Orta Nova, blitz dei Cacciatori di Puglia in zona Stazione Ferroviaria. Sequestrate armi, droga e reperti archeologici, in manette un 45enne

Continua senza sosta l’opera di prevenzione e repressione in ordine al contrasto alla criminalità foggiana da parte dei carabinieri di Foggia. In tale contesto, un’altra importante attività è stata condotta dai militari dell’Arma che hanno tratto in arresto un 45enne, ritenuto responsabile di detenzione illegale di due pistole lanciarazzi e 250 cartucce per pistola di diverso calibro. Il blitz è scattato alle prime ore della mattina del 27 gennaio scorso a Orta Nova con l’intervento dei carabinieri di Foggia e Orta Nova coadiuvati dai Cacciatori CC Puglia e dalle unità Cinofile CC di Modugno, a seguito di una meticolosa e laboriosa attività informativa, giunta a corollario del capillare controllo del territorio che gli uomini dell’Arma svolgono con quotidiano impegno. Difatti nel corso della perquisizione domiciliare, l’unità cinofila specializzata alla ricerca di armi ed esplosivi, con il suo infallibile fiuto, ha consentito di scoprire 2 pistole lanciarazzi prive di matricola, una pistola a salve con segni di alterazione, 250 cartucce di vario calibro per pistola. Sono stati inoltre rinvenuti 6 reperti archeologici risalenti al IV sec. a.C. (tre olle acrome, una olletta, una brocca priva di ansa e una punta di lancia risalenti) affidati al museo archeologico di Ordona. Il 45enne, a seguito di tutte le evidenze raccolte è stato arrestato e, successivamente alle formalità di rito, condotto presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari, come disposto dalla Procura della Repubblica di Foggia, nonché deferito in stato di libertà per ricettazione e possesso illegale di beni archeologici. Nell’ambito della medesima operazione, nel terreno incolto adiacente è stata rinvenuta 1 pistola revolver con matricola abrasa, 5 cartucce e 29 grammi di marijuana. Inoltre, è stato accertato che sette nuclei familiari occupanti lo stabile oggetto di accertamento si erano allacciati abusivamente al contatore Enel da oltre cinque anni con un danno stimato di circa 70mila euro, i sette occupanti degli appartamenti sono stati pertanto deferiti in stato di libertà per furto aggravato. Grazie alla collaborazione di un cittadino che ha informato l’utenza di pronto intervento 112, è stato rinvenuto, in un campo alla periferia di Foggia, un borsone con all’interno 512 cartucce da caccia di varie marche e tipologia.

Comunicato stampa

Che fine hanno fatto i lavori sulla Orta Nova-Carapelle? Il presidente Gatta rassicura: “Riprenderanno in Primavera”

La S.P. 81 Orta Nova-Carapelle

Che fine hanno fatto i lavori di messa in sicurezza sulla S.P.81 che unisce i comuni di Orta Nova e Carapelle? Lo abbiamo chiesto nei giorni scorsi al presidente della Provincia di Foggia Nicola Gatta, che lo scorso 27 Novembre, insieme ai sindaci dei comuni dei Reali Siti, aveva dato il via ufficialmente all’opera. “I lavori in questo momento sono sospesi – ha commentato il presidente provinciale – dopo la sistemazione delle cunette, resta ora da completare l’opera con la stesura dell’asfalto, i lavori riprenderanno in primavera per evitare rischi dovuti al maltempo“. L’opera rientra in un piano d’investimenti che riguarderà tutto il territorio dei Reali Siti, per un ammontare complessivo di 1 milione e mezzo di euro, un impegno importante che vedrà sorgere anche altri cantieri. Bisognerà quindi attendere con pazienza la ripresa dei lavori, per lasciarsi definitivamente alle spalle i disagi di chi percorre quotidianamente quel tratto di strada.

Orta Nova, Insieme si può Cambiare: “Dall’amministrazione chiarezza e trasparenza, altrimenti sarà troppo tardi”

Il municipio di Orta Nova, foto di Luca Caporale

Ciò che sta succedendo ultimamente nella nostra città desta preoccupazione. Nelle ultime settimane ci sono stati degli atti intimidatori verso la Famiglia Borea, di cui il Sig. Paolo, è l’attuale Presidente del Consiglio Comunale. Esprimiamo la nostra più sincera solidarietà. L’atto intimidatorio resta sempre una cosa spregevole. Però non possiamo fare a meno di chiederci ……. Perchè solo il Sig. Borea Paolo? L’amministrazione Comunale insediatasi a giugno 2019 non è solo il Sig. Borea Paolo. Ci vengono in mente le parole dell’ex vicesindaco Abbruscio….Amministrazione Boreacentrica. Da ciò che ha fatto intendere il Sindaco, Dott. Lasorsa, nel discorso letto durante il comizio del 18 gennaio c.m. , esisterebbe una correlazione tra gli atti intimidatori mirati, e la SOAP-OPERA della gestione rifiuti. C’è  veramente un nesso tra quello che è successo e la gestione rifiuti? Le domande che ci poniamo sono tante. E come noi, anche il resto dei cittadini. Vogliamo citare una frase letta sempre durante il comizio del 18 c.m. “NOI VOGLIAMO ESSERE UN’AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE IN TUTTO E PER TUTTO E PER TUTTO E PER FARLO CONTANO LA CAPACITA’ DI ESSERE AFFIDABILI, CREDIBILI, ALL’ALTEZZA DEL COMPITO, DELL’ONORE E DELL’ONERE DI GUIDARE UNA COMUNITA”. Dalla “fuga” dell’ex vicesindaco,passando agli atti intimidatori , c’è tanto di quel fumo che non si vede niente …..non c’è niente di trasparente. Per il resto, la cittadinanza sta aspettando che qualcosa si muova …..qualcosa di concreto. I famosi 100 giorni sono diventati un po’ di più. Forse troppi. Chiedere sostegno ai cittadini, è tardi. Stiamo vedendo solo che l’affidabilità e la credibilità decantata si sta sgretolando ogni giorno che passa. I cittadini sono stanchi di aspettare. Amministrare una città, è un compito gravoso. Se non si è all’altezza del compito assegnato, basta dirlo. Il passo successivo, si sa qual è.

Comunicato stampa

Il pizzaiolo ortese Antonio Scorza premiato ad Andria, i complimenti dell’amministrazione comunale

Si è concluso ieri ad Andria il Campionato Internazionale “Passione Pizza”, evento che ha visto protagonisti i migliori pizzaioli italiani. Nel bellissimo scenario dell’ Hotel Ottagono di Andria, il nostro concittadino Antonio Scorza, istruttore pizzaiolo presso la pizzeria Caricone di Orta Nova, insieme al pizzaiolo Nunzio Cristallo, hanno vinto la Coppa Italia.
Le nostre congratulazioni ad Antonio, grande attrattore enogastronomico che ha scelto di restare ad Orta Nova ed investire sulle proprie professionalità.

Comunicato stampa

Campionato Internazionale “Passione Pizza”, Carapelle ancora in vetta

Carapelle si riconferma “Paese della Pizza di qualità‘. Ieri sera si è infatti concluso ad Andria il terzo campionato internazionale Passione Pizza e ha visto trionfare diversi carapellesi. Nel fantastico scenario dell’Hotel Ottagono di Andria, con le migliori eccellenze pugliesi ed il top dei pizzaioli del Belpaese si sono disputate le gare con oltre 150 iscritti, che si sono contesi diversi trofei nelle categorie cadetti, pizza classica, pizza in teglia, pizza in pala, pizza senza glutine, pizza dessert, impasti alternativi, pizza napoletana, 3° Trofeo Metauro, lady pizza, pizza d’autore, trofeo bomba d’amore, coppa italia, coppa europa, pizza larga, pizza veloce e freestyle. A fare la parte del leone l’oramai celebre Johnny Rinaldi della pizzeria Trapell di Carapelle: il maestro pizzaiolo si è aggiudicato il primo posto nella difficile categoria “Pizza Napoletana”, dove ha battuto colleghi partenopei doc. Rinaldi ha guadagnato la pole anche nella Pizza Freestyle e due bronzi, in Coppa Italia e nella Pizza Veloce. Ma non è tutto: spicca in questo campionato internazionale il terzo posto nel Premio Forno del giovanissimo Guido Tricarico, altra grande promessa carapellese. Trapell è stata proclamata Pizzeria Scelta 2020, riconoscimento meritato per la qualità e per grande passione dei suoi titolari, Michele e Pasquale Mescia. A premiare i carapellesi sono stati proprio il vicesindaco di Carapelle Ulderico Spinapolice e l’assessore alla cultura Raffaella Ricco, che hanno raggiunto Andria per seguire le gesta dei loro concittadini. “Il nostro è un paese di grandi eccellenze – ha detto il sindaco di Carapelle Umberto Di Micheleche ogni anno fanno parlare di sè in tutto lo Stivale. Non posso che esserne fiero perché confermano il grande valore di una terra da non sottovalutare sotto ogni punto di vista. Mi congratulo con i fratelli Mescia, con Tricarico e Rinaldi, grandi attrattori enogastronomici che hanno scelto di restare a Carapelle ed investire sulle proprie professionalità“.

Comunicato stampa

Calcio, ancora soddisfazioni per l’Orta Nova, Di Dedda, Cassinis e Fiore convocati nella Rappresentativa Regionale

Ancora soddisfazioni per il Team Orta Nova, che dopo la preziosa vittoria di domenica scorsa contro l’Audace Barletta, ha accolto con entusiasmo la convocazione nella rappresentativa regionale di tre under del gruppo, Antonio Di Dedda, Andrea Cassinis e Mario Fiore. Il classe 2003 ortese, martedì scorso a Bari, agli ordini di Mr. Gioacchino Prisciandaro, ex bomber del Martina, ha partecipato al raduno di preselezione in vista del Torneo delle Regioni, che si svolgerà in primavera, Di Dedda si è distinto per aver siglato un gol sotto l’incrocio calciando da 25 metri. Cassinis e Fiore invece nel pomeriggio di ieri a Terlizzi hanno partecipato al raduno selettivo dedicato ai classe 2001 e 2002. Un premio per i giovani calciatori biancoazzurri, che conferma il buon lavoro della società ortese, che sta lanciando diversi giovani, come accaduto domenica scorsa con l’esordio del terzino Antonio Della Pace, titolare dopo le buone prestazioni nel campionato Juniores, da segnalare anche le buone prove in questa stagione da parte di D’Aries, Clemente, Foschino, Ventura e Vitale, oltre che l’ottima stagione che sta disputando la formazione Juniores, guidata ancora da Christian Carbone, che dallo scorso Dicembre è alla guida della prima squadra, che dal suo arrivo ha dimostrato un buon gioco e conquistato otto punti in sei gare, avvicinandosi alla quota salvezza. Nel frattempo gli ortesi si preparano alla temibile trasferta di Ruvo di Puglia contro la vice capolista Corato, una gara ostica, ma che i biancoazzurri affronteranno con la consapevolezza delle certezze acquisite nelle ultime settimane.

La Misericordia di Orta Nova ricorda Giovanni Panunzio, lunedì convegno al Gesuitico

In un contesto in cui le recenti notizie di cronaca hanno riacceso i riflettori sull’emergenza criminalità organizzata, la Misericordia di Orta Nova prosegue nel proprio percorso educativo e di conoscenza sui grandi esempi di legalità, attraverso il forum tematico “Legami di legalità”. Il prossimo 3 febbraio, infatti, dalle ore 18:30, in collaborazione con l’associazione Giovanni Panunzio – Eguaglianza Legalità Diritti e il Teatro della Polvere, presso il Palazzo Ex Gesuitico di Orta Nova, si terrà un appuntamento incentrato su “La vicenda umana e giudiziaria di Giovanni Panunzio”, imprenditore assassinato nel 1992 dalla mafia foggiana e simbolo nazionale della lotta al racket. Alla presenza delle scolaresche locale, di associazioni, autorità militari, esponenti della politica locale e cittadini interverranno Dimitri Cavallaro Lioi, presidente dell’Associazione Giovanni Panunzio – Eguaglianza Legalità Diritti; Giovanna Belluna Panunzio, vicepresidente della stessa associazione e nuora di Giovanni Panunzio e Giuseppe Lopopolo, Governatore della Misericordia di Orta Nova. L’esempio di Giovanni Panunzio sarà raccontato anche attraverso le esperienze professionali e artistiche di uomini e donne di Capitanata che hanno approfondito i fatti del 1992, declinandoli alla luce degli accadimenti di attualità. Sul tema interverrà anche la giornalista di Telefoggia ed esperta di cronaca locale, Michela Magnifico, la quale presenterà alla platea di Orta Nova un docufilm sulla figura di Giovanni Panunzio, attualizzandolo e scoprendo aspetti sconosciuti ai più.
Sempre nella serata del 3 febbraio sono previsti anche degli interessanti intermezzi recitati a cura dell’attore Stefano Corsi del Teatro della Polvere. I due monologhi proposti approfondiranno le personalità di Panunzio e di Mario Nero, testimone di giustizia e figura chiave nel processo che seguì all’assassinio di Panunzio, peraltro originario di Orta Nova. Modera il convegno Francesco Gasbarro, editore de Il Megafono dei Cinque Reali Siti. “Per noi sarà un altro appuntamento importante di questo percorso volto a creare sinergie tra le associazioni della provincia di Foggia e diffondere la conoscenza dei grandi uomini che, in un’epoca in cui le notizie circolavano più lentamente di oggi, decidevano di opporsi alla criminalità e al malaffare” – afferma Giuseppe Lopopolo, Governatore della Misericordia. “Ringraziamo già da adesso l’associazione Giovanni Panunzio – Eguaglianza Legalità Diritti e il Teatro della Polvere che hanno subito accettato il nostro invito, dando la possibilità ai cittadini ortesi di conoscere, per testimonianza diretta e con formati coinvolgenti, una storia che consegna ai nostri tempi dei grandi insegnamenti di cui dovremmo fare tesoro”.
Comunicato stampa