Omicidio Bruno, l’avvocato della famiglia di Filomena: “Per Aghilar chiederemo l’ergastolo, prove schiaccianti sulla premeditazione”

Il luogo del delitto

Il pubblico ministero Rosa Pensa ha disposto ulteriori accertamenti tecnici, per raccogliere eventuali altre tracce del delitto, soprattutto per ricostruire gli ultimi atti di vita della Bruno e per accertare come e quando l’assassino Cristoforo Aghilar si era introdotto nell’appartamento. Oltre ai carabinieri del NOR di Foggia con il reparto di investigazioni scientifiche, ci sarà anche il difensore dei parenti della vittima l’avvocato Michele Sodrio, che a sua volta effettuerà alcuni rilievi e fotografie. “I miei clienti mi hanno riferito fatti agghiaccianti. Quella della povera Filomena è la cronaca di un delitto annunciato – spiega Sodrio -, anche perchè Aghilar l’ha certamente premeditato da settimane, come dimostrano una serie di prove schiaccianti. Sono certo che il pubblico ministero, che conosco e stimo, contesterà l’omicidio nella forma pluriaggravata, non solo dalla premeditazione, ma anche dalla crudeltà e dai motivi abbietti e futili. Adesso il nostro obiettivo è quello di raccogliere tutte le prove necessarie a far scattare anche queste aggravanti, così Aghilar non potrà chiedere il giudizio abbreviato (come prevede la riforma di aprile 2019). Dobbiamo andare a dibattimento e il barbaro assassino di Filomena deve essere punito con la giusta sanzione, che a nostro parere è una sola: l’ergastolo“.

Comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.