Gianfranco Grandaliano nuovo commissario del consorzio ATO FG4, nuove ombre sulla SIA?

Gianfranco Grandaliano

Nuovo colpo di scena nella vicenda SIA nei comuni del consorzio ATO FG4, la Regione Puglia ha commissariato il consorzio che gestisce la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti nei comuni di Cerignola, Orta Nova, Carapelle, Ordona, Stornara e Stornarella. Il presidente della regione Michele Emiliano, ha individuato nella figura del commissario AGER Gianfranco Grandaliano, il nuovo commissario straordinario del consorzio, chiamato a dare risposte, in una situazione certamente non semplice. La Regione si sostituirà quindi all’attuale presidente, nonchè sindaco di Cerignola Franco Metta, ed al collegio dei sindaci, che perderanno pertanto il potere decisionale sulla gestione del ciclo dei rifiuti. La decisione arrivata da Bari, sarebbe motivata dalle mancate risposte in riferimento alla programmazione degli interventi da eseguire negli impianti di proprietà del consorzio. Tra gli obiettivi del nuovo commissario, la volontà di procedere alla costruzione del sesto lotto, ed alla riattivazione degli impianti di Contrada Forcone Cafiero. Una decisione che potrebbe far tornare la SIA in una posizione delicata, qualora non fosse nella possibilità di rilanciare un piano d’investimenti, il tutto a ridosso della partenza della raccolta differenziata. Una decisione che, secondo alcuni, potrebbe spianare la strada ad un nuovo soggetto, con la SIA depotenziata della ferma volontà dei sindaci di provare a dare un futuro ad una azienda in difficoltà, il tutto a ridosso della prossima campagna elettorale che precederà le elezioni amministrative di Cerignola e le elezioni regionali, che potrebbero cambiare gli attuali protagonisti del braccio di ferro nella gestione del ciclo dei rifiuti nei comuni della città ofantina e dei Reali Siti.

Annunci

2 pensieri su “Gianfranco Grandaliano nuovo commissario del consorzio ATO FG4, nuove ombre sulla SIA?

  1. Forse la Regione Puglia dovrebbe commissariare anche i comuni, visto il modo di operare che hanno nei confronti dei cittadini che pagano regolarmente la TARI e nei confronti di coloro che non la pagano. A quanto risulta, a Orta Nova, oltre il 50% non paga la TARI. Antonio Corbo.

  2. @Antonio Corbo: E cosa fa il Comune di Orta Nova nei confronti di coloro che non paga la tari (50% della popolazione ortese)??? E perchè non ci sono sconti e/o riduzioni per coloro che pagano regolarmente le tasse???
    Per fortuna, lo Stato ha approvato la legge sul prelievo forzoso bancario/postale per coloro che evadono dalle tasse.
    Se non ci sono politiche di disincentivazione di evasione fiscale, continueranno a non pagarle a danno degli onesti.
    Il Comune di Orta Nova ha mandato decreti ingiuntivi agli evasori?? Non credo… Si è rivolta all’ equitalia per aprire le pratiche di riscossione?? Non credo…
    Spero che venga commissariato anche il comune di ortanova, dopo quello di Cerignola, per incapacità gestionale della nuova amministrazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.