Ordona, riapre il centro di raccolta rifiuti

Si informa la cittadinanza che questa Amministrazione e S.I.A., nell’ambito del processo di ottimizzazione del sistema di raccolta dei rifiuti, procederanno all’apertura del Centro Comunale di Raccolta a partire dal giorno 16 settembre. La messa in servizio e l’apertura di tale impianto, nell’ambito del servizio di raccolta differenziata spinta “porta a porta , è fondamentale ed essenziale al fine del raggiungimento degli obiettivi normativi della raccolta differenziata. Lo sforzo dell’Amministrazione è volto ad ottimizzare la raccolta differenziata e al contempo ad evitare il più possibile il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti per strada. A tal fine, nella zona, si procederà ad installare un sistema di videosorveglianza per garantire il raggiungimento e il miglioramento degli obiettivi fissati dalla normativa. Si coglie l’occasione per esprimere il ringraziamento alla dirigenza della SIA, ai cittadini virtuosi che collaborano alla differenziazione dei rifiuti e il richiamo a coloro che dopo tanti anni non ancora si sono adeguati facendo presente che ogni quintale di rifiuto non differenziato, conferito a discarica, ha un impatto sulla TARI nella misura di circa 16 euro a quintale. Si coglie inoltre l’occasione per comunicare che fra qualche giorno (stiamo lavorando con i dipendenti comunali e dirigenti S.I.A. per rendere chiaro ogni aspetto) seguirà il rapporto compiuto e dettagliato sui motivi che hanno costretto all’aumento della T.A.R.I. che si è cercato di limitare in tutti i modi fino all’ultimo giorno. Di seguito gli orari di apertura del C.C.R.:
Dal lunedì al sabato dalle 12.00 alle 17.00

Comunicato stampa

Topi in piazza a Carapelle, Futura: “Abbandonati da SIA e amministrazione”

Ieri sera ennesimo episodio della presenza di ratti di dimensioni considerevoli in piazza e non solo… Non è possibile nè ammissibile!!!! Non è possibile pagare in maniera ingiustificata un servizio di un inefficienza inaudita che grava non solo sull’economia dei cittadini ma mette a rischio anche e soprattutto la SALUTE di ciascuno di noi!!! DOV’È la SIA??? E soprattutto Dov’é l’AMMINISTRAZIONE di Carapelle che DEVE TUTELARCI???
Carapelle FUTURA da sempre sta combattendo questa battaglia, ma cari CITTADINI anche per voi se ci tenete seriamente alla vostra salute oltre che alle vostre tasche è arrivata l’ora di Ribellarsi seriamente…. e l’AMMINISTRAZIONE DOVREBBERO ESSERE CON NOI, non contro di noi!!!
RIFLETTETE MA SOPRATTUTTO AGITE E COLLABORATE!!! ATTENZIONE!!!! I roditori sono portatori di parassiti gravi per la salute, perché sono affetti da una varietà di agenti patogeni che possono essere trasmessi agli esseri umani. Il trasferimento della malattia può essere effettuato generalmente attraverso i proprio escrementi. Gli escrementi di topo contengono batteri e virus che si diffondono per contatto con la pelle, le mucose o l’apparato respiratorio negli esseri umani e sono solite a causare gravi malattie. Le malattie trasmesse dai roditori più pericolose per l’uomo sono: colera, i cui sintomi assomigliano in una prima fase a quelli dell’intossicazione alimentare o dell’influenza, leptospirosi o febbre da campo, malattia infettiva acuta trasmessa soprattutto dai topi di fogna e dai topi di campagna che vivono in ambienti paludosi, peste, malattia infettiva dovuta al batterio “Yersinia pestis” che può annidarsi nelle pulci dei roditori, tifo murino, provocato dal batterio “Rickettsia typhi” che si trasmette sempre attraverso le pulci. E ancora Angiostrongilosi, malattia che colpisce il sistema nervoso centrale e che può essere trasmessa da cibo contaminato da feci di roditori, Babesiosi, malattia potenzialmente letale che si caratterizza per la presenza di febbre, cefalea, dolore muscolare, brividi, Febbre di Lassa, trasmessa dal contatto diretto con gli escrementi, Febbre da morso di ratto, che causa febbre, vomito, dolori muscolari, ed è trasmessa non solo da eventuali morsi ma anche dal contatto con secrezioni di roditori infetti attraverso il cibo contaminato. Risulta particolarmente rischiosa per i bambini piccoli. Si tratta di malattie pericolosissime per la salute dell’uomo che evidenziano l’importanza della derattizzazione professionale anche a fini preventivi. NB La legge 626 del 1994 invita infatti ad eseguire obbligatoriamente derattizzazioni negli ambienti a cosiddetto rischio biologico, specialmente se ci sono derrate alimentari che potrebbero essere facilmente contaminate dai roditori.

Comunicato stampa