Carapelle, individuato un responsabile dei roghi nelle campagne. Decisivo l’intervento delle forze dell’ordine e del comune

L’amministrazione comunale è intervenuta nella vicenda dei roghi di plastica nel territorio del Tavoliere e comunica di aver attuato un monitoraggio costante del territorio pertinente al comune e allertato le forze dell’ordine. La notte scorsa e in mattinata i carabinieri e gli agenti di polizia municipale di Carapelle hanno ancora una volta perlustrato la zona ed individuato il focolaio di un incendio. “Si tratta di un appezzamento di terreno – dicono dall’amministrazione comunale – a circa un chilometro a nord del paese, ma che è di pertinenza del comune di Foggia. Il proprietario del fondo, dove sono stati incendiati scarti di plastica e di tubi per l’irrigazione, è stato individuato. Adesso le indagini procederanno con gli organi competenti. Ringraziamo polizia municipale e Arma della stazione di Carapelle – concludono dall’amministrazione comunale – per il servizio svolto e speriamo che quanto prima si possa venire a capo di questa brutta vicenda

Comunicato stampa

Orta Nova, vasta operazione dei Carabinieri, un arresto e diversi mezzi sequestrati

Dalle prime ore di ieri, fino alla tarda mattinata, i Carabinieri del NORM di Foggia, con i colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori Puglia, hanno “dedicato” al territorio di Orta Nova una vasta operazione di polizia, articolata su numerose e mirate perquisizioni domiciliari nei confronti di soggetti noti per precedenti legati sia ai reati contro il patrimonio che connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso delle attività è stato tratto in arresto P.L., cl. ’65, sorpreso in possesso, nella propria masseria di contrada Cavallerizzo, di 160 grammi di marijuana. In un’altra masseria, apparentemente abbandonata, sono stati ritrovati 3 camion con cassone da cava, un trattore stradale con relativo rimorchio per il trasporto di bitume, un carrello per trasporto mezzi speciali ed un bobcat con pala, tutti provento di un furto avvenuto nella serata di martedi scorso a Grottaminarda (AV). L’arrestato è stato posto agli arresti domiciliari, a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia, in attesa del rito per direttissima, mentre sui mezzi rinvenuti sono stati eseguiti accurati esami sia di natura dattiloscopica che biologica al fine di identificare i responsabili del furto.

Comunicato stampa

Auto rubata ad Orta Nova coinvolta in una rapina a Bari, arrestate due persone


Nella nottata due incensurati, HUSOVIC Alex 19enne e AHMETOVIC Zarko 18enne, sono finiti nella rete della Polizia di Stato dopo essersi resi responsabili di furto aggravato. I poliziotti della volante sono intervenuti per una segnalazione di furto alla stazione di servizio Eni in Viale Tatarella in Bari; giunti celermente sul posto, appena entrati nell’area di pertinenza del distributore, hanno udito un rumore di chiusura di portiere di un’auto e hanno visto due soggetti salire velocemente a bordo di una Lancia Libra, per poi fuggire a forte velocità in direzione del Ponte Adriatico; la volante si è messa, quindi, all’inseguimento dei fuggitivi che, dal finestrino posteriore, al fine di interrompere la corsa della volante, lanciavano bulloni che impattavano sul parabrezza dell’auto di servizio. Giunti alla rotatoria, che congiunge l’asse attrezzato con il Ponte Adriatico nei pressi di Deodato, l’auto in fuga impattava contro il marciapiede della rotonda, perdeva il controllo, sbandava e rovinava sul muretto di recinzione di una ditta, sfondandolo; dalla Lancia, ormai danneggiata irrimediabilmente, uscivano rapidamente quattro persone che fuggivano a piedi inseguiti dai poliziotti; dopo un breve inseguimento a piedi, due dei quattro ricercati venivano bloccati ed arrestati. Dagli accertamenti esperiti sul posto, l’auto risultava provvista di due targhe differenti, quella posteriore appartenente ad unauto di cui era stato denunciato il furto presso Stazione dei CC Orta Nova (FG) il 16.07.2019, mentre quella anteriore, realmente abbinata al veicolo, come da carta di circolazione rinvenuta, risultava intestata ad pluripregiudicato per reati contro il patrimonio. Gli agenti hanno appurato inoltre che i quattro avevano perpetrato un furto negli uffici e nel bar della stazione di servizio, forzando manualmente con una leva la serranda di ingresso. Durante la perquisizione personale, sono stati rinvenuti guanti, passamontagna e attrezzi atti allo scasso utilizzati per compiere il furto.

Comunicato stampa

Orta Nova, Fratelli d’Italia incalza la maggioranza sui roghi tossici: “Solo promesse, ci sentiamo presi in giro”

Respirando quest’aria malsana viene alla memoria quando un attuale consigliere di maggioranza, irritato oltremodo dalla puzza di fumo (giustamente!), proponeva, nel corso della nostra legislatura, ronde notturne per debellare il fenomeno. Ci chiediamo se le abbia poi fatte oggi come amministratore, perché questa é l’ennesima notte che dobbiamo sbarrare le finestre. Gli incontri in Prefettura, con le associazioni di categoria, le denunce e le ordinanze, li abbiamo fatti anche noi. Cosa è cambiato??? Nulla!!! Avevate promesso il pugno duro, ma fino ad adesso ci sentiamo solo presi in giro. Intanto stanotte indosseremo ancora la mascherina!!!

Comunicato stampa