Strage Orta Nova, il Vescovo Mons. Luigi Renna: “Prego per le quattro vittime, vicino alla città che soffre”

Carissimi fratelli e sorelle di Orta Nova,

metto il mio cuore accanto al vostro in questa ora tragica che ha scosso tutta la comunità cittadina. L’atto che ha messo fine alla vita di tre donne, che si sono spente nel sonno, e quella di un uomo che ha commesso un gesto inconsulto sui tre familiari e su sé stesso, è umanamente inspiegabile. Prego per tutti e quattro, affidando in modo particolare alla Misericordia di Dio chi ha perpetrato questo delitto; prego per i familiari, che si sono visti strappare affetti così cari e li invito a non perdere il senso della fede e l’unità familiare; prego per tutti gli ortesi e tutte le persone che vivono momenti critici, perché sappiano chiedere aiuto e non si chiudano mai in una solitudine che è distruttiva di sé e degli altri. Il Signore Gesù, fonte di speranza, ci aiuti a ritrovare il senso della vita e a non arrenderci davanti a tutto ciò che può sembrarci un peso insopportabile.

Il vostro vescovo Luigi

La Misericordia di Orta Nova sulla strage di Orta Nova: “Per gli operatori una scena straziante”

Nell’esprimere ancora una volta sconcerto e dolore per quanto accaduto alla famiglia Curcelli, l’organo direttivo del Magistrato, il Governatore e tutti i volontari mandano un grande abbraccio agli operatori del 118 di Orta Nova che questa notte sono intervenuti in Via Guerrieri e si sono trovati dinanzi ad una scena straziante. Non è facile superare momenti così difficili ed è per questo che tutta la Misericordia vuole esprimere grande vicinanza anche a chi deve mettere tutti i sentimenti da parte per svolgere al meglio il proprio lavoro .

Comunicato stampa

Strage di Orta Nova, lutto cittadino nel giorno dei funerali e spese pagate dal comune

Sarà lutto cittadino nel giorno dei Funerali della Famiglia Curcelli, il comune si farà inoltre carico delle spese per le esequie, è quanto diramato in mattinata dall’amministrazione comunale della città capofila dei Reali Siti, guidata dal sindaco Mimmo Lasorsa. Le salme sono state trasportate negli obitori dei nosocomi di San Giovanni Rotondo e Foggia, in attesa di disposizioni da parte della magistratura, che nel frattempo ha aperto un’inchiesta su quanto accaduto. Secondo una prima ricostruzione l’uomo avrebbe freddato la moglie e successivamente le due figlie mentre dormivano, successivamente avrebbe chiamato i Carabinieri avvisandoli di quanto accaduto: “Venite ho commesso una strage, la porta è aperta“, subito dopo si sarebbe sdraiato affianco alla moglie e si sarebbe sparato. L’uomo non è morto sul colpo, il decesso sarebbe avvenuto appena arrivato in ospedale. Una strage senza precedenti, che ha scosso l’intera comunità dei Reali Siti, attonita ed incredula per quanto accaduto. Varie le ipotesi al vaglio degli inquirenti per capire cosa avrebbe provocato il folle gesto da parte dell’uomo.

Stornara, il sindaco Calamita e l’amministrazione solidali con Orta Nova: “Sconvolto tutto il territorio dei Reali Siti”

L’amministrazione comunale e la comunità stornarese abbracciano i nostri vicini di Orta Nova, unendosi al dolore della famiglia colpita. La tragedia accaduta, ha sconvolto i 5 Reali Siti e non solo. Oggi è un giorno di silenzio, di preghiera e di riflessione per tutti noi.
Rocco Calamita, Sindaco di Stornara

Carapelle, l’amministrazione solidale con la città di Orta Nova: “Una strage su cui bisogna pregare e riflettere”

La tragedia accaduta questa notte ad Orta Nova – è innegabile – ha sconvolto tutta la comunità dei Cinque Reali Siti. Invitiamo i cittadini di Carapelle ad adottare una giornata di silenzio sui social network, nella speranza che possa diventare un momento di riflessione e di preghiera per tutti noi. Ci uniamo al dolore dei nostri vicini ortesi e della famiglia colpita da questa tragedia.

Comunicato stampa

Orta Nova, strage in famiglia. 53enne uccide moglie e due figlie poi si toglie la vita

Un uomo di 53 anni ha ucciso la moglie e le due figlie di 13 e 17 anni, togliendosi subito dopo la vita, bilancio drammatico la scorsa notte in Via Luigi Guerrieri ad Orta Nova, dove un’intera famiglia è stata sterminata dalla follia omicida del 53enne. L’uomo, un un’agente di polizia penitenziaria, avrebbe sparato alla moglie ed alle due figlie, poi avrebbe avvertito le forze dell’ordine, togliendosi subito dopo la vita, arrivati sul posto i militari hanno trovati riversi a terra i quattro corpi senza vita. I militari hanno avviato le indagini, l’uomo avrebbe agito utilizzando la pistola di ordinanza. L’uomo di 53 anni si chiamava Ciro Curcelli, la donna aveva invece 54 anni e si chiamava Teresa Santolupo, hanno perso la vita anche le figlie della coppia, Miriana di 13 anni e Valentina di 17, alla base della follia omicida dell’uomo pare ci siano state discussioni in famiglia, l’uomo avrebbe fatto fuoco mentre le tre donne erano ancora a letto.

Sen. Ruggiero Quarto (M5S): “Con il NaDEF evitato l’aumento dell’IVA ed avvio per un Green New Deal”

Una settimana cruciale per le politiche ambientali” esordisce così il senatore del M5S Ruggiero Quarto a margine dell’approvazione in Senato della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanzia 2019 (NaDEF) e del Decreto Clima approvato dal Consiglio dei ministri. “Con la NaDEF (ndr. strumento di programmazione economica triennale in cui vengono delineati i confini entro cui viene sviluppata la manovra economica) non solo mettiamo in sicurezza i soldi degli italiani, cancellando l’aumento dell’IVA da 23 miliardi, ma poniamo finalmente l’ambiente al centro dell’azione politica”. “Sarà avviato infatti un piano di investimenti pubblici denominato “Green New Deal”, che porrà come priorità la protezione dell’ambiente anche attraverso il contrasto al dissesto idrogeologico, la protezione della biodiversità e dei mari, il contrasto ai cambiamenti climatici ed il miglioramento della qualità dell’aria.” “Il primo atto concreto – prosegue il parlamentare pentastellato – di questo piano, il Decreto Clima licenziato ieri in Consiglio dei ministri, stanzia risorse per finanziare le rottamazioni di motocicli ed auto attraverso un buono di 500 e 1.500 euro da utilizzare per acquistare abbonamenti di trasporto pubblico o biciclette anche a pedalata assistita; il trasporto scolastico dei bimbi attraverso mezzi ibridi elettrici; le corsie preferenziali di trasporto pubblico locale; gli esercenti che attrezzano spazi dedicati alla vendita di prodotti sfusi o alla spina; un programma di riforestazione.” “Nella legge di bilancio e suoi disegni di legge collegati, saranno introdotti due nuovi fondi di investimento per un totale di 50 miliardi di euro su un orizzonte di 15 anni, volti a favorire la rigenerazione urbana, la riconversione energetica e l’utilizzo di fonti rinnovabili mentre è prevista una riduzione delle spese fiscali e dei sussidi dannosi per l’ambiente e nuove imposte ambientali al fine di accompagnare il sistema economico verso forme di consumo e produzione sostenibili.”

E’ fondamentale traghettare i nostri sistemi produttivi – conclude Quartoverso un’economia verde e circolare garantendo piena occupazione e maggiore sostenibilità. Questo obiettivo è raggiungibile attraverso la riconversione ecologica e industriale, l’efficienza energetica, il progressivo ricorso alle fonti rinnovabili, l’uso di tecnologie e mezzi di produzione a basso impatto ambientale ponendo attenzione al consumo di suolo, alla desertificazione, allo smaltimento di amianto, alla tutela delle risorse idriche e messa in sicurezza del territorio.”

Comunicato stampa