provocano malumori nei nostri concittadini.

ACCANTO A PARROCCHIE ED ASSOCIAZIONI
Sempre in ambito sociale, pensiamo che le parrocchie svolgano in maniera silenziosa questo importante servizio di intermediazione e noi vogliamo affiancarle nel difficile compito di aiuto alle persone in difficoltà, attraverso la stimolazione e la partecipazione attiva del cittadino tramite associazioni di volontariato, organizzazioni pubbliche o private.

Il Comune dovrà impegnarsi a sfoltire e risolvere le difficoltà burocratiche di fronte a cui le associazioni si trovano a combattere quotidianamente. Attraverso un’indagine accurata, rispettosa della privacy dei singoli, verificheremo la reale situazione dei casi certificati e l’esistenza di eventuali disagi non segnalati nell’intento di non trascurare famiglie con casi di criticità.

LA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI E I BANDI EUROPEI
Abbiamo in programma di costituire una Consulta delle Associazioni e delle Organizzazioni di Volontariato (divisa per settori in modo tale da rendere più proficui gli incontri tra realtà dello stesso ambito), impegnate in attività di solidarietà sociale, culturali, ambientali e ricreative. È uno strumento idoneo alla promozione e il coordinamento di attività ed iniziative capaci di realizzare, con i cittadini e le istituzioni operanti sul territorio con analoghe finalità, le sinergie necessarie al perseguimento di obiettivi condivisi.

La sede della consulta sarà il Palazzo dei Gesuiti. A questo proposito, ma anche per altre ed innumerevoli possibilità, la nostra idea è quella di creare un team dedito alla ricerca di bandi a cui poter accedere per usufruire di fondi da destinare per lo sviluppo del paese.

DISABILI E LAVORO
L’art. 1 della legge 68/99, riguarda la promozione dell’inserimento e dell’integrazione lavorativa delle persone disabili nel mondo del lavoro attraverso servizi di sostegno e di collocamento mirato.

C’impegniamo a fare da tramite tra i C.A.F., la Provincia di Foggia e l’Inps per favorire i propri cittadini nella richiesta della certificazione relativa alla diagnosi funzionale, che serve ad individuare la capacità globale per eventuali inserimenti lavorativi.

SALUTE, DEFIBRILLATORI E PRESIDI MEDICI
Il problema salute è fortemente sentito dalla gente. Le dimensioni della nostra città e il numero di abitanti esigono una concertazione politica con la dirigenza sanitaria locale al fine di ottenere un presidio medico qualificante.

È nostra ferma intenzione, inoltre, ridefinire la convenzione per l’utilizzo dei defibrillatori per le associazioni di volontariato abilitate al loro uso. Istituiremo anche delle giornate dedicate alla salute ed alla prevenzione, nell’ambito delle giornate della prevenzione sollecitate dal Ministero della Salute. Durante questi eventi, prevediamo di effettuare centinaia di visite mediche specialistiche gratuite per i cittadini di Orta Nova.

I BAMBINI E I GIOVANI
I più giovani recitano un ruolo importante per il nostro programma di sviluppo sociale: saranno loro i protagonisti del cambiamento di questa città ed è ai giovani che la politica deve rivolgersi ponendo maggiore attenzione alle loro problematiche ed alle loro esigenze.
Le famiglie quindi vanno sostenute e coinvolte in modo pratico nelle decisioni del Comune in materia di politica giovanile, in quanto fondamentali guide nella crescita sana dei giovani, nella lotta alla devianza minorile. A tale scopo l’amministrazione s’impegna a creare luoghi di aggregazione giovanile forniti di attrezzature sportive, culturali e ricreative.

Per i nostri ragazzi in età scolare introdurremo elettrocardiogramma e visita medica gratuiti. Questo perché è stata abolita la figura del medico scolastico ma anche la visita di leva: troppo spesso le prime visite mediche vengono effettuate in età adulta o peggio quando si è manifestato un problema. Inoltre l’elettrocardiogramma potrebbe essere spendibile per ottenere il certificato di idoneità non agonistica per frequentare attività sportive.

Per i giovani abbiamo previsto:

• Job and Career Fair, cioè una serie di incontri con atenei e mondo del lavoro;
• Istituzione di uno Sportello Comunale per il Lavoro e di informa lavoro
• Istituzione di uno sportello InformaGiovani
• Realizzazione dei progetti di Servizio Civile

L’IMPORTANZA DEGLI ANZIANI
Gli anziani come risorsa, da loro c’è sempre da imparare: si promuoveranno iniziative per l’impiego di persone anziane in attività socialmente utili, che possano essere per loro fonte di gratificazione.

Le persone anziane ancora desiderose di darsi da fare e disponibili vanno valorizzate coinvolgendole nei servizi scolastici come ad esempio l’attraversamento incroci. Un esempio è quello dei Nonni Vigili.

STRUTTURE COMUNALI ED ASSOCIAZIONISMO
È nostra intenzione, come detto, valorizzare l’importante compito delle associazioni di volontariato. L’assegnazione delle strutture pubbliche da destinare alle associazioni che si occupano di disabili e/o persone disagiate avverrà in maniera equa e leale.

ORTI SOCIALI
Ad Orta Nova e nel suo agro esistono appezzamenti di terreno, di dimensioni medio-piccole, che abbiamo intenzione di affidare alla comunità. L’idea alla base è offrire la possibilità di produrre in proprio gli ortaggi, attraverso un progetto collettivo in grado di promuovere l’integrazione sociale tra chi ne farà richiesta.

GLI AMICI A QUATTRO ZAMPE
Abbiamo a cuore i cani e i gatti, presenti oramai in gran parte delle nostre famiglie. La convivenza con gli animali può essere ottimizzata attraverso azioni di sensibilizzazione comportamentale rivolte ai possessori di cani e gatti. Si è pensato di
• migliorare l’area dog con annessa zona di sgambatura per cani ed istituirne altre;
• favorire e controllare l’impianto di microchip in TUTTI i cani domestici e randagi. Consapevoli che l’impianto del microchip nei cani sia obbligatorio da anni, abbiamo constatato la presenza di numerosissimi esemplari domestici sprovvisti di tale “carta d’identità” sottopelle. I proprietari dei cani sprovvisti di microchip saranno sanzionati, così come i proprietari degli animali sprovvisti di guinzaglio e sacchetti per la raccolta delle deiezioni.
• migliorare il funzionamento del canile municipale, al fine di accogliere i numerosi randagi presenti nel circondario e assicurarne le relative cure in collaborazione con l’Asl e con le associazioni di volontari cinofili.
• assicurarsi che le segnalazioni all’Asl per la sterilizzazione di cani randagi abbiano un riscontro effettivo.

ALTRE INIZIATIVE
• Implementazione del Sito istituzionale e della pagina Facebook del Comune, per snellire le code e diminuire le difficoltà burocratiche. Per questo motivo proveremo ad effettuare una ricerca di eventuali fondi per la digitalizzazione degli archivi comunali.
• Pubblicazione perpetua del programma elettorale
• Riduzione spese inutili
• Trasparenza totale del bilancio e spese del Comune
• Bilancio partecipativo
• Maggiore attenzione alla Comunicazione degli avvenimenti della vita amministrativa e degli eventi nel paese
• Istituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi.

COME SI VOTA
Nella scheda sono presenti i nomi dei candidati a sindaco con al fianco i simboli delle liste a essi correlate. Ovviamente vi chiediamo di votare per Antonio Di Carlo, affinché le proposte contenute in questo programma possano diventare effettive. Di fianco ai simboli delle liste si trovano delle righe bianche dove è possibile indicare delle preferenze relative a candidati di quella lista. Si possono esprimere massimo due preferenze per i consiglieri comunali, e se si esprime più di una preferenza è obbligatorio che i nomi indicati appartengano a un uomo e una donna (pena annullamento della seconda preferenza). L’indicazione dei nomi dei consiglieri non è obbligatoria.

Detto questo si può votare:
• con un solo segno sul nome del candidato sindaco;
• con un solo segno su di una lista legata al candidato;
• con due segni, uno sul nome del candidato e l’altro su una lista a lei/lui collegata;
• con due segni, uno sul nome del candidato e l’altro su una lista non collegata (VOTO DISGIUNTO).

ATTENZIONE!
È assolutamente vietato fare la foto alla scheda elettorale compilata: per i trasgressori è prevista un’ammenda che va dai 300 ai 1.000 €, ma in alcuni casi si rischia anche il carcere!

Programma elettorale del candidato sindaco Antonio Di Carlo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.