Orta Nova, celebrazioni del 4 Novembre. Lasorsa: “La guerra rappresentata oggi dal dislivello sociale”

Oggi 4 novembre abbiamo ricordato tutti gli uomini e le donne caduti in guerra per regalarci una Nazione libera e democratica. La guerra è la cosa più orribile che può accadere ad un popolo, ed ecco perché l’art.11 della nostra Carta Costituzionale recita: “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali” e non si ferma qui, continua dicendo, che l’Italia si impegna a lavorare con gli altri popoli per assicurare la pace e la giustizia fra le nazioni. Questa giornata deve continuamente ribadire il nostro impegno per una società impregnata di pace e di solidarietà tra i vari popoli. Oggi, magari, la guerra non è più fatta di armi o di carri armati. Ma la guerra è rappresentata dal dislivello delle condizioni sociali che vigono all’interno della nostra società. L’obiettivo è quello di costruire una società in cui non ci sia più nessuno che possa rimanere indietro. Il nemico numero uno deve essere l’egoismo indifferente: cercare di non rimanere notai della storia ma decidere di cambiarla una volta e per sempre. Grazie a tutte le scuole che hanno partecipato; grazie a tutte le associazioni che oltre alla partecipazione hanno garantito che la manifestazione si potesse svolgere nel migliore dei modi; grazie alla banda di Orta Nova che ha contribuito, grazie alla presenza dei suoi fantastici musicisti, a rendere ancor di più solenne questo momento; grazie alle nostre forze dell’ordine che nonostante gli impegni hanno deciso di parteciparvi. Viva l’Italia! Viva l’Europa! Viva le forze armate!

Foto di: Domenico Francone

Comunicato stampa

Kick Boxing, due ortesi sul tetto del mondo. Trionfo a Massa Carrara per Mangino e Giso del Team Iurizzi

Vittoria per i ragazzi Ortesi del Team Iurizzi al Campionato del Mondo Unificato di Kick Boxing, che si è tenuto a Massa Carrara dal 30 Ottobre al 3 novembre 2019. Medaglia d’oro per Oreste Mangino che ha disputato una finale impeccabile con un atleta della Romania nella categoria k1 light 16/18 anni -74 kg (il regolamento prevede l’utilizzo di pugni, calci e ginocchiate).
Medaglia d’Argento per il bravissimo Vincenzo Giso che ha combattuto una finale difficile con un Moldavo nella categoria k1 light 16/18 anni -57 (il regolamento prevede l’utilizzo di pugni, calci e ginocchiate). Annata d’oro per Oreste e Vincenzo che hanno vinto in precedenza il Titolo Italiano a Rimini, dal 30/05 al 02/06, salvaguardandosi un posto nella Nazionale WTKA. Segue quindi questo traguardo importantissimo: per loro, per il Team Iurizzi e per tutta Orta Nova al Campionato del Mondo Kick Boxing.

Comunicato stampa