Teatro, parte la stagione “Serissima” della Piccola Compagnia Impertinente

Una stagione “serissima” e un modo per scherzare sul senso delle cose serie e sul valore della satira. La Piccola Compagnia Impertinente apre il suo teatro per il nuovo anno teatrale, che vedrà numerosi spettacoli di diversi generi, compreso un concerto importante a Pasqua. SI parte 25, 26 e 27 ottobre con “Pinocchio e 1/2” che, attraverso la rivisitazione del romanzo per ragazzi più famoso e conosciuto, vuole porre l’accento sull’individualismo delle relazioni contemporanee e al contempo provocare una reazione positiva tra gli attori in campo: genitori e figli. Il 1^ novembre è la volta di “Mattia e il nonno”, un piccolo capolavoro scritto da Roberto Piumini, uno degli autori italiani più apprezzati della letteratura per l’infanzia. In una lunga e inaspettata passeggiata, che ha la dimensione forse di un sogno, nonno e nipote, si preparano al distacco, a guardare il mondo, a scoprire luoghi misteriosi agli occhi di un bambino, costellati di incontri magici e piccole avventure pescate tra i ricordi, per scoprire alla fine che non basta desiderare per ottenere qualcosa, ma bisogna provare e soprattutto non smettere mai di cercare. 23, 24 novembre è previsto “Di Fabio in frasca” , uno spettacolo che cade a pezzi come il suo protagonista: un uomo arrabbiato con sé stesso e calato in un vortice di grandi ambizioni, fallimenti, irresponsabilità. In un ibrido tra stand up a microfono spento o monologo teatrale senza teatro, percorriamo una vita surreale tra cantanti indi, madri naziste e analisti psichedelici. Imperdibile, 30 novembre e 1 dicembre, per il Teatro Ragazzi, “I miti greci: Ade e Persefone”. Ade è il dio degli Inferi, confinato nel suo regno a controllare le numerose anime che di giorno in giorno arrivano per occupare il proprio posto, mentre spia da lontano la ragazza di cui è innamorato: Persefone, figlia della dea Demetra. A dare una scossa alle giornate monotone del dio ci pensano Pena e Panico, due demonetti pasticcioni e impacciati, che decidono di fargli conoscere Persefone portandola da lui. Demetra, infuriata, farà di tutto per impedire che Ade si intrometta nella vita di sua figlia. Riusciranno Ade e Persefone a sfidare il loro destino e ad avere la meglio 21, 22, 23, 26, 27, 28, 29, 30 dicembre va in scena “Moliere Remix”, liberamente tratto da “Il malato immaginario”, con regia di Pierluigi Bevilacqua Non è una “solita commedia”, ma un copione con personaggi dotati di caratteristiche individuali, sia fisiche che psicologiche, capace di rivelarsi attuale nella forma e nelle tematiche. Il 4 gennaio ancora Teatro Ragazzi con “Bubble On Circus”. Tra incontri e scontri i due buffi personaggi condurranno il pubblico nel magico mondo delle bolle variopinte, bolle di fumo, giganti, minuscole, volanti, luminose con effetti magici comici e una storia sorprendente. Adatto per lasciar a bocca aperta i piú piccini, divertire i genitori e commuovere i nonni, insomma per tutta la famiglia! Ancora Teatro Ragazzi il 5 gennaio con “Una notte in teatro”. I partecipanti, di età compresa fra gli 8 e i 12 anni si troveranno a confrontarsi, giocare, immedesimarsi, improvvisare. Attraverso racconti e giochi si affronterà il tema: Musica a confronto.15 e 16 febbraio “Chi ha inventato Peter Pan?”. Tutti conoscono la storia di Peter Pan, ma quanti conoscono la storia del bambino che lo ha inventato? 29 febbraio e 1 marzo arriva “La nipote di Mubarak”, uno spettacolo sulle sparizioni forzate in Egitto, senza l’Egitto. Ambientato in un kebab di Milano. La nipote di Mubarak è una truffa, uno specchietto per le allodole. 14 e15 marzo c’è “L’isola del tesoro”, adattamento del capolavoro di Robert Louis Stevenson: Jim Hawkins è un ragazzino che, insieme alla madre, gestisce una piccola locanda in Inghilterra. La tranquillità di quel posto sarà interrotta dall’arrivo di un uomo misterioso, che consegnerà a Jim la mappa per trovare il tesoro del capitano Flint! Il concerto di Pasqua di questa stagione vedrà esibirsi la voce e la chitarra di Joe Barbieri: il palpito vibrante ed il carattere dei suoi brani sono invero il riconosciuto asse portante di questo artista, che con generosità si offre sul palco quasi riscrivendo ogni sera la propria musica, a quattro mani con il respiro sospeso di un pubblico fedele che sempre accorre ad ascoltarlo. Il 30 aprile ci si sposta al teatro Umberto Giordano con la “Fedra”, la versione impertinente dell’opera di Lucio Anneo Seneca, nella traduzione dal latino di Giovanni Cipriani. Una rivisitazione, la nostra, che porterà i protagonisti della tragedia ad agire all’interno della Società di oggi. Un vero e proprio ambiente criminale.

FOTO DI SCENA STAGIONE 2019 – 2020 SAMUELE ROMANO

MAIN SPONSOR

· MERCATI DI CITTA’ – LA PRIMA

· GRUPPO TELESFORO – UNIVERSO SALUTE

· CALCIO FOGGIA 1920

Con il sostegno di:

· COMUNE DI FOGGIA / ASSESSORATO ALLA CULTURA

· UNIVERSITA’ DI FOGGIA

· FONDAZIONE MONTI UNITI

Piccola compagnia impertinente

Via Castiglione 49 Foggia

info@piccolacompagniaimpertinente

3476462134 – 08811961158

http://www.piccolacompagniaimpertinente.com

Comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.