Orta Nova, l’ex Vicesindaco Spinelli risponde all’amministrazione Lasorsa: “Nella delibera del 30 Aprile adottata una politica di contenimento dei costi”

“La verità mi fa male, lo sai – Nessuno mi può giudicare, nemmeno tu
(La verità ti fa male, lo so)”…a quanto pare è questo il mantra della nuova amministrazione ortese che ispirata da Catetina Caselli, non ammette che si possa replicare alle loro dichiarazioni e/o azioni. Peccato che chi agisce, subisce e deve sottostare a chi, grazie a quello che si considera un regime libero e democratico, esprime un proprio parere. Fatta questa premessa è necessario che faccia dei chiarimenti e sottolinei alcuni aspetti fondamentali relativi alla Tari e all’aumento che l’amministrazione Lasorsa ha adottato. Citata più volte non posso esimermi dall’esprimere il mio punto di vista partendo dalla delibera di consiglio comunale del 30 aprile a cui sono stati fatti dei rimandi. Ebbene in quella delibera la sottoscritta dichiara semplicemente che si era adottata una politica di contenimento dei costi e che si era optato per l’approvazione di Pef e relative tariffe del 2018, anche in virtù del fatto che, avendo superato il limite imposto per legge del 31 marzo, non eravamo stati messi nelle condizioni di adottare nuove tariffe. Ecco perché si fa riferimento ad un preciso arco temporale, quello del primo semestre 2019, e il riferimento è tale perché entro quel definito arco temporale ci sarebbero state le nuove elezioni e soprattutto ci sarebbe stata l’opportunità di valutare nuovi scenari finanziari da adottare entro il 31 luglio, termine ultimo per portare in consiglio comunale il bilancio e relativi adeguamenti nel rispetto degli equilibri di salvaguardia. Probabilmente l’inesperienza sta già emergendo non conoscendo tempistiche e limiti burocratici della macchina amministrativa. Sempre tornando poi alla delibera del 30 aprile in nessun punto è citata l’obbligatorietà o la necessità dell’aumento, ma la possibilità che questo potesse accadere, dichiarazione mendace fatta dai nuovi amministratori. Fatto sta che l’aumento l’avete deciso e deliberato voi, e per tale motivo è necessario ve ne assumiate tutte le responsabilità del caso, come negli anni abbiamo fatto noi sempre, senza nascondervi dietro un dito, o nella fattispecie, un nome, il mio!
Avete motivato questo aumento sulla base di fatti argomentati dalla sottoscritta in numerosi atti andando a ritroso non di mesi, ma di anni. A parlare di chiusura dell’impianto di biostabilizzazione, di Ager e dell’avvocato Grandaliano nonché dei conferimenti a migliaia di km di distanza, siamo stati noi. Dov’è allora la novità e il nuovo elemento che vi ha indotti ad un aumento così importante? Non sarà che vi siete resi conto ora, andando a muso duro contro i problemi reali di questa comunità, che tutto ciò che è stato fatto, nonostante l’abbiate sempre condannato, fosse necessario? Per coerenza con voi stessi con le vostre dichiarazioni e con il vostro agire politico avreste dovuto mettere in discussione tutto il nostro operato anche cercando la rescissione del contratto con Sia, se necessario. E perché non l’avete fatto? Perché non avete agito così come avete fatto credere di poter fare ai cittadini con le vostre vane parole da campagna elettorale? Perché avete pedissequamente seguito le nostre orme, se segnavano un percorso sbagliato? Perché forse quel percorso poi tanto sbagliato non era, ma anzi un percorso obbligato e necessario!
Andando poi alla lettera della dott.ssa Marseglia sarebbe stato opportuno che citaste e pubblicaste anche il mio riscontro, ma a quanto pare, fate della verità e della chiarezza dei fatti un vostro personale uso e consumo!
Riprendendo poi un passaggio di uno dei vostri consiglieri, credo che in questo momento sia opportuno che in religioso, e io aggiungerei rispettoso, silenzio ci stiate voi, sempre dopo aver chiarito, assumendovene tutta la responsabilità del ruolo che ricoprite, ai cittadini come mai non avete tenuto fede alle vostre promesse da campagna elettorale. Perché le decisioni e le azioni si fanno, in piena coscienza e libertà di azione, non si ereditano o subiscono ingiustamente! Cinque anni sono lunghi, un consiglio: andateci cauti e pensate a ciò che fate e dichiarate!
Meno mania di protagonismo, meno presunzione, più umiltà!

Dott.ssa Laura Spinelli

Comunicato stampa

Annunci

2 pensieri su “Orta Nova, l’ex Vicesindaco Spinelli risponde all’amministrazione Lasorsa: “Nella delibera del 30 Aprile adottata una politica di contenimento dei costi”

  1. Scusatemi ex vice-sindaco, avete perso a scrivere una lettera veramente inutile. Dovete pagare voi la sanzione amministrativa, non gli ignari cittadini in quando l’incompetenza era nella vostra amministrazione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.