Arresti a Cerignola e Stornara per furto di energia elettrica


A Cerignola i militari della locale Stazione Carabinieri hanno arrestato per furto aggravato due commercianti del posto, di 35 e 37 anni, titolari di due distinti bar della città ofantina. Nel corso dei controlli svolti nei giorni scorsi dai Carabinieri con personale tecnico dell’Enel è emerso che presso i due esercizi commerciali erano stati installati dei magneti sui contatori che alteravano sensibilmente la misurazione dell’energia elettrica prelevata, facendo risultare un consumo di molto minore rispetto a quello effettivo. Nel primo caso è emerso un furto di energia elettrica per un valore di circa 28.000 euro e, nel secondo esercizio, per circa 12.000 euro. I due titolari sono stati arrestati e, dopo le formalità di rito, su disposizione della Autorità Giudiziaria, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari. Anche Stornara i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato per lo stesso reato, commesso in concorso, un uomo e una donna, rispettivamente di 26 e 20 anni, conviventi, entrambi rumeni. Nel corso di un controllo presso la loro abitazione i Carabinieri ed i tecnici Enel hanno riscontrato che i due conviventi, al fine di procurarsi indebitamente l’energia elettrica, dopo aver rimosso i sigilli del contatore avevano realizzato un allaccio abusivo alla rete, impossessandosi di energia elettrica per un valore complessivo di circa 1.500 euro. Anch’essi, dopo le formalità di rito, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

Comunicato stampa

Stornarella, attivo l’impianto Wi-Fi pubblico basato sul protocollo WiFi4EU finanziato dalla Commissione Europea

“L’attenzione dell’amministrazione Comunale di Stornarella, rivolta alle nuove tecnologie e ai servizi che queste possono fornire alla comunità, ha fatto si, che l’impianto Wi-Fi pubblico su protocollo WiFi4EU, sia funzionante e accessibile a tutti da oggi 19 ottobre 2019” ha dichiarato il Sindaco Massimo Colia, ringraziando l’Agenzia Europea INEA per il finanziamento ricevuto e La Claracom di Mercato San Severino, società che ha sviluppato e installato la rete Wi-Fi pubblica su protocollo WiFi4eu, per la competenza e celerità dei lavori. Siamo inoltre orgogliosi, ha sottolineato ancora il Sindaco Colia, di poter affermare, che il comune di Stornarella è tra i primi comuni in Europa ad avere attivato aree Wi-Fi pubbliche su protocollo WiFi4EU. Le zone coperte dal servizio, nel territorio comunale, sono:

Parco San Francesco
Area Poliambulatorio ASL
Largo Risorgimento
Piazza Umberto I
Largo Duomo
Corso Garibaldi
Monumento ai Caduti
Villetta San Pio
Villa Comunale

Comunicato stampa

La Basilicata chiama Foggia per le Giornate Medioevali di Brindisi di Montagna

La Basilicata decide di promuovere in Capitanata una delle sue manifestazioni meglio riuscite, le “Giornate Medioevali” di Brindisi di Montagna. Nello splendido paesino a pochi passi da Potenza e a circa un’ora da Foggia, nel weekend del 26 e 27 ottobre le migliaia di visitatori che ogni anno giungono da ogni parte d’Italia potranno calarsi in un’atmosfera magica, fatta di cavalieri, nobildonne, giullari, artigiani, falconieri, fachiri, incantatori di serpenti, musici, combattenti, arcieri, con suoni e sapori di un tempo. Brindisi di Montagna è già molto noto perché ogni anno attrae migliaia di turisti da tutta l’Europa, desiderosi di assistere alla Storia Bandita: 400 figuranti, tutti volontari, in un anfiteatro da 3500 posti, su un’area scenica naturale di 25000 mq (il parco della Grancia), sono i protagonisti del più grande spettacolo di teatro popolare in Italia, un grande affresco storico che ripropone in chiave epica il periodo delle Insorgenze e del Brigantaggio post – unitario nel Sud Italia. Le Giornate Medioevali vedranno un grande protagonista, il Castello Fittipaldi Antinori, splendido maniero medioevale che domina Brindisi di Montagna intorno a cui si svolgeranno tutte le manifestazioni: il programma degli eventi alla corte di Guidone de Foresta, “dominus di Brundusii de Montanea et Ansiae”, è ricchissimo e prevede attività che coinvolgeranno visitatori di ogni età. La presentazione delle Giornate Medioevali avverrà martedì 22 ottobre alle 11 nella sala conferenze della sede provinciale di Confagricoltura Foggia, in via Manfredi, 1 (Palazzo Amgas), alla presenza del sindaco di Brindisi Gerardo Larocca, dell’assessore alla cultura Marica Benedetto e del presidente Pro Loco Rocco Allegretti. Seguirà un buffet a base di prodotti tipici della zona di Brindisi, su tutti il caciocavallo podolico e il vino Aglianico del Vulture.
Ecco il fitto programma delle Giornale Medioevali.

SABATO 26 OTTOBRE
• H. 10. Apertura del Castello Fittipaldi-Antinori
Un viaggio esperienziale nel ritrovato Castello Fittipaldi-Antinori: all’interno il Museo della Santa Inquisizione e della Tortura, Sala del trono, gli antichi mestieri, la Leggenda di Guidone De Foresta e i sapori di quell’epoca lontana vi condurranno per mano nella storia di un tempo passato
• Apertura del Mercato Medioevale Didattico
Il viaggio continua al fianco del candelaio, dello scrivano, del ramaio, dello scalpellino, del misterioso alchimista e della massaia, per vivere e vedere con i propri occhi come si viveva in un tempo ormai passato
• Apertura della Sartoria Medioevale Didattica
• Stand Enogastronomici
• Animazione per le vie del Castrum
Tamburini, trampolieri e musici per le vie del borgo, giocolieri, fachiri e incantatori di serpenti, percorso falconeria, laboratorio antichi mestieri, macchine medioevali e tanto altro
• Spettacolo di giocoleria
• Laboratorio del miele
• Spettacolo di Fuoco
• Laboratorio di Sartoria Medioevale
• Teatro Falconeria
• Concerti di Musica Medioevale

DOMENICA 27 OTTOBRE
• Apertura del Castello Fittipaldi-Antinori
• Apertura Mercato Medioevale Didattico
• Apertura Sartoria Medioevale
• Animazione per le vie del Borgo
Acrobati e musici per le vie del borgo spettacoli di magia itineranti, tamburini per le vie del borgo, giochi per bambini, scuola di Falconeria, tiro con l’arco, trampolieri, giullari e mangiafuoco.
• Spettacolo di Falconeria
• Danza Medioevale
• Laboratorio del Miele
• Concerto di musica medievale presso la Chiesa Maria SS. delle Grazie
• Corteo del nostro signore Guidone De Foresta: armigeri, tamburini, musici e giullari per le vie del Borgo
• Arrivo del Corteo in piazza Libertà: investitura di Guidone de Foresta a Primus Dominus Brundusii de Montanea et Ansiae (1268)
• Gran Finale – Festeggiamenti per i reali con esibizione degli artisti

Comunicato stampa

Rosa Menga sugli arresti dei Cera: “Sulla sanità il Movimento 5 Stelle ha lavorato per arginare la corruzione”


“Il MoVimento 5 Stelle ha fatto lunghe battaglie per arginare la corruzione all’interno della sanità e in qualsiasi ambito di pubblico servizio, e le ultime notizie apprese dalla stampa ci indicano che la nostra strada è quella giusta. Adesso a essere finiti ai domiciliari con l’accusa di tentata concussione nel filone di un’inchiesta della procura di Foggia, sono l’ex deputato dell’Udc Angelo Cera e il figlio Napoleone, consigliere regionale pugliese dei Popolari. Inchiesta che coinvolge anche il governatore Michele Emiliano e l’assessore regionale al Welfare, Salvatore Ruggeri per la nomina del commissario dell’Azienda per i Servizi alla Persona “Castriota e Corropoli” di Chieuti”. Lo dichiara Rosa Menga, deputata pugliese del MoVimento 5 Stelle e componente della commissione Affari Sociali e Sanità alla Camera. Per Angelo e Napoleone Cera, già sospesi dal partito, c’è l’accusa di tentata concussione e anche di corruzione negli ambiti della sanità e del welfare pugliese. Ci sarebbero pressioni e scambi di favore, finalizzati a nomine e assunzioni. In attesa che la magistratura faccia il suo corso ai nostri occhi e dei cittadini si rappresenta un quadro desolante. Per noi del MoVimento 5 Stelle è inaccettabile e non è possibile risanare le cose insieme a chi, negli anni, le ha distrutte. Per questo non ci sarà alcuna coalizione con i vecchi partiti. Continueremo a batterci per garantire ai cittadini una Sanità degna di questo nome, libera dalla corruzione e dagli interessi personali”, conclude la deputata pentastellata.
Comunicato stampa

Orta Nova, il centrodestra lavora per tornare compatto: “Amministrazione Lasorsa assente nei suoi primi 100 giorni”

Oggi è un giorno da ricordare, quello in cui le forze del centro-destra ortese hanno trovato la comunione di intenti per lavorare fianco a fianco, per costruire una nuova idea di Città che abbia al centro il benessere, in primo luogo, dei suoi cittadini.
La sede di FORZA ITALIA di via Cialdini ha visto, infatti, riunirsi i porta voce non solo del partito di Berlusconi, ma anche quelli di FRATELLI D’ITALIA e LEGA, nonché i rappresentanti di quei movimenti e liste civiche che aderiscono ai valori e ai principi storici del centro-destra, ai quali speriamo possano aggregarsi presto anche tutti coloro che non condividono l’attuale gestione della Res Publica locale.
É inutile dire che il silenzio assordante che domina da giugno sino ad oggi sull’operato dell’Amministrazione Lasorsa, sia nelle Piazze che sui social, sia da chi sempre fin ora aveva denunciato che da alcuni oppositori nel corso della campagna elettorale, è a dir poco spaventoso!!! Eppure ci sarebbe tantissimo da parlare su quello che questo nuovo governo cittadino, con i suoi alfieri di sinistra, ha promesso di fare e non ha ancora fatto nei fatidici “primi 100 giorni” (ampiamente superati!), o che addirittura avrebbe potuto sin da subito realizzare grazie ad una cospicua eredità lasciata dalla precedente Amministrazione Tarantino. Senza aver la pretesa di essere esaustivi, ci chiediamo: tutte le opere di riqualificazione urbana, il cui iter procedurale si era già concluso prima dell’arrivo della squadra di Lasorsa, che fine hanno fatto?!?! Eppure erano pronte per partire!!!
Perché non avviate i lavori di rifacimento su Corso Lenoci?! E le piazze antistanti la Chiesa del SS. Crocifisso e Largo Turati?! Quando iniziamo i lavori?! Perché i cantieri della Residenza Socio-Sanitaria Assistenziale (R.S.S.A.) e del campo sportivo “M. Fanelli” si sono bloccati?!
Che fine ha fatto il nuovo impianto per la pubblica illuminazione a LED?! Quello che però più ci spaventa e ci preoccupa, è il silenzio da parte di tutti sulla questione inerente al Consorzio FG/4 e alla S.I.A. Perché non dite davvero come stanno le cose?! Il concordato in continuità che avrebbe permesso alla società in house che gestisce la raccolta dei rifiuti di sopravvivere è saltato! Avete chiesto, appena insediati, un aumento ingiustificato ai nostri cittadini della T.A.R.I. per l’avvio della differenziata, senza mostrare la tanto vantata discontinuità dal passato. Perché ora non dite la verità?! Con S.I.A., nelle condizioni in cui versa, il nuovo servizio non partirà mai! Avete solo preso in giro gli ortesi salassandoli!
Anzi, è molto probabile che interverrà una nuova società, imposta dalla Regione, e solo sa Dio a quali più elevati costi, che noi, poveri cittadini, dovremo ancora una volta sostenere. E gli operatori, se e come verranno tutelati?!
Infine, ma non meno importante, siamo venuti a conoscenza che da oltre una settimana i dipendenti della cooperativa che gestiva i servizi locali della manutenzione del verde sono senza contratto e non percepiscono più stipendio. Sindaco, ma che stai facendo per risolvere questa situazione?! Di cosa vivranno le oneste famiglie di questi lavoratori?! Chi manterrà il nostro paese pulito ed in ordine?!
Vogliamo delle risposte concrete, atti che producano dei risultati tangibili subito! Di fumo negli occhi ne abbiamo visto fin troppo fino ad adesso: il vuoto cosmico. Queste sono solo alcune problematiche su cui il nuovo centro-destra ortese, unito, forte e compatto promette battaglia, sia in Consiglio comunale che nelle piazze.
Cittadini di Orta Nova svegliatevi da questo torpore, sosteneteci e fate sentire la vostra voce per amore della verità.
Comunicato stampa